Angelo

Home/Forum/Angelo

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 121 a 135 (di 149 totali)
  • Autore
    Post
  • Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Le parole di mandragola11 contengono l’ideale del nostro percorso. Raggiungere la consapevolezza della nostra eternità, vita dopo vita, è quel gradino che ci consente veramente di sentirci integrati nell’Uno Universale. Quante verità ci sono state nascoste e quante verità sono state modificate per consentire ad alcuni di avere nelle proprie mani il destino dell’Uomo? La nostra integrazione nell’Opera è il nostro scopo, integrandoci nel Bene e nell’Amore. Unica vera via per tutti noi.
    Grazie a tutti di essere qui.
    Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Cari tutti, mi unisco anche io, nel mio piccolo, al corale ringraziamento a tutti i Maestri e al nostro Maestro KREMMERZ per averci permesso di accedere alla strada del Bene e dell’Amore, in un percorso di Luce che ci porta a vedere la Vita con occhi diversi, con il cuore puntato al vero valore delle Sue parole.
    Chi trova il sentiero per diventare veramente UNO nell’UNO Universale, non può che puntare al bene di tutta l’Umanita, travalicando i confini che la nostra istruzione e cultura ci hanno imposto come veri.
    Un caro saluto a tutti i partecipanti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Buongiorno a tutti. Le sovrastrutture alle quali ci hanno abituato sin da piccoli, diventano le fondamenta della nostra vita (religiose, politiche, culturali). Ma arriva un momento nel quale ci chiediamo se tutto quello che ci hanno insegnato è vero. E’ confronto quotidiano con le nostre insicurezze, con la paura di abbandonare quello che, nel nostro profondo, sappiamo non corrispondere al vero ma che, una parte di noi, ha paura di negare perchè farebbe cadere il castello che ci circonda. Abbattere le mura di quel castello a volte spaventa, ci lascia dubbiosi sulla strada da percorrere. Ma è vero che, con la forza della nostra ragione e del nostro pensiero positivo, passo a passo, si guarda oltre quelle mura per scorgere un paesaggio che non avevamo mai visto. La paura è compagna del dubbio, ma chi intraprende la strada, alla ricerca di quel bene e di quell’Amore che ci unisce, accende il barlume di Luce che rischiara la via. Ringrazio tutti Voi per le parole e l’aiuto che trasmettete anche in questo forum, dove vi sente sempre vicini.
    Angelo.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Sarebbe veramente bello che non fosse un Pesce d’Aprile. Sarà ancora molto lunga e credo che molti avranno più paura del “dopo” che del “durante”, in quanto credo che la “fiducia” tra gli uomini sarà molto più bassa e ci sara una grande paura del contatto umano. Ma per fortuna non esiste solo quello… Confidiamo sempre che tutto passi e facciamo del nostro meglio affinchè il messaggio di amore porti sempre più luce nel mondo.
    Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Un caro abbraccio a tutti Voi. In questo difficile momento, abbiamo il tempo di fermarci a riflettere sull eproblematiche che ormai avviluppano il nostro povero pianeta. Lo abbiamo sfruttato, prosciugato, lesionato in tutti i modi possibili. Non ci siamo mai curati di salvaguardare quello che ci circonda, uomini, animali, piante… tutto quanto. La riflessione di Daniel56, potrebbe rifarsi al principio di giustizia, in base al quale tutto quello che viene donato o tolto, viene restituito nella stessa misura, in un movimento unitario e globale. Ringrazio tutti della presenza sul sito, perchè ci aiuta a confrontarci e a sentirci tutti vicini.
    Un grande abbraccio a tutti coloro che lavorano per noi, sia sul campo che all’interno della Schola, in quanto il loro aiuto, in questo momento, è fondamentale.
    Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Per rispondere a tanaquilla9. Certamente, l’utilizzo dei nostri sensi è fondamentale, e proprio per questo sottolineavo come l’uso delle droghe credo sia finalizzato ad astrarsi da essi, nell’illusione di raggiungere uno stato che permetta l’accesso a dimensioni diverse. Credo che l’educazione che dobbiamo mettere in atto per riuscire ad utilizzare i nostri sensi nel modo più efficace, sia comunque quello di non fidarsi completamente degli stessi fino a quando non abbiamo raggiunto un certo grado di preparazione, che ci dia l’opportunità di “filtrare” le situazioni nel modo corretto. Avendo poca esperienza, ma cercando di sperimentare quotidiamente quello che la Schola propone (ed ovviamente non ho una preparazione tale da poter valutare appieno l’esperienza diretta delle poche informazioni che ho recepito) mi sono accorto che la mia sensitività quotidiana si è modificata, e ciò semplicemente con l’attuare quotidianamente quello che mi avete trasmesso. E’ vero che tutto è fatto e sperimentato dentro di noi, dentro il nostro laboratorio, e nel mio caso, essere riuscito a percepire che operare dentro di noi, ponendosi anche come spettatore attivo di quello che, sperimentando, accade nella nostra mente, nel nostro corpo (pertanto utilizzando ovviamente i nostri sensi), travalica quelle percezioni che sino a ieri consideravo la mia vita. Non è facile da spiegare, ma grazie a tutti Voi, ogni giorno è un giorno diverso, più ricco e più completo. Sono piccoli passi, ma la risposta del nostro laboratorio è quotidiana, giorno dopo giorno. Grazie per tutte le Vostre preziosissime osservazioni e per i Vostri consigli. Leggo ogni giorni i Vostri post, e grazie anche a questo il mio lavoro su me stesso, appena agli inizi, mi sta aprendo a sperimentare la realtà della strada che sto percorrendo. senza presunzione, ma con la certezza che i risultati sono veramente oggettivizzabili.
    Un abbraccio a tutti Voi.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Riprendendo il post di Guglielmo Tell, credo che la necessità per l’uomo di usare sostenze allucinogene, sia legata alla necessità di riuscire a “sganciare” i propri sensi dalla realtà, nella ricerca, secondo me illusoria, di riuscire ad entrare in contatto con una relatà alternativa, svincolata dai sensi comuni. Come è chiaro da quanto la Schola insegna, il distacco dai sensi è fondamentale per raggiungere uno stato svincolato dalla corrente comune, ma io credo che lo si debba fare, ovviamente, solo con un grande lavoro su se stessi. E’ chiara la conferma che per riuscire a “vedere” oltre quella che è la realtà comune, sia necessario non fidarsi dei nostri sensi, e la storia c’è lo insegna da tutti i punti di vista. E’ una conferma che il percorso che seguiamo non ci può che portare sulla strada della verità, strada lunga e articolata, piena di insidie e prove da superare. Ma se non fosse così credo che la scoperta del nostro Io antico e dell’Uno che tutto racchiude, sarebbe solo una favola per bambini. Con tutto il rispetto delle verità anche contenute nelle favole stesse.
    Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Grazie mille Buteo. sei sempre gentilissimo.
    Un abbraccio a tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Buongiorno a tutti. Ringrazio Buteo per le spiegazioni chiare ed efficaci. Approffito anche io per una domanda, se è possibile avere una risposta. I soggetti sottoposti a terapia immunosoppressiva (Rituximab), nei quali vengono portati a livello zero i CD 19 e CD 20, sono esposti maggiormente al rischio infettivo, sopratutto perchè il farmaco in oggetto, purtroppo, ha effetti collaterali proprio sull’apparato respiratorio. Da un punto di vista della protezione personale, le c.d. mascherine FFP3, svolgono davvero un lavoro protettivo in ambienti in cui sono presenti possibili infezioni? Quali precauzioni dovrebbe mettere in atto un soggetto compromesso da un punto di vista immunologico?. Grazie e un abbraccio a tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Io sono un novellino (non di età) ma l’incontro con la schola, il confronto, il poter liberamente discorrere di pensieri e sensazioni che prima erano solo tali, ma che con il passare del tempo diventano certezze, mi unisce ad un coro di voci e persone che sento vicine e sempre più legate in un unico sentimento, sempre più forte. L’Amore, quello vero, quello impersonale e sfoltito della semplice passione, irradia noi e chi ci circonda in un abbraccio che è possibile percepire e sentire, ogni giorno. Quante cose cambiano, quante certezza cadono, quanti sbagli si possono oggi vedere e correggere… E’ una strada illunimata, illuminata anche dalla Vostra presenza. Un grazie ed un abbraccio a tutti Voi.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    In questi momenti difficili, soprattutto per i più deboli, credo sia importantussimo volere che il nostro amore sia rivolto a tutti coloro che soffrono. Sono ai primi passi, ma il cambiamento è evidente nelle idee e nei pensieri, nel volere e nel percepire la realtà che mi circonda. L’amore, forza invisibile ma reale, è una corrente che nessuna diga può arginare. Vi abbraccio tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    È vero, i suoi testi sono molto complessi. Ma Opere Magiche, Corpus iconographicum e Opere Mnemotecniche meritano la lettura. Vi sono grandi accostamenti con la Schola. Ha vissuto in linea con le proprie convinzioni. Un abbraccio a tutti.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Ciao a Tutti. Ho letto tutte le opere di Giordano Bruno, e sono veramente interessanti e ricche di spunti di riflessioni. Avere una visione della vita e del mondo, ai suoi tempi, come l’aveva Giordano Bruno, era veramente una cosa straordinaria. Come era straordinario il suo pensiero.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Veramente bello, da vedere. Colgo l’occasione per ringraziare i Tutor della Schola, in quanto sempre presenti e sempre pronti a rispondere a qualsiasi mio dubbio. Un aiuto veramente indispensabile. Vi abbraccio.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 149

    Io sono nuovo in questa Schola, mi ci sono avvicnato da poco anche se la sento ormai come parte di me.
    Per esperienza personale, ho attraversato molti momenti difficili, sia per i miei cari che per me stesso. Credo, anzi, sono convinto, che il rispetto della volontà di chi soffre sia l’aspetto primario della questione, mettendo da parte le aspettative personali, a volte egoistiche, di mantenere vicino a se chi invece se ne sta andando perchè non se la sente più di soffrire. La paura della morte, accompagna molte persone, e la sofferenza che i nostri cari ci abbandonino è grandissima. Ma premesso questo, chi soffre a volte, se non trova la forza dentro di se di voler resistere, decide consapevolmente di arrendersi e di smettere di combattere, per libera scelta. E credo si debbe smpre rispettare la volontà di ognuno. Si deve ascoltare, capire e comprendere. Non è semplice e non è facile.

Stai visualizzando 15 post - dal 121 a 135 (di 149 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy