Alef2006

Home/Forum/Alef2006

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 177 totali)
  • Autore
    Post
  • Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Per provare a comprendere l’evoluzione della pandemia guardo i dati italiani (con cadenza settimanale) in maniera distaccata e senza ascoltare alcun esperto: si stanno impennando i contagi ma i decessi quotidiani sono un ordine di grandezza al di sotto dei dati di un anno fa. Non mi sembra ci siano motivi per preoccuparsi più del dovuto al momento. Ovviamente la situazione potrebbe cambiare: speriamo in meglio come auspicato da Tanaquilla.

    Molto interessante l’esperienza condivisa da Daniel56 con il suo post: grazie.

    Vi Abbraccio

    Alef

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Lasciatemi passare questa battuta: secondo me è necessario progettare un a-social network per proteggere l’umanità dagli effetti dannosi dell’iper-connettività. Condivido quanto scritto da Tanaquilla: noi abbiamo il privilegio di vivere la Connessione alla Catena e questa è un’esperienza che non trova pari nel mondo profano. Vi abbraccio. Alef

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    grazie m_rosa sto leggendo proprio quel capitolo in questi giorni

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Secondo me, è sicuramente vero che possiamo evitare gli alimenti che producono effetti evidentemente dannosi sul nostro copro fisico però non so quanto sia facile andare oltre e tessere un dialogo col nostro corpo fisico così fitto e chiaro da poterci guidare in tutte le scelte alimentari. Infatti (sempre secondo me) il corpo fisico andrebbe in qualche modo istruito dalla nostra volontà e non solo ascoltato. Probabilmente è meglio attenersi ad alcuni principi base (es. semplicità dei cibi e preferenza per alimentazione vegetariana) declinandoli nella propria quotidianità al meglio delle proprie possibilità. Io ad esempio mi sforzo di stare lontano dai grassi saturi, dalle pietanze troppo salate, consumo spesso frutta fuori dai pasti, privilegio il pesce alla carne e controllo quotidianamente il peso per rendermi conto se l’apporto calorico è proporzionato alle mie necessità. Ogni tanto però dimentico le regole e mangio ciò che in quel momento mi piace interrompendo la routine del cibo sano. Sono scelte giuste? Non lo so con assoluta certezza ma quando riesco ad applicarle in modo rigoroso per periodi lunghi mi sento meglio.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    In quest’ultimo periodo alcuni post sul Sito hanno riguardato gli ambienti scolastici e ciò che accade nelle aule.

    Due giorni fa mentre passeggiavo nel disperato tentativo di far addormentare mia figlia è partito il brano che qui condivido: “la classe degli asini” interpretata da Renzo Arbore. Avevo ascoltato tantissime volte questo brano che mi ha sempre molto affascinato perché riesce a fondere in un equilibrio inatteso una situazione comica e imbarazzante (il prof. che non sa rispondere a una domanda posta da una gallina dopo aver interrogato i suoi studenti impreparati) a un interrogativo profondo: è nato prima l’uovo o la gallina?

    Ogni volta che ho provato a immedesimarmi nel prof. non sono riuscito che a produrre che risposte inutilmente complesse che ho definito bombe di fuffa. L’altro giorno invece forse sono riuscito a rispondere: le possibilità sono due. E’ nata prima una gallina androgina (dalla quale poi sono nati altri galli e galline) oppure è nato prima un uovo già fecondato dal quale è poi è nata la gallina androgina. Le due possibilità in realtà sono due solo in apparenza perché l’uovo fecondato da cui nasce la gallina è in realtà già la gallina in uno stato primordiale.

    A questo punto non so se devo camminare di meno oppure pensare di meno oppure cambiare musica.

    Vi Abbraccio Fraternamente

    Buon Novilunio

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Messaggio ricevuto caro Admin e grazie della Benedizione. Ricambio con affetto l’abbraccio Fraterno.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Cara Mandragola sinceramente io non vedo nulla di amorale e/o inumano e/o terribile e/o inaccettabile nella inoculazione di un vaccino. Però, come al solito, questa è la mia umile e personale opinione terra terra. Rispetto posizioni differenti come la tua pur non condividendole affatto. Se poi non ho compreso sino in fondo la tua affermazione in cui crei un parallelo tra i vaccini e i trattamenti terribili riservati agli orsi allora ti chiedo scusa. Ti abbraccio. Alef

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Grazie m_rosa del tuo commento: poche parole ma molto rasserenanti. Ti Abbraccio.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Quest’ultima riflessione di m_rosa mi fa molto riflettere: come sarebbe andata la storia della medicina se avessimo concepito l’idea che la Vita va rispettata in quanto tale, in tutte le sue forme? E’ un interrogativo dal respiro molto ampio che suscita molte altre riflessioni. Provo a elencarle per non perdermi e non avendo, ovviamente, una risposta al quesito posto le riflessioni saranno interrogative:
    – se l’umanità vivesse in sintonia con la Natura forse tante patologie non esisterebbero?
    – vivere in sintonia con la Natura implica necessariamente un innalzamento della durata della vita media dell’umanità?
    – quando l’uomo viveva in sintonia con la Natura la durata media della sua vita era molto inferiore a quella odierna?

    Oltre ai quesiti però vale ciò che ho sperimentato sulla mia pelle: in passato sono stato colpito da malattie abbastanza gravi e quando le ho scoperte la voglia di farcela ad ogni costo per sopravvivere era più forte di qualsiasi rimorso per gli animali sfruttati per portare alla sintesi dei farmaci che mi somministravano e che poi hanno concorso alla guarigione. Il punto è proprio questo: se voglio vivere in armonia con la Natura, per coerenza non dovrei rifiutare i farmaci basati su sperimentazioni animali anche se questa scelta comporterebbe la mia Morte? Dovrei concludere che per rispettare la Vita dovrei accettare la Morte? E’ però anche vero che ogni volta che mangio una foglia di insalata stermino migliaia di batteri… Alla fine del ragionamento mi rendo solo conto che Vita e Morte sono due facce della stessa medaglia ma non ho alcuna risposta alle tante domande del mio post.

    Scusate se sono stato prolisso.

    Vi abbraccio perplesso

    Alef

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Che brano magnifico “Malinconico Autunno”. Mi ha fatto immediatamente ricordare le foglie che cadono e quindi anche il brano “Autumn Leaves”. Questa è l’interpretazione di Chet Baker:

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Grazie degli Auguri: è molto bello seguire i ritmi della Natura in Miriam sotto la generosa Guida del Delegato Generale e dei Mestri Tutti e accompagnati dalle Sorelle e i Fratelli in evoluzione verso il Bene.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180
    in risposta a: Biblioteca on-line #31649

    Si è vero Mandragola: la guida del nostro amato Maestro IAH-HEL è imprescindibile e ciascuno di noi lo ha sicuramente sperimentato mille e più volte. Inoltre è rassicurante sentirsi in Miriam Tutti insieme, ciascuno lungo la propria traiettoria e comunque uniti e pronti a evolvere nel Bene.

    Grazie Tanaquilla per aver estrapolato le parole illuminanti del Maestro Kremmerz e per averle commentate.

    Vorrei essere più ottimista sul sistema educativo perché conosco tantissimi docenti che ci lavorano con interesse e professionalità: poi si sa che un albero che cade fa molto più rumore di una foresta che cresce e che tutto ciò che viene partorito dall’uomo è imperfetto e richiede puntellamenti e aggiornamenti costanti, incluso il sistema educativo. Una realizzazione imperfetta tuttavia non è necessariamente inutile: la realtà è complessa e probabilmente giudicare in modo sbrigativo il sistema educativo come se fosse un tutt’uno omogeneo può portare a conclusioni altrettanto imperfette. Lo stesso concetto secondo me si applica a qualsiasi realtà si voglia esaminare: lo scrivo come promemoria per me stesso innanzitutto.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180
    in risposta a: Biblioteca on-line #31625

    Ciao Mandragola, mi ha fatto molto riflettere questo tuo ultimo post. Non ho ancora raggiunto una posizione definitiva. Ecco alcuni pensieri che desidero condividere sul Forum:

    – l’idea di voler ingabbiare la Bellezza della Natura in un numero può essere percepita come una profanazione: un voler per forza sollevare il velo della Bellezza gridando ai quattro venti che essa in realtà corrisponde “banalmente” alla sezione aurea

    – ciascuno di noi, come sappiamo, è associato a un Numero che rappresenta una finalità evolutiva (per quel poco che forse ho capito)

    – Quando Pitagora diceva Tutto è Numero cosa voleva dire in realtà? Forse che il Tutto corrisponde a un Numero? Forse che qualsiasi parte del Tutto corrisponde a un Numero? Sotto questa ipotesi però diventa più digeribile l’idea che anche alla Bellezza possa essere associato un Numero? Oppure le considerazioni di Pitagora erano valide solo per i Numero interi?

    Ripeto che questi sono solo quesiti che scrivo a voce bassa, consapevole che solo la sperimentazione su me stesso potrà fornirmi le risposte: per capire ciò che il Bello è Bello si deve diventare…. e di strada ne ho tanta da fare ancora per raggiungere quel traguardo…

    Vi Abbraccio Tutti

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180
    in risposta a: Libere testimonianze #31624

    Auguri Mercuriale e grazie per la commossa e sincera testimonianza ricolma di Amore Materno e di Miriam. Un Abbraccio Fraterno a Tutti Voi.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 180

    Care Sorelle e Cari Fratelli, questa volta la mia dedica è rivolta al Silenzio con una meravigliosa interpretazione di Mina.

    Spero vi piaccia: Vi abbraccio

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 177 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy