Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Mercurius3
Partecipante
Post totali: 123

Caro Navigante, “esterno” a questa banda fraterna, ci leggi mentre viaggiano i ricordi di qualcuno, mentre si riportano comicità web…
A me di tutta la frase piace “jucundum…e frates”, perchè quando si vive col cuore si “abita” “bene”.
E questa è una Casa ospitale, di matti e di persone molto speciali, di quelli che quando li incontri non puoi fare a meno di porti qualche domanda.
Io ci sto dentro, seduta su un divano comodo, perchè a me non piace molto il movimento fisico (e si vede), ma mi piace ascoltare, sorridere, raccontare, gustarmi l’odore della Casa.
Di solito mi chiedono qualche barzelletta, ma crescendo e maturando, ora seleziono anche quelle.
Solo una ti racconto : uno studente di agraria osserva un vecchio contadino che pota un albero; gli dice: lei non farà nemmeno una mela con questo metodo antiquato; il contadino risponde: Bravo! E’ vero! infatti è un pero!
Si ridacchia, ma…mai confondere un Fratello doc, con un pomo qualsiasi. E soprattutto i metodi moderni sono quelli che partono dalla conoscenza della Natura e non dalla saccenza pericolosa.
La porta è aperta…una di quelle Case antiche che non si chiudevano a chiave

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy