Mercurius3

Home/Forum/Mercurius3

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 185 totali)
  • Autore
    Post
  • Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186
    in risposta a: Il Silenzio #33189

    E’ vero Seppiolina, è una condizione che ho scoperto da un anno, uno spazio meraviglioso che parla molto piu’ delle parole emesse. E’ una scoperta che resetta tutto il superfluo, tutto cio’ che inutilmente si sarebbe detto e che il non detto riesce ad ampliare lo spazio del “sentire”. Potevo pensarci prima, mi son detta, ma poi, come spesso i Maestri ci hanno insegnato, tutto arriva quando deve arrivare, quello che si chiama, il momento giusto. E ora è il momento di gustare le parole del “Silenzio”.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Ho trovato molto simpatico e coinvolgente il post di Dafne, scritto come se parlassimo di persona. E trovandomi coinvolta in questo periodo con canzoni anche animate, quel senso della Vita, con la sua forza postato da Wiwa , mi ha fatto ricordare questo…cerchio della vita

    La Natura si inginocchia alla Natura. L’uomo dovrebbe imparare…
    Vi stringo forte

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Parole molto significative, che traducono almeno la parte migliore dei profani. La parte peggiore infatti si sente davvero padrone del mondo. Fortunatamente, noi siamo fuori, dagli uni e dagli altri, non per presunzione, ma aver incontrato la Miriam, attraverso il Dono dei Suoi diretti mandati e abbiamo avuto la fortuna di mettere un po’ in ordine i valori, il senso del percorso, l’aspirazione all’evoluzione con un Amore diverso dagli amori, con una pace dentro che sa il dono della quiete.
    Grazie Mandragola per averla postata, alcune parole sono centrate e noi nel sentirle sappiamo il perchè
    Ti abbraccio e Vi abbraccio tutte e tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Buongiorno. Credo, infatti, che la “Richiesta”, abbia in sè tanti valori. L’umiltà di saper chiedere (superando la presunzione del bastevole) la capacità di scernere il bisogno vero ( la petulanza non è richiesta), la capacità di esprimere riconoscimento alla Divinità e alla Gerarchia per giungere ad Essa, lo stare in catena ( il chiedere è volgere al sacro la propria fiducia di aiuto ).
    Come giustamente osservi Seppiolina, questo avviene dai primordi, non ci vuole scienza moderna e cultura profana, per sentirsi in cammino ma in bisogno. Il Miriamico procede, prega, cresce, è riconoscente, difende come guerriero, non è fiducioso ma crede, nell’ Uno, nella Forza, nell’ Amore, nel Principio di Vita Nova
    Un abbraccio domenicale in attesa di una chiusura Rituale con la Richiesta di Salute ed Evoluzione, personale e pro Salute Populi

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Buongiorno. Circa la pietra e la citata esperienza di Tanaquilla con Elissa, mi è venuto alla menoria, l’inizio della nostra avventura e la mia con la pietra. Dovevamo incontrarci e volevo realizzare un oggetto. Passeggiando in riva al mare notai per caso una pietra con una base piu larga e un vertice. La raccolsi e l’immagine si proietto’ da sola l’ sopra. Con il decoupage incollai una donna nuda, con una ragnatela a forme d’onde sonore sul pube. Provenivano dal suo utero verso l’universo o dall’esterno entravano dentro di lei dal canale piu’ sacro femminile?
    Il patto già giurato e segnato con il mio ingresso, si era materializzato in essa.
    La roccia è la nostra forza. Noi siano roccia, indistruttibile, resa sacra dalla Guida Divina dell’amato Delegato Generale
    Una buona giornata a tutti coloro che navigano in questo spazio pulito

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Leggo sempre con molto interesse i post, è da un bel periodo che scrivo poco, penso molto, taccio.
    Ma quando leggo Tanaquilla che parla di libertà, non riesco a tacere, gioia interna scoppia come “un meteorite” e la mia “vecchia libertà”, sopita per tante convenzioni e necessità pratiche di vita, morde la fune ed esce libera, piu’ autentica che mai. Ed è , nella miriamicità, con tutto il suo prezioso bagaglio di cose, strumenti e Persone, che trova il suo spazio vitale, vero, dove io, sono io, e basta.
    Crescere per ritrovarsi, prima di ritrovare, è il Dono per poter camminare verso la libertà del sacro cammino.
    W Miriam, sempre!

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Buongiorno, Fratelli tutti, naviganti casuali, naviganti consapevoli.
    Hai ragione Tanaquilla, dopo tanto tempo, ecc… Io infatti , dopo tanto tempo, sarà l’età, qualcuno diventa sordo fisiologicamente, io sono diventata sorda metabolicamente…quelle differenze senza senso, sostanza e valore non le sento piu’, parlano da se’ ma non mi arrivano piu’. La traettoria è una sola , con tutte le dotazioni e le afferenze sacre e di onore personale. Un vento, forse con fetore momentaneo, ma poi, immediatamente…aria pura!
    W MIRIAM, GRAZIE MIRIAM

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Credo che se meccanicamente ci sia una differenza di movimento tra di Do e il Des, ermeticamente la differenza interagisce all’interno del suo stesso valore; se tutto è rapportato alla Natura , al suo Ritmo, al suo Esempio, il dare e il ridare diventano lo stesso stupendo Dono, ciclicamente ricevendo e ciclicamente ridando.
    Noi miriamici sappiamo che la nostra evoluzione è fondata sulla funzione, per cui tutto cio’ che ci viene dato e di cui facciamo tesoro, ha come Patto iniziatico di rimetterlo in circolo. Credo sia la Legge più Grande che si conosca e che si possa comprendere. Avvicinarsi a Lei è gia’ un bel passo!
    Un abbraccio

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Leggo con immenso piacere pagine note, ma che ogni volta portano rinnovamento di conoscenza. Grazie!
    In effetti, come dice Guglielo Tell, è la reincarnazione del fiume! Ma, d’ altronde la Natura ci insegna come il ciclo si rinnova ,passando attraverso stadi differenti, diversi eppur uniti nella sostanza materica.
    Ricordo che in una riunione accademiale , si parlo’ degli elementi di cui siamo costituiti, e Oceano, nell’antica Grecia rappresentava il fiume cosmico che circonda l’Universo, presiedendo alla nascita e alla morte di tutte le cose. Come custode del divenire del tempo ha una duplice natura: come acqua è la fonte primordiale, quindi dell’inizio della vita, come avvolgitore di tutto l’Universo simboleggia il destino dell’eternità, cioè di un divenire inesorabile ciclico.
    Per questa caratteristica lo paragonammo alla Sfinge, il fiume divino che avvolge il regno dei morti.
    L’ acqua mi ha sempre attratta molto, toccarla, farla fluire tra le mani, sul corpo, ha un potere di memoria e di rinnovamento. Ci penso sempre soprattutto nei momenti legati alle ritualità.
    Tornerò a rileggere quanto avete postato sui Dialoghi e sull’Avviamento, Letture da sempre nelle nostre mani ma che ciclicamente regalano riflessioni sempre nuove.
    Per ora vi lascio, è momento di cena e sono chiamata alla fucina alchemica della trasformazione delle rape in rustico.
    A presto, con un affettuoso abbraccio a voi tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Carissimi, non sono presente da un bel po’ di tempo. Almeno per cio’ che concerne la comunicazione multimediale.
    Le presenze nel nostro percorso si possono, poi, esplicare in altre modalità…
    Ho trovato e letto, per esempio, il libro scritto dal maestro Benno, di cui parlava il Maestro L. J.Aniel e mi sono posta alcune domande che logicamente risolvero’ direttamente col Maestro preposto dal Delegato.
    Questa volta rileggevo i post precedenti, soprattutto quello di Dafne, quando parla di “uscire da canali bui”, o comunque prestabiliti, quali percorsi obbligati, dalla natura o dal proprio cammino esoterico ed evolutivo… e mi sono ricordata del percorso del fiume che mi ha sempre affascinata, forse quale adoratrice dell’elemento acqua; vorrei riproporlo qui di seguito, inesorabile spinta ad andare, a non girarsi indietro, ad integrarsi, a fondersi, ad Essere
    Nel mentre, vi stringo forte a me

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Buongiorno a tutti
    Ho riletto con attenzione tutti i post su questo argomento. Non sono una Nutrizionista, ne’ un medico, per cui oltre che la certezza che il cibo sana e il cibo ammala non so inoltrarmi oltre.
    Riguardo l’alimentazione, oltre le proprie individuali necessità, determinate da accertamenti seri e mirati, per eliminare intolleranze o anticibi, e cercare di restare sani, credo che resti di serio solo la medicina ermetica (la scienza ufficiale mi lascia sempre prudente)
    Pertanto, mi sono scaricata la Dieta hermetica, prevenzione e cura del Convegno a Napoli del 2012, e me la rileggo, con gli aggiornamenti e riflessioni sul mio corpo in questi nove anni, e credo mi basti per percorsi affidabili.
    Una buona giornata a tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186
    in risposta a: Caro diario #31855

    Giusto Tanaquilla. Questo thread era nato come comunicazioni riguardo la gestione quotidiana del covid, partendo dal periodo di riapertura, con riferimento al nostro stile di vedere le cose ermeticamente. Ma come tutto, ha un limite ed una trasformazione in relazione ai cambiamenti. Ora non ha piu’ senso, se non sconfinare nell’inutile, perchè la partecipazione ad altri Settori, chiaramente piu’ stimolanti al fine di comprensione e miglioramento dei livelli ermetici, ci porta a letture opportune e, se il caso ad interventi. Grazie, quindi.
    Un abbraccio fraterno, grande e caro a tutti.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186
    in risposta a: Caro diario #31782

    Ciao Diario! Spesso sei chiuso tra le tue pagine e non ti offro sempre la confidenza per cui sei nato.
    Mandragola mi consente di leggere una sua pagina privata; mi viene subito in mente di fare i complimenti ai docenti che sanno mettere da parte il programma, quando il programma diventa la crescita personale ed interpersonale. Che poi, con la scusa delle discipline è proprio quello il fine della Scuola. Già…la scuola, diversa dalla Schola, ma quando questo Pianeta entra nella nostra Vita, anche la scuola profana viene irrorata dai Valori e dalle preziose caratteristiche . Le domande che si pongono i ragazzi , noi le abbiamo macinate col tempo ed abbiamo dato loro una comprensione e una disciplina, cioè una regolamentazione. Ma spesso ci troviamo di fronte “neonati” al discorso , persone capaci di dire e pensare cose che ci lasciano a bocca aperta, tanto sono vicine alla nostra scelta di Fratellanza. E mi rispondo che il bisogno di sentirsi Fratelli , non è nel senso piu’ banale o sfruttato dalle grandi Corporazioni della speculazione, ma quello inesorabile dell’atomo della Vita Universale che ci aggrega, consapevoli o inconsapevoli, disponibili o non, pronti o meno e che contiene ritmo, movimento, cambiamento, evoluzione (moto, forma, forza, bene , amore e morte)
    E su queste parole, con i loro effetti, sto leggendo l’argomento sulla nutrizione che da alcuni anni mi ha trovata completamente disponibile ad imparare ed applicare per il loro effetto
    Ciao caro Diario. A presto

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Quanto è bello leggere da Admin quel “BUONA SALUTE A TUTTI”!
    L’ accolgo con tutta l’apertura del mio ermes e lo ricambio con tutto l’Amore che posso
    “Fare pace con la Natura”, è il lavoro che questo periodo particolare ci richiede, capire piu’ profondamente questo fenomeno cosmico in continua e sapiente evoluzione ritmica, mettersi sintonicamente in un orgasmo parallelo, perchè possiamo uscirne piu’ sani ed evoluti. La Pace con la Natura, uscire dalla guerra della propria presunzione di credersi autonomi e sufficienti.
    Un abbraccio caro

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 186

    Com’è vero Tanaquilla! E come sono diverse le regole, le finte regole, applicate oggi per il rispetto della Natura! Non basta iscriversi a Club ecologici o raccogliere mozziconi sulla spiaggia per sentirsi integrati… Sentirsi dentro integrali alla Natura , è vivere nella propria carne e sangue, il DNA in comune con i boschi, le grotte, l’acqua, le piante, i ruscelli, gli animali.. Certamente essere giunti ad un tutt’Uno sacro , io non ci sarei mai arrivata da sola, almeno a capire, se non ad attuarlo, forse sarei stata una che raccoglieva felicemente le ramette. Le esperienze di Montemonaco hanno formato, tatuato la mia persona in tutte le sue componenti, materiali e sottili, e rivedere le foto , o ripensare a tutte le esperienze ventennali su quel Monte, mi fa sentire orgogliosa di esserci stata e grata sempre a LEI, Delegato IAH-HEL, per le sferzate alla comprensione, al cambiamento, all’elargizione, anche ove meritato a metà, al fine evolutivo, alla Sua Presenza costante, vigile e materna, che contiene Tutto.
    E, per quello che mi riguarda, inconsapevole, ho passato i valori della Miriamicità ai piccoli che mi portavo appresso, ed ora pieni di Miryam , portano i loro a Montemonaco, ogni anno, ed anche quest’anno , come una calamita che appartiene all’arcaico e che continua nel Tempo infinito.
    Infatti Tanaquilla, quei corpi sacerdotali e quelle rituarie, come tu dici, fanno la differenza e portano nel futuro dell’Umanità la bellezza e la grandiosità della Miriam! Ma senza i Maestri col filo della tradizione, cosa mai sarebbe arrivato?

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 185 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy