NUOVO: Destino, Fato, Karma, atavismo ed ereditarietà secondo la S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ di Miriam

Home/Kremmerz/La Parola al Maestro/NUOVO: Destino, Fato, Karma, atavismo ed ereditarietà secondo la S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ di Miriam

NUOVO: Destino, Fato, Karma, atavismo ed ereditarietà secondo la S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ di Miriam

Dalla disuguaglianza animica, la mutabilità del destino. Il destino plastico dei pagani e degli iniziati oggi con un barbarismo di moda si chiama karma.

Parola-Destino fato e karma

About the Author:

7 Comments

  1. Silvana 18 Ottobre 2022 al 09:07 - Rispondi

    “Noi siamo ciò che fummo e saremo ciò che vogliamo essere”Quindi la domanda “Chi siamo?”va sostituita con “Chi fummo?”Per logica saremo ciò che siamo ora .Quindi anche adesso siamo ciò che vogliamo essere .Quindi la forza del Volere è sempre presente .Il giusto Volere che porta alle giuste azioni ed a vivere secondo un giusto ordine.Certo e necessario avere discernimento per conoscerlo.

  2. wiwa70 7 Ottobre 2022 al 15:03 - Rispondi

    Illuminanti le parole del Maestro Kremmerz! La visione del destino piuttosto che del karma l ho trovata molto più sintonica con la nostra ‘ forma mentis’ occidentale e con il motto umanistico- rinascimentale di ” Homo faber fortunae suae” in quanto artefici del nostro destino e per quanto la traiettoria, com è stato detto, in questa vita non può discostarsi troppo da noi stessi e da quello che siamo, allo stesso tempo conforta sapere e sperimentare che un lavoro su sé stessi, è possibile e previsto oltre che doveroso, se abbiamo espresso una volontà di evoluzione …d altro canto, mi chiedo se le vite si dovessero susseguite ininterrottamente a cercare di rimediare all infinito agli errori commessi, di che possibilità evolutiva e di libero arbitro si potrebbe trattare? Forse allora più che ad una Elicoide assomiglierebbe ad una strada senza uscita….Ringrazio infinitamente il Maestro Kremmerz per la grande opportunità ricevuta, grazie alla Schola Terapeutico Magica di Miriam e per tutti i Maestri che nel tempo si sono succeduti nell Opera di Bene, Luce e Salute. Un carissimo saluto a tutte le Sr e Fr in Miriam

  3. Mercurius3 6 Ottobre 2022 al 18:26 - Rispondi

    Profanamemnte si è sempre ripetuta la formulazione “da dove vengo, chi sono e dove vado”.
    Un miriamico certamente non cadrebbe in questa aggregazione, con queste domande, avendo scientemente intrapreso la strada della consapevolezza.
    Da dove proveniamo, con temi, ricerche, comparazioni di studio , lo stiamo cercando, spiegandocelo, in modo guidato, riconoscendo rituarie e collegamenti con le antiche forze del Bene mai scomparse, mai mutate di forza e ritrovate in acque, terre e segnali che ci appartengono pienamente lungo la strada iniziatica.
    Chi siamo, lo sappiamo, quanto meno sappiamo di appartenere alla Catena Iniziatica di Miriam, l’unica che ci consente di poter modellare il nostro Ermes profondo, attraverso le rituarie e mettendo sul campo di battaglia della vita quotidiana , quanto abbiamo compreso e quanto siamo disposti a lavorare; un lavoro che ci chiama ogni giorno, ogni ora, perché non si è miriamici una volta al giorno, o piu’ o meno, ma miriamici al secondo, fino a che ogni comportamento sia inesorabile allo stile di vita scelto, perché miriamici si E’. E la carità verso chi soffre e chiede, in qualsiasi modo lo dica, prevede che nessuno “tradisca, vilipendi o prevarichi”
    Dove andiamo è la strada indicata dal Maestro Kremmerz ; mi colpisce quel “perfezionare, coltivare, educare” che ci toglie il fitto della nebbia del Karma, illuminando col destino modificabile, portando l’indicazione dell’iniziazione attraverso la salute e l’evoluzione. Dove andiamo? La redenzione-iniziazione, premio inesorabile , sarà una lotta per “educare” il limite, ma sarà certezza, perché se il Maestro Kremmerz l ha indicato , il percorso è un senso unico.

  4. kridom 6 Ottobre 2022 al 18:20 - Rispondi

    Ringrazio il Del+ Gen+ per questo nuovo collage sul karma. In molti discorsi sento citare questa parola, perchè con la new age è diventata di uso abbastanza comune, tuttavia mai fino ad ora mi era stata così chiara la differenza tra karma e fato. Dobbiamo lavorare, devo lavorare per preparare al meglio le prossime rinascite perchè quanto più si fa in questa vita tanto meglio potremo preparare “la mentalità avvenire e il nostro involucro” al fine di essere utili a noi stessi e alla Miriam, per la legge del do ut des.

  5. tanaquilla9 6 Ottobre 2022 al 12:26 - Rispondi

    Concordo con mens.libera: ciò che svela il M. Kremmerz è di assoluta chiarezza e per noi un chiarimento talmente prezioso e fondamentale da spingerci ad assumerci le nostre responsabilità e lavorare sapendo che, grazie alla Schola, ciò avrà un frutto di evoluzione e di redenzione. Ogni verità dona pace perché giusta.
    Mi è venuto in mente che molti anni fa feci un corso universitario che si chiamava lo sciamanesimo nella Grecia arcaica. Mi piaceva l’argomento.
    Ricordo che si parlava di alcuni mitici e/o reali personaggi, sapienti-sciamani-guaritori, che in tempi lontani avevano fatto cose prodigiose: Abaris, Aristea, ed altri.
    Provenivano dalla Scizia, dalla Tracia, da terre credute iperboree.
    Ma fra tutti mi impressionò Epimenide di Creta (VII-VI a.C.) noto come sommo maestro purificatore, cioè capace di individuare le vere cause dei problemi, quelle passate, e di risolverle adeguatamente. Costui dopo un periodo di isolamento in una grotta e un lunghissimo sonno ne uscì con poteri straordinari e vicinissimo agli Dei. Fu chiamato ad Atene per purificare la città e debellare la peste ed egli, che indovinava le cose del passato e non del futuro, purificò la città risalendo alle origini del male. La ricerca delle cause profonde della crisi ateniese, e l’interpretazione degli eventi del passato, come origine e causa di quelli presenti, aveva lo scopo di scegliere i modi della purificazione che avrebbe liberato la città.

  6. Cingallegra 5 Ottobre 2022 al 17:25 - Rispondi

    Questa nuova lettura mi ha scosso molto. Sai quando leggi qualcosa e rimani inchiodato lì, che leggi fissando lo schermo ma la mente divaga…ho ripensato a qualcosa che ho vissuto, e a come l’ho vissuto, a qualcosa che ho detto, a qualcosa che mi è stato detto. Una sorta di collage di immagini, suoni, ricordi, in ultimo consapevolezza. “L’impulso istintivo che si manifesta in ogni individuo determinandone la tendenza morale, intellettuale e materiale è un prodotto esattissimo della sua vita precedente”, da qui in poi mi sono assentata del tutto; sono quello che sono perché ho lavorato tanto nella mia vita precedente, e come posso aiutare la me stessa che tornerà ad andare ancora avanti, più avanti verso la mistica rosa? O forse, come si diceva nelle riunioni in passato, giorno dopo giorno, luna dopo luna, con fedeltà, con lealtà, con Amore lo sto già facendo? Posso fare di più?
    Chi mi conosce sa che non sono una molto social, non uso granché il telefonino e i vari social network, ma dopo un viaggio in Portogallo ricordo di aver fatto una foto e di averla messa come copertina sul mio profilo; la frase diceva “sotto i piedi di ogni generazione che passa sulla terra, dormono le ceneri di tutte le generazioni che l’hanno preceduta”, una frase che trovai molto interessante all’epoca a ricordarmi quanto l’impegno e la costanza fossero indispensabili per l’evoluzione personale e pro salute popoli. Confido che la volontà creatrice e di bene che alimento in questa vita sia terreno fertile per una prossima luminosa vita, vissuta con e per la Miriam.
    Grazie per questa lettura bellissima.

  7. mens.libera 2 Ottobre 2022 al 22:57 - Rispondi

    Nessuno ha mai organicamente sintetizzato queste profonde Verità mettendole a disposizione. L’Aureo Maestro ha voluto con i suoi scritti illuminare di Verità quello che tutti cerchiamo consapevolmente o inconsapevolmente: da dove veniamo, dove andremo e perchè. E’ una speranza di redenzione ed evoluzione che ci viene offerta, mentre i profani vagano nelle tenebre. Ci viene chiaramente spiegata la traiettoria umana e indicata la strada iniziatica della nostra evoluzione e il perché deve essere percorsa. I concetti sono talmente elevati e netti che lasciano senza fiato, tali da non poter essere paragonati alla odierna cultura imperante e alle tragiche vicende che ne derivano. Nella prospettiva assoluta che il Maestro J.M. Kremmerz ci ha fornito, assumono una interpretazione universale causa-effetto. Gli umani determinano in negativo o in positivo, di distruzione o rigenerazione collettiva la risultante delle azioni dei singoli. Sapere a ciò che si va incontro è consapevolezza dei nostri comportamenti. Quindi leghiamoci saldamente alla Catena Iniziatica ininterrotta di Miriam, l’unica Grande Madre del tutto, che può darci la forza di lottare per sanarci, lavarci e liberarci dalle catene oscure della materia. Grazie al Del+ Gen+ per questo prezioso compendio di Luce e Verità.

Scrivi un commento

5 + dieci =

 

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy