Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA
garrulo1
Partecipante
Post totali: 444

Credo che uno dei problemi di questo momento storico stia in un dilemma: l’evoluzione arrembante della Scienza, in tutte le sue molteplici sfaccettature e specializzazioni, se non corre di pari passo con l’Etica può presentarsi in certi casi un più come problema che una soluzione. Un esempio su tutti: il nucleare, ottima cosa se utilizzata con Scienza e Coscienza come fonte di approvvigionamento energetico per l’umanità tutta, se prende strade diverse può invece trasformarsi in un serio pericolo per l’umano genere, ma anche in ambito medico, ricordo sempre a me stesso che nell’antica Cina Imperiale, il compito primario del medico/terapeuta dell’Imperatore era quello di non farlo ammalare l’Imperatore, prima di pensare a curarlo per qualche pathos conclamato. Quindi nella prevenzione ci stava a tutto tondo la conoscenza, il resto era residuale, in secondo piano rispetto alla tutela della salute originaria. Anche i ritmi di vita quotidiana ai quali dobbiamo stare dietro man mano che avanzano informatica e digitalizzazione, non li ritengo così funzionali alla salute di ognuno, mi pare, dico pare che una volta di più ci stacchino dai Ritmi di Madre Natura a cui nulla importa della velocità digitale, ma solo della sincronicità dei Suoi Sacri Ritmi, dove l’essere umano con la sua traiettoria evolutiva, è a tutti gli effetti un Microcosmo, non un semplice consumatore. L’ora è sempre di sessanta minuti, ma ho l’impressione che per i miei avi l’orologio girasse molto meno velocemente del mio.
Un caro saluto ed un buon Equinozio di Primavera a tutti.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy