Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA
tanaquilla9
Partecipante
Post totali: 752

Ho letto oggi un articolo dal titolo HIV: da virus a terapia. Infatti sembra che l’altra faccia di questo terribile virus sia la sua trasformazione in farmaco di precisione per la terapia genica di malattie rare e tumori. Non ricordo se ne abbiamo già trattato ma riporto parte dell’articolo.
Si ricorda la comparsa di una strana malattia nel 1981 negli USA, la coniazione del termina AIDS nel 1982 in relazione all’insorgere di una nuova malattia da immunodeficienza acquisita. Nel 1983 virologi descrivono il retrovirus responsabile dell’Aids che ha la peculiarità di integrare stabilmente il suo patrimonio genetico a base di RNA nella cellula ospite. Patrimonio che, quindi, non viene mai eliminato. Nel 1996 si vedono i primi farmaci anti-retrovirali che bloccano la replicazione del virus, tengono l’infezione sotto controllo, e non consentono all’HIV di mutare per sfuggire al sistema immunitario. Nello stesso anno si pensa di sfruttare i virus come trasportatori di versioni sane di geni difettosi, per esempio per curare malattie genetiche rare.
A partire dal 2008 i ricercatori annunciano i primi risultati positivi della terapia genica con vettori derivati da Hiv, in particolare per la luecodistrofia metacromatica, la cui terapia genica è stata approvata nel 2020, per la leucemia linfoblastica acuta a cellule B e linfoma diffuso a grandi cellule B, e per il mieloma multiplo.
Tuttavia bisogna dire che la pandemia da Hiv/Aids è ancora in corso.
Sarebbe molto interessante e sarei grata ai medici della Schola se potessero spiegare meglio come da un virus letale, smontato pezzo pezzo, si può ricavare una medicina che cura malattie genetiche gravissime e quali sono i rischi. E se si può intendere che dai virus in generale possiamo ricavare le cure.

Circa il possibile ruolo dell’alimentazione nella prevenzione e terapia che, come ci ricorda Bell, è il titolo completo di questo thread, magari chi di noi ha parlato dell’alimentazione in questo senso, potrebbe sottoporre ai nostri medici quanto ha riportato.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy