Reply To: Eventi e Segnalazioni

garrulo1
Partecipante
Post totali: 331

Proprio in questi giorni, riguardando il sito nell’area Eventi e Segnalazioni, ho rivisto la pubblicazione relativa alla targa stradale indicante la dedica di una Via Barese alla Prima Avvocatessa di questa città, Laetitia Abbaticola, appartenente alla Schola fin dagli anni ‘quaranta. Oggi, è quasi buffo pensare che a quel tempo fosse addirittura difficile chiamare avvocatessa un’operatrice del diritto solamente perché di sesso femminile. Per fortuna, grazie a questo ed a moltissimi altri esempi che hanno contraddistinto un’inversione di tendenza nei tempi, le cose sono decisamente cambiate, tanto nel campo sociale quanto più in ambito iniziatico. Interessantissime le Sue pubblicazioni contenute nel libro “La Fenice”, in particolare quella sulla “Pasqua” che fa ben intendere l’origine magica delle grandi religioni ed i rapporti analogici tra le rappresentazioni antropomorfe e le leggi che presiedono alla ciclica evoluzione dell’anima umana. Ma anche nel “Mese Mariano”, viene magistralmente descritto l’elemento femminile quale fondamento storico-antropologico del culto, dimostrandone l’identificazione con la concezione primigenia dello Spirito Santo rimasta integra nella dottrina gnostica. Ma più di tutto, in questo scritto, mi ha colpito l’attenzione il riferimento esplicito che scaturisce da una profondissima indagine etimologica e filologica tra il nome Maria (da Mar e non a caso Myr) ed il mese di Maggio, entrambe le parole con la stessa iniziale (mem ebraica), e maggio scomposto porta a M-AGH, pertanto anche mater agens con tutti gli annessi e connessi. A questo punto mi viene spontanea una domanda: ma questo M-AGH, di stampo prettamente femminile, vuol forse ricordare che il corrispondente stadio evolutivo indicato dal Maestro Kremmerz nel “Mag”, stato di trance attiva per provocare “ad arte” la concezione e liberazione del Nume, sia una caratteristica principalmente (anche se non solamente) femminile? L’ultimo quarto di secolo di storia documentata della Schola Ortodossa, credo che a tutti gli effetti, sia un sigillo a dimostrazione di tutto questo.
Un caro saluto.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy