NUOVO in: La parola al Maestro

Home/News/NUOVO in: La parola al Maestro

NUOVO in: La parola al Maestro

Nuovo articolo nella rubrica La parola al Maestro su “La Verità Ermetica” al seguente link: https://www.kremmerz.it/nuovo-la-verita-ermetica/

About the Author:

7 Comments

  1. Mercurius3 31 Gennaio 2022 al 09:50 - Rispondi

    Troppo grande la Sapienza per una briciola di donna, ma consola la promessa della sofferenza , lasciando intendere che il difficile, non è l’impossibile; il Maestro assicura che è nel penetrare “i secreti della natura” ove Essa risiede da sempre, per ogni iniziato. E gli iniziati” sono fratelli perchè La percepiscono nello stesso modo e nelle stesse leggi”, quelle della Natura, dove regna il Silenzio della Grandezza , tramandato senza pronuncia, nell’ orecchio divenuto degno di percepire.
    Ma nel leggere mi son chiesta come possa la mia povertà evolutiva comprendere tale Grandezza ?
    Poi, ho pensato che se Admin ha ritenuto di lanciare questo stimolo, sa cosa fare e perché e in quello la Speranza-Certezza che si possa, un giorno, comprendere un frammento luminoso della Verità ermetica.
    Grazie per questo incessante, indefesso Lavoro Amorevole per tutti. Grazie sempre.

  2. kridom 28 Gennaio 2022 al 15:23 - Rispondi

    Ho provato a leggere varie volte i brani selezionati dal Maestro per poter tentare un’iniziale messa a fuoco, che mi piacerebbe condividere con voi.
    Un primo messaggio che mi colpisce è quello della tolleranza, nel senso che la Verità può essere dovunque, pertanto nessuno di noi – esseri più o meno imperfetti in relazione al livello evolutivo conseguito – deve pensare di esserne depositario. Quindi il percorso degli altri, in altri contesti, deve sempre essere rispettato. Corollario: negli ultimi anni, anche in seguito ai social, si è avuta una polarizzazione delle posizioni e degli atteggiamenti che purtroppo è andata in senso opposto a questa visione della tolleranza.
    Un secondo messaggio che colgo è quello dell’onestà con se stessi, nel senso che se mi ostino a non vedere i miei limiti, i miei difetti non potrò mai avvicinarmi alla Verità.
    Il terzo messaggio, ma direi che si tratta di indicazioni operative concrete, consiste nel riconoscere e quindi nel liberarsi dalle “passioni” che ci rendono schiavi della materia più greve e, quindi, ci allontanano dalla Verità.
    Questo percorso verso la Verità, conclude il Maestro, comporta sofferenza e si compie nella nostra vita quotidiana senza doversi rifugiare in un eremo o in un mondo immaginativo illusorio.
    Spero di fare tesoro di tutto questo. Grazie

  3. m_rosa 28 Gennaio 2022 al 10:01 - Rispondi

    Belle le parole del Maestro, anche approcciandole con quel poco, o tanto, che il nostro livello evolutivo ci permette. È importante tenere sempre a mente (e in questo momento difficile ve n’è particolarmente bisogno) che l’Amore è la legge che regge l’universo e che “ogni uomo ha il diritto di partecipare alla Vita della Verità Assoluta” Da’ speranza sapere che previa preparazione, spoliazione da menzogne e sovrastrutture e vizi e malsane abitudini, insomma previo un percorso di evoluzione tutto ciò è possibile

  4. g_b 28 Gennaio 2022 al 00:51 - Rispondi

    La verità che é in noi, che attende di integrarsi completamente nelle nostre vite, pazientemente. Che attraversa le epoche e assiste ai nostri fallimenti, poi torna a rigenerarci, a consolarci quando occorre.
    Alla nostra Delegazione e al M Kremmerz , alla Miriam tutta , i miei più cari saluti e gratitudine infinita.

  5. mandragola11 27 Gennaio 2022 al 17:30 - Rispondi

    Grazie.

  6. tanaquilla9 27 Gennaio 2022 al 15:12 - Rispondi

    Rileggere la “Parola del Maestro” è sempre uno stimolo profondissimo di riflessione. Quanta Giustizia e quanto BENE si percepisce nelle Idee qui esposte, anche se la loro comprensione è relativa alla maturità di ciascuno. Queste Idee restituiscono alla vita, anche a quella così turbante dei giorni d’oggi, la sua armonia, il suo giusto senso, il suo alto significato. Il rapporto tra tra Cielo e Terra, la finalità di Bene del cammino evolutivo si sovrappongono agli squilibri del mondo umano. E si riesce a procedere uniti nella Miriam con più fermezza nei propositi di poter migliorare per essere al servizio di una Opera così grandiosa. Grazie

  7. wiwa70 27 Gennaio 2022 al 12:20 - Rispondi

    Ogni singola parola del Maestro merita una profonda riflessione e l intero brano rappresenta una sintesi meravigliosa per ogni lettore per risollevarsi in questo momento di pesantezza aiutandoci a respirare aria pura e a rinvigorire tutto il nostro essere! Davvero grazie alla Direzione per questo dono così prezioso! Un carissimo saluto a tutti

Scrivi un commento

11 + 19 =

 

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy