Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE
Buteo
Partecipante
Post totali: 199

Ringrazio per aver condiviso l’esperienza della Solfatara sul Forum.
Riguardo alla ivermectina, nella pratica clinica, in Italia ai medici è consentito l’utilizzo dei soli farmaci autorizzati da AIFA, nel rispetto delle indicazioni per le quali sono stati approvati e, ove siano in corso sperimentazioni, l’utilizzo è possibile solo all’interno e nel rispetto delle modalità degli studi autorizzati. Nel luglio 2020, AIFA ha avviato uno studio prospettico, multicentrico, di fase II, randomizzato, controllato, in doppio cieco che mira a valutare sicurezza ed efficacia dell’ivermectina nel trattamento dell’infezione da SARS-CoV-2 in stadio iniziale e per il trattamento del COVID-19.
Spesso la stampa generalista, e a volte anche specialistica, pubblica ricerche in anteprima. Già Kridom ci aveva fatto notare come sia opportuno considerare i molti interessi in gioco, anche economici, sia per finanziamenti pubblici o privati, donazioni, quote di mercato, quotazioni in borsa, ecc. Tutti i farmaci, monoclonali, infusioni di plasma o emoderivati, vaccini ecc. dei quali leggiamo sulla stampa o in internet, sono soggetti all’approvazione degli enti preposti che sono FDA negli USA, EMA in Europa, AIFA in Italia, i quali assolvono all’imprescindibile compito di analisi e verifica di lavori e ricerche condotte dall’industria privata e da enti pubblici, con una capacità di analisi che non ha pari neanche nelle peer review delle riviste di più alto livello.
Ad es., riguardo al vaccino Sputnik, un vaccino anti-COVID 19 sviluppato dal Centro nazionale russo di ricerca epidemiologica e microbiologica Gamaleja, l’EMA esaminerà i dati nel momento in cui diventano disponibili, stabilirà se i benefici del vaccino superano i rischi, se rispetta gli usuali standard di efficacia, sicurezza e qualità dell’UE e proseguirà lo studio fino a quando non saranno disponibili sufficienti prove a sostegno di una domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio.
Un preparato per la salute, farmaco o vaccino ecc., può essere approvato ‘in emergenza’ e ‘sotto condizione’, ma ‘non in fiducia’.
Per avere un’idea della quantità di studi in valutazione ad AIFA, nell’ambito dell’emergenza epidemiologica del Coronavirus, rimando alla seg. pagina:
https://www.aifa.gov.it/sperimentazioni-cliniche-covid-19

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy