I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica
Stai visualizzando 15 post - dal 211 a 225 (di 282 totali)
  • Autore
    Post
  • mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Aveva colpito anche me il gioco/rito dei bambini alla dea Angizia, caro kridom. Mi è piaciuto che Giuli l’abbia messo in evidenza, perchè oltre ad essere una testimonianza che il culto in tutta la sua valenza permane nella tradizione popolare, è bello che sia trasmesso alle nuove generazioni…

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Ricca di stimoli anche l’ottava puntata di dicembre 2021 di Vitalia – Alle origini della festa in cui si celebra il solstizio d’inverno.
    A proposito del Pantheon è interessante la rivisitazione del tempio fatta da Adriano sulla base della sapienza pitagorica, ma a me sembra anche di quella egizia. Che la luce lunare e solare colpiscano particolari punti o statue, ai solstizi o in particolari momenti dell’anno, è una peculiarità di alcuni templi egizi, come Abu Simbel ove il 22 febbraio e il 22 ottobre i raggi del sole entrano nel tempio, attraversando buie sale e illuminano il sancta sanctorum, la camera del Faraone.
    Non è la prima volta che in queste belle puntate di Vitalia si fa riferimento all’intreccio della sapienza pitagorica e di quella egizia in terra italica.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 551

    Proprio ieri anche io ho visto l’ultima puntata di Vitalia. Veramente interessante, ti fa venir voglia di visitare o, come nel mio caso rivisitare, certi luoghi. Molto bella, anche, tutta la parte su Villa Adriana a Tivoli, anche qui rimandi all’astronomia ed anche al culto Isiaco con riferimenti all’Egitto. Bravo il conduttore!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    c hi si accontenta gode!!! oggi è proprio il caso di dire.
    anche io ho visitato nel passato villa Adriana e sono stata con alcuni fratelli ad Agnone.
    Ad Agnone perché luogo ove fu ritrovata la cosiddetta Tavola di Agnone (III sec. a.C.), testo osco del rituale che si svolgeva nel sacro bosco di Agnone, in onore di Kerres (Cerere) e delle divinità della sua cerchia, e che poi abbiamo studiato con entusiasmo in Accademia.
    Ricordo che fummo ricevuti con molta cordialità da uno scrittore del luogo che ne aveva scritto e che ci fece ammirare la Tavola bronzea, una copia ovviamente, perchè l’originale si trova al British Museum!!! E ci indicò il luogo esatto del sacro bosco – la Fonte del Romito, vicino al Monte Cerro – ove la Tavola era ancora affissa con un gancio ad una pietra, quando fu ritrovata, delineando il sacro recinto di Cerere con l’altare del fuoco e scandendo i tempi ciclici cultuali e le modalità del rituale. I monti tutt’intorno erano fortificati con alte mura costruite dai valorosi Sanniti che, poco distante, avevano il loro santuario nazionale: Pietrabbondante, e vi erano numerose grotte.

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 434

    Ho visitato anch’io alla metà degli anni novanta Villa Adriana a Tivoli, poco prima che nell’anno 1999 fosse annoverata nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Quello che più mi aveva colpito fu il sistema di canalizzazione sfociante nella grande piscina, che ho in seguito compreso essere l’evocazione di un braccio del fiume Nilo che entra nel suo delta, congiungendo in questo modo l’antica Città di Canopo proprio con Alessandria. Canopo fu la Città dove Osiride era adorato in un contenitore a forma di vaso avente testa a forma umana (e da qui l’associazione che da origine alla cultura dei vasi canopici, che dall’Antico Regno attraverserà tutta la storia dell’Egitto) e anche sede di un importante Tempio dedicato al Dio della Medicina, Serapide. So che poi, nei primi anni duemila, l’inclusione a Patrimonio dell’umanità dell’intero complesso di Villa Adriana è stata messa in discussione per ragioni pare di natura urbanistica, di più non conosco.

    Un caro saluto ed una Buona giornata di Festa a tutti.

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Ho letto un articolo interessante sulla funzione sacra della roccia nei riti in Etruria e a Roma a proposito di un giuramento delle origini. Si giurava per Iovem lapidem, cosa che ha fatto pensare ad una relazione col diritto etrusco. Il diritto prendeva origine dal rispetto o dal mancato rispetto dei patti suggellati con gli dei. Chi non rispetta il patto viene allontanato (sia in Etruria, sia a Roma) e il giuramento per Iovem lapidem è infranto. “La pietra è strumento esecratorio che, chiamando il dio a testimone, trasferisce nel dominio del fas (della norma) l’impegno del giurante. La pietra è cioè intermediario dialettico tra l’elemento terreno e ultraterreno… il dio è garante e vincola il giurante”.
    Anche nella mantica la pietra, il lapis, era importante. Nella cleromanzia etrusca con la litobolia e il sortilegio. La prima consisteva nel lancio di ciottoli a terra con lettere a rilievo. “La concezione di fondo vuole che il verdetto iscritto nella pietra vi è già contenuto ab omni aeternitate”, cioè anche in questo caso la pietra è garante della volontà divina e della sua immutabilità. Nelle sortes di Preneste (vicino Roma) è da una roccia che caddero le sortes o tavolette con i segni incisi di scrittura antica. Anche qui la roccia, è matrice del divino volere che genera il responso oracolare.
    Pochi giorni fa (prima dell’avvento del supergreenpass) sono andata a Preneste e ho visto una cista in bronzo del III sec. a.C. su cui è incisa la pratica divinatoria Prenestina. In un pozzo roccioso è calato un bimbo che sul fondo preleva qualche sortes. Immagino che vi siano state riposte in precedenza. Fatto risalire le consegna ai sacerdoti che leggono il responso.
    Anche la morfologia delle rocce è indicatrice di ciò che anima un territorio, come abbiamo appreso e constatato tante volte sui Monti Sibillini, grazie agli insegnamenti di Elissa.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 551

    “La pietra e’ garante della volontà divina e della sua immutabilità”, mi hai fatto tornare alla mente e ancora di più nella pelle, cara tanaquilla, la morfologia del monte Sibilla, la meraviglia, lo stupore e il rispetto che provavamo nell’ammirare la figura femminile adagiata sulle creste o i tre volti della Dea scolpiti nella roccia…
    Grazie alla guida del M. Iah Hel siamo venuti in contatto con questo luogo, abbiamo afferrato e capito (ognuno secondo le proprie possibilità) l’eternita’ della Matriarchia di Miriam

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Sulla sacralità della pietra è molto bello il mito cosmogonico egizio in Eliopoli di “Benben il radiante”, la pietra che sarebbe emersa per prima dalle acque primordiali, rappresentata come una collinetta a forma piramidale e dalla quale il Toro dell’Enneade, divinità con caratteristiche universali (come la Grande Madre in funzione taurina), avrebbe rigenerato se stesso e poi generato tutto il resto. Si suppone che le piramidi non ripetano altro che la forma di questa “pietra/monte/collinetta” originaria e radiante luce, attraverso la quale l’essere umano si può rigenerare o rinascere a nuova vita.
    L’argomento è interessante…
    Certo è che, scendendo sul concreto della pratica, grazie unicamente alla Del+Gen+, perchè è solo attraverso Lei che questo si è potuto e si può verificare, abbiamo sperimentato, vissuto e riconosciuto nei tratti femminei e aggiungo conico/piramidali di Monte Sibilla, “l’eternita’ della Matriarchia di Miriam” come dice M_rosa, di quel Venusberg specialissimo e unico al quale gli ermetisti da ogni dove nel corso della storia son dovuti venire o tornare (vedi volumi di “Elissa” in Biblioteca).

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Aggiungo sulla funzione oracolare delle pietre, ricordando il contributo nel Quaderno della Vergiliana (p.48 qui in Biblioteca) in particolare sulle pietre uscenti dalla terra o cadute dal cielo. C’è anche il collegamento col “patto” sacro che diceva Tanaquilla.
    Sempre nel Quaderno accademiale è interessante lo spunto, sempre oracolare, delle pietre come impurità da eliminare dal proprio terreno, secondo precise indicazioni, all’interno di uno spazio sacralizzato dalla rituaria e attraverso un processo ortodosso di purificazione.

    alchemilla68
    Partecipante
    Post totali: 41

    Io, francamente, nn ho mai avuto molta simpatia per le piramidi di qualsiasi latitudine e forse è per quello che nella forma del meraviglioso Monte Sibilla non sono riuscita ad intravederne traccia…, vero è che dipende anche dagli strumenti dell’osservatore

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 251

    Mandragola mi hai fatto venire a mente che anche nel territorio dell’Alto Reno, ad Orelia nei pressi di Montovolo, c’è un promontorio, appunto a forma di orecchio, che ha/ aveva funzione oracolare. I bisognosi si rivolgevano alla Montagna ( terra della Dea etrusca Pale) rivolgendo ad Essa le proprie richieste. Molto affascinante! Un saluto affettuoso a tutti!

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Sempre in tema di popoli centro-italici, uno studio recente sul DNA arriva dall'”Università di Firenze: gli Etruschi popolo autoctono, escluso legame con l’Oriente”. Molti ricorderanno che l’origine nostrana degli Etruschi era già stata messa a fuoco tempo fa durante le ricerche accademiali. https://artemagazine.it/2021/09/25/universita-di-firenze-gli-etruschi-popolo-autoctono-escluso-legame-con-loriente/

    p.s. sì seppiolina, l’Orecchio l’avevamo visto con la Delegazione in Alto Reno…molto particolare
    p.p.s. grazie M_rosa x la candelora, ricambio!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Ho visto l’ultimo dei filmati di Vitalia, le feste popolari dedicate alla dea della Spiga. Anche questo molto interessante. Mi ha ricordato alcune parti del Quaderno della Sebezia. Ad esempio quando nel filmato, parlando di Kerres, Cerere, Dea Dia, Saturnia Tellus, si mostra che a questa dea del grano che le racchiudeva tutte, erano offerte conchiglie, la cui radice VAR-VAL-VEL dal significato di velare, vorticare, ci dà poi vulva, valva. Ecco, ricordo la velificatio della figura femminile del timbro della Sebezia, termine anch’esso dalla stessa radice.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 551

    È vero Tanaquilla, è stata bella quella puntata, ricca di spunti che ci riportano alle nostre esperienze. A me fece ricordare la nostra festa della Spiga dorata. La cosa più bella, però, è che sintonizzandoci sempre più con i ritmi della natura, diventando sempre più uno con Essa o Ella, certi momenti topici li viviamo ogni anno, e sempre più consapevolmente

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Grazie ad una serie su Netflix ambientata in Anatolia intorno al sito archeologico di Gobekli Tepe, mi sono documentata su questo straordinario seppure recente ritrovamento (1994) che risale alla fine del Mesolitico. Qui si trova una costruzione, un tempio o osservatorio astronomico (lo studiano tutte le università del mondo), il più antico realizzato dall’uomo, perché risale all’11.500 a.c. Dicono che fu costruito da nomadi raccoglitori e cacciatori, in un periodo in cui agricoltura e allevamento non erano ancora nati. Il luogo è straordinario anche perché stravolge le idee fatte sul Neolitico. Il sito sembra dimostrare che l’uomo divenne stanziale dando origine ai villaggi NON grazie all’agricoltura, considerata la vera rivoluzione neolitica. Ma per motivazioni culturali e sacrali, relative ai culti e ai templi. Sembra cioè sfatare l’idea che prima nacque l’agricoltura, poi gli insediamenti umani e infine i templi.Furono invece le esigenze “religiose” a determinare le successive relative al sostentamento della società che si radunava intorno ai templi. Fra l’altro una stele presente nel sito sembra raccontare la storia passata: riproduce attraverso simbolismi animali una serie di costellazioni presenti nel cielo del 10.950, la fase della glaciazione e della caduta di comete ritenute responsabili dell’estinzione dei dinosauri.
    A me pare un buon passo in avanti nella ricerca della storia umana.

Stai visualizzando 15 post - dal 211 a 225 (di 282 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy