tanaquilla9

Home/Forum/tanaquilla9

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 404 totali)
  • Autore
    Articoli
  • tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Grazie di averlo ricordato, Buteo.
    Mettiamocela tutta e quanto meno proseguiamo ad essere prudenti per non tornare indietro.
    Anche in seguito alle nuove notizie sul covid che rimarrebbe nell’aria più di quanto si fosse pensato fin ora.
    Hai notizie al riguardo, cara Buteo?

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Benvenuta/o fra noi, Talpa.
    Interessante la notizia che riporti. Potrebbe essere molto utile.
    Che ne dicono i medici della Schola?

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Ieri sera ho rivisto il film Agorà in cui ad Alessandria d’Egitto Ipazia, accusata di non aderire al Cristianesimo né di credere, risponde: Io credo nella Filosofia… voi avete l’obbligo di credere a ciò che professate, io di mettere in discussione ogni credenza.
    Il riferimento all’Egitto mi ha fatto pensare che manca in questo thread chi ne racconti qualcosa.
    Qualcuno l’ha visitato?
    Testimonia ancora la sacralità della tradizione sapienziale?
    Si avverte un certo magnetismo?
    Nell’Asclepio Ermete Trismegisto, benchè l’Egitto fosse stato deputato alla codifica del corpus della tradizione iniziatica, profetizza il declino di riti, dei e templi di questa terra santissima.
    Il M. Kremmerz con la leggenda di Mamo ci dice che la tradizione egizia fu ad un certo punto traghettata nelle nostre terre dai suoi Pontefici.
    Sono stata in Egitto, la prima volta, nel 1980, e ho ricordi ancora vividi. Ma sopra tutto il tramonto sul Nilo dona momenti in cui si impone la sacralità della vita, il tempo si ferma ed esalta la ieraticità delle cose.
    E poi le cittadelle templari, come Karnak. Queste, solo in parte erano frequentate dai fedeli, perché destinate ai corpi templari. Qui nelle Case della Vita s’insegnava la Scienza Sacra.
    V’era così un aspetto esoterico, interno e interdetto alle folle ed uno essoterico.
    Meta di ogni iniziato, ancora dopo l’età faraonica, nel IV-V secolo d.C. nei templi egizi di Alessandria, convertiti in Scuole, si trasmetteva la sapienza. E anche qui v’era un insegnamento pubblico ed uno aperto a pochi.
    Ad esempio da qui partì la Gnosi di matrice eretica (da cui i Vangeli gnostici di cui si è parlato).

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Grazie Alef per aver riportato la notizia della nuova scoperta sui buchi neri che erogano energia oltre che assorbirla, come tutto ciò che vive.
    Stiamo seguendo gli sviluppi della scienza su questo argomento per tentare di coglierne eventuali significati analogici.
    Nell’articolo si dice che vogliono anche sperimentare gli effetti delle onde sonore attorcigliate a bassa frequenza sulle onde elettromagnetiche.
    Cosa molto difficile da comprendere.
    Ne sai qualcosa al proposito?

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    E’ bello partecipare ai tuoi nuovi positivi risultati, Rosalinda.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Di certo in questo ultimo periodo abbiamo potuto constatare quante necessità superflue abbiamo inserito nella nostra vita. Prima fra tutte, la cosiddetta socialità quale stile di vita, e nel peggiore dei casi i bagni di folla. Lo schema di Anima Critica è esemplificativo.
    Questo periodo è stato utile per aspettarci di più dall’interiorità, e riflettere e comprendere, ora o in seguito, perché alcune abitudini eccessive che riflettono nostre problematiche, risultano “dannose” e in opposizione alla nostra evoluzione.
    E’questa presa di coscienza che ci può far sentire un po’ più tesi verso l’integrazione, come scrive Wiwa.
    Chi ieri si è bagnato con l’acqua di S.Giovanni? l’ho fatta e ho ripensato con gioia alle volte che, almeno alcuni di noi, l’abbiamo preparata insieme. Come abbiamo fatto alle volte insieme la Zweur-ka, da ripetere nel 2023 o alcune sperimentazione dalle Lunazioni.
    Un saluto fraterno pensando al nostro percorso comune

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407
    in risposta a: Novilunio ed eclissi #23708

    Grazie Admin e grazie Maestro L. J. Aniel per i buoni consigli e per esserci sempre vicini nella vita e nel percorso ermetico.
    Buon solstizio

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Alle volte, caro Alef2006, sono proprio le situazioni di vita più difficili e inaspettate che ci aiutano a migliorare.
    Questo è successo e succede a tutti noi.
    Nei momenti di difficoltà è anche una questione di scelta: si fa ciò che serve, ciò che ha una finalità. Il resto non è necessario.
    Bella la disamina positiva di Ippogrifo del sito e della sezione forum.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Cara Buteo, ti comprendo.
    Ogni tanto arriva una notizia di un farmaco antinfiammatorio steroideo (come ora in Inghilterra) per i casi gravi, o altre, fra cui quella segnalata da Guglielmo Tell, per i casi meno gravi, e poi… silenzio.
    Se ne sentono tante ed è meglio rimanere il più possibile neutrali ed essere fiduciosi ma prudenti.
    La Scienza vuole i suoi tempi per le debite conferme e sperimentazioni.
    Il virus ci ha colti impreparati.
    Si parla ora per lo più di economia.
    Intanto la Natura fa e disfa secondo il suo volere.
    In tutto ciò mi auguro che si trovi una sostanza endogena che possa aiutare a sconfiggere questo virus.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Per quanto riguarda invece la crisi causata dalla pandemia che potrebbe preannunciare un miglioramento sul piano etico e della coscienza delle persone, mi pare una utopia. Pochi mesi non sono sufficienti a cambiare alcunché. Anzi al contrario … come alcuni di noi hanno scritto.
    Si ripropongono alcune reazioni già appartenute all’umanità nel passato. Leggevo, ad esempio, che anche nei confronti della Spagnola si pensò ad un complotto di qualcuno ai danni di altri. Sembra assurdo ma l’uomo non accetta di essere figlio della terra e delle forze cosmiche sì da subirne tutti gli effetti.
    Un aspetto positivo è stato il tempo concesso alla Natura per rigenerarsi dall’inquinamento … ma anche questo è durato poco.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Insisterei su quanto ha scritto m_rosa che si tratta anche di prendere coscienza del perché incorriamo spesso negli stessi errori. Cosa che non appare immediatamente perché sappiamo camuffare la verità in molti modi. Ma un po’ alla volta, avendo a cuore il nostro miglioramento sopra ogni ostacolo, la verità viene a galla e allora si può operare ancor più efficacemente con gli aiuti adeguati pratici ed orali della Schola ad un reale e definitivo superamento. Nosce Te Ipsum. Ma ci vuole costanza e tempo.
    Si è più volte detto, Apuleio scelse l’asino perchè è un animale molto testardo.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Un benvenuto anche da me, Nicolò. Credo che ciò che emerge da quanto hai riportato è in linea con la Tradizione ermetica. Ogni verità proveniente da una tradizione fissata nella scrittura, cosa necessaria a tramandare nel tempo certe antiche conoscenze, acquista valore per se stessi solo se diventa carne della propria carne, se diviene parte della propria esperienza e della propria interiorità. Quando cioè non è ripetuta pappagallescamente e secondo uno schema imitativo, ma è frutto della propria pratica sperimentale all’interno della Schola, e della Sua organizzazione gerarchica, come ha ben precisato Ippogrifo. Al di fuori di ciò non vi può essere conoscenza reale (quindi che ti trasforma) nel campo iniziatico o ermetico. Né nei passi, peraltro interessanti, da te riportati, mi pare, ci sia un rifiuto dell’Arte come veicolo di trasmissione ermetica.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407
    in risposta a: Le Dee Regali #23154

    Sempre sorprendente l’universo femminile e interessante il tema. Sembra che in Egitto il bello fosse legato al buono per formare il maat (armonia cosmica?). Tra le Regine Hatshepsut, Nefertiti e Cleopatra erano note per il fascino dei loro occhi allungati e dipinti.
    Una poesia della XIX dinastia recita:
    “Il tuo occhio così dipinto diventa più grande.
    Il tuo occhio contiene più amore quando mi guardi,
    Nel tuo occhio mi perdo come in un cielo incantato,
    nel tuo occhio si concentra il mio desiderio come una febbre,
    nel tuo occhio così grande c’è tutta la bellezza del tuo corpo e della tua anima”.
    Attraverso l’occhio si penetra in altri mondi, se Eros interviene e Venere consente.
    Ho sempre pensato che gli occhi truccati delle donne egizie assomigliassero a quelli dei gatti, ipnotici e magnetici.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Brani meravigliosi del M. Kremmerz. Parlare col Maestro Delegato Presente, quando possibile, o leggere ciò che scrive un Maestro Delegato è un lavacro, è come rinascere migliori, ed è nutrimento per l’animo che si riappacifica ed espande.
    Ieri sentivo in TV un virologo, di cui non ricordo il nome, che diceva: senza disprezzare tutti gli sforzi del mondo della scienza e della medicina tesi a trovare un rimedio e una cura al contagio, la storia della medicina ci prova che qualunque epidemia virale ha una sua curva, che dopo circa 70 gg. inizia a scendere, e questo, appunto, a prescindere da ciò che si cerca di fare. Non so se è così ma mi pare in linea con ciò che accade oggi.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 407

    Saprete, alef, angelo e m_rosa, e concorderete sul fatto che scelte uguali e comuni, anche dopo il covid, non saranno possibili. Dovrebbero cambiare le basi della nostra società. Ogni generazione ha vissuto eventi traumatici che i libri di storia ricordano. E ne siamo sempre usciti fuori. Ma non credo sia utile guardare alla società in genere. Noi possiamo esaminare la nostra vita e operare scelte che siano più in linea coi nostri studi e pratiche. m-rosa dice giustamente che già è difficile per noi miriamici. Ma forse non troppo. Perché abbiamo l’esempio dei Maestri e la coscienza di aver scelto una rotta verso l’Origine – l’ascesa verso l’UNO di cui scrive Angelo – che non segue strade affollate, né consuetudinarie. Faccio un esempio: potremmo avere meno l’affanno a fare mille cose, a seguire e confonderci con la corrente comune, a scegliere meglio con chi condividere il tempo. Potremmo accontentarci e non volere tutto. Questo si può cambiare nell’organizzazione delle nostre giornate e si può fare con mascherina e guanti se necessario. Sono idee, non esaustive, su cui si può discutere.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 404 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy