Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

Home/Il Forum della Schola/La Scienza Ermetica nelle Arti/Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

Home Page Forum Il Forum della Schola La Scienza Ermetica nelle Arti Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

g_b
Partecipante
Post totali: 45

Buonasera a tutti, in effetti alcune domande non trovano risposta se non nella propria esperienza, certa, verificabile, libera da un certo vezzo di figurarci le cose che viviamo con le caratteristiche di come vorremmo viverle. Enfatizzandole. In questo per esempio io sono esperto (specie quando si tratta di flirt). Però ce ne sono alcune inconfondibili per autenticità, allora richiamandomi alla discussione partita da Nicolò vi dico cosa mi succede prima di entrare in studio e preparare un lavoro nuovo, che sia una pittura o una scultura. Qualsiasi cosa io stia facendo, e credetemi qualsiasi, sento chiaramente un cambio di umore, netto , come una chiamata e nel piu’inaspettato momento, divento serio e malinconico e a misura che cresce questa condizione, più forte si fa l’urgenza di entrare in studio. Questa sensazione può andare avanti per giorni, finchè non entro in studio. Il mio approccio tecnicamente è molto razionale, essendo fatto di passaggi di lavorazione estremamente difficili per me (che non ho doti innate nel disegno, ma che devo arrivarci con fatica), dove mi viene richiesta una concentrazione estrema, dalla mia stessa idea e questo è il paradosso. L’idea è esigentissima e non ammette deviazioni o scorciatoie, qualcosa di molto preciso deve essere restituito e non si scappa. E se io potessi, credetemi, cercherei vie di fuga più leggere e semplici per realizzarle e guadagnarmi da vivere. Ora questo processo, chiamiamolo così, a volte da risultati che non sempre sono chiari persino a me stesso, figuriamoci spiegarli agli altri, un vero supplizio ma la cosa è divertente anche adesso che ne scrivo. Però alcune di queste immagini anticipano delle cose che spesso comprendo dopo tempo e solo vivendo la vita ben immerso nel rapporto con gli altri e con il mondo. Quando questo rapporto, questo attivarsi come individuo nel vivere, si affievolisce… nessuna chiamata in studio e niente succede. Quindi anche di fronte ai periodi di magra economicamente parlando , non ho scampo! Perchè se vado a fare un altro lavoro per qualche soldino, sto nel mondo, aumentano le relazioni e gli scambi e con essi la necessità di dipingere e quindi le notti bianche !E dunque questo Ermes deve essere un pò dispettoso presumo io. Cari saluti a tutti

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy