COVID: CONTAGIATA E IN CURA

Home/Il Forum della Schola/COVID: CONTAGIATA E IN CURA

Home Page Forum Il Forum della Schola COVID: CONTAGIATA E IN CURA

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 73 totali)
  • Autore
    Post
  • alessia
    Partecipante
    Post totali: 2

    Buongiorno, ho chiesto l’intervento della Miriam da cui sono seguita per un mio problema. Anche in passato ho ricevuto aiuto per superare un periodo psicologicamente traumatico, con ottimi risultati. Venerdì ho scoperto di essere positiva al coronavirus: anosmia, mancanza di gusto, totale inappetenza, febbre e tosse. E, poi, il panico più totale del dover rimanere da sola in casa, per un lungo periodo. Ho avuto febbre, tosse e la sensazione al momento più fastidiosa è quella di fiato corto, come se i miei polmoni non si riempissero abbastanza. E l’olfatto, che non si degna di tornare. e il gusto, che mi ha abbandonata. Nonostante abbia affondato le dita nella nutella, non ne è venuto fuori alcun sapore.
    Ebbene, dopo l’intervento terapeutico da me richiesto alla Miriam, la mia sensazione è stata quella di essere proiettata in un tunnel e di vedere la fine dello stesso, come di essere agganciata ad un futuro che sicuramente verrà, ma che, per il momento, noi ancora non vediamo… Soprattutto ho avuto immediata la necessità di scollegarmi da tutte quante le fonti mediatiche e di andare in “protezione”. Alienarmi dal brusio generalizzato delle notizie che mi genera stati di panico.
    L’ansia, che purtroppo in questo periodo per altri motivi mi attanaglia, è molto scemata. È sempre un campanello latente e silenziato.
    Visto che non esiste una cura, la Miriam mi ha indotta ad affrontare nel miglior modo possibile la situazione, proiettandomi verso un futuro positivo che sicuramente mi/ci attende. Riesco persino a dormire più a lungo.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 843

    Grazie Alessia x aver aperto questa discussione testimoniando a tutti noi la tua personale esperienza col Covid. Ci auguriamo che questo spazio, da te così coraggiosamente aperto, diventi utile anche x altri utenti di Kremmerz.it x raccontare, in modalità anonima, riservata e nel rispetto della privacy, la propria malattia, il proprio percorso di cura, le paure, il travaglio, le proprie speranze…e, soprattutto se c’è stato, il supporto della Fratellanza di Miriam e della Medicina Ermetica x la propria guarigione.
    Salute a te e a tutto il popolo di Miriam.

    kridom
    Partecipante
    Post totali: 109

    Cara Alessia, ti auguro una pronta e completa guarigione e con la Miriam sei nelle migliori mani possibili. Un grande abbraccio

    cogitoergosum
    Partecipante
    Post totali: 23

    Ciao Alessia, ciao a tutto il Popolo di MIRIAM. vedrai che tutto andrà BENE, nel BENE e con AMORE che la MIRIAM promana a pine mani. Non sono tempi facili ma noi abbiamo un quid in più sperando che, a chi si rivolge, PRO SALUTI POPULI. Un grandissimo grazie per aver condiviso questa tua testimonianza così semplicemente e con tanta fiducia che non deve mai mancarti. Ti sono vicino (come anche, di sicuro, tutta la Fratellanza). VIVA LA MIRIAM.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 313

    Auguri Alessia per una guarigione rapidissima. In braccio alla Miriam🌹, non sei sola. Un forte abbraccio!

    Marypru
    Partecipante
    Post totali: 8

    Grazie Admin, grazie alla Direzione per questo spazio aperto più consono alla discussione di chi come me testimonia la personale esperienza con il covid. A ferragosto ho accettato la proposta di un’associazione culturale: una settimana da trascorrere in Calabria. Ho fatto questo viaggio in” sicurezza”, con mascherina, controllo della temperatura ogni qualvolta si saliva in pulman. Tutti gli ospiti presenti in pulman sembrava stessero in buona salute, nessuno manifestava sintomi di febbre o fastidi di altro genere. Dopo tre giorni dal mio rientro ho cominciato ad avere una sensazione di spossatezza e febbricola, ho chiamato il mio medico curante, mi ha suggerito di prendere un antifebbrile se la temperatura aumentava. Il g. 26 ho ricevuto la telefonata dal Dipartimento della Prevenzione, mi hanno comunicato che nel pulman era presente una persona affetta da covid pertanto, tutte le persone presenti nel pulman dovevano fare il tampone, il giorno successivo ho fatto il tampone risultato: positivo.
    Ho sentito telefonicamente la presidente dell’associazione per sapere delle condizioni di salute degli altri componenti: tutti contagiati.
    Beh! ho detto a me stessa: caro covid sei venuto a farmi visita ma, fatta la visita devi andare via al più presto. Naturalmente questo mio modo di pormi difronte al problema e di superarlo sta nella sicurezza di ESSERE MIRIAMICA.
    L’aiuto terapeutico che ho ricevuto dalla Nostra Catena si è manifestato non solo sulla mia salute, ho avuto solo un pò di febbre, ma anche nel quotidiano. Vivo sola(questo è un vantaggio perchè non si corre il rischio di contagiare altri), in quarantena come è noto non è possibile avere contatti con l’esterno, quindi approvvigionarsi di medicine, cibo e quant’altro è molto difficile ma, non è andata così; ho chiamato i vigili urbani per comunicare il mio stato, mi hanno tranquillizzata dicendomi che mi avrebbero messo in contatto con il Dirigente della Protezione Civile il quale avrebbe provveduto a dare disposizione ai dipendenti per lo smaltimento dei rifiuti, per la spesa e tutto quello che mi necessitava. Dopo due ore ho ricevuto un messaggio watsapp dal dirigente della P.C. dove si scusava per il disturbo e mi elencava il vademecum delle indicazioni operative per lo smaltimento dei rifiuti, per la spesa invece avrebbero provveduto loro dietro mia richiesta tramite messaggio watsapp, la quota della spesa dovevo metterla in busta chiusa e farla trovare dietro la porta di casa.
    Ho trascorso queste giornate serenamente , ho dormito tanto, non mi sono mai sentita sola, e poi ,non sò per quali affinità di situazioni, si sono allontanate delle persone e si sono avvicinate altre.
    EVVIVA EVVIVA LA MIRIAM
    GRAZIE, SALUTO IL DELEGATO I MAESTRI E TUTTI NOI

    cogitoergosum
    Partecipante
    Post totali: 23

    Ciao a tutti. Ritornando (dopo qualche ora di salutare riposo), accolgo l’invito del nostro Admin che ha incoraggiato a raccontare il proprio percorso di cura in relazione al rapporto con la Fratellanza di Miriam e alla propria eventuale guarigione.
    Prima di tutto in tutte le situazioni patologiche che ho dovuto affrontare non mi sono mai sentito solo, la Fratellanza mi è stata sempre vicina. Molti anni fa mi ha aiutato ad uscire da una situazione di patologia difficile da diagnosticare e poi, come se la sua azione si estendesse benefica a tutto campo, attraverso un suo medico miriamico, mi ha ancora aiutato a trovare un posto in un ospedale dove ho potuto fare un intervento che in qualsiasi altro sarebbe stato, in termini di tempi (e non so con quale esito ), lunghissimo… Dopo qualche mese ho chiesto, di nuovo, aiuto terapeutico per un’altra mia patologia genetica per la quale ho ricevuto benefici influssi per tenerla sino ad oggi sotto controllo.
    Ho sempre chiesto, dico la pura verità, cose importanti per la mia salute, mai per “sciocchezze” o cose facilmente risolvibili, anche per via del mio carattere schivo ed introverso. Per i miei piccoli “acciacchi” ho messo tante speranze nel rito quotidiano, in un pronto soccorso, nei strumenti che la Schola mi ha elargito e sempre con positività e fiducia nella Catena.
    Ora che sto passando un periodo non facilissimo, e intuendo con sicurezza che da solo non riuscirei a trovare assolutamente un’ancora fissa, un periodo pieno di paure, di mille pensieri, di un milione di punti interrogativi, ho sentito il bisogno coinvolgente, impellente, intransigente, in tutto il mio corpo, in tutto il mio essere, in tutto me stesso, di essere supportato dalla Fratellanza di MIRIAM, bene supremo, che mi avvolge, che mi protegge, che mi da ottimismo buono e continuo. E’ come una corrente fisica continua di BENE, AMORE, OTTIMISMO, FORZA, POSITIVISMO, DI AGIRE, DI NON LASCIARSI ANDARE, DI COMBATTERE, DI DISTRUGGERE IL MALE che come un fulmine a ciel sereno è comparso in me e FAR VINCERE IL BENE E L’AMORE.
    Pensare che in nove giorni in cui non è che sono venuto a capo del mio male, ma tutti, parenti, medici, amici, conoscenti ecc. ecc. mi riferiscono “Ma in questo breve periodo di covid, con tante difficoltà negli ospedali, nelle cure, nei dottori, come sei riuscito a fare tutto questo? non ci credono assolutamente!!!); io ci credo, lo so, è così, così è la nostra FRATELLANZA, così è il suo scopo, così è il suo basilare, unico scopo. Tutto ciò sono convinto serve anche a far crescere, a far aprire altri orizzonti del proprio essere. Possibile che la corrente profana della vita di oggi ci abbia portato in uno stato tale che non siamo più noi stessi e che tutto sia offuscato? E poi, per ultimo, in tutte le situazioni patologiche in cui ho ricevuto aiuto terapeutico dalla Miriam, possibile che tutto sia filato liscio nello svolgimento delle cure, dei tempi, dei medici giusti e di ogni altra cosa? Possibile? Voglio dire che la Miriam pensa proprio a tutto nel Bene.

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 120

    E’ proprio così Alessia, quando ci si aggancia con fiducia e tenacia alla Miriam si prova la necessità, come dici tu, di andare in “protezione”…..silenziando le notizie che ci generano confusione e ci portano al panico. La paura ci blocca e non ci consente di vedere lucidamente le cose e affrontarle con coraggio. Qualche tempo fa ho dovuto fare i conti con problema serio di salute, l’aggancio alla Catena mi ha portato ad allontanare tutto ciò che mi confondeva e che non era bene per il mio essere più profondo. L’Amore della Miriam mi ha dato il coraggio per affrontare ogni situazione e mi ha guarita…. Mi sono sentita come tra le calde braccia di una Madre! GRAZIE MIRIAM
    Auguri ad Alessia per una rapida guarigione e un saluto affettuoso a tutti i naviganti

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 66

    In primo luogo, un grande abbraccio di Amore e Bene a tutti coloro che in questo momento stanno attraversando un periodo difficile. È fondamentale ricordarsi, in ogni momento, che non siamo mai soli, ma legati da una catena di Amore che ci avvolge e non si dimentica di noi. Anche io ho dovuto affrontare una malattia rara, che mi ha colpito nel 2009 e per la quale non esiste cura, ma solo la possibilità di tenere sotto controllo il suo possibile risveglio. Vivo senza paura, e credo che ogni evento della vita sia un tassello che ci aiuta a crescere, a evolvere. Viviamo nel Bene per il nostro Bene e per quello degli altri. Ogni tunnel che affrontiamo, per quanto possa essere lungo e buio ha una fine. Affrontiamo ogni evento senza paura, ci aiuterà a diventare migliori. Io non posso che ringraziare tutti i Maestri perché l’aiuto offerto, libero, vero, ricco e sempre disponibile, non ha un prezzo ed é un vero Tesoro.
    Un abbraccio di Amore e Bene a tutti voi nella certezza che che la nostra strada sarà sempre illuminata da una Luce che ci abbraccerà lungo il nostro cammino.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 475

    Ricambio fraternamente l’abbraccio di Angelo, con l’augurio di pronta guarigione a chiunque sia in difficoltà per la salute in questo momento, aggiungendo che si percepisce immediatamente e concretamente, anche da questo forum, l’apporto di Bene della Catena Miriamica.

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 121

    Sono anch’io molto vicina ai fratelli e ai Maestri e ogni giorno, nel riti quotidiani, chiedo Salute e Protezione dal Covid così come da altre piaghe pericolose e sempre in agguato, come gli attentati terroristici e i crolli ( quanti ultimamente!). In questi giorni, dopo mesi e dopo aver accusato raffreddore e lieve tosse, ho deciso di sottopormi a test venoso anti covid: sento che è arrivato il momento di andare a controllare un po meglio!
    Fortunanatamente ho trovato subito posto, domattina. Sempre stretta alla Miriam, vi abbraccio tutti

    cogitoergosum
    Partecipante
    Post totali: 23

    Buonasera a tutti. Questo post per condividere e per sentirmi ancora più in sintonia e vicino a tutti voi con una mia considerazione di stamattina. Di solito mi alzo e per prima cosa mi preparo il caffè, oggi no… ho acceso il pc e mi sono collegato al sito per stare con voi. E’ la prima volta che il mio primo pensiero sente il bisogno, anche sotto questa forma, di stare, come scrive Mercuriale, di essere agganciato alla Fratellanza tutta, al suo BENE, AL SUO AMORE senza paure, senza angosce, senza altre paure di scrivere anche banalità che per noi possono essere rivelatrici di altri meccanismi evolutivi, sempre proiettati al BENE e alla LUCE.
    auguri Seppiolina per domani. ;-)))

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 291

    Grazie a tutti voi che avete condiviso la vostra esperienza che testimonia in che modo noi miriamoci viviamo la malattia: la combattiamo attivamente e altrettanto attivamente ci affidiamo alla Miriam. Salute e luce a tutti

    Lucilio_
    Partecipante
    Post totali: 27

    Non deve essere facile convivere col virus in questa situazione globale.. ma rallegra sempre sapere che qualcuno si è aggrappato alla Myriam e ne sta ricevendo bene e amore, con la speranza che a loro volta lo diffondano.
    La presenza della Myriam nelle nostre vite è vera, viva e tangibile.
    Vi abbraccio fraternamente.

    Macrobio
    Partecipante
    Post totali: 44

    Tra tante notizie che ci mettono in apprensione qui, leggendo la testimoninianza di chi ha chiesto e ricevuto Amore e Bene, è più facile (per chi è iscritto ma penso anche per gli altri) cogliere il bagliore della luce in fondo al tunnel di cui scriveva chi ha aperto questa bella discussione.
    Grazie alla MIRIAM!
    Un caro saluto a tutti.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 73 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy