“”La nostra Fratellanza è e sarà come è stata nei secoli, non ha pretesa di apostolato unico, ma vuole raccolti e raggruppati, col solo vincolo dell’Ideale santo della Scienza e della Verità, pochi ma saldi elementi che ne assicurino l’esplicitazione e la realizzazione fuori ogni lotta politica, sociale e religiosa. Poichè la Scienza deve essere considerata di là dai confini delle nazioni e delle razze, e patrimonio dell’Umanità intera” – J.M. Kremm-Erz.

La S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ di Miriam, fondata da Giuliano Kremmerz alla fine dell’800, è stata ortodossamente traghettata dai Suoi Dirigenti Responsabili sino ai giorni nostri. Ha quindi oltre un secolo di vita e di operatività ininterrotta. Si regge sulla Pragmatica Fondamentale (Statuto) approvata nei suoi 60 commi nella convenzione del 22 dicembre 1909, tenuta al Grande Ordine Egiziano sotto la quale alta protezione la Scuola Ermetica è posta.

Giuliano Kremmerz ha statuito che la Fratellanza segua un doppio metodo di cultura: uno di letture, conferenze, pubblicazioni intese a dare un corredo di cognizioni di tutto ciò che è argomento di ermetismo, scienze antiche e psichismo moderno; l’altro di pratiche tradizionali per provocare la propria educazione evolutiva e dirigerne in senso utile alla medicina, alla terapeutica ermetica e alla psicurgia e taumaturgia, l’esplicazione, attraverso una sperimentazione scientifica controllabile da tutti.

La Fratellanza ha infatti esclusiva finalità terapeutica e concorre ad alleviare e guarire le fisiche sofferenze di coloro che ne fanno richiesta, attraverso l’operatività dei componenti la sua Catena animica, che attingono alla forza inesauribile di cui il Centro dispone.

All’estrema disponibilità verso chiunque voglia entrare a farne parte, corrisponde però un altrettanto automatico allontanamento di chi, fra gli iscritti, deviasse dai suddetti presupposti.

Va inoltre chiarito che la Schola del Kremmerz non è una chiesa, perché non dogmatizza né pretende di convertire, lasciando libere le coscienze di professare la propria fede religiosa o il proprio credo filosofico: esempio di tolleranza per ogni opinione si circoscrive esclusivamente nel risultato delle proprie esperienze. 

Non è una setta perché non nasconde nulla che possa offendere le leggi della società civile anzi tende a sollecitare nei suoi aderenti oltre l’ovvio rispetto per le leggi dello Stato, quello per i più alti valori umani, al di là di ogni preconcetto.

Non pretende di impartire insegnamenti di alcun tipo ed è da intendersi in questo senso l’adozione del termine Schola usato dal Kremmerz; si avvale altresì di un metodo di sperimentazione, soggettiva e oggettiva, delle potenzialità dell’intelligenza umana applicate esclusivamente al mantenimento o ristabilimento dell’equilibrio psicofisico e, senza modellarsi su scuole di empirismo medico denigranti gli studi moderni e le investigazioni degli scienziati contemporanei, tende a coadiuvare idealmente, e attraverso la sperimentazione degli strumenti virtuali e tradizionali tramandati dall’ermetista napoletano, l’operato della medicina ufficiale.

Non è chiesa, non è setta, non è scuola, non è una congrega di guaritori.

Pertanto, coloro i quali ne condividessero il programma di AMORE, di BENE e di SALUTE, sappiano che alla Fratellanza di Miriam possono liberamente aderire, previo domanda d’iscrizione, TUTTI gli uomini e le donne di buona volontà che s’impegnino a seguire gli insegnamenti pratici di ogni grado trasmessi dalla direzione o da chi per essa, e a rivolgerne all’UNICO FINE della TERAPEUTICA ERMETICA ogni manifestazione evolutiva.

 

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy