m_rosa

Home/Forum/m_rosa

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 97 totali)
  • Autore
    Articoli
  • m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Quanti begli interventi in questi ultimi giorni!
    Dal nuovo trhed del Maestro Aniel, ai molti post del vivacissimo “Ecce QUAM bonum…” che ci ha riportato,tra l’altro, due amici che avevamo un po’ perso di vista ultimamente, ben ritrovati Cerere e Cozza! Questa mattina sul pullman guardavo il video e ridevo da sola come una matta!!! Ho iniziato veramente bene la giornata, mi sono riconosciuta nel vecchio sistema educativo dove i figli dovevano stare al loro posto, dove gli adulti erano adulti, dove si cedeva il posto sui mezzi pubblici, ecc.ecc. Bisogna riconoscere, però, che non era quella la Panacea Universale come non lo è la tendenza odierna di porre i bambini su un piedistallo circondati da un cordone protettivo che spesso sconfina nel tentativo di forgiarli secondo uno stereotipo precostituito, dai tempi, dalle mode, dagli “interessi”, e così via. La difficoltà maggiore è, come rilevava Cozza, trovare l’equilibrio tra il dare e il togliere, tenendo conto del momento e della necessità ma soprattutto ricordarsi sempre, come il Maestro Kremmerz indicava nella Pragmatica Fondamentale, che l’essere che ci sta davanti non è una nostro attributo, ma è un’anima antica che sta riemergendo, cercando di adattarsi alla nuova realtà nel modo migliore, secondo le sue possibilità. Ed anche in questo l’essere miriamici aiuta!

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Proprio pochi giorni fa mi sono trovata a ricordare ad una sorella, che all’epoca non era ancora iscritta, le parole del maestro Harael quando, riferendosi agli iscritti alla Fratellanza diceva “noi qui ci siamo già tutti stati”. Questo senso di condivisione dell’Idea e di Fratellanza vera e profonda che ci unisce tutti, ritorna intatta nelle parole dei nostri attuali amati Maestri. Grazie!

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    A volte accade che, per la Scienza il nuovo non sia il futuro, ma il passato; trovo che anche questa sia una buona cosa: esplorare i saperi misconosciuti e/o derisi del passato per cercare di scoprirne il significato e il senso più nascosto. Purtroppo però, lo sguardo aperto e privo di pregiudizi non è proprio la caratteristica peculiare dei nostri scienziati, almeno di molti. Vengo al dunque, proprio oggi sulla Stampa ho letto il seguente articolo che vado a riassumere: è stato organizzato presso il Politecnico di Milano un convegno internazionale su l’agricoltura biodinamica e uno degli interventi riguarderà la disamina di un’antica pratica agricola utilizzata per rendere fertile il terreno che consiste nel “sotterrare un corno proveniente da una vacca che abbia partorito almeno una volta, dopo averlo riempito di letame di vacca, e lasciarlo fermentare durante l’inverno” ebbene questa cosa ha scatenato le ire di una scienziata e Senatrice a vita che così si è espressa “Il Politecnico ha scelto di avallare con il proprio nome e la propria sede, tra la costernazione di larga parte della comunità degli studiosi, una pratica che sconfina nell’esoterismo e nella stregoneria”. Mi rendo conto che forse una risata è il modo migliore per sconfessare chi rifiuta il confronto e ragiona per preconcetti, ma devo dire che le parole di questa signora mi indignano non poco, non solo per l’ignoranza nell’uso dei termini, ma per il fatto che l’Inquisizione è stata sconfitta e sepolta dalla Storia e nessuno dovrebbe riportare in vita i fantasmi.

    • Questa risposta è stata modificata 5 giorni, 12 ore fa da  m_rosa.
    • Questa risposta è stata modificata 5 giorni, 12 ore fa da  m_rosa.
    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Tanto per ridere un po’ sulle difficoltà che si incontrano nel proporre la medicina ermetica disinteressata e gratuita in questo nostro mondo scettico e mercificato
    Una volta, dopo che avevo tentato di spiegare l’idea e il funzionamento della terapeutica ermetica, l’interlocutrice, in quel caso, mi fa: “sai, con i nostri stipendi non posso permettermi molto, per caso queste cure sono mutuabili?”

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Come procederebbero meglio e più infretta le cose se le menti umane fossero più libere da pregiudizi, piu aperte a considerare le cose da più e diversi punti di vista fossero più disponibili ad accettare, quantomeno a prendere in considerazione e valutare saperi magari meno convenzionali ma non per questo meno importanti. Non vorrei sembrare campanilista, ma, la nostra tradizione in quanto a conoscenze ne avrebbe da insegnare a qualunque serio ricercatore che avesse un po’ di coraggio nell’ampliare il suo orizzonte mentale

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Quanto son vere le tue parole, ondina! Anche la mia esperienza mi dice che l’attivarsi, sul sito, nei lavori, nella terapeutica, porta, oltre a una maggiore lucidità mentale, anche uno stato di maggiore benessere, e sono anche d’accordo sul fatto che oltre ad aspirare ad avere la Luce per fare le scelte giuste dobbiamo anche avere la Forza di perseguirle. Ma, per fortuna siamo aiutati!

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    E proprio vero quello che dici, Bell, anche io, come tutti noi credo, ho avuto modo di constatare come sul nostro sito, che è poi un’espressione concreta della Miriam, una delle molteplici manifestazioni, le cose circolino prima di quanto avvenga nel mondo profano. A volte neppure ce ne rendiamo conto. Ringrazio di cuore tutti voi fratelli, che ci aiutate a capire
    Buona giornata a tutti

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97
    in risposta a: Eventi e Segnalazioni #13104

    È vero, Mara, anche se l’articolo non si comprende appieno (parlo per me!) riecheggia di contenuti che non sono nuovi. Il concetto, ad esempio, (come facevi notare tu) dell’importanza dello strumento fisico -il corpo- per permettere la manifesta della coscienza intesa come attributo o proprietà alta dell’uomo, collegato a un piano di esistenza che comprende il tutti gli esseri.
    E ancora, come non collegare il nostro piano astrale a quella che viene definita la “banca di memoria strategica” che comprende il contenuto di tutte le anime e che “potrebbe essere scaricata da chiunque possegga la tecnica per farlo”? Come pure il Materialismo Sacro del Kremmerz, con la sua materia intelligente, all’affermazione “la materia priva di coscienza o di un programma che la guidi, sarebbe un assoluto non-senso”
    Mi ha inoltre colpito il fatto che uno scienziato riconosca o intuisca che forse certe chiavi per conoscere e integrare ciò che non vediamo con ciò che vediamo, la fisica tradizionale con quella quantistica, esistono e sono patrimonio di certe tradizioni sapienziali.
    …un passo alla volta…

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    È bello constatare come il concerto che abbiamo ascoltato all’Agape e che ci ha così tanto emozionati, stia perseguendo la finalità per la quale è stato ideato: avvicinare chi l’ascolta a una dimensione di Armonia, Luce, Bene, (e quindi, diremo noi miriamici, terapeutica). Grazie per la segnalazione Guglielmo tell!

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Mi fa piacere constatare come, il nostro evolverci, ci porta tutti ad una visione sempre più unitaria del concetto di terapeutica, convergente, in ultima analisi con il nostro quotidiano sforzarci per cercare di mantenere l’equilibrio su quel percorso che, non dimentichiamolo, abbiamo liberamente intrapreso, di “Reintegrazione completa” di cui parlava Il Kremmerz e che Catulla ricordava. Terapeutica dunque, come mezzo per raggiungere le stato di equilibrio coincidente con la finalità assoluta di Bene, di Salute e di Luce . Per capire meglio come Essa sia mezzo e fine, forma e sostanza del nostro cammino evolutivo, non dobbiamo confonderla con il profano concetto di curare, ma, piuttosto, con il “prendersi cura”, l’ “aver cura”, di se’, di altri, di tutti gli esseri viventi che, sofferenti, troviamo sul nostro cammino e che in qualche modo chiedono aiuto.
    Nel prendersi cura c’è il volere che l’ammalato guarisca ma c’è anche un Amore illimitato verso quell’essere, chiunque esso sia, granello di vita su questa terra. Ed è in questo Amore che si palesa in tutta la sua potenza, la finalità terapeutica della Miriam

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Ti ringrazio davvero tutto cuore Bell, oltre che per le interessantissime cose che spieghi così bene sulle nuove ( si fa per dire!!!) frontiere della medicina, anche per averci ricordato come l’affidarci alla guida e all’aiuto delle Superiori Gerarchie ci aiuti a districarci nei garbugli in cui spesso ci troviamo. Queste, senza mai offrire soluzioni pronte ma sempre e solo quell’aiuto necessario che ci permette di trovare il bandolo della matassa, ci permettono di ampliare la nostra visuale , sia dentro che fuori di noi, e uscire dalla confusione per approdare a nuova e maggiore consapevolezza. Anche io, come te, ringrazio i nostri Maestri indispensabili guide nel cammino

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97
    in risposta a: Novilunio ed eclissi #12947

    Ringrazio anche io per l’augurio e, oltre alle indicazioni astrali, di cui confesso, per crassa ignoranza, di non capirne bene le implicazioni pratiche, quello che invece capisco è il richiamarci a riflettere sulla ciclicità del tempo, di questo suo fluire ellittico intorno a due fuochi di cui nessuno dei due scompare mai, semplicemente siamo ora più vicini all’uno, ora all’altro e questo ci aiuta a vivere meglio la nostra vita, basta ricordarsi sempre, nel bene come nel male, che nulla è definitivo e che questo processo di mutazione, specie per noi miriamici, è evolutivo. Ecco, mi viene in mente che se non avessi potuto esprimere a parole questo mio pensiero, avrei potuto disegnare una Elicoide! E qui si potrebbe aprire una discussione sul valore dei simboli…

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Se ho ben capito, gli astrociti reattivi sono attori nel processo di guarigione e proprio poco tempo fa Bell ci parlava di queste particolari cellule. Bene, mi sembra proprio che siamo in presenza di un riscontro diretto, lineare e semplice, di come determinate forme (in particolare quelle su cui stiamo indagando in questo periodo) siano indissolubilmente legate al concetto di Salute

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Come ha ben specificato il Maestro L.J.Aniel i nostri strumenti rituali hanno valore in quanto provengono direttamente dal cuore della Tradizione Ortodossa, il loro uso porta a raggiunge il fine al quale sono stati deputati purché chi li adopera abbia sposato la medesima finalità e dunque riconosca e “senta” e aspiri a diventare sempre più un tutt’uno con la Miriam Suprema che attraverso la Delegazione Generale, i suoi Maestri e la Pragmatica Fondamentale che la calano nella concretezza del vivere, arriva alla nostra portata.
    Mi viene di immaginare la Miriam come un grande fiume di acque limpide, fresche, pulite, in grado di accogliere tutti gli affluenti che in quelle acque vogliono disperdersi per purificarsi e rinascere. Pensare di rimanere se stessi, con la propria acqua sporca, è eticamente e scientificamente impossibile, dunque chi non si sente in sintonia, chi non ha il coraggio di tuffarsi, o chi ha la malafede nell’animo, può proseguire per la sua strada come un rivolo che non viene alimentato da nulla, ne’ ghiacciaio ne falda acquifera…

    • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 3 settimane fa da  m_rosa.
    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 97

    Leggevo ultimamente che molti nomi relativi a monti, laghi, valli, nel territorio italiano, furono artatamente imposti dal clero per scoraggiare la frequentazione di luoghi “non graditi” in quanto, in passato, sedi di culti pagani. Se così è, sarebbe interessante seguire i nomi “paurosi” per avere una mappe dei luoghi, o ex luoghi magici sparsi sul nostro territorio. Sulle Alpi Marittime ad esempio c’è il monte Cappelletti diventato cima del Diavolo, oppure la valle dell’Infernetto che in passato si chiamava, se ho capito bene, Valle Corbera. Lo stesso uso di toponimi simili lo abbiamo riscontrato anche nella zona dei Sibillini con le gole dell’Infernaccio e il lago di Pilato, chissà in quanti altri posti sono presenti tali nomi emblematici!?

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 97 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy