Reply To: Eventi e Segnalazioni

wiwa70
Partecipante
Post totali: 237

Ho riletto più volte la parte finale del Quaderno sul Rito e tutte le sue valenze e mi stupisce come, per quanto credi di sapere, si impari sempre qualcosa di nuovo….o forse quel qualcosa è la consapevolezza di ciò che si fa, laddove un atto ripetitivo nella sua meccanicità giornaliera rischierebbe di svuotarsi di contenuti, se non fosse che ti devi chiedere continuamente “Perchè lo fai?”, per sintonizzarsi con l’atto che si compie, specie quando viene sottolineato che “ il ripetersi del rito meccanizza potentemente la virtù della prima e originale intenzione” e che “è la ripetizione del rito a farne verificare l’efficacia..”
E poi ancora :”Bisogna mettere in movimento l’etere, la materia fuori e dentro di noi, convibrare con essa, attivando il cambiamento nella direzione voluta. Ascoltare la propria voce che ritualmente pronuncia esattamente le parole prescritte, porre in vibrazione l’aria dinamizzata a livello sottile dal fuoco su cui bruciano i profumi del momento, respirare in sincronia con le parole, sono componenti che hanno effetti sottili e continui, i quali immancabilmente produrranno gli effetti evolutivi auspicati”. E infine il Maestro Kremmerz conclude: “I riti contro cui tutti gli ignoranti si ribellano non sono che i più potenti aiuti per educare la volontà e dirigerla, per sostituire la scienza in coloro che non l’hanno, per generare l’equilibrio negli uomini soggetti alle passioni”. A ben pensare, alcuni aspetti del rito, con il loro collegamento con i quattro elementi della Natura, mi hanno ricordato una passeggiata in montagna a contatto con Madre Natura: il contatto in piedi con la terra e la sua forza di gravità, il respiro in sincronia col passo e i profumi del bosco, l’acqua dei torrenti con cui ci rigeneriamo dalla fatica e lo sforzo che produce calore e sudore e ogni nostra cellula è sintonizzata con ciò che la Natura ci offre copiosamente e in modo del tutto gratuito! Alla fine siano esausti ma felici…di cosa ? Un senso di equilibrio ha pervaso ogni nostra parte…ma quale è il segreto di questo benessere?? Volere nutrirsi a Quella fonte Rigenerante con consapevolezza? Allora ringrazio ancora una volta la Delegazione Generale che, come abbiamo letto nel suo augurio iniziale al Quaderno, ci ha dato l’opportunità, come tramiti, di “sviluppare una sempre maggior presa di coscienza del principio ermetico di Fratellanza che tutti ci unisce nell’unico corpo, fecondo d’amore e salute, della Miriam Suprema” cosicchè l’opera scritta non è più cosa astratta ma Opera di Materia Vivente e aspetto con trepidazione la pubblicazione del II volume della PIETRA ANGOLARE MIRIAMICA per proseguire questo emozionante, ricco e proficuo viaggio di ….VITA! Buon ferragosto a tutti i cari Fr e Sr

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy