AUTOFAGIA? Nihil sub sole novi!

Home/Blog/AUTOFAGIA? Nihil sub sole novi!

AUTOFAGIA? Nihil sub sole novi!

Finalmente la Scienza è arrivata a disvelare all’umanità, interpretandolo a livello cellulare, il millenario e occulto simbolo dell’UROBOROS!

 

uroboros_121026_235409

Nel ringraziare  il nostro affezionato utente guglielmo tell per la sua puntuale segnalazione, riportiamo dal Web:

“AUTOFAGIA: Dal greco, ”mangiare se stessi”, è un processo catabolico, uno dei meccanismi fondamentali della biologia alla base di malattie autoimmuni e degenerative che permette alle nostre cellule di riciclarsi e rinnovarsi. E’ come se le nostre cellule si ”autoriciclassero”: distruggono le loro componenti che sono diventate inutili e le trasportano al di fuori della loro membrana, giocando quindi un ruolo fondamentale nelle nostre difese. Da una parte questo meccanismo permette la pulizia della cellula (N.d.R. processo di purificazione?), dall’altro permette alla cellula di sostenersi in situazioni difficili (N.d.R. processo di prevenzione e/o auto-guarigione da squilibri e malattie?).

Il biologo giapponese Yoshinori Oshumi, insignito del Nobel per la Medicina 2016, è riuscito a osservare i dettagli di questo processo nel lievito usato per fare il pane.

Grazie al meccanismo dell’AUTOFAGIA  il nostro organismo è in grado di rigenerarsi continuamente. Di contro, come ha spiegato la giuria del Nobel nell’atto dell’annuncio della sua decisione di affidare il premio al medico giapponese, “Le mutazioni dei geni dell’autofagia possono provocare malattie e il processo autofagico è implicato in varie affezioni, come il cancro e le malattie neurologiche”.

Le prime evidenze di tale processo nel corpo umano furono osservate già negli anni Sessanta, ma è solo grazie alle approfondite ricerche di Yoshinori Ohsumi che se ne è compreso il meccanismo. Attraverso delle sperimentazioni sul lievito del pane, infatti, lo scienziato ha potuto svelare i dettagli dell’autofagia, la cui disfunzione può causare l’insorgenza di tumori, diabete e Parkinson”.”.

La direzione spera con questa segnalazione di incentivare in questo sito un costruttivo dibattito ermetico e scientifico insieme, invitando in particolare i vari medici esercenti che si celano fra gli utenti, a postare i loro contributi su un tema così all’avanguardia, e tutti gli studiosi e ricercatori del Vero ad esprimere e condividere le proprie idee ed esperienze in merito.

About the Author:

Iscriviti alla Nostra Newsletter