redmar

Home/Forum/redmar

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Buongiorno, segnalo che da oggi e fino al 9 Gennaio sarà aperta al pubblico ‘Inferno’, una spettacolare mostra dove si potranno ammirare circa 200 opere dal Medioevo all’oggi sull’iconografia dell’Inferno, appunto, nell’Arte.

    Tra i capolavori esposti spiccano il Giudizio Finale di Beato Angelico, la Voragine infernale di Sandro Botticelli, e il calco in gesso (nigredo/albedo) della Porte d’Enfer di Rodin, che include il famoso “Pensatore” oltre a circa 190 altre figure allegoriche raffigurate nella grande opera (circa 6 metri per quattro).
    L’opera impegnò Rodin per circa 37 anni dal 1880 fino alla morte, e rimase purtroppo incompiuta. Una delle otto fusioni poi realizzate postume, si può visitare virtualmente qui https://enfer.musee-rodin.fr/fr/home nel museo a lui intitolato.

    Tornando alla Mostra, come nelle intenzioni dei curatori si tratta di un omaggio al Sommo Poeta Dante Alighieri in occasione dei 700 anni dalla sua morte: 14 Settembre 1321.

    Il ritardo di un mesetto è probabilmente un ammiccamento turistico/commerciale al periodo di Halloween, non mi sovvengono per ora altre ricorrenze (non certo il 15 ottobre 1938)

    Così in proposito i curatori Jean Clair e Laura Bossi:

    “Per celebrare degnamente con una mostra d’arte il settimo centenario della morte di Dante Alighieri il tema dell’Inferno si è imposto come un’evidenza. Non solo perché rispetto alle altre cantiche è senza dubbio la straordinaria iconografia infernale ad aver maggiormente ispirato gli artisti, con un duraturo impatto sulla cultura visiva europea; ma anche per la sua attualità, in un mondo in cui la distruzione della natura, la crisi sociale e culturale ci inducono a riflettere sul destino dell’umanità e sulle cose ultime. Che sia espressa nei cupi avvertimenti di sofferenza eterna nelle miniature medievali, nell’incontro con un universo satanico fatto di tragedie terrene nell’arte rinascimentale e barocca, nei tormenti dell’anima raffigurati nelle tele romantiche e simboliste, o nelle moderne interpretazioni psichiatriche del mistero del Male, la credenza in un possibile traguardo di dannazione si è dimostrata straordinariamente persistente, esercitando di volta in volta terrore, pietà, fascino morboso o curiosità ‘scientifica'”.

    Ricordiamo come gli Inferi rappresentano anche per Dante la necessaria discesa interiore come inizio del percorso iniziatico (Visita Interiora Terrae) per uscire a Riveder le Stelle, che non a caso è il tema dell’ultima sala della mostra.

    Appuntamento quindi alle Scuderie del Quirinale per più dettagli, mentre per i più impressionabili ci sono sempre le Porte del Paradiso di Ghiberti un pò più a nord di fronte al Duomo di Firenze (copie al Battistero, originali nel Museo dell’Opera del Duomo)

    Buona giornata a tutti.

    redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Ciao a tutti, grazie per le risposte e i suggerimenti.
    Avevo intravisto alcuni richiami “mimetizzati” nello spettacolo ma forse esageravo 🙂
    In particolare il quadro astrale del 3 aprile e i laser puntati in alto con l’amplificazione dell’obelisco che se non erro punta verso Sirio sulla sua perpendicolare, e le spoglie delle mummie a terra come piattaforma di partenza/arrivo di questo ‘segnale’.
    Probabilmente la lettura commerciale è invece quella prevalente.
    E’ bello pensare che il marketing contemporaneo debba fare comunque i conti con una tradizione che nel caso Egiziano è più che rilevante.

    redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Buongiorno a tutti,
    il 3 Aprile scorso si è tenuta una insolita cerimonia al Cairo, denominata la Golden Parade.
    Nel corso di questa cerimonia le mummie di 22 antichi reali sono state traslate trionfalmente dal vecchio al nuovo Museo della Civiltà Egizia.
    La cerimonia è stata spettacolare e come detto insolita, soprattutto considerando che l’Egitto è un paese formalmente islamico.
    Invito le/gli iscritte/i alla visione del video (dei due link il primo è la versione ridotta) e a commentare soprattutto in merito al valore simbolico che questo avvenimento potrebbe suggerire. Anche la data dell’avvenimento potrebbe essere oggetto di approfondimento.

    Grazie a tutti per l’attenzione e i contributi.

    ecco i link:

    redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Buongiorno, ringrazio tutti per gli interessanti approfondimenti e auguro un Buon Equinozio di Primavera.

    redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Buonasera, ringrazio tutti per le interessanti integrazioni e gli spunti di riflessione.
    Mi permetto di aggiungere che sulla attendibilita’ dei dati epidemiologici provenienti un po’ da tutto il mondo ci sarebbe qualche interrogativo da porsi. Ricordo infatti come fin dai primi giorni in cui il nuovo “virus” si e’ presentato alle cronache, ci fossero rilevazioni report e statistiche sempre aggiornate, pronte e disponibili per autorita’ e mezzi di informazione quasi in tempo reale, il che a livello patico presuppone un apparato di rilevamento, elaborazione e di distribuzione delle informazioni di una consistenza e di una efficienza davvero impressionante.
    Concordo pienamente anche sul richiamo al dubbio Kremmerziano che l’oriente non sia esente da influssi occidentali.
    Saluto tutti unendomi all’auspicio di una armoniosa soluzione verso un riequilibrio al centro del cerchio.

    redmar
    Partecipante
    Post totali: 10

    Buonasera, ringrazio Admin, Tanaquilla, Mandragola e Kridom per i reply e le integrazioni.
    Accennavo ad un iniziale miglioramento che mi pare avvertire nella vita di tutti i giorni, rispetto all’anno appena trascorso in cui abbiamo dovuto confrontarci con situazioni piuttosto inconsuete.
    Rispetto a queste situazioni, peraltro non ancora risolte, abbiamo ora acquisito senz’altro piu’ consapevolezza, e questo mi sembra il modo corretto per procedere verso un percorso di miglioramento.
    Rispetto all’Oriente, gia’ presente nella nostra tradizione iniziatica ma forse non ancora nella quotidianita’, si stanno affacciando per noi ‘occidentali’ modelli gestionali e socioeconomici pratici di livello quotidiano, il forum di Davos appena concluso, visto in maniera neutrale, ne e’ un esempio.
    Senza entrare nel livello politico e volendo restare neutrali, penso che sia inevitabile doversi confrontare a livello pratico con le novita’ in arrivo cogliendo gli aspetti di miglioramento che potrebbero esserci e cercando di migliorare gli aspetti meno compatibili con la cultura occidentale, che peraltro non sembrano pochi.
    La speranza che vorrei trasmettere e’ per un miglioramento sia a Est, dove attualmente una economia piu’ forte penalizza diritti forse mai del tutto sviluppati, che a Ovest dove la crisi rappresentata fatalmente dal “”virus”” forse riesce a colpire di piu’ perche’ probabilmente ‘l’organismo’ che bersaglia e’ in questo momento piu’ debole.

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy