LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE
Stai visualizzando 15 post - dal 751 a 765 (di 771 totali)
  • Autore
    Post
  • mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Mi hai incuriosita su Don’t look up’, Buteo, penso di vedermelo su Netflix.
    Sul collegamento cometa/ambiente, sai di Tunguska? Nel 1908 una gigantesca esplosione nell’atmosfera fece cadere 80 milioni di alberi in Siberia e illuminò l’Europa. Oggi è quasi certo che fu determinato da una cometa, fortunatamente in area quasi disabitata.
    https://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/spazioastro/2013/05/03/Forse-cometa-origine-Tunguska_8648482.html

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Concordo Buteo, anche se i film drammatizzano ed esagerano. Ho visto anch’io don’t look up (non guardare in alto), la cui trama, che per chi non l’ha visto, è descritta su wikipedia. Secondo il film quando l’economia è tutto, ma proprio tutto, ogni cosa è strumentalizzata, tutto nasconde il suo vero obiettivo (anche ciò che sembra innocente e fuori dai giochi di potere) che è sempre e solo relativo a far arricchire di più poche persone che vogliono il controllo globale sulle persone per meglio manipolarle.
    In questo caso il pazzo dei Tarocchi piange, come scrive il Maestro Kremmerz.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Ho visto anch’io ‘Don’t look up’. Sono d’accordo, Buteo, che il film sia (purtroppo) la fotografia della nostra società, ma non tanto per la delusione che a una maggiore conoscenza delle cose “ci saremmo liberati dalle catene di sottomissione, ignoranza, manipolazione…” (sarà difficile, senza un processo evolutivo di coscienza!) piuttosto per l’emergere di un’idea di femminile alla guida della società (Meryl Streep, presidente USA) interpretato in chiave negativa, al servizio del sistema corrotto, accecato da ambizioni di potere, inibito nelle sue funzioni naturali, che nel più bieco egoismo organizza in chiave quasi comica una fuga extra terrestre per poche migliaia di eletti ibernati, escluso il figlio beota che aveva manipolato, e al quale femminile “vincente” corrisponderà un ambiente extra terrestre ostile che finirà per sterminare gli ultimi sopravvissuti.Messaggio discutibile, secondo me più per dissuadere dal mettere una donna alla guida dello stato più potente al mondo…che preoccuparsi d’ambiente, naturale o umano che sia. Comunque Streep e Di Caprio bravissimi come sempre…

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 551

    Quello che dici sul film è vero, mandragola, come è vero che ci hanno messo dentro la preghiera affidata a un religioso, ma tutto sommato l’assioma che siamo “pupi” in mano ai poteri forti mi trova d’accordo. Un buon inizio anno a tutti!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    A me pare che il film sia una satira politico-sociale, divertente e forse un po’ semplicistica, con personaggi grotteschi ma riconoscibili, che articolano il discreditato mondo del potere, della politica e dell’informazione. Quest’ultima infatti guarda solo all’apparenza e si allinea con le direttive del potere. Faccio un esempio: il magnate della tecnologia, pseudo-filantropo, atteggiato a messia che conosce tutto di tutti perchè padrone della rete. In realtà egli pone il profitto davanti al rischio dell’estinzione. Non a caso ha già pronta la navicella spaziale che dovrebbe salvarlo dalla catastrofe con pochi e con la Presidentessa, che è stata cera nelle sue mani di manipolatore perché da lui finanziata. Ed è ancora lui sin dall’inizio l’unico a credere reale il pericolo della cometa, ma a privilegiare anche in questo drammatico caso un suo miserabile utile, che sa tuttavia vendersi come fattore di bene per tutti, per la natura e così via.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 207

    Scusate se vi riporto a Terra con questa notizia che mi rattrista molto: in qualche modo è collegata al tema della disponibilità di informazioni più o meno manipolate per vari motivi.

    https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2022/01/03/anestesisti-cresce-il-rifiuto-delle-cure-ma-nessuno-sia-abbandonato_f530a23b-0c7e-4a7b-a6c7-d098a802568e.html?fbclid=IwAR2tnWEXql_SnS8sF435hufbIonMq8Y5x1GkoIre8P6R7_v2jr-A_b4m_6k

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Non vedo il nesso tra la notizia che riporti, alef, e la critica da più punti di vista del film.
    Sarebbe stato più calzante se avessi espresso il tuo punto di vista sul film nel caso l’avessi visto.
    Siamo tutti coi piedi a terra e, diversamente, non si potrebbe in questo momento così difficile.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Alef, la tua triste news ci riporta a ciò che dicevamo sulle statistiche manipolate, sugli effetti deludenti della grande quantità di informazioni di cui parlava Buteo, sui dati di cui ci “nutriamo” che andrebbero prima passati al setaccio eliminando le fake tossiche…
    Non potendo discernere (mica siamo tuttologi!) x me quando un qualcosa diventa “virale” sul web o sui social, o addirittura “infodemica” come x la pandemia, mi viene di considerarla con sospetto a prescindere…

    Breve considerazione storica: quando si arriva al surplus delle informazioni, tra chi tira la verità da una parte e chi la tira dall’altra, avviene un qualcosa di epocale che riporta il tutto alla trasmissione orale, da bocca a orecchio…

    https://it.wikipedia.org/wiki/Torre_di_Babele#/media/File:Pieter_Bruegel_the_Elder_-_The_Tower_of_Babel_(Vienna)_-_Google_Art_Project_-_edited.jpg

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 207

    Scusa Tanaquilla, ma la notizia mi aveva particolarmente colpito e ho creduto che fosse questo il thread più opportuno per condividerla. Poiché parlavate di un film ho usato l’espressione “riporto a Terra”: non volevo dire che non siete con i piedi per Terra, ci mancherebbe.

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 760

    Ho chiesto ad Admin quali link è bene postare qui sul forum, pro o contro i vaccini, e su come è meglio comportarci in merito.
    La risposta è stata che noi non ci schieriamo con nessuno e come si evince dall’educazione ermetica trasmessaci dai nostri Maestri, noi leggiamo di tutto o ascoltiamo di tutto, senza tuttavia farci coinvolgere mantenendoci liberi nel nostro modo di pensare e di analizzare. Quindi guardiamo a ciò che è pro e a ciò che è contro. Così ha scritto il M° Kremmerz:
    “Ai parecchi che mi domandano che libri bisogna leggere, potrei rispondere che il libro della Natura è aperto a tutti ed è l’unico che non inganna. Viceversa voglio essere meno mussulmano e prego di leggere tutte le riviste e tutti i libri di scienza occulta e non credere a nessuno. Seguire le idee di chi si legge col beneficio dell’inventario….”.(SM,II,210)
    Oggi ai libri possiamo sostituire quanto passa il web.
    Così poiché ho ascoltato nei giorni passati delle conferenze molto interessanti su youtube da parte di scienziati, professori universitari, giuristi che, con fare molto civile, hanno espresso i loro dubbi scientifici su come vanno le cose in questa pandemia, cercando un confronto, riporto un link di una parte delle conferenze (Pandemia – invito al confronto – seconda parte 3 gennaio). Se a qualcuno interessa vi è anche prima parte 3 gennaio e 1 e 2 parte 4 gennaio sempre su youtube.

    Ho ascoltato, al momento, la prof.ssa Maria Luisa Chiusano, biologa molecolare presso la Federico II di Napoli che ha conferito su “I vaccini anticovid19- Un approccio biomolecolare . E il prof. Vincenzo Cuteri, docente di malattie infettive scuola di medicina veterinaria dell’Università di Camerino dal titolo “Vaccini a mRNA e sistema immunitario. Alleati o nemici?”.

    Se avete tempo e vi interessa buon ascolto.

    g_b
    Partecipante
    Post totali: 101

    E’ certamente vero nell’ambito della pandemia in atto, che si è entrati in un marasma di dichiarazioni ad effetto, di caccia al colpevole, di idee non neutrali.
    Credo, come ho maturato in quest’ultimo anno, che queste idee di parte abbiano il solo effetto di turbare il nostro equilibrio. Però ultimamente non lo permetto più, perchè non bisogna rigettare questo turbamento restituendo altre idee corrotte al mondo. Non c’è e non può esserci nella narrazione mediatica un punto di vista giusto, oggettivamente. Nonostante la forza con cui vengono espressi, dati e opinioni, sia nei media mainstream che in quelli alternativi.
    Ben venga dunque l’invito al confronto come quest’ultimo video propone.
    Di modo da portare tutto a un livello più equilibrato, farsi una propria considerazione del momento e poi auspicabilmente rimetterci in ascolto di quelle idee “sine macula concepta”, e provare a darle al mondo sotto qualunque forma. Ciascuno come può, nella nostra piccola natura di esseri umani.

    ondina
    Partecipante
    Post totali: 74

    Mi è piaciuto molto il richiamo fatto da Mandragola alla “torre di Babele “mi sembra davvero calzante per descrivere questo momento storico in cui ormai, a mio avviso, vi è una confusione totale e diventa sempre più difficile mantenersi neutrali nelle proprie opinioni. Quello che mi turba profondamente è come l’informazione riesca ad influenzare la gente e ad imporre modi di pensare che provocano, in un senso e nell’altro, acredine verso chi la pensa diversamente.

    kridom
    Partecipante
    Post totali: 177

    Mi riallaccio ai post di inizio anno su Don’t look up, che anche io sono riuscito a vedere. Concordo molto con l’opinione di Tanaquilla, espressa nel post del 3 gennaio, ovvero che tutte le scelte abbiano una base economica. Inoltre, il film evidenzia una cosa che in Italia abbiamo vissuto meno: da quello che leggo, negli USA la questione della gestione del virus è stata molto più politicizzata e credo che il film abbia voluto fare satira anche su questo aspetto.
    Il tema che mi ha più colpito, perchè lo trovo molto vero, è quanto le persone si facciano distrarre dalle vere questioni per concentrarsi sulle sovrastrutture: la cantante famosa che si rimette con il fidanzato riceve più attenzione rispetto al messaggio che una cometa sta per distruggere la terra. Anzi, sulla scienziata che ha una reazione un pò emotiva in TV si scatenano le prese in giro sui social. Il film – secondo me – mostra che l’effimero, l’autoreferenziale prevale sulla realtà, e purtroppo i social accentuano questo lato narcisistico dell’essere umano. Fortunatamente, l’appartenenza alla Fratellanza ci aiuta a fare pace con noi stessi e con la realtà, anche se essa è dura.

    @m_rosa
    , è vero che il film non dà una buona immagine della donna che è Presidente degli USA però ci sono figure femminili assolutamente positive, come la dottoranda interpretata da Jennifer Lawrence e la moglie dell’astronomo, interpretata da Melanie Lynskey, che mi sembrano due belle rappresentazioni di aspetti diversi del femminile, che ama e accoglie.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 551

    ….perdona e si affida…
    Ps forse ti riferivi, kridom, al post di mandragola ma nn ho potuto fare a meno di rispondere con un po’ di benevola e fraterna satira

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 644

    Caro Kridom, nel mentre stavo x risponderti…mi ero dimenticata… x dirti che ognuno c’ha banalmente la sua visione delle cose ed è bello che messe insieme compongano un quadro da più angolature che ci arricchisce tutti, mi sono improvvisamente ricordata di un’esperienza molto particolare che mi ha fatto riflettere a lungo sull’idea proprio di “vedere” e che mi fa piacere partecipare, ma non qui che non è il thread giusto.
    Penso di postarla in “Emozioni lungo il cammino ermeticamente inteso…”.

Stai visualizzando 15 post - dal 751 a 765 (di 771 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy