La Schola e la sua continuità

Home/Il Forum della Schola/La Schola e la sua continuità

Home Page Forum Il Forum della Schola La Schola e la sua continuità

Stai visualizzando 6 post - dal 46 a 51 (di 51 totali)
  • Autore
    Post
  • anima critica
    Partecipante
    Post totali: 29

    Riprendo l’argomento sulle comete sollevato da G_B, che mi ha stuzzicato un tantino.
    Senza dubbio, l’ipotesi che le comete si prestino alla trasmigrazione di anime terrestri verso altri mondi è suggestiva e, per certi versi, anche romantica. Tuttavia, alla luce delle conoscenze scientifiche di oggi essa appare poco verosimile e sarebbe poco efficiente anche per le stesse anime. Basta fare qualche piccolo calcolo. Proxima Centauri, la stella più vicina al nostro sistema planetario, dista 4.2 anni luce, ossia viaggiando alla velocità della luce (circa 300 mila chilometri al secondo) si impiegherebbero 4.2 anni per coprire la distanza che ci separa da quella stella e dai pianeti che eventualmente le orbitano intorno. Una cometa interstellare, che viaggia a una velocità intorno ai 150 mila chilometri all’ora impiegherebbe all’incirca 30 mila anni per coprire la distanza che separa il sistema solare da quello di Proxima Centauri, e cioè un periodo di tempo che va dall’apparizione dell’uomo di Cro-Magnon a oggi. Ripeto, tutto questo alla luce delle conoscenze attuali. E poi resta la domanda: quanto sono rilevanti 30 mila e più anni rispetto ai tempi cosmici e all’eternità della vita?
    Un saluto ai naviganti!

    Sal
    Partecipante
    Post totali: 23

    La vita è eterna? O certe volte si fa così lunga da sembrare eterna? E noi – che viviamo una sola esistenza e tante vite – cosa saremmo senza l’idea della morte che mette un paletto sicuro alla nostra tendenza a disperderci?
    Dobbiamo imparare, dobbiamo crescere, dobbiamo fare esperienza: se funziona da piccoli perché non da vecchi?
    A me diverte l’idea dei tanti semi di individui messi in aria come alla fermata del bus.
    La cometa passa e…via! A imparare altrove.
    Ma adesso che sucede se questa Atlas, che ora è alla pensilina della Costellazione Giraffa, si sbriciola prima di arrivare a maggio da noi? Quelli che aspettavano, su quale pullman di ghiaccio e polveri potranno salire?

    Vitriol
    Partecipante
    Post totali: 14

    Ho pensato ancora un po’ alla questione desideri.
    Non credo di vederli come un male in sé, certo come si diceva è giusto non desiderare quello che non si può avere, e secondo me è anche giusto non avere aspettative particolari sui risultati; o si rischierebbe di cadere in delusioni.
    Ma credo anche che quando il nostro desiderare rispetti quanto detto, allora potrebbe diventare sinonimo di aspirazione, un sentimento che ci preclude dall’immobilita e che diventa un canale dove indirizzare la volontà.
    Un esempio positivo del desiderare, potrebbe essere proprio il desiderio di migliorarsi e fare del bene.
    Voi cosa ne pensate a proposito?

    Buon pomeriggio a tutti i naviganti!

    ippogrifo11
    Moderatore
    Post totali: 140

    Caro Vitriol, se e quando il desiderio di migliorarsi si trasforma in volontà attiva e fattiva, allora si è sulla buona strada, perché si esce dalla dimensione delle aspirazioni e si fa capolino in quella delle realizzazioni.
    Buon pomeriggio a te e ai naviganti tutti.

    Vitriol
    Partecipante
    Post totali: 14

    Completamente d’accordo, l’aspirazione/desiderio è solo il motore, il primo passo, poi con la volontà e la comprensione bisogna portare tutto questo nella vita pratica; farla diventare carne. Solo in questo modo, comincia ad essere davvero qualcosa di reale.

    tulipano
    Partecipante
    Post totali: 58

    Pienamente d’accordo con te ippogrifo, oggi i miei desideri sono diversi da quelli di un po’ di tempo fa, egoistici e futili ed aggiungo che quei desideri che secondo una mia visione personale erano nel giusto, non solo non si sono verificati , ma ho avuto il contrario di ciò che avevo desiderato.Un abbraccio!

Stai visualizzando 6 post - dal 46 a 51 (di 51 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy