Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica/Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica
tanaquilla9
Partecipante
Post totali: 764

L’articolo linkato da Mandragola, oltre che suggestivo, mi ha fatto venire in mente delle domande. Perché alcune terre come la Sardegna sono ancora così pregne dei loro originari culti e, anche ai più sordi, fanno avvertire l’eco di un mondo arcaico legato ai misteri di un Femminile cosmico ben accolto nel mediterraneo?
Eppure la Sardegna è stata una terra ambita e contesa da varie popolazioni che l’hanno dominata, e tuttavia ha conservato alcuni input originari.
Dell’articolo mi ha colpito questa breve frase: donne capaci di … “isolarsi dalla società ignorandone i suoi dettami”, perché mi ha ricordato in qualche modo cosa dice il M. Kremmerz della donna: “…Maga per naturale sensibilità la donna è una contraddizione per sola discordanza coi precetti comuni della vita ordinaria. Circe guarda istintivamente le piccole miserie della realtà e non può reprimere gli scatti della sua sensibilità che sono nei limiti della natura universale, la quale è una realtà anche essa non convenzionale né legiferata per costituzione…” (Dialoghi,84).

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy