Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica/Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica
tanaquilla9
Partecipante
Post totali: 765

Anche io penso sia più logico quanto dite. Ciò che stupisce è come alcuni dati spacciati per scientifici e certi, siano poi ribaltati. Si riconosce che erano solo ipotesi, perché c’è stata una nuova scoperta che le contraddice. Il dogma, oltre il quale si affacciava lo spettro dell’ignoranza e dell’eresia, viene buttato sic et simpliciter alle ortiche. Non sarebbe meglio abituare la gente al procedere per ipotesi? No, la gente è pronta ad azzuffarsi per cose di cui non ha conoscenza diretta ma cui crede per fede. Ecco uno dei meriti infiniti dell’Ermetismo kremmerziano: non credere passivamente, prova, sperimenta. Ermetismo che pur raccogliendo verità incontestabili, non ha metodo dogmatico. Per tornare al neolitico: le idee al proposito da G. Childe ad oggi sono mutate. Dall’evoluzionismo si è arrivati alla preminenza dei valori simbolici e mentali nelle scelte dell’uomo, perché si è capito che “le cause per la transizione al neolitico quali la sovrappopolazione o la crisi alimentare erano solo lo specchio del loro affacciarsi nel mondo contemporaneo. Dovrebbe risultare chiaro l’anacronismo della loro applicazione al mesolitico”. Come pure si è capito che “il passaggio dalla caccia-raccolta e dall’uso di cereali e legumi selvatici all’agricoltura non fu vantaggioso né per valori dietetici né per quantità di lavoro e uso del tempo”.
Si aspetta al varco la teoria mai dimostrata, ma imposta, delle migrazioni indoeuropee, di cui il M. Kremmerz parla nei Suoi Dialoghi.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy