catulla2008

Home/Forum/catulla2008

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 146 totali)
  • Autore
    Articoli
  • catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Leggo le parole di Admin e mi tornano in mente le Metamorfosi di Ovidio dove il guerriero Croco, mortale, si innamora della ninfa Smilace, immortale. Secondo il mito, grazie all’intervento degli Dei, Croco divenne la pianta dello zafferano e Smilace la pianta della salsapariglia, il rampicante delle Baccanti. Croco da allora porta in sé i colori della ninfa amata.
    Ma a guardare bene questo ‘suggerimento’ c’è molto di più. Anzi, c’è una stratificazione di informazioni che prende tutto il territorio del nostro Belpaese!

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    È possibile che sottovalutiamo il ruolo giocato dalla posizione del sistema solare in rapporto alla sua galassia; del resto i confini temporali delle nostre osservazioni sono talmente infimi in rapporto all’età di una stella o di una galassia che sarebbe come chiedere a una mosca la sua opinione circa l’età dell’uomo: semplicemente NON può concepirla.
    Ciò detto, mi ha incuriosito l’osservazione fatta per radio circa un contesto per così dire ‘interno’. La congiunzione Giove Saturno che si sta verificando ora è poco frequente e assimilabile a quanto accaduto negli anni ’60 del ‘900. Gli astrologi – che evidenziano come gli astri dispongano e predispongano – notavano un parallelismo tra i movimenti di massa di allora e di oggi, con un colore dato dalla regione celeste in cui tali pianeti si congiungono ogni 60 anni.
    Di là dalle verità più o meno scientifiche e/o dimostrate, tali prospettive hanno sicuramente un pregio: ricondurre l’essere umano alla sua concreta dimensione, con buona pace dell’assolutismo.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Come mi è sovente capitato di constatare, la S.P.H.C.I. rispecchia le scoperte del tempo in cui si vive e talora addirittura le precorre. Non aveva fatto eccezione Masaru Emoto di cui si era molto parlato anche in ragione dell’uso che l’omeopatia aveva fatto delle sue scoperte. Altrettanto si era riflettuto sul detto “ECCE QUAM BONUM… ” che identifica un modo di essere oltre che un thread di questo sito.
    Comunque è vero: a seconda del grado di coscienza le evidenze, le scoperte, i concetti, fioriscono diversamente in noi arrivando perfino a sembrarci nuovi.
    E in effetti lo sono: la spira elicoidale che trasla l’asse della consapevolezza ci porta al punto in cui già siamo stati ma da una prospettiva più alta e – alla lettera – più intelligente.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Questa ragazza, come lei stessa ha reso pubblico, è affetta dalla sindrome di Asperger, disturbo dello spettro autistico che comporta – fra gli altri sintomi – verbosità unilaterale e alterazioni nei comportamenti non verbali (es. postura, espressioni facciali, ecc.).
    Ciò detto, forse ci sarebbe da interrogarsi sul perché una ragazzina, per di più con una patologia evidente, abbia dovuto/ potuto assumere su di sé l’onere/l’onore di rivendicare l’attenzione sul comportamento invasivo e autodistruttivo dell’attuale umana specie…

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Ieri 520 anni fa moriva Marsilio Ficino. Diceva quanto si afferma anche nella nostra Schola, a conferma che la Tradizione è UNA: “l’anima è la copula del mondo ché raccoglie la forza delle cose superiori e di quelle inferiori”.
    In effetti è vero: all’acqua si attacca tutto tant’è che con l’acqua puliamo ogni cosa.
    Allora, se il corpo umano è fatto di acqua (94% da embrione, 40% da centenario) quante cose raccogliamo? di quante cose ci rendiamo latori?
    Il filosofo di Valdarno che tradusse Orfeo e il Corpus Hermeticum vedeva nei simboli un linguaggio universale: dall’acqua nasce la dea dell’Amore.
    Perché?

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Quanto scritto da Tanaquilla in merito alle tradizioni popolari mi ha ricordato la sinossi di un testo che mi ha molto colpito dell’autrice Michela Murgia e che mi sono ripromessa di comprare attratta dal contenuto. Si chiama “Accabadora” e riporta la descrizione di una figura tanto comune quanto millenaria (pare…) in Sardegna, portatrice di vita e di morte poiché da un canto levatrice ma – appunto – dall’altro ‘accabadora’, cioè strumento di morte pietosa qualora non vi sia più nulla da fare per lenire le sofferenze del moribondo.
    Va anche detto che questa figura risalta in modo particolare sullo sfondo della cronaca odierna in cui molto si va parlando di vita e di morte e del diritto all’una e/o all’altra. Mi sono riproposta quindi di approfondire la conoscenza di “Tzia Bonaria Urrai che cuce gli abiti e conforta gli animi, conosce i sortilegi e le fatture”. Questa Accabadora intrigante mi pare rifletta una concezione primigenia della Natura quasi in uno con i suoi ritmi e i suoi cicli e con un sentimento arcaico verso la funzione del femminino.
    Bah, vedremo. Cercherò di procurarmi il libro.
    A tutti, buon pomeriggio!

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Equinozio d’autunno, ricordi a fiotti di quando una parola di augurio e di bene giungeva immancabile a rischiarare il buio in aumento. Abbiamo avuto tanto, ricevuto cure come piantine in un vivaio, e ora tocca a noi rinnovare intorno – e non solo nella memoria – quell’impulso di Amore cui attingiamo ogni giorno, ogni mese, ogni estate.
    Dunque Buon Equinozio a Tutti/Tutte!
    Volersi bene può essere facile.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    La Miriam in azione è come un coro. Ne fai parte e ti alleni per fare sempre meglio, ma quello che ti torna nelle orecchie è la potenza delle voci unite, dove non riesci (né avrebbe senso farlo) a distinguere la tua. La forza del suono è unica e modulata secondo la direzione data dal Maestro, in un canto che è tutto per chi lo chiede, serenata che pungola e rasserena, sferza e lenisce, equilibra sempre. In quei momenti, sia che tu sia nel coro o che tu sia il destinatario della musica, intendi che significa HABITARE FRATRES IN UNUM. E sogni un coro sempre più grande e una musica che contagi di Bene e di Luce ogni anfratto di terra, fuori e dentro di Te…

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Guardandomi in giro, ascoltando, vivendo, mi rendo conto sempre più che ognuno corre verso il soddisfacimento del proprio bisogno, spesso inciampando o facendisi male da solo come bambini.
    Anche la sete di conoscenza è un bisogno, e più bevi più ti senti piccolo di fronte all’immensità.
    E davanti all’esempio fattivo e silenzioso dei Maestri, comprendi che il tuo modo di abbracciare il mare è immergerti e nuotare. E farti abbracciare.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Questa sera, guardando il cielo, si potranno vedere le stelle cadenti. Ogni scia luminosa potrà legarsi a un desiderio …
    Tante volte ho espresso i miei col naso all’insu o addirittura sdraiata a guardare la volta blu scuro trapunta di soli.
    Tante volte.
    E non solo io.
    Ecco che guardando indietro vedo che diversi desideri si sono avverati, ma… È stato un bene? È stato un male? E quando il desiderio altrui si è cozzato con il mio?
    Stasera guarderò la volta blu scuro trapunta di stelle. E se ne vedrò cadere una chiederò solo il BENE della mia vita e della mia anima: dopo di che, faccia lei.
    Dopotutto, la Luce, saprà pure cosa e come fare.
    Buonanotte a tutti i naviganti.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Per tutti coloro che si trovassero a passare per Torino al 5 agosto alle 20:30 segnalo ” La magia nei testi funerari dell’Antico Egitto:la formula per vivificare gli Ushabti” conferenza col Direttore del Museo.
    Inoltre, al 24 e 25 agosto, “Il potere magico degli amuleti egizi”.
    Purtroppo a me non è possibile andarci ma promettono di essere molto interessanti.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Mi sono trovata qualche giorno fa ad assistere a un film più stupido che orrendo sull’antico Egitto e ammetto di aver provato un moto di repulsione per tanta ignorante irriverenza…che è la stessa con cui poi si approcciano “fisicamente” le mummie.
    Detto ciò, re e regine dell’Antico Regno – a mio parere – come farfalle dalla crisalide hanno ormai abbandonato le proprie bende ai musei, con buona pace delle attuali forme del sacro che probabilmente non hanno sentore di quanto oltre e quanto avanti fosse la scienza sacerdotale legata al Nilo.
    Come sempre, la Luce resta inafferrabile a chiunque allunghi le mani, mentre la Tradizione orodossa fila ininterrotta anche quando la società degrada senza più rispetto né coscienza della vita e della morte.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Anche riproposto in questo sito

    è l’aforisma ermetico citato da Kremmerz come antico rompicapo degli alchimisti del secolo XVII: “la vita comanda alla vita”. Così come credo anch’io, sulla scorta di parecchie esperienze simili a quella riportata da Buteo, esiste un principio vitale che genera la vita in tutta la materia, e che la nutre, la accresce e la rigenera.
    La Scienza Ermetica, suppongo non a caso detta anche ‘scienza sacra’, ne studia e applica le leggi secondo l’intelligenza dell’operatore. E da quando esiste una SCHOLA ITALICA in cui questa Scienza è confluita, attraverso l’operatore si esprime la Catena Orante nella sua unità. Va da sé che quanti più saremo a farci tramiti di questa Scienza tanto più si potrà dare risposta a coloro che, come Maria, di fronte allo squilibrio e al male cercano e si attivano e si adoperano, fiduciosi che la guarigione possa arrivare quando la mano aperta di Chi può incontra la mano tesa di Chi chiede.
    L’esempio di Maria è emblematico e infonde a sua volta coraggio e trasmette impulso a chiunque si sia adagiato sulle proprie magagne, anche meno gravi.
    Colgo l’occasione per segnalare che a Pisa la biologa molecolare Debora Angeloni dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna ha individuato nella proteina Mical2 l’alleata silenziosa che nutre i tumori: braccio destro del loro fattore di crescita è l’agente finora sconosciuto che si risveglia per alimentare i vasi sanguigni soggiogati dai tumori.
    http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2019/06/13/e-una-proteina-a-nutrire-i-tumori.-scoperta-tutta-italiana_79842b99-2042-450a-88b7-f465023e37bd.html
    Mi viene da considerare che – appunto – il principio vitale, che nutre ogni forma vivente, forme tumorali comprese, può anche distruggere, ma è la voglia di non arrendersi, anch’essa espressione dello stesso principio vitale, che nella medicina ci consegna ogni nuova scoperta tesa a riequilibrare l’unità, e nell’applicazione della Scienza Ermetica che la coadiuva, può portare il ‘miracolo’.

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148

    Da più parti si va confermando l’immunoterapia come mezzo massimamente efficace per debellare il cancro: anche secondo la Fondazione Veronesi “rafforzare il sistema immunitario e inibirne i freni affinché continui a debellare il carcinoma sini all’estinzione” pare essere la cura del futuro.
    In pratica, quello che sostiene la Medicina ermetica da sempre: “rafforzare il principio vitale”.
    E talvolta pare impossibile che i medici, tanti medici, non si mettano a sperimentarla, applicarla, testimoniarla PRO SALUTE POPULI come meriterebbe…!!!

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 148
    in risposta a: Notizie dal web #15922

    Corrado Augias “uno spermatozoo dentro c’è Napoleone”… Bah!
    Rocchetta Mattei prende gli ultimi 5 minuti di trasmissione.
    Volevo chiedere ai nostri medici, l’assunto che “l’elettromiopatia è l’avanguardia della moderna omeopatia” ha qualche fondamento di verità?
    Un abbraccio a tutti e grazie a Guglielmo Tell per il link

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 146 totali)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy