Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

tanaquilla9
Moderatore
Post totali: 457

E’ vero, Daniel56, “spirito ironico e satira bonaria” cui ci richiama l’Admin in questo nuovo thread, sono stati parimenti del Maestro Kremmerz. Riporto una Sua “ironia bonaria” sulla Teosofia del Suo tempo (dalla quale fu duramente criticato): “… magnifica enciclopedia vivente indo-anglo-americana… non è l’uovo di Colombo, ma per la sua semplicità e ampiezza è addirittura un uovo di cento tuorli, tanto è comprensiva come scienza religiosa e iperfisica di tutte le scienze religiose e iperfisiche di tutte le razze, di tutte le religioni, di tutti i tempi… Se domani un uomo dovesse scoprire il modo di far la polenta senza farina, siate convinti – o Numi – che la teosofia dirà che già da secoli lo sapeva e lo aveva previsto…”. (da: Judices Dii Judicantes)
Rispetto al “Pazzo che preludia alla Piromagia” ho sempre trovato molto bella la storia della donna che si crede imperfetta perché ha amato, e chiede perdono. Sente allora una voce che, irradiandola come in una promessa, le dice di continuare ad amare e così si crede pazza. In questo caso pazzia positiva. Ma è anche interessante il concetto di pazzia legato alla credulità, che fa avere fede in ciò che è impossibile. Come ricordava anche Guglielmo Tell.
Ho visto anche io il video “barzelletta” di cui parla Mercurius3. Fra l’altro da quando è stato pubblicato, da più di un anno, ha avuto un traffico davvero modesto. Insomma, sembra non interessare a nessuno.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy