Caro diario

Stai visualizzando 9 post - dal 46 a 54 (di 54 totali)
  • Autore
    Post
  • mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 531

    Cari Angelo e Seppiolina…mi avete fatto ricordare alcune delle tante parole del Maestro Kremmerz su questo argomento che x me sono una grande fonte di consolazione e speranza: “Se accertassimo con un “anagrafe” occulta che noi (cioè collettività) siamo sempre gli stessi sotto maschere diverse, ci potremmo mettere d’accordo per renderci meno aspra la vita. (A,591 e n.)- Piangere i morti? È meglio amarli perché per una legge ermetica che è legge occulta di natura,l’amore ci riunisce alle persone sparite: non perdute, ma sperdute…”

    X Wiwa: mi hai fatto ridere con la risposta del robot e c’ho provato anch’io con una domanda esistenziale: “Siri, che cos’è la vita?” risposta: “se chiedessimo a Crudelia de Moon sarebbe di trovare dei cuccioli di Dalmata, ma è meglio non interpellarla!”… Ahahah, hai ragione, la risposta del robot è più intelligente di tante umane!

    Buona serata e salute a tutti!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 677

    Cari partecipanti a questo thread, non vi pare che siamo abbastanza adulti per scrivere al diario?
    Adolescenti fra noi non ce ne sono né potrebbero esserci.
    A me fa ridere che degli aspiranti ermetisti pensino di confidare ad un diario le proprie considerazioni e pensieri…
    Oltretutto è una prassi lontana dalle modalità che ispirano la Schola.
    Poi perché meravigliarsi che dei ragazzi pensino e si facciano domande… nessuno credeva che fossero degli stupidi, privi di idee
    Ancor di più, a me ha fatto ridere, ma non credete che possiamo suscitare il riso beffardo altrui se così candidamente confessiamo di parliamo con Siri?
    come fosse una cosa normale?
    Lo dico non tanto per noi stessi, ma per il sito https://www.kremmerz.it nel cui forum Admin ci da possibilità di esprimerci.
    Lo dico fraternamente a tutti noi, me compresa. Cerchiamo e sforziamoci di portare i discorsi ad un livello un poco più alto ed…ermetico.

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 186

    Personalmente non faccio diari, ma tengo conto delle pratiche che svolgo, possibilimente notando se c’e’ qualcosa che mi salta all’occhio qualcosa di particolare, ed i risultati.. con l’idea di rileggere piu’ avanti (cosa che faccio piu’ raramente). un altra cosa che faccio e’ annotare le volte in cui cado in difetti che voglio combattere, e se c’e’ qualcosa che secondo me mi ha aiutato a cadere in quel momento. il fatto di scriverli mi da un po’ l’illusione di controllarli a posteriori, oltre ad avere una visione dell’andamento generale. detto questo, credo che scrivere un diario possa essere molto utile per prendere coscienza di se e dei propri pensieri, esteriorizzarli per osservarli a specchio, liberarsene fissandoli quando sono troppo invadenti, od anche imparare ad elaborarli attraverso il processo della scrittura. penso che ci sia una qualche analogia con il disegnare che oltre alla funzione estetica aiuta a vedere cio che si disegna, o al visitare una mostra con altra persona.. il che spinge a comunicare delle osservazioni che altrimenti rimanevano spesso inconsapevoli e percio’ meno arricchenti. se non tengo un diario e’ principalmente per pigrizia, ma negli anni qualche volta ho fatto qualche tentativo, e rileggendo anni dopo quello che avevo scritto sono rimasto sempre sorpreso, in genere in meglio.. probabilmente al momento ero meno cosciente di quel che pensavo e rileggerlo con gli occhi di qualche anno dopo ti fa vedere le cose in modo nuovo… cosi come rileggere gli scritti del Kremmerz.. piu’ che altro quello che mi sorprende e di tenere un diario pubblico.. cosa che difficilmente farei, ma questo probabilmente e’ questione di carattere. buona domenica a tutti

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 677

    Per me non si tratta di carattere, caro guglielmo tell.
    Una cosa è discutere su argomenti che hanno attinenza ai nostri studi o all’attualità, alle emozioni che possono avere un sapore ermetico, e in base alle nostre esperienze miriamiche.
    Altra cosa è raccontare aspetti personali o familiari che non si sa come associare alla ricerca ermetica, in un forum di persone adulte, iscritte o simpatizzanti di una Scuola Ermetica.
    Penso che privatamente ognuno di noi annoti in un modo o nell’altro i priori passi, le proprie difettività, ciò che si è creduto di capire, ciò che il Maestro ci ha detto. Ma sono cose personali che non è detto possano giovare agli altri. E sicuramente credo non sono precedute da un “Caro diario”.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 531

    Il tuo post mi ha indotta a riflettere Tanaquilla, Sorella, sono d’accordo con le tue osservazioni ed è bello questo spirito fraterno… grazie!

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 469

    Anche io ultimamente riflettevo sulla rubrica “Caro diario” e su come si stava trasformando in uno spazio un pò troppo personalistico, dunque ringrazio tanaquilla per il suo post e faccio mia l’esortazione a portare le riflessioni a un livello un pò più ermetico, ovviamente senza perdere di spontaneità e di legame con l’esperienza concreta. Buona giornata a tutte/i

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 176

    Giusto Tanaquilla. Questo thread era nato come comunicazioni riguardo la gestione quotidiana del covid, partendo dal periodo di riapertura, con riferimento al nostro stile di vedere le cose ermeticamente. Ma come tutto, ha un limite ed una trasformazione in relazione ai cambiamenti. Ora non ha piu’ senso, se non sconfinare nell’inutile, perchè la partecipazione ad altri Settori, chiaramente piu’ stimolanti al fine di comprensione e miglioramento dei livelli ermetici, ci porta a letture opportune e, se il caso ad interventi. Grazie, quindi.
    Un abbraccio fraterno, grande e caro a tutti.

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 216

    Sono d’accordo su quanto rammentato da Tanaquilla che questo Sito non è una chat qualsiasi ed è sempre in agguato il rischio di confondere l’esperienza personale attinente al percorso miriamico, utile a tutti, con l’esprimere delle idee e dei sentimenti che hanno un valore meramente soggettivo. Dividere gli ambiti, a volte, non è facile proprio per la sensazione di estremo agio che si prova in uno spazio quotidiano dove non ci sentiamo giudicati, dove le idee circolano libere ( e spesso gioiose)e dove impariamo sempre qualcosa di buono su noi stessi e sui meccanismi che ci muovono. E qui torniamo a bomba: forse questo è possibile proprio perché è nato cone uno Spazio Sacro e come tale è stato gestito e vissuto! Io stessa, tante volte, mi faccio prendere dai sentimenti e, pur non avendone intenzione, scivolo nel personalismo…Riconoscere il sentiero più giusto per noi stessi e per gli altri, non può che aprirci gli occhi per evitare abbagli e di questo ringrazio Chi, con scienza e coscienza, riesce ad avere una visione molto più ampia, aiutandoci e proteggendoci. In una parola, Amandoci.

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 117

    Cara tanaquilla, condivido il tuo pensiero. Come dice Seppiolina, in questo forum, dove ci rapportiamo spogliati dei nostri preconcetti (quando ci riusciamo) a volte ci troviamo a confidare pensieri e sensazioni che esulano dalla sola esperienza personale legata al nostro cammino, ma a volte da semplici fatti della vita si possono trarre grandi insegnamenti (senza per questo diventare dei mistici). Hai ragione dove sottolinei che questo forum nasce e prosegue per un confronto ed uno scambio di opinioni che devono divenire oggetto di confronto per la nostra crescita, e certamente così deve e dovrà essere.
    Un abbraccio di Amore e Bene a tutti.

Stai visualizzando 9 post - dal 46 a 54 (di 54 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy