m_rosa

Home/Forum/m_rosa

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 541 a 555 (di 555 totali)
  • Autore
    Post
  • m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Riflettevo su come tutte le cose nostre, tutto ciò che il Kremmerz dice, e dopo di lui tutto ciò che i Maestri hanno detto e dicono, non è da intendersi mai in senso mistico, astratto o “spirituale”, ma ogni singolo concetto ha il suo corrispettivo nella realtà concreta. Mi riferisco qui, in particolare, alle ultime righe del post della Direzione. Veramente, a tutt’oggi, a riprova del filo ininterrotto che ci lega alle nostre origini, il Kons parla attraverso Chi è pronto e puro abbastanza per ospitarlo e dà responsi salutari per gli ammalati che si rivolgono alla Fratellanza. Certo, forse ci si è modernizzati un poco, non ci sono più le statue del Dio che ospitano il Sacerdote, ma è rimasto intatto nella sua grandezza il Sacerdote che ospita il Dio.
    Grazie maestro Iah-hel

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Grazie degli auguri, in questo periodo dell’anno ne abbiamo tutti particolarmente bisogno, la stanchezza si fa sentire e il desiderio di iniziare un Rito Rigenerativo come quello di Kons –Sin- Dar cresce di giorno in giorno.
    Non solo perché ci resetta da tutte le storture che in un anno si sono, volenti o nolenti, accumulate, per cui ci riallinea, potentemente, a quei ritmi naturali di cui si parlava ieri commentando la parola al Maestro, non solo perché ciò ci porta ad uno stato di equilibrio sia interiore che fisico che ci da come risultato il farci stare bene, non solo perché in tutto il periodo del rito, e per diverso tempo dopo, ci si sente così carichi che ogni stanchezza scompare, non solo perché il nostro cervello sembra lavorare a velocità raddoppiata e tante cose che non si sono capite in un anno, in un giorno anzi in un secondo si com-prendono, ma anche perché è un momento in cui ci viene data un’opportunità immensa, quella di venire in contatto concretamente, fisicamente, con le Intelligenze Divine che questo Rito richiama.
    Dunque accetto con tutto il cuore gli auguri della Direzione e li giro a tutti i Fratelli e le Sorelle che si accingono a iniziare le operazioni affinchè il Sole Bambino ci rigeneri tutti nel Bene e nella Luce e affinchè ciò che riceviamo lo ridoniamo

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Forse i problemi del sonno potrebbero essere legati a un disequilibrio con i ritmi naturali. La sintonizzazione con i ritmi della Natura, che sono poi collegati a quelli Universali, è un processo graduale, perché si tratta di riarmonizzare il proprio principio vitale rendendolo sintonico al principio Vitale dell’Universo. La Rituaria della nostra Schola è tesa proprio a sintonizzarci, rimodellandoci, a tali Ritmi Universali. Su questo argomento ricordo ai Fratelli e Sorelle di riguardare il Capitolo 3° delle Dispense.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    E’ proprio vero, oggi ciò che manca ai giovani è la progettualità. Ma d’altronde come si fa a fare progetti quando la dimensione del futuro è diventata un buco nero nel quale ci si perde?
    Non si hanno certezze, sembra che tutti i problemi debbano cadere sulle spalle delle nuove generazioni, ed allora non è più solo una questione di trovare il tempo, quanto piuttosto di trovare la forza, l’energia, il coraggio per guardare oltre il buio, per intraprendere un cammino di speranza. Il mio augurio e il mio desiderio è che le parole del Kremmerz, diffuse anche tramite questo blog, possano aiutare i giovani a riappropriarsi del loro futuro

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Kremmerz #8291

    Che anche il maschio abbia un proprio femminino che, per le scelte di dominanza che ha fatto nella storia, sia andato perduto, siamo d’accordo, che per ritrovarlo abbia un suo percorso che il Maestro Kremmerz ha indicato chiaramente, come per noi donne del resto, siamo d’accordo, ma credo che sia anche assolutamente necessario retrocedere da certe posizioni prevaricatorie e di potere per cambiare rotta. Ma d’altronde chi ha abbracciato la Via della Miriam, tutto questo l’ha messo già in conto!

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Un benvenuto a Miranda che, finalmente, si è decisa a postare. Quello che dici è tutto vero, anche se a volte gli ostacoli sul cammino sono veramente ardui e, come dici tu, ti viene da dire “cavolo non posso farcela”! E invece poi ce la fai sempre, sia perché le Gerarchie non ti lasciano precipitare e sia perché nel frattempo hai acquisito le tre doti importantissime di cui parla il Maestro: disinteresse – certezza – indifferenza, cioè, almeno parzialmente, hai imparato a ridurre il tuo ego, non agendo più per il tuo personale tornaconto, ma solo per il Bene, la certezza che non si è soli ma si sta agendo in un consesso di esseri votati al Bene, e , infine, a non lasciarci scoraggiare da tutti coloro che “non capiscono nulla e criticano tutto” ma anzi a farci una bella risata!

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Kremmerz #8289

    Anche se in ritardo rispetto a quando si è verificato l’evento che intendo segnalarvi, in un’epoca, soprattutto dove le notizie valgono solo se date in tempo reale e nel momento in cui escono sono già superate, vorrei comunque evidenziare, riagganciandomi al tema della donna ultimamente emerso sul nostro sito, un ospite della terza serata del festival di Sanremo Antony and the Johnsons che oltre ad aver cantato una bellissima canzone, ha anche rilasciato un’interversta che mi ha colpito e di cui riporto un piccolo brano.
    “La speranza per il futuro sta in un movimento che sta dentro noi stessi, dentro tutti noi e che ci porta verso il femminile. Penso che siano le donne che tengono le chiavi in mano per la sopravvivenza della nostra specie”.
    Questa è solo una frase ma nell’intervista dice molto di più. A me è sembrato di sentire un alito di speranza. Se qualcuno la vuole ascoltare per poi commentarla la trova facilmente su internet .

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Per unicorno“La Medicina Dei è la panacea universale, un po’ ricetta universale per i farmacisti della fine dei secoli: fede nella Grande Intelligenza ignorata, manifestazione della potestà creativa di dio, magnetismo di amore a grande dose e grande umiltà. Mercurio, Ermete, Serapide, Kons, lo Spirito Santo o gli spiriti dei nostri antenati pronunziano il Verbum, il paziente lo accoglie e la resurrezione della carne mortificata s’inizia e il portento è visibile. Tutto il resto è accompagnamento orchestrale; dove il verbum è accolto non occorre opera terrestre, né piante, né minerali, né estratti glandolari, niente. E’ il dio, il Grande Dio che viene nella corrente di amore e sana.”

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Comunicazioni flash #7918

    Se la semina è stata buona i frutti non mancheranno, e così è, è stato e sarà,
    mentre per chi semina vento ci sarà solo tempesta. La legge di Natura è inesorabile, per fortuna! Saluti a tutti.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Anche io non trovo affatto sconvolgente il filtro della “moderazione” inserito nel blog.
    Forse perché oggi sembra sempre esserci tutto dovuto, e per il solo fatto di avere due occhi, due orecchie, una bocca e un encefalo, crediamo di poter dire tutto ciò che ci viene in mente, sempre, in ogni momento, in ogni circostanza, (i tuttologi impazzano). Ed è così fin dalle più giovani età, una volta si diceva ai bambini “stai zitto e ascolta gli adulti” oggi si dice agli adulti “fate silenzo, il bimbo/a vuol parlare”. Non voglio certo propugnare un anacronistico ritorno al passato, ma il giusto riflettere prima di parlare, e il non parlare a vanvera (cosa che purtroppo, avviene su troppi forum), si. E in questo senso mi trovo completamente d’accordo con la Direzione per questa nuova modalità di pubblicazione dei post.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Credo che per nessuna generazione, in nessun tempo, la soluzione, la meta, si potessero raggiungere con un “click”. Il problema però, come giustamente dice cingallegra, è che oggi la generazione “usa e getta” non ha pazienza di aspettare; d’altronde il lavoro è lungo e duro: dissoda il terreno, puliscilo dagli elementi estranei o negativi, semina, aspetta la primavera, vedi poi quello che nasce, cura le piantine, aspetta il frutto, raccogli, utilizza nel modo migliore, senza sprecare (impara a riutilizzare tutte le parti, gli scarti concimano la terra) e quando le scorte sono finite, perché finiscono, ricomincia da capo. Questa è la strada, lunga, faticosa, ma che meraviglia i frutti!
    Certo se non si ha pazienza, se si vuole tutto subito, ci si può accontentare di qualche surrogato, qualcosa fatto da altri, che si compra già pronto alla bisogna e che ci si illude che sia quello che vogliamo.
    Ma il buon senso italico del nostro Maestro ci riporta alla realtà dei fatti:
    “Che l’alato Mercurio parli da dotto in un dotto o percepisca la verità in un tipo progredito, è cosa che non si ribella alle leggi progressive della intelligenza umana, ma che faccia cantare come Omero un mercante di merluzzo, è un non senso che solo la fede religiosa può passare tra le verità dell’assurdo.”

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: S.P.H.C.I. #8331

    Cara mara, mi sembra che tu ti sia risposta da sola, un Maestro e Delegato Generale Donna ci preserva da tutto questo. Solo una donna che sia venuta a contatto con la propria natura più profonda, dunque più sintona alla Natura, dunque più in armonia con il Principio Unico, può, proprio in virtù di tale sintonia, vivere e operare in concordanza con tali Leggi e più efficacemente lottare contro l’aridità, il dogmatismo, la gerarchia piramidale, le lotte per il potere, e tanto altro ancora, purtroppo!

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Eventi e Segnalazioni #6580

    Vorrei segnalare, agli amici del sito, una mostra attualmente presente alla Pinacoteca di Brera di Milano che, dalla recensione apparsa sul “Sole 24 ore” domenica scorsa, sembrerebbe molto interessante. Si tratta dell’esposizione dei tarocchi provenienti dalla famiglia Sola Busca ed ora appartenenti allo Stato Italiano. L’insieme comprende 78 carte, è il mazzo più completo di quelli di età rinascimentale ed inoltre è miniato. Le carte, almeno l’ideazione ed una prima stesura, si fanno risalire al pittore fiorentino di nascita e marchigiano d’elezione, Nicola di maestro Antonio della fine del 400. Vi trascrivo la frase dell’articolo in questione che ha sollecitato il mio interesse “è immediato cogliere il divario che intercorre tra l’opera sacra e la misteriosa torma ermetico-alchemica che abita il mazzo”. Se qualcuno ha modo di visitarla ci faccia sapere.

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Terapeutica #8428

    Per coloro che ricercano una spiegazione scientifica alla possibilità di cure a distanza.
    Finalmente oggi c’è un nuovo filone di scienze nuove che indagano sulle effettive, reali e concrete possibilità di cure a distanza e fenomeni simili. Certo la scienza ufficiale, specie quella più asservita agli apparati di potere economici, mantiene ancora le distanze, e d’altronde come potrebbero mai accettare, le case farmaceutiche, che nel processo di guarigione dell’individuo possano anche non essere necessari i farmaci? Mi riferisco agli ultimi studi della Nuova Medicina in Russia e della Nuova Biologia in America che, per noi, studiosi e praticanti della medicina ermetica del Kremmerz, nuovi non sono. Mi riferisco ad esempio a quelle scoperte, di cui si è già parlato nel nostro blog, per cui il 90% del DNA umano, quello considerato dai ricercatori “ufficiali” “DNA rottame”, in verità serve come magazzino di informazioni e per una sorta di “ipercomunicazione” (e anche di questo se ne è parlato in uno dei nostri seminari!). Sembra che tali scienziati abbiamo provato, sperimentalmente, che la frequenza del DNA e di conseguenza l’informazione genetica stessa, siano influenzabili e modificabili dalle frequenze sonore purchè si utilizzino frequenze appropriate. Il Kremmerz più e più volte ci ha detto che il nostro corpo si può riprogrammare e sanare attraverso una tecnica operativa ben precisa che gli iscritti fin dai primi gradi mettono in pratica. Oggi, finalmente, le ultime innovative scoperte scientifiche Gli danno ragione quando affermano che usando nella giusta maniera parole, linguaggio e pensiero si possa cambiare noi stessi e sanare eventuali guasti. Speriamo che tempi migliori arrivino in fretta!

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558
    in risposta a: Kremmerz #8281

    Kremmerz fa parte di un filo ininterrotto di uomini che in ogni tempo e in ogni epoca storica hanno perseguito la Conoscenza come forma di comprensione tutta umana di ciò che l’umano travalica. È tra quelli che hanno creduto e dimostrato a se stessi, che esiste la possibilità di alzare il velo all’Iside, di conoscere la legge per la quale l’Universo è.
    Ultimamente mi sono imbattuta in un libro che in più di un punto mi ha fortemente emozionato proprio perché vi ho ritrovato molti riscontri col pensiero del nostro Maestro.
    Il libro in questione illustra, anche se inserito in un contesto romanzato, il pensiero di Spinoza, il filosofo ebreo vissuto in Olanda nel 17°secolo.
    Per Spinoza Dio è l’equivalente della natura, non è il Dio delle religioni ma è il Dio universale della ragione. Vede il cosmo come regolato da una serie di cause concatenate che seguono una legge matematica e più l’uomo si avvicina alla comprensione di questa legge più diventa libero. Per avvicinarsi a tale comprensione deve mettere da parte il suo ego, guardare l’esistente da una prospettiva più ampia, solo in questo modo potrà cessare di percepire i confini tra se e gli altri, e percepirsi come parte di un tutto.
    Chiunque conosca un poco il Kremmerz o anche solo leggendo l’ultimo articolo della “Parola al Maestro” non può non ravvisare, tra i due Autori, concetti molto vicini e d’altronde lo stesso Maestro ci dice che “gli autori dei grandi rinnovamenti…non sono che nomi di idee…che il mondo delle cause incarna in un uomo, con la missione di compiere la volontà divina in terra.”
    Pensando poi a come Spinoza, proprio per la sua libertà di pensiero e per il rifiuto di qualsiasi dogma religioso, fu scomunicato dai rabbini della sua stessa comunità e come il Kremmerz, ancora oggi venga dileggiato, mi viene da riflettere su quanto un pensiero libero che non riconosce padroni, se non nella Legge di Giustizia, faccia ancora tanta, tanta paura.

Stai visualizzando 15 post - dal 541 a 555 (di 555 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy