Mercurius3

Home/Forum/Mercurius3

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 117 totali)
  • Autore
    Articoli
  • Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    E’ vero Angelo, anch’io avevo pensato a come sarebbero stati i contati umani del dopo pliriquarantena.
    In un primo momento avevo pensato che l’atteggiamento piu’ comune potrebbe essere quello del timore e della cautela, e forse un po’ cosi sarà.
    Ma , poi, spontaneamente verrà fuori la normalità, con l’equilibrio e la personalità. Non si puo’ fare a meno di un abbraccio, quello lungo, profondo, senza guardarsi, che con la carezza sulla spalla parla molto piu’ delle parole e fa sentire la sintonia. Ma, nel contempo, anche il toccarsi senza necessità torna ad essere un’abitudine spesso poco gradita, come quella di chi, per darsi attenzione, tende a toccare e ritoccare ( e qui non si puo’ fare a meno del grande Toto’…Guglielmo Tell, sta bono non postare lo sketch!). Insomma questo periodo secondo me sta servendo, a ridare il giusto valore alla Vita, a scendere dagli alberi, dagli abiti, dalle auto, a farci sentire tutti uguali e necessitanti uno dell’altro. Spero che la ripresa, benchè lenta, non faccia perdere la memoria , ma lasci solo il virus disperso e spento definitivamente nel vento del nulla.
    Vi abbraccio tutti (con sintonia) e con un occhiolino d’intesa. Ci ritroveremo presto!

    Ps. Visto che è pesce d’aprile, stasera spigola al sale, pomodorini e ruta

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Caro L.J.Aniel, a volte le parole semplici, lineari ma profonde riescono a condensare un grande Infinito, a dare la misura giusta e la serena visone del navigare. Nel nostro Mare kremmerziano ognuno guida il suo timone , ma è anche molto confortante vedere attorno a se tante barche su cui navigano i Fratelli: servono a sentirsi nella stessa amalgama, a potersi dire “ciao”, da una barca all’altra, per essere trainati quando si finisce distrattamente il carburante o a trainare se al contrario. E in questo mare c’è posto per tutti quelli di buona volontà che sono sempre buoni compagni di viaggio. Considerando pero’ che il patentino deve essere regolarmente attribuito. Spero anch’io che questo viaggio ci porti in quell’Agape che tu Amorevolmente auspichi! Ti abbraccio fraternamente

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Bravo Guglielmo Tell! Quel Kandinsky strideva con le armoniose pennellate di luce. Un bacio per ora virtuale

    Per Gelsomino:
    la dieta procede, in barba a chi dice ne usciremo ma…piu’stretti (dalla porta). Qualche piccolo sgarro è normalissimo ma non deve modificare il concetto che volersi bene non è solo nella bocca, ma anche nel resto di tutto il corpo. Certo cosi’ mi sto impegnando di brutto perchè quando ci rincontreremo dovrò dimostrare che è vero…hahahahahah e che non ho barato. Ma se si bara con se stessi si danna solo se stessi , e questo è valido su tutti i piani.

    Teniamoci stretti, uniti come sempre, protetti, come sempre e come sappiamo, con l’umore colorato che aiuta la superprotezione e con l’affetto fraterno che ci contraddistingue. A prestissimo

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Allora…Guglielmo Tell, ho visto il video arte nel coronavirus….Lancio una sfida. Dentro c è un errore madornale. Vince un bacio dal vivo appena potremo essere nuovamente scarcerati.
    Chi vuole partecipare?

    Per Gelsomino:
    innanzitutto ti abbraccio forte forte. la mia dieta, in barba a chi sta in casa procede bene. I chili persi precedentemente, per l’esattezza 16, non me li faccio fregare da nessuna quarantena. La salute ritrovata dopo un percorso sacrificato e ricevuta, grazie a Chi ben sappiamo , me la conservo stretta stretta. In casa siamo in tre. Uno che dice di mangiare di tutto e che da piu’ fastidio di un bambino, l’altra ,terrorizzata dall’ingrassare, non potendo contare su altezza vertiginosa, utilizza il tempo sperimentando al Bimbi taralli ai cereali e vino, dolci dalle strane quantità e colori. Su me non puo’ certo contare, sul bimbo capriccioso nemmeno, cosi si è rassegnata ad impastare farina e lievito per il pane.
    Io , amico Gelsomino, procedo con verdure (non importa se surgelate) e proteine. Inserisco appena i carboidrati ed ho eliminato completamente il lattosio, pur non essendo tollerante, per una mia teoria (che forse non è mia soltanto…). La dieta procede senza sacrifici.
    Spero solo di tenere la costanza. Ma che figura se non sarà così!!!!!!!!!!!!!!!!

    Abbraccioni a tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Buongiorno e bel giorno!
    La globalizzazione tanto decantata ha fatto un flop. Il miscuglio nel miscuglio non è stato poi cosi’ vincente. Forse è piu’ coerente essere aperti con la mente, non necessariamente portare il corpo dappertutto e continuamente. I nostri territori italici hanno tanto da dare ancora, nella vita, nello studio, nel respiro ermetico, dal passato al presente, come si dice a scuola. L’epidemia costringe a riconvertire l’esistenza. A renderla piu’ esistenza. Cio’ non significa che il viaggiare, conoscere e sapere non sara’ sempre un valore, ma cum grano salis, senza esasperazione, dando valore anche al denaro, quello guadagnato con onore e col lavoro. Al momento si sta in casa, si riscopre il tempo. Questo grande valore vandalizzato. Abbiamo spesso sentito che il tempo non esiste, e per un certo verso è vero, ma cio’ che chiamiamo (o chiamavamo?) tempo era la corsa ad impegni scanditi per ore, dove noi dentro ci stavamo molto poco.
    Quando tutto finirà, perchè finirà, si dice che saremo cambiati
    Ma come? Chi? In che modo?
    Sarà cambiato chi adesso sta smontando le sovrastrutture, per rinforzare la sua struttura, quella della pace, del bene per se stesso, e per il prossimo, quella che ha sempre avuto dentro ma che alcune volte ha messo a tacere e ha fatto parlare a frammenti.
    Sarà cambiato poco chi le strutture le aveva fragili e mi auguro che dopo non le carichi con fardelli inutili.
    Certo che dopo la vita ci vedrà diversi! Saremo molto meglio , o….
    Vi scrivo mentre dalla mia finestra vedo un gran pioggione e supermercato con sette persone in fila , mascherate. Ma, nonostante cio’, penso a quando ci toglieremo le maschere, tutte le maschere
    Un abbraccio forte e veramente caro

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Ci sono. Le trasformazioni sono un’offerta. Chi vuole e le comprende diventa UNO, come postava Catulla. E dopo questa Unione Sacra non si è piu’ come prima, perchè la trasformazione fermenta da se’. Ci sono. Da oggi Prima Vera, da domani Primo Giorno pieno della Primavera e mi auguro di unirmi al canto degli uccellini, ai fiori che vogliono sbocciare appieno, al profumo e al “respiro” ricordato da Gelsomino, insieme a tutti Voi e allo sguardo di Amore che senz’altro ci volgeranno i Cari Maestri

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Carissimi, questo spazio è diventato nuovamente il soggiorno rilassante in cui incontrarsi. Molti amici si sono trasferiti nella Sala Convegni adibita generosamente e sapientemente per la tematica che ci coinvolge tutti in questo periodo.
    Io qui, nella confidenziale atmosfera fraterna, dove abbiamo sorseggiato insieme tisane e quant’altro accanto al camino, fuoco sempre ardente, oggi vado sulle riflessioni fisiche e culinarie.
    Ho, con sacrificio mirato, perso svariati chili, mi piaccio di piu’, cammino e respiro meglio, metto gli indumenti piu’ vicini alla mia personalità.
    Non mi faccio certamente fregare dalla nuova situazione di “arresto domiciliare” per ingrassare!
    Se apro la porta di casa mi giungono i piu’ svariati odori di ragu’ (infrasettimanali!), parmigiane e torte varie. Se mi reco sul terrazzo per una “passeggiata solitaria” e per fare moto, sempre necessario all’aria aperta , dalla canna fumaria arrivano odori irrespirabili di pizze di cipolla. Cosi invece di “invidiare” la preparazione a manetta di cibarie buone e caloriche, oggi vi dico cosa ho preparato:
    – rape stufate, quantità necessaria per pranzo e cena
    – petto di pollo arrostito
    – finocchi e cetrioli, ancora freschi nella mia zona, disinfettati con l’immancabile bicarbonato
    – nocciole
    – caffe’
    Per la cena: il resto delle rape (perchè non si deve sprecare nulla in questo momento e bisogna saper dosare ed acquistare) con fagioli cannelini,
    un panino integrale, frutta e tanta acqua durante il giorno

    Logicamente preparerò anch’io il ragu’ alla barese domenica, e una pizza sabato sera. Ma cio’ che voglio comunicare è che col cibo ci si sana e ci si ammala. La solita regola è volersi bene, mangiando con moderazione, perchè in questo periodo in cui ci si muove molto poco, non è necessario mangiare tanto per colmare l’ozio e l’ansia . Nel pomeriggio non mi faro’ mancare una lettura di libri del Kremmerz che non hanno mai una fine per la comprensione, pittura o chitarra o…una visione di cio’ che nel frattempo avete postato.
    Perchè habitare in ununm non è solo guardarsi e toccarsi, ma sentirsi e “incontrarsi”…comunque

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Un saluto caro tutti. Utilizzo questo Thread come fonte d’informazione ricca di spiegazioni e di generose azioni sulla necessità, e come lettura di particolari riflessioni, sempre poi ricondotte alla scientificità dai nostri cari e preziosi medici. Non ho da proporre il mio pensiero, perchè in questo momento tanto si è detto e si dice, e la capacità sta nello scremare le cose inutili e che creano ansie, ed utilizzare una scrupolosa attenzione alle disposizioni della Sanità , senza dare per facile nulla, e stare con i piedi per terra con tutti i Sacri mezzi a nostra disposizione, farmaci attivi che fermentano e fortificano, e avere un atteggiamento positivo che collabora alla buona riuscita.
    La Myriam è con noi, come un matrimonio sacro, nel bene e nella cattiva salute, e noi nel Patto d’Amore di esserLe fedeli sempre.
    A prestissimo

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Carissima MaryPru , avevo letto anch’io quell’interessante intervento sul cosmo che riequilibria le leggi quando vengono stravolte. C è comunque un errore: la riflessione non è di Raffaele Morelli, bensi’ di Francesca Morelli, psicoterapeuta a Tor Vergata di Roma, conduttrice di corsi di accompagnamento alla nascita e al parto. Certo, nella sostanza a noi non importa molto chi ha modulato il pensiero sulla ribellione della Natura alle manipolazioni umane, ma per onestà di comunicazione la persona è diversa e, soprattutto non mi dispiace che sia una donna a parlare di anomalie in una società che di disastri ha varie mani, ma spesso ricorre quella maschile. Bella è anche una frase di Fedor Dostoevskij, che la psicoterapeuta propone : “Un giorno tu ti sveglierai e vedrai una bella giornata. Ci sarà il sole, e tutto sarà nuovo, cambiato, limpido. Quello che prima ti sembrava impossibile diventerà semplice, normale. Non ci credi? Io sono sicuro. E presto. Anche domani…”
    Un giorno un Maestro che noi conosciamo, disse che il cambiamento è scomodo perché obbliga ad uscire dalle abitudini, ma è proprio quella “scomodità” che consente il cambiamento, l’evoluzione, figlia del moto. E, guarda caso, anche questa volta si trattava di una Stupenda Donna.
    Accolgo l’invito di Ippogrifo ad utilizzare questo caro Sito, nostra Casa in Unum , per cambiare l’abitudine delle grandi corse quotidiane a vantaggio di un’andatura piu’ lenta, piu’ a nostra misura e, speriamo, piu’ salutare, in tutti i sensi
    Un abbraccio virtuale ma non meno caro

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Grazie m_rosa per la precisazione che esprime meglio il mio concetto di attività fermentativa, personale e consapevole. Ancora un saluto per tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Buonadomenica a tutti. Leggo e rileggo le importanti comunicazioni. E mettendo insieme “scienza e fede”, credo che l’aggregato completo sia osservare le disposizioni ministeriali ed utilizzare con grande forza tutti i mezzi a noi forniti, sapendo che la volontà non è l’ultimo farmaco attivo e rimpolpante l’immunodeficienza. Al momento l’aggregato funziona…
    Un abbraccio caro

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Ed è bello Ippogrifo anche il tuo collante, dopo aver espresso un parere col cuore in mano, a volte chiedendosi se opportuno, il tuo avvolgente Amore possibilista, come è l’Amore stesso possibilista a tutte le sfaccettature delle creature, ti alimenta, ti incoraggia e, come disse m_rosa , non solo toglie la solitudine ma ti fa sentire petalo della Rosa.
    Un concetto base ma di cui a volte si necessita portare alla memoria morale del Patto. E forse le cose semplici e sacralmente arcane, chiedono solo di Vivere nei Tempi. Buonagiornata a tutti

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    In tanti anni del mio percorso, ho sempre sentito il suggerimento “togliere la sovrastruttura”. La frase era bella, interessante, ma poi le sovrastrutture, al momento del pensare e dell’agire, restavano li, solide. Questo non dava l’input alla provvidenza , ed il destino restava in altomare, perchè non c’ era, prima ancora della volontà, la consapevolezza.
    Poi, pian piano, ma molto pian piano, qualcosa dal profondo ha cominciato a risalire, insieme alla pace del sentire, del mescolare delle letture, delle parole, degli incontri “privati” sapienti ed amorosi. La nave dall’alto mare ha cominciato a vedere la terra e a voler approdare. Il destino così ha preso la strada della buona navigazione, senza dare la colpa al vento che fosse la motivazione. La provvidenza è diventata la SPHCI piu’ concepita, piu’ interiorizzata con semplicità. Credimi Ospite è molto piu’ semplice di cio’ che si crede, perchè non è l’Amore a fare da soggetto, se noi stessi non diventiamo tale.
    E il Kremmerz ha donato se stesso per farcelo arrivare e capire. Fortunatamente, siccome siamo molto lenti , ci ha lasciato i Maestri a seguire il lavoro, come fari, per la nostra nave che si avvicina con VOLUTA FORZA alla Terra, quella, non trovata, ma ri-trovata
    Buon inizio di settimana a chi sosta e a chi passa, e… ripassa

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Buongiorno amici!Bello leggervi, perchè, non basta il pensiero e immaginare che ci siate; come dice Ippogrifo, a segnale lanciato, riscontro ottenuto, a dimostrazione che ci siamo, che ci vogliamo, che ci raggiungiamo, in qualsiasi modo e mezzo, come radici inesorabili di un secolare ulivo, che nonostante gli ostacoli, continuano a cercare l’ossigeno della Fratellanza.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 118

    Sono qui, in questo Thread che mi ha conquistato dal primo momento. E’ libero nelle riflessioni, ma porta con se’ l’abitare fraterno che è un valore inestimabile. A cosa serve conoscere ed approfondire se non avvolto nella placenta dell’Amore fraterno, dove riconoscersi e riconoscere?
    Per cui, ogni tanto entro nel “soggiorno” accanto al camino, sicura che a turno libero, trovero’ chi esce dalla Biblioteca o dal Tempio. Lo spazio dove la famiglia si ritrova pur camminando ognuno per i propri impegni. Che profumo di noi qui dentro… Lo so “lontano dagli occhi” si è sempre comunque vicino al cuore, ma la condizione umana vive anche del visibile, oltre che dell’invisibile, ed il corpo a volte reclama l’attività dei sensi. Allora bello questo profumo di frates in unum, non me lo faccio mancare. E mentre vi scrivo sento i passi di chi arriva…

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 117 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy