mandragola11

Home/Forum/mandragola11

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 175 totali)
  • Autore
    Articoli
  • mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Colgo il richiamo di Admin alla nostra italicità mediterranea e improvvisamente mi vedo i tanti piatti a base di zafferano che caratterizzano le eccelenze culinarie da sud a nord della penisola, alchimie di vera e antica bontà da preservare.
    Adesso scappo (con una voglia improvvisa di formaggetto allo zafferano per la mia colazione che non ho ahimè) augurando un buon giorno a tutto il Forum.
    A presto!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Interessanti domande, caro Ippogrifo… mi piacerebbe che alla prima provassero a rispondere i ricercatori che hanno osservato il comportamento della cellula. Personalmente, non riuscendo a scindere un essere vivente dal tutto per quanto squilibrato e considerandolo una vita finchè respira, più che una perdita di contatto, penso a una scelta distruttiva, a quel libero arbitrio che ci fa scegliere da che parte andare…in quale faccia della medaglia rispecchiarsi…in questa vita…
    Ecco, questa per me è la difficoltà che si può incontrare: darsene una ragione di questa scelta distruttiva, da qui l’importanza, seguendo il ragionamento di m_rosa, di un organismo iniziatico ininterrotto che ha la visione di un percorso lungo le esistenze dell’individuo, tale da individuare le cause scatenanti le nostre scelte e ricondurci così a monte, ab origine …ed ermeticamente e terapeuticamente offrirci la possibilità di un risanamento profondo, vero, risolutivo, possibilità che sta poi a noi di cogliere… sempre grazie alla stessa libertà di scelta…o no?

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Per seguire le riflessioni di seppiolina e tanaquilla pensiamo anche alla pietra che ha una capacità di memorizzazione eccezionale, infatti è esclusivamente grazie a una piccola porzione di silicio purissimo (migliaia di volte più piccolo di un capello) che i nostri computer riescono a memorizzare milioni di dati nel chip.
    Acqua, terra…fuoco, aria… Ogni elemento avrà la sua funzione memorizzante particolare?

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    MI inserisco nelle vostre interessanti riflessioni. A prescindere da Greta ed eventuali strumentalizzazioni, la comunità scientifica ha una visione controversa sulle responsabilità antropiche del riscaldamento globale, riscaldamento globale che comunque nella storia della Terra si è più volte ripetuto e che pare succeda anche in altri pianeti. Per quanto riguarda questa ondata mediatica, anch’io sono contraria a qualunque forma di terrorismo, anche se gabellato con le migliori intenzioni: la paura innesca meccanismi caotici e paralizza le facoltà di coscienza, credo. Ma, personalmente avrei un dubbio: il pensare che l’uomo possa distruggere la vita sulla Terra non farà mica da contraltare all’idea che l’uomo possa crearla, la vita? Non so, ma tutto questo mi sa di grande presunzione…fermo restando il fatto che per aiutarla la vita nell’Universo, come auspica qualcuno, forse bisognerebbe partire da se stessi e dalle piccole cose del quotidiano, un granellino alla volta con coerenza… anche se io per prima dico che non è affatto nè facile nè semplice.

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Benvenuto fra noi Greg Pelikan e un fraterno buon novilunio anche a te!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Buona domenica a tutto il Forum!

    Ho appena letto che a Firenze dal 13 settembre al 15 dicembre nel complesso di Santa Maria Novella (adiacente alla stazione centrale) è visitabile la mostra :
    “La botanica di Leonardo – Per una nuova scienza tra arte e natura” in cui il genio si mostra come un precursore delle più moderne teorie della rete universale. Gli studi di Leonardo sulle forme e sulle funzioni delle piante, a prescindere dall’utilizzo, sembrano concentrarsi sulla Vita come rete di connessioni, in cui i vegetali prima di servire all’uomo, mostrano un ruolo in sinergia col tutto.
    I curatori della mostra sono nomi di fama mondiale e scienziati apripista al nuovo: Fritjof Capra (vedi “Il tao della fisica”) e Stefano Mancuso, direttore della LINV (Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale).
    Personalmente ci andrò. Se qualcuno si vuole aggregare…

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Benvenuta lilia, un caro saluto fraterno anche a te e buona navigazione!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Buongiorno a tutte/i e buon Novilunio!
    Sì, carina la vignetta postata da guglielmo tell, sintetizza bene le fisime che tendiamo a crearci…perdendo mi pare il senso del succo del contesto…

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Ricambio, garrulo1, in questa calda domenica con un pensiero affettuoso a tutto il Forum. A presto!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Infatti, sono d’accordo con te, Macrobio! Purtroppo il senso del rispetto per gli usi e le tradizioni, compresi i rituali con i quali gli Egizi intendevano rendere eterni i loro corpi, protetti da estranei, profanatori e prevaricatori, si è perso nei luoghi comuni del pensiero comune per mire comuni.
    E a proposito di luoghi …non comuni… quelli che hanno il Genius Loci, amato e custodito da chi vi abita, ieri il tg dava notizia che in Australia i turisti non potranno visitare più l’URURU, lo spettacolare monolito in arenaria, patrimonio dell’umanità e montagna sacra degli aborigeni Anangu. Ebbene proprio grazie alle loro richieste dal prossimo ottobre nessuno potrà più percorrerla e insudiciarla…

    Carissimi, come non pensare al nostro caro Ninfeo?

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Mi è capitato recentemente di visitare il British Museum, era da tanto che avrei voluto farlo, ma viaggio poco.
    Mentre rimanevo entusiasta della quantità di opere e reperti di tutte le epoche e di tutte le civiltà esposte nelle sale, quasi commossa di fronte alla Vergine delle Rocce di Leonardo che avevo studiato sui libri secoli fa e affascinata dalla Stele di Rosetta che aveva sciolto il mistero dei geroglifici, improvvisamente, mi sono trovata catapultata di fronte alle mummie di re e regine, in una dimensione di tale profanazione che non ho saputo restare, me ne sono scappata con un senso di nausea profonda.
    E anche di rabbia, per la totale mancanza di rispetto e di riguardi per la morte e quindi per la vita…
    A qualcuno è capitato qualcosa di simile? Che ne pensate?

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Mi avete fatto venire improvvisamente la voglia di un latte di mandorle! Chissà …forse per i bei ricordi in una terra caliente, dove si usa berlo nelle giornate calde, al fresco chiacchierando piacevolmente d’intenti comuni, come si fa qui ora, care mercurius e m_rosa!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Caro Garrulo, mi compenetro col tuo anelito, ma tu mi capirari se per basico istinto di sopravvivenza, in questo clima torrido, quando entro nel supermercato il “dato controllabile” da forfait, mentre il refrigerio dell’aria condizionata prevale su tutto! eh eh eh…

    Buona Domenica a tutte/i!

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Hai ragione Buteo, rimgraziamo l’Opera di Kremmerz che ha reso possibile in modo semplice e diretto la sperimentazione della Terapeutica Ermetica a tutti, iscritti e non alla S.P.H.C.I.
    Sperimentazione che diventa ancora più mirata quando è il medico, che ha cognizione scientifica delle patologie e dei meccanismi fisiologici, a farla.

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 176

    Se ho capito bene, Alef, le piante non farebbero che ritrasmettere una comunicazione (vibrazione/ritmo/musica) intrinseca al loro dna, ricevuta ab origine e pertanto in virtù di questa riprodurla all’infinito. Le reazioni alla musica sarebbero un riverbero o una risonanza di questa informazione di base. Molto affascinante, mi pare che alla fine ci riporti a un senso ermetico dell’esistente e all’unità della Materia. Molto bello!

    Per Buteo: stimolata dalle tue riflessioni (e quelle di Mara329) ho trovato un articolo interessante di cui riporto uno stralcio, ma vale la pena leggerlo tutto.
    https://lifestyle.datamanager.it/2017/03/201703stefano-mancuso-anche-le-piante-un-cervello/
    “Le piante pensano, reagiscono, ricordano, risolvono problemi complessi e hanno elaborato strategie sorprendenti di adattamento. «Le piante hanno molto da insegnarci, sono simbolo della modernità» – spiega Stefano Mancuso direttore del LINV, il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale dell’Università di Firenze. «Possiamo costruire un futuro completamente nuovo imparando dalle piante a progettare computer, robot e reti migliori». Mentre il genere umano muove ancora i primi passi in un mondo dove ogni cosa è connessa, le piante hanno sviluppato un’intelligenza di rete, distribuita e senza un centro di comando per interagire con l’ambiente che le circonda…Le piante hanno sviluppato tra i quindici e i venti sensi diversi, compresi i cinque simili ai nostri. «L’intelligenza è la capacità di risolvere problemi»…Così gli algoritmi di machine learning alla base delle future applicazioni robotiche e di intelligenza artificiale, invece di ispirarsi alle reti neurali, dovranno andare alla ricerca del segreto dell’intelligenza che si nasconde nelle radici delle piante. “

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 175 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy