Angelo

Home/Forum/Angelo

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 136 a 150 (di 153 totali)
  • Autore
    Post
  • Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    È vero, i suoi testi sono molto complessi. Ma Opere Magiche, Corpus iconographicum e Opere Mnemotecniche meritano la lettura. Vi sono grandi accostamenti con la Schola. Ha vissuto in linea con le proprie convinzioni. Un abbraccio a tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Ciao a Tutti. Ho letto tutte le opere di Giordano Bruno, e sono veramente interessanti e ricche di spunti di riflessioni. Avere una visione della vita e del mondo, ai suoi tempi, come l’aveva Giordano Bruno, era veramente una cosa straordinaria. Come era straordinario il suo pensiero.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Veramente bello, da vedere. Colgo l’occasione per ringraziare i Tutor della Schola, in quanto sempre presenti e sempre pronti a rispondere a qualsiasi mio dubbio. Un aiuto veramente indispensabile. Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Io sono nuovo in questa Schola, mi ci sono avvicnato da poco anche se la sento ormai come parte di me.
    Per esperienza personale, ho attraversato molti momenti difficili, sia per i miei cari che per me stesso. Credo, anzi, sono convinto, che il rispetto della volontà di chi soffre sia l’aspetto primario della questione, mettendo da parte le aspettative personali, a volte egoistiche, di mantenere vicino a se chi invece se ne sta andando perchè non se la sente più di soffrire. La paura della morte, accompagna molte persone, e la sofferenza che i nostri cari ci abbandonino è grandissima. Ma premesso questo, chi soffre a volte, se non trova la forza dentro di se di voler resistere, decide consapevolmente di arrendersi e di smettere di combattere, per libera scelta. E credo si debbe smpre rispettare la volontà di ognuno. Si deve ascoltare, capire e comprendere. Non è semplice e non è facile.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Mi associo anche io a tutti coloro che apprezzano i chiarimenti e le opinioni ricche di possibili valutazioni da parte di tutti noi, augurando a tutti un sereno 2020. L’unicità di questo sito,se è quasi strano da dire, mi è “apparsa” immediatamente prima dalla lettura del Forum, poi dalla lettura di quelle che erano le finalità e le vie da percorrere. Ormai viviamo in un mondo dove tutto è immediatamente accessibile, dove le risposte si trovano solo digitando sulla tastiera, dove la capacità di esaminarci “dentro” e di rapportarci al “fuori” è ormai quasi scomparsa. Ringrazio tutti per il fondamentale apporto che viene fornito dal contimuo confronto. Un abbraccio a tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Buongiorno a tutti, bellissima discussione, ma credo che il vero problema deriva dallo “stato” in cui una persona si trova qaundo affronta il problema.
    Credo sia necessario avere gli “strumenti” giusti per poter rispondere con sicurezza a certe domande, il primo dei quali è certamente la volontà di trovare strada e risposte.
    I concetti variano dall’angolazione dalla quale li si esaminano, e pertanto è importantissimo, credo, trovare la giusta “angolazione” dal quale vedere le cose. In questa Schola sono solo ai primi passi (sono in attesa di terminare il secondo corso), e pertanto non credo di avere risposte giuste ed adeguate, se non semplicemnte dettate dalla mia angolazione visuale. Volontà, costanza, studio, applicazione e tanto amore verso quello che ci circonda, verso il Tutto. Credo queste siano le basi, poi, per discutere, del resto, credo sia prima necessario acquisire il proprio equilibrio, sentire di avere imboccato la strada, sperimentare e continuare a confrontarsi. L’aiuto che mi fornite è una guida che mi illumina piano piano la strada, anche con il semplice confronto che trovo nelle Vostre risposte.
    Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Io non credo che le “cose” che facevamo prima ora ci annoiano o non ci appassionano più credo semplicemnte che le vediamo con degli occhi diversi, e le misuriamo e le prendiamo in considerazione per quello che sono realmente, dandogli il giusto peso. Ognuno di noi, credo, viva conflitti quotidiani con se stesso e con il mondo che lo circonda, ma mentre prima si affrontavano con il semplice riferimento alla corrente comune, adesso si affrontano e si elaborano, alcmeno per me, con una concezione ed una prospettiva diversa. Io credo di essere ancora ai primi passi (anche se sono ormai 10 anni che leggo e studio libri e trattati di diverso tipo (classici dell’alchimia, trattati di filosofia, testi sulle religioni), am una certezza l’ho acquisita: esiste una visione ed una realtà del nostro mondo che supera i nostri sensi, e una volta che iniziamo a percorrere una strada che ci apre una visione del mondo legata all’amore e ad un tutto che ricomprende il mondo visibile (e non solo), anche i nostri problemi e i nostri nodi possono essere risolti con una prospettiva tutta diversa. Non è semplice, è un duro lavoro, ma sono certo che riuscire a raggiungere le risposte sul perchè della nostra vita, sia il trguardo più importante che ci possiamo prefiggere. Qualcuno scrisse:”Uomo, uccidi la morte. Una volta morta la morte non potrai più morire”. Secondo me sono parole che hanno un grande significato. Sant’Agostino (e anche qui non voglio fare un riferimento di tipo religioso, ma le parole sagge, da chiunque dette, devono essere un ounto di riflessione), nel suo discorso 65 ha detto: ” “Non ho paura, perché ho paura. Se Dio non lo vorrà tu non potrai far nulla di quel che minacci; egli invece da nessuno può essere impedito di fare ciò che minaccia. In secondo luogo anche se ti si permette ciò che minacci, che puoi fare? Potrai incrudelire solo sulla carne, ma l’anima non corre alcun pericolo. Non potrai uccidere ciò che non vedi; tu che sei visibile atterrisci uno ch’è visibile. Ambedue abbiamo come creatore l’Invisibile, che dobbiamo temere entrambi. Egli creò lo stesso uomo con una sostanza visibile e con un’altra invisibile: quella visibile l’ha plasmata con la terra, l’invisibile è stata animata dal suo soffio”.
    Le nostre paure sono legate alla nostra materialità, come i nostri nodi. se abbiamo la visione dell’invisibile, possiamo raggiungere un equilibrio del nostro essere. L’amore, in primo luog, forza per alcuni concettuale, ma certamente forza invisibile ai nostri occhi (ma non per questo ne dubitiamo dell’esistenza) ha una tale potenza da cambiare il mondo intero. Facciamoci abbracciare dall’Amore e trasmettiamolo agli altri. Qusto è i lprimo cambiamento che io, nel piccolo, sto cercando, e da qualndo lo cerco sono sereno.
    Un abbraccio a tutti Voi.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Buongiorno, ritengo che il popolo italiano abbia sempre avuto, nelle proprie “maglie”, personaggi di una grandezza inaudita (solo per fare due nomi, Dante e Leonardo), personaggi certamente “illuminati” e guidati da una forza che diventa difficile definire semplicemente terrena. Abbiamo avuto artisti che hanno illuminato il mondo con le loro opere, opere che restano nel nostro bagaglio culturale e umano. Poi, piano piano, ci siamo quasi spenti, per lasciare spazio, ongni tanto, a degli sprazzi di luce (come la dottoressa dello Spallanzani e altre personalità che sono emerse in tempi diversi). Si deve lottare e faticare per non fare cadere nel “vuoto” quello di buono che abbiamo faticosamente costruito. Qualcuno dice che un edificio si costruisce con la pietra, ma che una sola pietra lo sostiene tutto. La nostra pietra è per noi visibile, e ci sorregge tutti come noi ci sorreggiamo vicendevolmente. Facciamo in modo che il nostro edificio possa continuare a crescere, nella verità e nella consapevolezza di fare del bene, bene che è diventato così opzionale nella vita dell’uomo da essere quasi dimenticato. Il nostro ottimismo e la nostra visione della vita deve accompagnarci tutti i giorni, perchè il riflesso della nostra volontà diventi una forza sempre più consapevole ed efficace per aiutare noi e gli altri ad essere veramente uomini e donne ricchi di amore. Vi abbraccio tutti come sempre.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    “Immaginare” un mondo composto solo da forze del bene sarebbe bellissimo, ma pensiamo a quante volte, nel nostro piccolo, pur aderendo ad una corrente “non comune”, commettiamo errori. Quando cadiamo, con forza e tenacia ci risolleviamo e continuiamo a navigare per il bene, ma solo grazie al fatto che abbiamo deciso di seguire una strada tortuosa, difficile e piena di prove. Non è molto più semplice, come fa la corrente comune, continuare a navigare senza chiedersi il vero senso della vita? Le bruttezze del mondo sono anche figlie della mancanza di voglia di guardarsi dentro e di migliorarsi, perchè costa fatica, tempo e studio. Se riflettete della completa incapacità del c.d. Homo Sapiens di accorgersi di come stiamo distruggendo il nostro mondo, le nostre tradizioni, i piccoli capisaldi della famiglia e della società, commettendo atti in nome della tecnologia e del progresso, ci siamo fatti un quadro chiaro della mancanza di volontà dell’uomo di accorgersi che il nostro mondo sta lentamente morendo. Non siamo più in grado di difendere i deboli, non siamo più in grado di difendere gli ammalati e i bisognosi, non siamo più in grado di aiutare l’intero nostro pianeta. L’uomo preferisce voltarsi dall’altra parte. E’ più facile e più semplice. Rimane solo la speranza che una forza vivida, globale, ricca di amore, possa cambiare le cose. Ho ancora la speranza che uomini e donne di buonsenso e capacità critica, riescano a dare una svolta al decadimento che è in atto. Lavoriamo, studiamo ed esercitiamo tutti i nostri sensi per la conquista di un bene comune, che accomuna l’uomo alla ricerca della verità. Un abbraccio a a tutti Voi e sono contentissimo che il post continui ad essere così “animato”.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Cari tutti, anche io ho la barca in ormeggio, e piano piano ho la convinzione che salperò con calma, magari spiegando le vele quando il vento sarà favorevole. Credo che non si possa veramente navigare se non vi è una bussola funzionante e affidabile, e le tempeste sono nella natura, sempre pronte ad arrivarci addosso senza preavviso. Ma una volta salpati, se teniamo la rotta ed abbiamo al fianco un navigatore esperto, la rotta si mantiene, tenendo fermo il timone. Abbiamo coraggio e sicurezza nell’amore che circonda il tutto e nei consigli di un bravo capitano.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Un grande saluto a tutti. La cosa più bella e nuova che io sto provando in questi ultimi giorni, pur essendo anche io un nuovo entrato, è la sensazione di grande serenità che mi accompagna ogni giorno ed il fatto di essermi reso conto che siamo in tanti a percorrere la strada. Un abbraccio a tutti Voi.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Ho letto le Vostre osservazioni su questo tread che mi hanno fatto molto riflettere. senza voler entrare nello specifico della discussione, in quanto non credo di averne spiccate capacità, sul punto credo sia anche di aiuto ricordare un esempio che da millenni è praticato da milioni di fedeli: il rito dell’Eucarestia. Con l’atto di “mangiare” l’Ostia consacrata, il fedele partecipa ad un pranzo che non è assolutamente riconducibile al valore del nutrimento materiale, ma bensì solo e soltanto a quello spirituale. Non mi volgio richiamare ad un dogma di tipo religioso (in quanto la fede è personale e viene vissuta da ognno di noi in modo diverso), ma è del tutto chiaro che la storia ci insegna che il nutrimento può e deve anche essere portato su di un livello superiore a quello dei cinque sensi. Se si ripensa all’Eucarestia, introducendo nel corpo un pezzetto di pane, viene immediatamente sublimata l’idea del contatto con il Cristo, rendendo l’atto un atto di magia per il credente.
    Da qui, si può anche partire per un viaggio a ritroso nel tempo, dove si trovano numerosi precedenti in cui l’atto del “mangiare”, corrisponde esattamente a voler stabilire un “contatto” con elementi superiori, divini o no.
    Io mi attengo ad una dieta leggera, soprattutto vegetale, evito il glutine (anche se non sono ciliaco) e la carne. Ma le poche volte che torno ad assaggiare piatti della mia infanzia, il c.d. sesto senso mi pervade, perchè in quel momento il cibo diventa anche un nutrimento dell’anima, risvegliando ricordi così piacevoli e a volte persi nella memoria, da rendere quell’atto unico.
    Vi abbraccio e Vi saluto.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Carissimi tutti, è veramente importante avere consigli e risposte da parte di tutti Voi, in quanto per chi, come me, ha iniziato da poco l’approccio alla Schola (sono ancora in attesa dell’esito del test finale del primo corso), trovare un canale vivo ed attivo al quale rivolgersi è fondamentale.
    Condivido appieno quanto esposto da tanaquilla9, in quanto fare il proprio esame di coscienza è un passaggio fondamentale per riuscire a comprendere la nostra reale possibilità e volontà di aderire in piena consapevolezza a questo percorso.
    A volte si pongono domande che per chi, ormai da tempo, segue questa Schola, possono apparire superficiali e scontate, ovviamente, per chi è ancora una persona in cerca della propria strada sono invece importantissime. Il rapporto con gli altri, fondamentale e cruciale per la nostra crescita, una volta scoperta la nostra volontà di comprendere il mondo con una visione diversa, viene “filtrata” dal colino della nostra coscienza, che ci dovrebbe indicare in che modo e con quale finalità vogliamo essere parte di un utto che pochi comprendono o condividono. Qui comprendo le difficoltà esposte da G_B, difficoltà che anche io avevo addirittura nei confronti di mia moglie. Ho superato il problema semplicemente accogliendo mia moglie all’interno della mia strada, esponendole le finalità che la Schola di proprone. Parlare di amore, di amore vero e disinteressato, verso tutto il mondo che ci circonda e verso tutti gli esseri viventi, riesce a creare una forza invisibile che attrae coloro che hanno nel cuore la piccola scintilla che tutti vogliamo che si trasformi in fiamma. Essere onesti, sinceri e aperti a donare amore verso il mondo ci regala quella forza che, unita nella forza comune, ci rende capaci di essere normali in un mondo diverso, nel quale, a volte, ci sentiamo deggli estranei. Ma non è così. L’Amore ci rende uniti e ci da la forza di continuare a ricercare la nostra strada. Non è possibile farlo totalmente da soli questo l’ho compreso (anche se per il momento non ho richiesto un tutor che mi aiuti in questa strada), ci vuole un riferimento che ci aiuti a guidarci verso la verità, ed in questo momento siete tutti Voi. Vi ringrazio e Vi abbraccio con tutto l’amore che posso.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    Buongiorno a tutti. Rivedo nelle vostre parole il mio cammino, in quanto tradurre i pensieri in fatti è difficile, sopratutto se la vita ti continua a mettere di fronte difficoltà dure da superare. Mi sono scontrato più volte con grandi difficoltà, ma ho sempre trovato la forza di guardare avanti. Non è facile, ma riuscire a vedere una strada, che all’inizio ti appare tutta in salita e difficile da visualizzare, ma che poi si trasforma in idea quotidiana di miglioramento della tua persona e del tuo rapporto con gli altri, ti apre un nuovo mondo. Sono anni che cerco la via, perchè ho sempre “sentito” che esiste: quando quasi per caso ti accorgi che nella tua mente qualcosa è cambiato, che la ragione della vita si sposta su di un altro piano, comprendi che la strada inizia ad uscire dalla nebbia dei tuoi pensieri e inizi a percorrerla consapevole che commetterai errori, ma questa volta con la sicurezza che il solo errore che non commetterai più sarà quello di mettere in discussione la forza dell’Amore che lega tutti noi esseri viventi in uno splendido “tutto”. La vita è fatta di tante cose: lavoro, famiglia, problemi quotidiani. Ma se non smettiamo di credere che vi è qualcosa di importante oltre a questo, qualcosa che merita di essere approfondito, studiato e sperimentato, non perdiamo il “pensiero” di poter diventare migliori ed al servizio di un bene che travalica tutto ciò che ci è apparso importante sino ad oggi. La nostra “via” esiste. Percorriamola insieme e troveremo quello che cerchiamo. Un abbraccio a tutti voi.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 153

    E’ meraviglioso scoprire che tante anime perseguono lo stesso scopo. E’ magnifico, passo dopo passo, errore dopo errore, costruire, una piccola pietra alla volta, il sentiero che unisce tutto e tutti.La piccola luce diventa fiammella, e rischiara il sentiero, anche se prima di diventare una fiamma che illumina tutto il sentiero, occorre lavorare tantissimo. E’ difficile, perchè la vita a volte ci inganna, ci porta a pensare che nulla esiste oltre il nostro dolore, e questo ci acceca. Il dolore, però, apre anche tante porte, ma solo la luce vera ci consente di intravedere quella giusta. Ogni storia è una storia di vita, di scelte e di errori. Ma se non fosse così perchè trovare la strada? Vi abbraccio e Vi sento vicini. Questa è una magia. Magia di capire che se siamo qui dobbiamo avere uno scopo, uno scopo diverso dal passare la vita immobili, in balia di quello che ci circonda. Possiamo essere fonte di bene, senza distinzioni di razza, di credo.

Stai visualizzando 15 post - dal 136 a 150 (di 153 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy