Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
catulla2008
Partecipante
Post totali: 197

In tutte le case la stanza che più mi attrae, forse anche più della biblioteca, è la cucina. Quella la trovi ovunque, anche da chi n9n ha libri, e scopri come si muove ciò che nutre quella casa.
In questa Casa la cucina è curatissima, gli ingredienti di prima scelta e le ricette personalizzate. E c’è un fuoco sempre acceso, come quello delle Vestali antiche e come quello di quel Seminario di tanti anni fa a Spoleto. (Una Sorella aveva trascritto le parole magistrali ma l’imoronta di quei momenti, il calore, lo spirito, ecco si possono solo testimoniare).
Ho vissuto con voi Fratelli e Sorelle tante cose belle: la cucina allora era la stanza più evidente perché Chi cucinava Amore era lì, prodiga e visibile. Oggi, che abbiamo tante stanze e ci accomodiamo in biblioteca ed in soggiorno, pare strano – almeno a me – veder passare i piatti e solo raramente affacciarsi Chi dirige la cucina ma, essendo un giorno per me particolare quello di oggi, è là che mi dirigo.
Bussando alla porta, mi figuro il profumo di buono che mi investe una volta che si apre, dieci volte più forte di quanto trapela dal passavivande.
“Grazie Admin! Sono venuta in cucina solo per salutare e regalarmi una carezza, una carezza dell’anima come ebbe a dire poco tempo fa un Maestro dei nostri”.
Posso tornare in soggiorno adesso e salutare chi c’è: mi sento un’arteria carica per essermi rifornita dal Centro e vorrei abbracciarvi tutti quanti.
E dunque Buona Domenica famiglia, ecce quam bonum et quam jucundum habitare fratres. In UNAM.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy