Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home/Il Forum della Schola/UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS/Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home Page Forum Il Forum della Schola UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

catulla2008
Partecipante
Post totali: 177

A distanza di tanti anni è difficile ricordare come si viveva da non-miriamici ma… Ecco, credo sia importante questa testimonianza per raccontare – a chi è oggi come eravamo noi un tempo – il nostro presente, così normale e così diverso da chi miriamico non è.
La nostra vita somiglia un po’ a un dialogo costante con le cose del quotidiano e con le forze che possono gestirle. Ad esempio, il figlio si sveglia con il mal di testa e chiede se puoi fargli ‘qualcosa’: lui è abituato che papà ‘fa’ e dopo un po’ passa il mal di testa. La figlia ha una interrogazione ed è agitata: chiede un ‘pensiero’, mamma ‘fa’ un pensiero e la figlia si calma e l’interrogazione andrà bene. Esci con la macchina e nel traffico del mattino un pazzo ti taglia la strada senza mettere la freccia ma… hai un talismano che ti protegge e miracolosamente freni prima di sfondargli la fiancata e, altrettanto miracolosamente, quello dietro di te non si infila come un lego nel tuo portabagagli.
Arrivi sul posto di lavoro e il collega si lamenta di nuovo della sua insonnia. Gli rivolgi un sorriso e gli chiedi se ha trovato il tempo per andarsi a fare un controllo dal medico così da avere una diagnosi. Poi, alla pausa caffè, gli domandi se ha scaricato il modulo dal sito della Schola che gli hai indicato (dove si può chiedere aiuto terapeutico) ma lui dice che non l’ha ancora guardato ma che dal medico ci deve proprio andare. Guardi le mail e a distanza di due anni c’è chi ringrazia perché il figlio diabetico sta facendo il liceo e ha stabilizzato la propria salute con le cure adeguate. Esci dal lavoro e come al solito non trovi dove hai messo le chiavi e al terzo smoccolamento ti decidi a fare il salmo per ritrovare le cose scomparse e finalmente ricordi di averle messe nell’altra borsa.
Vai al supermercato per una spesa veloce e vedendo le mele pensi che forse il catarro che non ti sta passando con lo sciroppo prescritto dal medico certo passerà con l’odore di mele carbonizzate come suggerito dalle Lunazioni trascritte da Kremmerz (139,1): anche se la Luna non è quella buona, perché non provare? Tante altre volte ha funzionato lo stesso.
Arrivi a casa piuttosto stravolta e con lo scoramento incipiente. ‘Fai’ anche qualcosa per te stessa e lo scoramento passa. Così, magari, prima di andare a dormire, per rafforzare l’opera delle mele carbonizzate, prendi anche una tisana, su cui magari hai ‘fatto’ un pensiero e finalmente hai la certezza che domani andrà meglio.
Miriamica è… un modo di essere, di vivere, di sentire. Difficile da spiegare a parole ma, certo, più facile da sperimentare, caro Cozza!

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy