seppiolina74

Home/Forum/seppiolina74

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 248 totali)
  • Autore
    Post
  • seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Tanta bellissima musica! E quante emozioni suscitano! Colpisce anche me in particolare la canzone postata da Tanaquilla. Nella nostra Via, il cambiamento è moto, scelta continua e rinascita ogni volta che riusciamo a togliere un paletto per procedere. E poi mi fa riflettere come il vero cambiamento, tocchi ogni circostanza della vita e su diversi piani e, credo abbiamo sperimentato tutti, porta con sé una piccola ( grande!) Rivoluzione. Nella nostra Schola, il Maestro ci ha sempre spronato ad essere attivi, in primis come atteggiamento mentale. Senza un lavorío costante e caparbio, non c’è apertura, quindi nulla si sposta davvero. Grazie per aver postato una canzone così vera e profonda!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Leggendo i vostri interessanti post sulla Sardegna matrilineare, mi è sorta spontanea l’associazione di idee tra il femminile, appunto, e il fatto che come tutte le isole, è circondata completamente dall’acqua del mare. Quindi elemento femmineo che, come si è citato spesso durante le riunioni accademiali, ha una “memoria”, cioè conserva, trattiene, custodisce. Sarà questa influenza arcaica e magica che predispone a far emergere i legami al femminile? Che li rende più forti e solidali? Un buon lunedì a tutti voi!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Che leggerezza il brano postato Alef, grazie! Sa di spensierate sere d’estate, d’amore, di speranza!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Grazie Mandragola!Un fraterno abbraccio e una buona giornata a tutta la Fratellanza!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Purtroppo non sono riuscita ad aprire l’articolo di Repubblica…però parlando di unicorni, mi sono ricordata che viene citato anche nel rito quotidiano: si chiede protezione dalla bocca del leone e dalle corna dell’unicorno….Speriamo non li si incontri!! Buona notte!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248
    in risposta a: Libere testimonianze #33451

    Bellissima stampa Mandragola, davvero ricca di spunti di riflessione. Come evidenziavi, di simile al Timbro della Vergiliana c’è la Ruota poggiata sul terreno ( i raggi ricordano una stella fiore a sei petali). Anche le morbide colline ricordano il paesaggio agreste del timbro, le linee scure sembrano solchi…Mi colpisce la Fortuna cieca che semina,ai miei occhi potrebbe significare che, lavorando indefessamente, i doni arrivano abbondanti e secondo giustizia.Alle spalle il dio Saturno che decreta e sancisce inesorabile ogni nostro atto con la falce e… la clessidra dello scorrere del tempo ( invito a non sprecarlo??). La dea armata chi è ? Giunone? Diana?A presto, un abbraccio fraterno

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    A proposito di emozioni…vivo come un dono ed un’ulteriore opportunità la prossima Riunione Accademiale congiunta , ormai alle porte. Incontrare in presenza tanti Fratelli e Sorelle mi riempie di gioia e sono sicura che porterà sollievo a tutto il nostro Essere. Grazie Maestri, evviva la Fratellanza di Miriam!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248
    in risposta a: Libere testimonianze #33396

    È vero, il Bene da un senso alla Vita e anche una prospettiva, una direzione. Perché,lo sappiamo, indietro non si può tornare, neanche volendo!Si procede solo facendo tesoro delle esperienze vissute e metabolizzate. La Via Ermetica di Miriam ci mostra e ci insegna, nei fatti concreti del nostro quotidiano, che esiste una stretta correlazione tra ciò che siamo e ciò che muoviamo attorno a noi; che il Bene ha mille vie per raggiungerci, anche se non le capiamo subito e, come dicevate, spesso camminiamo senza fiato in salita…ma consoliamoci, si dice che tra le attività sportive, una delle più allenanti per il corpo e la mente, sia proprio la camminata in altura e in salita!!! Fiduciosi sempre, sempre, sempre, che non saremo mai soli, che Qualcuno ha già tracciato il percorso e noi possiamo camminare sulle loro preziose orme. E che arriveremo sicuramente ad un maggior equilibrio e una maggiore coscienza di ciò che ci anima davvero. Bello rileggervi dopo giorni di assenza…ma dopo l’ennesimo tratto in salita…mi ero fermata a fare stretching!!! Ah! Ah! Un caro abbraccio!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Ciao Ondina, non scusarti per lo sfogo, come vedi tante Sorelle ci sono passate. Il punto è che, attraverso le relazioni con altri Esseri in cammino come noi,abbiamo l’opportunità di capire meglio noi stessi. I figli, poi, sono uno specchio vivente! Attraverso mia figlia ho capito che non è solo lei che…vive la sua vita…ma, accidenti, sono io! Io che sono testarda, egocentrica, che quando mi impunto sono capace di sbattere la testa contro il muro prima di risvegliarmi..tramortita e finalmente rettificare. A volte mi tornano alla mente le parole d’Amore del Maestro Iah-Hel, magari pronunciate en passant, affidate al vento, a quel soffio che magari arriva all’orecchio di chi sta cercando una risposta e non la trova.Ed è lì che ti ricordi che una via esiste, che andrà tutto bene se sei in buona fede e ti agganci al carro giusto…

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Hai proprio ragione M.Rosa a dire che l’amore di una madre può produrre storture laddove si tenta, seppur con coraggio ed indefessa determinazione, di caricarsi del peso e delle sofferenze di un figlio. E questo lo facciamo per istinto di protezione, e questa spinta è cieca, a volte. Per me è stato, ed è, un percorso di consapevolezza perché ci si rende conto che un Essere ha il ” diritto” di cadere, siamo caduti tante volte noi e da soli ci siamo rialzati. Il nostro essere Miriamici ci ha insegnato che, al massimo, si può tendere una mano ( facciamo due) verso chi soffre, ma non sostituirsi a loro. Ricordo che alla fine del travaglio del mio secondo figlio, l’ostetrica mi disse con tono pacato:” Non chiuda, deve lasciargli spazio per uscire”. Incredibile come io ricordi più questo dettaglio della tribolazione!!
    A presto e un saluto speciale a tutte le Sorelle in Miriam!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Stamattina riflettevo proprio sul pensiero espresso da M Rosa, sull’ “occulto che non vuol dire nascosto”( chissà dove!), ma solo non visibile, cioè non ancora manifesto. Pensavo al cammino di ognuno di noi all’interno della Fratellanza, al fatto che deve e può tirare fuori le nostre tare, gli spigoli da smussare. E ci concentriamo molto su questo, giustamente. Però è pur vero che, mano mano che ci avviciniamo alla nostra parte più autentica, è bello che emergano anche quelle prerogative ” positive” che sono uniche e che parlano nello specifico di ognuno di noi. Insomma, i ” talenti” del singolo, a favore nostro ma anche di tutti i fratelli. Accettare questo fa sentire liberi davvero perché aiuta a riconoscerci e quindi ad esprimerci al meglio nell’ambito del percorso che abbiamo liberamente scelto. Non siamo copie di qualcun altro e del resto, mai ho percepito da parte della Delegazione e dei Maestri, da che sono iscritta, che non vi fosse lo stimolo e l’invito ad aprirsi, a liberarsi, a sperimentare con tutto il nostro essere. Questi i pensieri in libera uscita di stamattina…che mi hanno fatto sentire molto vicina a tutti voi. Bel venerdi a tutti!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248
    in risposta a: Il Silenzio #33187

    Il Silenzio lo sento come un punto fermo rispetto all’avanzare incessante dei pensieri, delle domande, dei propositi. In questo periodo di pericolose incertezze, spesso mi sveglio al mattino con una sensazione di angoscia nello stomaco dovuta al non sapere come evolverà la situazione della guerra. È difficile fare ” silenzio” quando hai paura. Il pensiero vola ai Maestri e in particolare al Delegato Generale e con occhi immaginari li guardo,aspetto con fiducia la prossima riunione on line e nella protezione della Miriam confido! L’esercizio del Silenzio aiuta a buttare via il superfluo e a fare spazio a qualcosa di nuovo,magari migliore e più sano. Spero di potervi presto rivedere tutti, un caro saluto e buona domenica!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Da bambina ho sofferto molto di paure notturne. Ricordo bene quando tendevo l’orecchio verso quello di mia madre, sperando di intercettare la sua voce. Non sempre questo avveniva, ma a volte sì, addirittura la sentivo ridere e allora scivolavo nel sonno quasi senza accorgermi. Ero rassicurata, il terrore passava. Da mamma, non ho dimenticato quel senso di vulnerabilità che a volte si ha da bambini prima di dormire e, a richiesta, sono rimasta accanto ai miei figli, accarezzandoli e parlando loro dolcemente. Una voce piena di premura e di affetto ti avvolge come un abbraccio, è l’amore che ti raggiunge e ti aiuta, donando se stesso. Buona serata a tutti!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Ciò che ricordi, Dafne, sull’Uovo Cosmico di Sarnano è davvero emozionante e se capitasse oggi, non mancherei per nulla al mondo…Mi è venuto in mente che la “Richiesta” è anche parte integrante del processo di inizio e di crescita di qualcosa. Penso, ad esempio, al fatto che il latte materno si sviluppi soprattutto in base alla richiesta del neonato: il piccolo chiede, la madre dà ( allattamento al seno detto a ” richiesta”,appunto). O penso anche a quando, dopo anni di ricerca, si approda finalmente alla Fratellanza di Miriam, e si avanza una richiesta di iscrizione per dare inizio ad un lavoro iniziatico su noi stessi, cioè per essere aiutati a procedere su un piano di consapevolezza e conoscenza. Auguro a tutti una serena notte .

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 248

    Il concetto dell’agricoltura nata attorno ad un luogo sacro mi fa riflettere sulla stretta correlazione tra necessità materiale ( cereali per il pane) e dimensione sovra razionale legata alla Divinità (luogo sacro). L’uomo ha sempre avuto bisogno di provvedere al suo sostentamento fisico ma, in fondo a se stesso, non ha mai veramente dato per scontato che ciò gli fosse concesso. Da qui, nasce la ” Richiesta”. È giusto chiedere di propiziare un raccolto? È utile? La storia narra che l’uomo si sia sempre rivolto alla Divinità per chiedere protezione e abbondanza. A proposito di richiesta, nella nostra Tradizione terapeutica, ” chiedere” è fondamentale. E non solo come atto formale, ma è parte integrante del processo di guarigione, indica la volontà più profonda di aprirsi al cambiamento,di travalicare le resistenze ataviche personali e mettersi dunque in ascolto della scintilla divina insita in noi. Indica ovviamente anche la consapevolezza di non sapere e di non vedere e quindi, di aver bisogno di aiuto. La richiesta…Nella tradizione popolare si dice che ” una domanda è fior di virtù “…forse perché apre una porta davanti a noi? Ci permette, non dico di arrivare dove vogliamo, ma almeno di spostarci da dove siamo ( finiti)??? Vi abbraccio tutti!

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 248 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy