La Schola e la sua continuità

Home/Il Forum della Schola/La Schola e la sua continuità

Home Page Forum Il Forum della Schola La Schola e la sua continuità

Stai vedendo 6 articoli - dal 16 a 21 (di 21 totali)
  • Autore
    Articoli
  • garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 177

    I post dei Ns. Maestri stimolano sempre parecchie riflessioni. Dopo attenta lettura, mi viene in mente subito quanto a suo tempo letto nella prima Pietra Angolare dell’anno 1989, la quale, in una delle tante pietre miliari elargite ad ampio spettro, riportava integralmente la Circolare del Maestro Benno del 1947, con la quale il Maestro richiamava nell’alveo ortodosso, tutti i Fratelli ovunque residenti, in quanto essendo nuovamente presente in Sede il Consesso Garante della Continuità dell’Organismo Iniziatico, precisava, vado a memoria, che la traiettoria della Schola Ortodossa mai avrebbe presentato nel tempo, una qualche flessione, o meglio, indicava una traiettoria di cui non se ne poteva intravedere la curvatura. E tale massima, ha trovato tutte le conferme possibili ed immaginabili, in tutti gli atti ed i fatti che hanno sempre caratterizzato la Schola, e, se si concentra l’attenzione dagli anni ’80 in poi, si può veramente affermare che una volta di più è stata al passo con i tempi che cambiavano e continuano a cambiare rapidamente, ha utilizzato comunicazione e strumenti tecnologici adeguati e accessibili a tutti, ha fornito tutti gli elementi di confronto a chi, con spirito di indagine serio e senza pregiudizio, abbia voluto comprendere bene l’importanza fondamentale dell’Ortodossia, dell’impianto nodale costituito dalla Pragmatica, della necessità della Gerarchia Naturale indispensabile per correggere e/o confermare andamento e tappe del cammino di ognuno. Non posso che allinearmi perfettamente con Catulla, quando afferma “Così ho visto nell’opera del Maestro M.A.Iah-hel e così vedo negli atti e nei fatti dei Maestri che ho osservato”, e, naturalmente, di tutti quelli che hanno preceduto.
    In chiusura, è doveroso un sentito ringraziamento al Maestro M.A. Iah-Hel per quella prima pubblicazione della Pietra Angolare che tanto mi fece riflettere prima di decidere di confluire nella Schola Ortodossa, naturalmente un grazie ancora più grande per la recente pubblicazione del Volume 1° della Pietra Angolare Miriamica con ulteriori elementi oggettivanti quanto detto, e naturalmente un grazie ai Maestri L.J. Aniel e Jeliel per i molteplici spunti che offrono anche attraverso l’utilizzo del Sito.
    Una buona domenica a tutti (ma ho in serbo altri post che sono contento di condividere)!!!

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 119

    Proprio pochi giorni fa mi sono trovata a ricordare ad una sorella, che all’epoca non era ancora iscritta, le parole del maestro Harael quando, riferendosi agli iscritti alla Fratellanza diceva “noi qui ci siamo già tutti stati”. Questo senso di condivisione dell’Idea e di Fratellanza vera e profonda che ci unisce tutti, ritorna intatta nelle parole dei nostri attuali amati Maestri. Grazie!

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 112

    Penso alle parole dei nostri Maestri, alla loro testimonianza, all’anelito e alla certezza del futuro che infondono, un futuro radioso per la Schola e per tutti noi, nell’Ecce quam bonum et quam jucundum habitare fratres in unum…Benedetto sia questo Forum che accorcia tutte le distanze e ci avvicina così.
    Nelle parole di Jeliel PATTO mi richiama la PACE e nelle parole di J.L. Aniel il trigono di Marte e Venere mi richiama all’Amore e all’Armonia. Spero in ciò di non essere fuori rotta!
    A presto, grazie e una buona notte stellata…

    kridom
    Partecipante
    Post totali: 18

    Le parole del Maestro Jeliel e anche il post di m_rosa mi hanno fatto venire in mente un libro che lessi tempo fa, Turms l’Etrusco, di Mika Waltari. Come l’eroe protagonista del romanzo, un pò tutti noi nel ciclo delle reincarnazioni siamo richiamati a tornare in seno alla Miriam e il modo in cui ciò avviene dipende ovviamente da noi. La Miriam poi ci ri-conosce e ci rinnova nell’adesione al Patto.
    Mi riconnetto al post di garrulo1, auspicando che la Pietra Angolare Miriamica, di cui non vedo l’ora di leggere il secondo volume :-), possa aiutare tanti ricercatori e fare ulteriore chiarezza su vicende che sono state rese molto fumose da papassi e presunti detentori di chiavi d’Egitto.
    Grazie ai Maestri e alle Gerarchie che ci seguono sempre, anche se qualche volta forse non ce ne accorgiamo.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 35

    Carissimi, mi sono riletta tutti i post di questo Thread.
    Credo ci siano due modalità di lettura e di stimolo alla comprensione
    La modalità, quasi estempore, accende i lumi dell’intuizione e sollettica la penetrazione dei concetti; a volte sono cose già sentite, o conosciute, ma spesso rinforzano, chiariscono ancora; a volte sono concetti di completamento; a volte sono perle nuove di apprendimento, che lasciano incollati allo schermo nel leggere e rileggere e connettere, tanto prendono occhi e mente.
    Poi c è la modalità panoramica, che è quella che, inconsapevolmente, ho vissuto stasera; cioè, una ricompattazione di doni, notizie, risposte, interventi , piccoli (generalmente di ringraziamento) e di trasmissione immane, quello dei Maestri che intervengono; un accendersi di luci e fari, faretti e fasci, tutti abbracciati da un alone solare di un Amore caldo, che nell’insieme , mi fa capire che in questi anni qualcosa di meraviglioso sta avvenendo, siamo sempre più chiamati a venire fuori, a darci, ad essere. Chi ha la fortuna di stare in questo canale di luce, viene inevitabilmente preso e accompagnato nell’Unione di un’Unica Materia…
    Difficile sentirsi “diverso” nel senso migliore o anarchico, impossibile non togliere il lucchetto della timidezza e dell’egoismo affettivo, come dice il nostro video su You Tube : “si entra vestiti” e si esce “nudi”
    Un abbraccio

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 149

    Caro Maestro L.J.Aniel ti ringrazio di cuore per le tue parole. L’ idea che esista una continuità nella finalità di Bene è di grande conforto nel percorso ancora da compiere e che, chissà da quanto tempo, percorriamo, il quale conforto peraltro si traduce immediatamente in forza: la Forza dell’ Amore? Sarà per questo che Marte e Venere si sono avvicinati??!! Auguro a tutti noi di tradurre la continuità in coerenza nelle proprie vite e scelte, senza abiurare mai, come gli stessi Maestri di Miriam che “qui tornano”,fanno ogni giorno e aiutano a fare,come stelle polari per i naviganti sinceri di ogni tempo e latitudine! Un caro saluto a tutti

Stai vedendo 6 articoli - dal 16 a 21 (di 21 totali)
Rispondi a: La Schola e la sua continuità
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy