Rispondi a: Nutrigenetica e Nutrigenomica: alimentazione e prevenzione del futuro

Home/Il Forum della Schola/Nutrigenetica e Nutrigenomica: alimentazione e prevenzione del futuro/Rispondi a: Nutrigenetica e Nutrigenomica: alimentazione e prevenzione del futuro
m_rosa
Partecipante
Post totali: 547

Ultimamente ho lettto un libro dal titolo “La pancia lo sa” scritto dal gastroenterologo Silvio Danese che, partendo dalla constatazione, ormai più che acclarata, che l’intestino con i suoi 500 milioni di neuroni e con la sua capacità di secernere ormoni e rilasciare neurotrasmettitori influisce sul metabolismo dell’intero corpo, spiega come la pancia (intestino e stomaco) sia fondamentale per la salute generale e come influenzi gli stati infiammatori a tutti i livelli, il sistema immunitario, l’umore, il metabolismo e dunque il peso corporeo,. A proposito del peso ipotizza che la tendenza ad ingrassare (alcune persone possono ingrassare mangiando pochissimo, altre al contrario non ingrassano mai) possa derivare dal rapporto tra “ciccia e microbi”. Sembrerebbe che negli obesi siano presenti ceppi batterici nello scomporre i carboidrati (amidi e zuccheri semplici) questa caratteristica comporta il fatto che questi individui estraggono energia, quindi calorie, da qualsiasi alimento. Al contrario il microbiota dei magri non sarebbe in grado di assorbire una certa parte di calorie. Vorrei concludere con alcune parole del Kremmerz che danno un senso a questo post “ …la storia moderna comincerà quando una chimica nuova analizzerà e svolgerà gli elementi animici che costituiscono l’individuo uomo, e segnerà la fine di una lunga notte in cui l’uomo ha ignorato se stesso” (S.M. II, pag.302)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy