Le medicine antiche e tradizionali

Home/Il Forum della Schola/Le medicine antiche e tradizionali

Home Page Forum Il Forum della Schola Le medicine antiche e tradizionali

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 255

    L’editrice Manni ha ripubblicato quest’anno “La sinfonia del corpo, trattato medioevale sulla salute e il benessere delle donne“ della celebre Trotula de’ Ruggiero che esercitò la professione medica presso la Scuola Salernitana nell’ XI secolo.
    Mi sembra che nel nostro forum, si sia già parlato di questo trattato dedicato alle patologie ostetriche e ginecologiche che, prima di Trotula e anche dopo, furono trascurate dai medici uomini. Il principio sul quale si basa il pensiero di Trotula è quello che vede la malattia come la rottura dell’equilibrio fisico e la Natura, grazie ai suoi farmaci, come Colei che rimette in moto la delicata macchina del corpo femminile.
    Il curatore del volume, inoltre, inquadra l’opera all’interno di una storia più ampia che prende avvio da Merit Ptah medico donna nell’Egitto del III millennio a.C. per giungere alla legge del 2018 sull’applicazione e diffusione della medicina di genere

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 417

    C’è da chiedersi come mai nella Salerno medievale e longobarda le donne praticassero e insegnassero medicina.
    Leggo che fino al XV secolo esisteva il termine Medica, cioè il sostantivo medico era declinato anche al femminile.
    Interessante l’argomento, cara M-Rosa

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 255

    Forse il Medioevo non era solo quel periodo oscuro che ci hanno sempre raccontato. Forse l’andare avanti con i secoli non significa necessariamente progredire, o meglio, quello che viene definito progresso tecnologico/scientifico non coincide sempre con un progresso in senso “evolutivo” dell’Umanità e oggi, che ci crediamo tanto “avanti”, ci ritroviamo alla mercè di un piccolissimo virus!
    Non voglio essere negativa, la mia è solo una considerazione generale un po’ amara, in verità, però, se rivolgiamo lo sguardo all’interno di noi, Sorelle e Fratelli in Miriam, scopriamo, a ben guardare, che c’è sempre un sorriso dato da quell’afflato d’amore che sentiamo per ogni essere di questa umanità sofferente e per la Grande Miriam.
    Grazie

    Seppiolina74
    Post totali: 0

    Veramente interessante quanto postato da M Rosa sui trattati medici scritti da donne per le donne. Nel corso delle tante ricerche,ci siamo imbattuti spesso in queste figure di medichesse, altamente considerate dai colleghi del loro tempo, autrici di importanti trattati di medicina e cosmesi e sempre legate a rimedi naturali.
    Ricordo che mi colpì il nome di una medichessa, Sibilla, venuta in Italia per unirsi ai medici della Scuola Salernitana ( purtroppo non ricordo i dettagli), particolarmente edotta nelle cure chirurgiche. Auguro a tutti voi un dolce sonno ristoratore!

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 125
    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 255

    A proposito del rapporto tra l’intestino e cervello di cui parla l’articolo postato da Guglielmo tell, sembra che oggi sia accertato scientificamente che la flora batterica, i milioni di microrganismi presenti nell’intestino, definiti “microbiota intestinale, diverso per ogni individuo, regoli intelligentemente le funzionalità intestinali E queste influiscono sulla stabilità emotiva…che a sua volta è in grado di condizionare l’equilibrio del microbiota. A me sembra che questa corrispondenza sia molto evidente nelle donne, meno negli uomini, qualcuno può aiutarmi a capire il perché?

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
Rispondi a: Le medicine antiche e tradizionali
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy