ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Stai vedendo 12 articoli - dal 466 a 477 (di 477 totali)
  • Autore
    Articoli
  • Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 92

    Buongiorno amici!Bello leggervi, perchè, non basta il pensiero e immaginare che ci siate; come dice Ippogrifo, a segnale lanciato, riscontro ottenuto, a dimostrazione che ci siamo, che ci vogliamo, che ci raggiungiamo, in qualsiasi modo e mezzo, come radici inesorabili di un secolare ulivo, che nonostante gli ostacoli, continuano a cercare l’ossigeno della Fratellanza.

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 62

    Ci sono anch’io, come al solito a scoppio ritardato….però è sempre bello ritrovarci qui! Le vostre parole fraterne trasmettono energia e voglia di fare
    Buona giornata a tutti

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 187

    Quanto Mercurio questa mattina! sarà sicuramente una giornata proficua! Mi è arrivato, poco fa, un messaggino da un’amica che diceva più o meno che l’amore è tra innamorati veri, mamma e figlio, amici,e tutte le persone alle quali vogliamo bene (il partner non era menzionato, che voglia dir qualcosa?) A parte gli scherzi io ho pensato a Voi Maestri, Sorelle, Fratelli e Amici del blog, ma poi mi sono venuti in mente i versi della canzone del post di Tanaquilla e mi son detta, in questa mattina di sole, che l’amore più bello è quello per la Vita che Tutto in Se’ contiene ….

    decla
    Partecipante
    Post totali: 20

    A volte il caos profano ci sballotta, ci trascina, ci confonde …. ma … ecco che a tenderci una mano c’è una vocina flebile, semplice, leggera, che viene dal profondo e che ci dice non disperare … è vero.. verissimo …. esiste Amore …. esiste un’acqua pulita nella quale ci si può immergere …. che si può raccogliere …. che si può donare …. e diventa quasi automatico cercarvi …. un semplice dito su un tasto del computer e la chiave si inserisce nella toppa della “nostra” Casa … sempre aperta a tutti e sempre pronta ad accogliere … e voi ci siete…. ancora una volta … uniti ….. ed è bellissimo!

    anima critica
    Partecipante
    Post totali: 22

    Buongiorno a tutti, un’anima critica non è detto che sia anche un’anima arida e perciò devo dirvi che mi piace quello che scrivete. Una boccata di aria sana fa bene e va respirata per come è. E ci sta bene anche un grazie.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 157

    L’amore dei cioccolatini, l’amore delle cene romantiche, l’amore delle sorprese, l’amore che imbocca chi non riesce (o non riesce più) a mangiare, l’amore che ringrazia la mano magistrale e la fraterna catena.
    L’Amore tutto in sé contiene: l’eros, la voglia di confondersi, la tenerezza, la pietà, la gratitudine, la dedizione: siamo umani.
    E nella Schola siamo umani amati.
    Sono convinta che sia per questo che chi ne è stato toccato, chi ha fatto parte della Fratellanza o chi l’ha conosciuta non dimentica la Miriam, anche al di là della propria consapevolezza.
    L’essere vivente non scorda l’Amore ricevuto perché in quell’Amore, anche solo di un attimo, il canto della Vita in lui/lei è stato – appunto – il canto di tutti in cui si è riconosciuto/a.

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 250

    E già, l’Amore, che tutto in sé contiene, come ci ricorda Catulla, e la Miriam, definita dal Maestro Kremmerz “un ricettacolo, un tesoro profondo di amore”. Proseguiva ancora il Maestro con un’altra delle tante massime che, per certi versi, più aurei che mai, rimonta ad una sorta di amore impersonale verso tutti gli esseri, che poi è l’amore incondizionato per la Vita citato da m_rosa. Nell’Opera “La Via della Rosa” Editrice Miriamica, nella prima parte dedicata all’Introduzione, compare la citazione con la quale il Maestro allora si esprimeva: ”So che amo tutti quelli che soffrono e che vengono in mio contatto, in certi istanti potrei dire IO SONO AMORE…” , e mi viene spontaneo aggiungere, che con identica modalità, si esprimono gli attuali Maestri.
    Un caro saluto ed una buona domenica.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 187

    Grazie Garrulo per le citazioni delle parole del Maestro che sempre ci regali, ci aiuti a riflettere o a ricordare cose alle quali, magari, era un pò che non pensavamo.Nel caso di oggi, poi, la citazione sull’Amore è bellissima! Più andiamo avanti e più sperimentiamo questo Amore per i sofferenti con i quali veniamo in contatto, che non è buonismo o commiserazione, è sentirli parte di noi. Buona domenica a tutti

    tulipano
    Partecipante
    Post totali: 10

    E’ vero, la vita profana ci prende e ci trascina, ma la vocina che viene da dentro di cui parla Decla, questa volta si è fatta più forte. Il desiderio di leggervi ed esserci mi infonde una sensazione di gioia, è più forte in me la consapevolezza del significato di” ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM! Vi abbraccio Tutti e vi auguro buona serata!

    ippogrifo11
    Moderatore
    Post totali: 99

    Ed ecco, finalmente, questo spazio che prende a “informare” nella sua duplice accezione: ‘mettere al corrente’ – ossia condividere pensieri, sensazioni, stati d’animo – e ‘dare forma’, ossia rendere manifesto ciò che è latente, secondo le tipicità individuali, ma tutte accordate sull’armonia delle tre note fondamentali della tolleranza, del rispetto e della ricerca del Bene. Per sé e per gli altri. Chiunque voglia partecipare ad arricchire questa sinfonia a più voci con il contributo della propria è benvenuto, perché questa nostra casa comune è nata per accogliere, così che chiunque vi transiti e vi soggiorni, per poco o per tanto che sia, si senta a casa propria, in un ambiente che non ha limiti di spazio e perciò può ricevere tutti, ma proprio tutti. Ritrosia, timidezza, pigrizia non fanno parte dell’arredamento, mentre spontaneità e voglia di esserci, quelle sì!
    Un abbraccio a tutti.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 187

    ma anche, caro ippogrifo, formare qualcosa di nuovo. Così, semplicemente, nell’ascoltare e nel dire, nel pensare e nello scrivere, avviene che qualcosa in te inizia a mutare, è sicuramente qualcosa che avevi all’interno, ma è pure qualcosa di nuovo, che nasce e si forma anche grazie a ciò che gli altri dicono e scrivono, mi sembra che sia un pò quello che diceva tulipano, o sbaglio? Buon inizio di settimana a tutte/i

    G_B
    Partecipante
    Post totali: 14

    Buonanotte a tutti, ho sempre desiderato di rimuovere fra i miei difetti e cattive abitudini , quella di giudicare gli altri, si in modo semplice di non parlare dei difetti altrui. E ci sono sempre riuscito poco, perché alla prima occasione ci ricascavo. Il mio primo approccio propedeutico alla Miriam, mi ha regalato questo desiderio che si avvera, proprio come nella celebre fiaba di Aladino e la sua lampada.
    E questo smussare delle proprie cattive abitudini nelle quali si cade solo per modalità automatiche depositate con gli anni, lo sento come una liberazione magnifica. Condizione fondamentale per percepire e donare quell’Amore di cui si parla qui. E’ una bellissima sensazione di libertà , poter passeggiare, osservare gli altri, senza che il giudizio s’insinui ad interrompere il piacere dell’esserci, nel presente. La pazienza cambia forma, non è più un esercizio di volontà o uno sforzo, ma un’altra cosa, un’energia che irradia benessere. Questo è impareggiabile, ed è una cosa chiarissima.
    Vi saluto e ringrazio tutti per quanto scrivete in questo luogo di scambio unico.

Stai vedendo 12 articoli - dal 466 a 477 (di 477 totali)
Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy