Daniel56

Home/Forum/Daniel56

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 39 totali)
  • Autore
    Post
  • Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39
    in risposta a: Biblioteca on-line #28708

    Grazie per questa preziosa iniziativa che rende fruibili pubblicazioni in alcuni casi praticamente introvabili e dato il periodo anche di “permanenza domiciliare forzosa” è ancor più gradita. Segnalo solo che non mi sembra disponibile il formato PDF dei libri, per cui leggerli con la sola visualizzazione è in alcuni casi difficoltoso. Con l’occasione auguro alla Del. Gen., ai M+, Sr+ e Fr+ un felice Solstizio che rechi Amore, Luce e Serenità.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Buona Luna Nuova al DG+, ai M+ e a tutte le Sr+ e Fr+ con l’augurio che sia propizia al trionfo della nostra Preghiera sulla pandemia così come la Luce del Sole in questa splendida mattina.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Cara Tanaquilla, sono contento che il tuo caso si sia risolto bene e rifletto su come la società sembra comportarsi in questi giorni fuori della logica che i tempi richiederebbero. Le epidemie, come ha scritto più volte il Maestro Kremmerz, sono anche “nervose” con risvolti irrazionali e compartenti che si propagano facilmente. Ciò che mi preoccupa è la tenuta delle istituzioni e sopratutto della sanità il cui personale è sotto pressione ormai da mesi. Una conoscente ha portato il padre a fare una trasfusione periodica dato che soffre tra le altre cose di anemia ingravescente (e che teniamo in catena da tempo anche con interventi Terapeutici nei momenti acuti) e dopo le solite trafile ha avuto 2 sacche di sangue ma avendo un valore bassissimo almeno ne sarebbero servite 3. Alle rimostranze hanno risposto con una proposta di ricovero in altro reparto, cosa che dato il suo quadro clinico e le ambulanze che scaricavano a getto continuo sospetti CoVid non era affatto una buona idea. Si è deciso dopo varie discussioni di riportarlo a casa e la dottoressa che ha trattato il caso pretendeva la firma della liberatoria di fonte ai Carabinieri, avvertendo che sarebbe arrivato il “conto da pagare a casa” (!). Voglio pensare che si è trattato di un caso, ma vari episodi drammatici anche in altre città sono segnali di uno “stress” funzionale allarmante. Non ci resta che aspettare che passino questa epidemia, con l’aiuto e la consapevolezza di essere Miriamici, pregando e operando anche nello sconforto delle circostanze. Un abbraccio alle Sr+ e Fr+.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Ho visto un bel documentario su ArTè (il canale UE) intitolato “La scuola dell’ultima chance” che narra di una stagione scolastica presso un istituto di Liegi, frequentato da adolescenti con problemi di inserimento sociale. Una ragazza intervistata ha espresso le sue opinioni sulla natura dell’anima: “L’anima nasce pura, è la profondità di noi stessi, è più dei pensieri: è il vero centro del nostro essere…è ciò che ci fa respirare, che ha dentro la vita, che è tutto. Per terminare ho pensato che l’anima è la parte di Dio che è dentro di noi. Non importa che tipo di credenti siamo. Per me è una parte che Dio ha soffiato in noi stessi…è per questo che Lo sentiamo.” Mi hanno ricordato alcuni passi dei “Dialoghi dell’ermetismo” e nella loro semplicità sono tanto vere e belle.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Ora che le emozioni iniziano a lasciare il posto alla ragione, penso che si possano valutare meglio cause ed effetti della pandemia. In questi giorni la situazione rimane grave in quelle nazioni i cui governi per vari motivi, e da tempo, hanno minor cura della “Res Pubblica”. Avidità, disuguaglianze sociali e ignoranza hanno alimentato l’epidemia e continuano a prevaricare il diritto alla vita. L’inizio in Europa non è stato facile, ma prese le misure si è riusciti a contenere il danno. Altrove, e penso agli USA, l’India, il Brasile le sofferenze non accennano a diminuire, e forse non si saprà mai il vero bilancio di questo flagello. A vario titolo la presunzione ha poi innescato effetti a cascata a cui, riconosciuto l’errore si è cercato di porre rimedio, vedi Svezia o UK, e si potrebbe continuare. Insomma l’uomo ci ha messo molto di suo. Come disse laicamente Andrè Malraux “la nostra è la prima civiltà in cui non ci sono valori guida che non siano mercantili e materialistici”…proprio come aveva anticipato molti decenni prima il Maestro Kremmerz. Fino quando non risorgeranno i Lumi dell’Amore e della Verità, l’umanità continuerà il suo lungo travaglio come impongono le ineluttabili leggi che governano l’Universo. Per cui, senza misticismo e con la consapevolezza degli insegnamenti (e sono tanti) della SCHOLA cerchiamo di mantenere viva in noi questa Luce che ci è stata generosamente donata.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Il Post di Admin chiarisce bene, non potrebbe essere altrimenti, l’approccio ortodosso, e aggiungo efficace, anche nei confronti della pandemia e di riflesso sulle vaccinazioni, argomento di per sé complesso e nel caso del CoVid ancor di più stante le tante incognite che gravano su questo morbo. Sappiamo che dobbiamo cercare di non farci coinvolgere dalla corrente profana di cui fa parte anche la polemica No Vax, che come hanno ben testimoniato i tanti contributi postati, è alimentata da interessi, manie, ignoranza. Peraltro, come ci ricordano i nostri Maestri, la storia della medicina (per sua natura empirica) è costellata di tante mutevoli opinioni, scelte terapiche ed altro, che mettono in dubbio risultati dati per acquisiti. Allora che fare in questa babele? Seguire l’Ortodossia, provando e riprovando i rimedi e le prescrizioni della Schola, e che ci sono state donate anche in questo frangente, con Amore per questa Umanità sofferente che ci circonda.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39
    in risposta a: Novilunio ed eclissi #23710

    Ringrazio il Maestro L. J. Aniel e Admin per i preziosi consigli che chiariscono il corretto approccio Miriamico ai fenomeni astrologici e in particolare alla prossima eclissi. Messaggio chiaro e che la Natura, come è giusto che sia, faccia il suo corso senza farci coinvolgere. Auguro a tutte le Sr+ e Fr+ luminosi Solstizio e Novilunio.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Bella domanda Mag. Proprio ieri mi sono incuriosito su questa concomitanza e in rete ho trovato una nota: “Si tratta dell’allineamento tra il solstizio d’estate e l’Equatore galattico (nell’emisfero nord), un fenomeno che gli studiosi attendono da millenni. Il verificarsi di un’eclissi nel giorno preciso del prossimo 21 giugno 2020 è una circostanza unica, destinata a non ripetersi per centinaia o migliaia di anni.” Quindi ci saranno più fenomeni astronomici insieme il che è appunto piuttosto raro. I pochi auspici che ho trovato sono positivi e generici, ma va da sé che le fonti non sono qualificate. Comunque se si pensa che possa essere un “segnale di svolta” da parte degli Astri “Celati” credo che gli effetti saranno progressivi in una fase di tempo che non saprei valutare. L’altra cosa interessante alla nostra latitudine è che il Novilunio inizierà poco dopo la fine dell’eclisse. In mancanza di lumi, non ci resta che aspettare e vivere questa giornata speciale.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Le considerazioni di Alef mi hanno fatto ricordare i tanti passi del Maestro Krememrz quando cita le “epidemie morali” contagiose quanto le biologiche a cui talvolta si affiancano. Forse il senso di irresponsabilità è tale proprio per esorcizzare un male di cui si sa ancora poco. Fa riflettere il rapido collasso economico di vari sottosistemi economici-sociali (forse già fragili di loro) che imporranno “ob torto collo” un ripensamento anche dei comportamenti individuali. In bene o in meglio? In giro “sento” una prevalenza positiva (tralascio i media) con più consapevolezza come se ci si stesse “risvegliando” da una realtà virtuale, forse a causa dell’isolamento forzoso. Certo non mancano segnali inquietanti, anche recenti, di come istinti negativi siano solo stati sopiti. Ma se queste sono tendenze in atto per l’umanità, più o meno a noi prossima, sono ancor più convinto di proseguire per la strada che abbiamo intrapreso verso la Luce e l’Amore. Altro, per ora, non ci è dato di capire, ma forse non è così importante. Nella certezza di poterci rivedere presto, vi abbraccio fraternamente.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Un laboratorio di ricerca israeliano (Visto su Speciale TG1 di venerdì 13/2) ha fatto delle ricerche per la cura di un virus simile al Corona, che attacca gli ovicoli, scoprendone una struttura molto simile a quello che appunto ci attacca e ciò li sta indirizzando verso una cura. Come in altre pandemie (Suina, aviaria ecc) pare evidente che alcuni virus delle specie animali, possono avere delle mutazioni che li rendo aggressivi per noi in determinate condizioni. Ho pensato che quasi siano una reazione della Natura alle violenze che subisce ormai dal genere umano: più fonti scientifiche infatti ritengono l’antropizzazione spinta (cambiamento climatico, inquinamento ecc) una delle concause di tali fenomeni. Forse sarà il momento di rivedere il nostro paradigma socio-economico?
    Ringrazio ancora la D.G. che ha permesso la realizzazione di questo sito, permettendoci anche di “sentirci” in questi tempi di isolamento fisico.
    Un abbraccio a tutte le Sr+ e Fr+.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Condivido il quesito di Gelsomino con alcune considerazioni “storiche” perché guardando il passato credo si possono ipotizzare scenari ragionevoli.
    Nel XIII secolo la peste infuriò in Europa a più riprese tra il 1250 e il 1300, praticamente dimezzandone la popolazione e innescando, per forza di cose, dei cambiamenti sociali. Nemmeno la Spagnola nel 1918/20 con oltre 50 mio di morti ebbe un impatto radicale sugli assetti sociali. Possiamo pensare quindi che solo la durata e purtroppo il numero di vittime fanno di una epidemia uno spartiacque da sé nella Storia. Peraltro i cambiamenti di “paradigma” sono il risultato di concause a cui manca l’innesco per dispiegarsi, cioè deve esserci un “Punto Critico” da superare e che diventa catalizzatore. Potrebbe essere questo il caso? Non lo so e ho letto invece molte ipotesi “millenaristiche” su cambiamenti epocali post epidemia. Mi sono sembrati solo personali “desiderata” senza alcun sostegno né scientifico né sociologico degni di nota. Per ora la penso come Holvi49 anche perché non abbiamo diversi elementi di valutazione. Come scrisse N. Bohr, “Fare previsioni è difficile, specie se riguardano il futuro” e gli Astri faranno il loro corso, a noi di restare uniti in catena. Un fraterno abbraccio.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Tanti auguri a tutte le Sr+ e Fr+ in Miriam per il nuovo Solstizio d’Inverno che preannuncia la nascita del Sole Bambino. Che possa aiutarci a trovare in Luce e Amore.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39
    in risposta a: Notizie dal web #14822

    Bellissima storia. Sembra incredibile che ci possa essere oggi tanta poesia e amore per la natura. Vuol dire che c’è speranza.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Se è pur vero che il web pullula di tante storie fasulle, o peggio fuorvianti, talvolta si trovano documentari interessanti e ben fatti sulle capacità terapeutiche dell’uomo. Spesso sono opere fuori dal circuito mediatico e su personaggi decisamente poco noti al pubblico italiano. Questo è il caso di Joralf Gjerstad, un anziano chiaroveggente e guaritore norvegese. Il documentario non analizza la cause dei fenomeni e tratteggia con delicatezza e discrezione il suo profilo umano che ha una chiara visione mistica della sua opera e le sue pratiche (pranoterapia, magnetizzazioni ecc.) non rientrano come ben sappiamo, e più volte ribadito, nella Nostra Terapeutica Magica ed Ermetica. Mi ha colpito la chiusa in cui Gjerstad esprime con semplicità il suo messaggio di Amore e di Bene quali uniche fonti delle guarigioni che vanno trovate in sé stessi. Nei casi presentati alcune non sono state definitive ma hanno alleviato le sofferenze e, peraltro, invita sempre tutti ad avere fiducia nei medici talvolta suggerendo di fare degli esami specifici, proprio perché “la medicina moderna fa la sua opera e lui fa altro” con l’assoluta convinzione che il Bene trionfa sempre perché è nella natura della vita.
    Il documentario, edito alla televisione svizzera italiana è visibile a questo URL: https://www.youtube.com/watch?v=MmC7V43Q7Rw&t=4539s.
    Un fraterno abbraccio.

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 39

    Salve Alef2006, la visione e le considerazioni relativistiche che fai sul tempo sono interessanti e fanno riflettere su come il mistero del tempo e della vita siano indissolubilmente legati. Peraltro le percezione nel mentale è appunto diversa da quella nel sensibile e questa è una esperienza che che credo abbiamo fatto tutti almeno nel piano onirico. Perciò se è pur vero che la contingenza (almeno nel mondo “occidentale”) ci spinge a maggior velocità, possiamo, e forse dobbiamo, saper rallentare e sintonizzarci seguendo il ritmo della natura e del cosmo che ineffabile scandisce il ciclo della vita, sottraendoci al vortice di illusioni che ci circonda. Anche così si percepisce il respiro profondo dell’Universo che indipendentemente dall’osservatore alimenta la vita. Che poi spazio e tempo si fondano in una unica entità è un concetto difficile da astrarre appunto perché viviamo materialmente a “bassa velocità” ma mentalmente i vincoli si possono allentare. In fondo, vivere con lentezza non è male…

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 39 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy