Caro diario

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 36 totali)
  • Autore
    Post
  • m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 381

    che caratteristiche ha la madonna dell’arco? e dove è venerata? Comunque già solo il controllo talismani al mattino richiede il suo tempo, ah ah ah!!! Comunque sono d’accordo con te cingaallegra, è importante mettere in atto tutti gli strumenti che abbiamo, essere vigili e poi…fare quello che dobbiamo con l’animo sereno

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 148

    Cara Dafne, hai proprio ragione, le risposte piu’ trasformative vengono solo dal profondo del se’. Vedere un diario come uno specchio che collabora ad una cercata evoluzione, è l’uso piu’ giusto.
    Ma certamente noi, ora, diamo un significato miriamico a questo processo di presa di coscienza , perché è quello che cerchiamo, mettendo sul tavolo dell’onesta, la consapevolezza.
    Io nel post mi riferivo al “vecchio” diario, come detto, dove si scrivevano immature sofferenze che non erano fonte di progresso.
    Chi ci rispondeva allora? A me rispondeva mio fratello che riusciva sempre a fregare il posto dove lo riponevo , e le sue risposte erano (perché ci scriveva pure sotto), il contraio di quello che apprendo qui sul Sito, dove, dopo avervi letto , trovo motivo di confidenze costruttive e di ripensamenti, di stimoli a letture e riflessioni . Per cui , credo che ci siano tanti tipi di Diari, e questo si’, è certamente quello costruttivo, di cui tu dici, cara Dafne.
    Caro diario, qui posso essere cio’ che sono ad anima nuda, l’unica ineguaglianza è solo il nick
    Un abbraccio forte a voi tutti

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 437

    (Dalla Sorella Dafne)
    Hai ragione Mercurius3! … però anche quel diario di bambina era rifletterti nello specchio di te stessa. Tuo fratello ha aggiunto delle cose, scherzavate, ma non poteva darti delle risposte, no? … infatti come poteva lui darti le risposte che solo il tuo essere poteva darti… dovresti rileggerlo oggi quel diario.
    Sia quel diario di ieri che questo Caro diario di oggi sono uniti insieme per una che cammina, che sta camminando, rispetto a uno che non ha camminato. In qualche modo se non cammini e sei sempre fermo attorno a te il paesaggio non cambia mai, è sempre lo stesso e magari non vedi che ci sono le montagne oppure che c’è il mare e altre cose, insomma tu cammini e non vedi le cose come una persona comune, comune non in senso dispregiativo, ma vedendo da miriamici cose che comunemente non si vedrebbero. Allora, né tu né lui sapevate che il diario era uno specchio, ma oggi che tu lo sai potresti rileggerlo e vedresti quelle cose… anzi ti consiglio ti rileggerlo, con la consapevolezza di oggi potrebbe farti bene per conoscere meglio te stessa. Quelle cose che scrivevi erano sicuramente quelle che ti colpivano e rileggerle con la consapevolezza di ora potrebbe aiutarti a lasciarle dietro di te … definitivamente … perchè non hanno più importanza.
    Un abbraccio.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 148

    Grazie Dafne! Grazie Mandragola per il trasporto. Buonagiornata

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 587

    Bello l’incontro mattutino con l’anziana Rom che con la mano destra aperta ti saluta, Cingallegra.
    Anch’io credo che a volte, forse raramente, ma accade, si possano casualmente incontrare sconosciuti che ti dicono qualcosa di importante per te in quel momento. E come te, quando mi è accaduto, ho pensato che la vita intelligente coordini le cose per ognuno di noi in modo mirato. Perché noi essendo in Catena tendiamo gerarchicamente e ritualmente al Centro della Rosa miriamica e chiediamo costantemente di poter migliorare.
    Tutto ciò mi ha fatto venire in mente che in un Seminario di Elissa “Oracoli” si è parlato degli Omina… ma questo va in un altro thread.

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 160

    Buongiorno! Parlando di diari, si diceva
    “segreti” da piccole, ricordo bene il valore che hanno avuto per me: ne ho scritti dall’età di 13 anni ai 22, più o meno, e vivevo in simbiosi con loro. Me li portavo ovunque e diventavano grossi grossi a furia di metterci dentro figure o oggetti…Per me hanno avuto un valore profondo, un aiuto vero in una fase di vita di vera incertezza e chiusura. Riuscivo a ” fare il punto” solo mettendolo nero su bianco sopra una pagina vuota; era uno spazio intimo, per me ” sacro” perché nessuno doveva inserirsi ( l’ho permesso davvero a pochissimi!) .Tempo fa sono tornata, chissà perché, a prenderli in mano e l’impressione è stata di una ragazzina estremamente fantasiosa e creativa ma anche…terribilmente scatenata! Ed io, da madre oggi, che dico tanto a mia figlia….Io ero molto peggio! Ah ah!! Diciamo che, come suol dirsi, ” una ne facevo e 100 ne pensavo”! Da adulta, e da Miriamica, mi chiedo poi il valore reale della scrittura: perché si fissa maggiormente scrivendo ? ( O magari è solo per chi non sa fissare in un’altra maniera)? Nelle pratiche della Schola, a volte si scrive…Intanto buona Luna novella a tutti voi!

    ondina
    Partecipante
    Post totali: 65

    Cara Seppiolina condivido la tua riflessione sull’ importanza della scrittura. Credo sia fondamentale fissare alcuni pensieri attraverso la scrittura, e d’altra parte come tu ci ricordi è uno dei metodi utilizzati dalla Schola.
    In ogni caso anche il suo l’utilizzo comune produce un effetto.
    Personalmente raramente da piccola ho scritto i miei “segreti”, non sono mai stata quella che si può definire una bella penna e ho sempre fatto fatica a scrivere, e pure sono una grande chiacchierona!
    Però scrivere mi aiuta a fare ordine nella mente, e come diceva Dafne ci fa da specchio. Partecipare al forum anche in tal senso è estremamente benefico.
    Un caro saluto e buon Carnevale a tutti!

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 148

    Caro Diario, mi sono “trastullata” , se cosi’ mi è concesso, a ritrovare delle massime relative a questo periodo particolare. Ne ho trovate alcune che mi hanno fatto davvero riflettere, per la loro assurdità o ironia e ho capito che la stessa esistenza spesso è assurda ed ironica.
    Le riporto, un po’ per gioco, un po’ per riflessione
    “Sono anni che dicono, circondati di persone positive. Ditelo adesso!”
    E’ cambiato il valore della positivita’
    “Il numero degli esperti del Covid-19 ha ampiamente superato il numero dei contagiati”
    “Il vaccino è l’ennesimo caso in cui vediamo persone senza nessun titolo di studio e livello culturale basso che scopre un gigantesco complotto nel mondo”
    La presunzione del sapere non ha limiti, ed in questo periodo son venuti fuori tanti “esperti” e tante fesserie che spesso sono fuorvianti e pericolose
    “C’è gente in giro che va in giro per vedere se c’è gente in giro, per poi scrivere che c’è troppa gente in giro”
    Non c’è commento
    “Comunque non è detto che stare in quarantena significa per forza impazzire, ne parlavo poco fa col frigorifero”
    Be, certamente una battuta, ma credo che tante persone stiano perdendo il senso dell’equilibrio, soprattutto gli anziani
    “Ma che razza di mondo stiamo lasciando alla Regina Elisabetta?
    ”Hahahahahahah
    E con questo , vi abbraccio tutti carissimi, sperando che frasi e pensieri tornino alla loro naturale espressione

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 137

    Cara Mercurius, mi hai fatto tanto ridere 🙂 Adesso scusami ma devo tornare dal frigo per finire un discorsetto!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 587

    Una sana risata fa bene. Fra di noi ci siamo sempre fatti delle matte risate. Tra il colloquio col frigorifero e il mondo da lasciare alla novantenne regina inglese me l’hai strappata una bella risata.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 202

    Grande Mercurius che fai onore al tuo nickname!

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 137

    Care Sorelle e Fratelli: dopo circa 2 settimane di isolamento sono tornato ad essere negativo! Ringrazio la Miriam che mi ha consentito di superare il Covid con agilità e senza troppi sintomi. Appena ricevuta la comunicazione dalla ASL ho salutato il frigo e sono scappato al parco per tuffarmi nel verde e nel sole che in questi giorni abbonda nella mia città. Un abbraccio. Alef

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 437

    Alef, caro Fratello, che bella notizia che ci dai!
    Mercurius3: AH AH AH…very good!

    ondina
    Partecipante
    Post totali: 65

    Carissima Mercurius mi hai fatto tornare il buon umore!!! Sono contenta per te Alef
    Un abbraccio a tutti 🖐🏻❤️

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 267

    Cara Mercurius, ci ha regalato una bella risata e per questo te ne siamo davvero grati(quella della regina è stupenda!!! Della serie Highlander: ne rimarrà una sola…Lei!Hahahahah!)e in un momento come questo, aiuta e dona leggerezza. Nella mia regione,siamo di nuovo in arancione ‘scuro’, i contagi sono risaliti a 2500 e ci stiamo ristampando i moduli di autocertificazione. Probabilmente la variante del virus va più veloce della distribuzione dei vaccini e non si sa chi vincerà questa gara…dovremo aspettare almeno la fine di questo anno per scoprirlo e pensare che l’arancione era il mio colore preferito: il matrimonio perfetto tra la passione intensa del rosso e la forza proiettante del giallo che illumina ma se sei in strada alla guida di un veicolo, il significato cambia e diventa di allerta e di invito ad affrettarsi perchè non c’è più tempo! Questo virus oltre ad offuscare la prospettiva in avanti, tocca la socialità, quella rete circolare di relazioni che ci contraddistingue come esseri viventi e alla fine ha toccato anche i bisogni primari delle persone, quali il sostentamento fisico. Nella mia città, è nata, nel frattempo, un’iniziativa che si chiama Emporio solidale, un progetto laico di volontariato, finanziato dal comune e dall’UE per aiutare le famiglie in difficoltà a fare la spesa e fornire alcuni servizi essenziali ricreativi ed educativi ai minori in età scolare con uno sportello di ascolto e aiuto alla persona anche in termini pratici(ufficio collocamento lavoro). L’aspetto che mi ha convinto ad aderire, è stato lo spirito del progetto, che non è assistenzialistico e cioè un aiuto per sempre, ma è temporaneo(per un anno) e cioè dovrebbe sostenere le famiglie in difficoltà per un periodo, segnalate dai servizi sociali, finchè non si rimettono in piedi e continuano a camminare da soli, evidenziando l’obiettivo vero che, a mio parere, è il raggiungimento dell’autonomia. Mi ha colpito molto finora, osservare la forza con cui procedono nonostante le difficoltà (è forza della vita alias spirito di conservazione alias amore per i propri figli? Non saprei..)nei loro sguardi(nonostante le mascherine coprano quasi tutto il viso)si vede bene la paura dell’incertezza per il futuro e l’ansia della precarietà ma anche un sollievo quando, coi carrelli pieni, rientrano a casa, salutano e ringraziano in modo composto, tenendosi stretta la spesa ma ancor più la propria dignità. Una buona giornata a tutti e un caro saluto

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 36 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy