Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA
admin Kremmerz
Amministratore del forum
Post totali: 864

Non è neanche da mettere in discussione, caro g_b, che la Schola si dissoci da qualunque atto o fatto possa minimamente ledere la “SALUTE” umana e non solo! Ma nn saranno tutte le censure del mondo ad essere sufficienti per evitare i tanti mali che affliggono l’umanità! Ciò detto, ho fatto una veloce ricognizione nel forum e non mi pare che in un paio di video tratti dal nostro utente guglielmo tell dal canale web da te citato, si tratti di argomenti lesivi della salute… Di sicuro se così fosse stato non li avremmo pubblicati.
Comunque, se ti fosse sfuggito, ti rimando al thread “Nuove frontiere della medicina” in cui è ben chiarita, fin da tempi insospetti, la posizione della Schola su argomenti attinenti la salute e oggi di grande attualità, come il post del 1° dicembre 2017 che qui di seguito si riporta ringraziandoti per la segnalazione dell’avvenuto oscuramento:
“Grazie ai medici che hanno fin qui espresso con competenza il loro parere sulla questione dei vaccini, e grazie a quanti hanno dato il loro contributo di opinione e di esperienza sull’argomento. Ma se è vero che il miriamico praticante tende sempre e comunque ad uscire dal gregge, è pur vero che da statuto (Pragmatica Fondamentale) si impegna a rispettare le leggi dello Stato in cui si vive e ad essere in tal senso d’esempio, per equilibrio, etica, tolleranza per ogni opinione. Se per legge occorre vaccinare figli, nipoti e sé stessi, il miriamico deve senz’altro farlo. Ma sia ben chiaro, lo farà da “miriamico”: cioè utilizzando gli strumenti ermetici in suo possesso e per mezzo dei quali, così come premunisce sé stesso e i propri cari da ogni contagio o epidemia, da ogni pericolo visibile o invisibile, o valorizza in positivo il medicinale utile a una terapia, o il medico che dovrà formulare una diagnosi, o il chirurgo nel mentre opera, parimenti valorizzerà il vaccino che dovrà essere inoculato, annullando qualsivoglia effetto collaterale (reale o presunto che sia) e finalizzandolo al solo scopo immunologico cui è deputato.
Forse questo può essere, uno fra i tanti approcci mentali che si potrebbe avere nell’affrontare i fatti della vita, cui allude Andy… ma comunque è senza dubbio quello che la Schola si aspetterebbe fosse vissuto da tutti i suoi iscritti di ogni ordine e grado…
Invece, a chi alla Schola non appartiene, va tutto il nostro rispetto qualunque sia la sua opinione.”.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy