LA PIETRA ANGOLARE MIRIAMICA – Alle stampe il I Volume della Trilogia

Home/Il Forum della Schola/ELICOIDE: eventi segnalazioni e recensioni/LA PIETRA ANGOLARE MIRIAMICA – Alle stampe il I Volume della Trilogia

Home Page Forum Il Forum della Schola ELICOIDE: eventi segnalazioni e recensioni LA PIETRA ANGOLARE MIRIAMICA – Alle stampe il I Volume della Trilogia

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 61 totali)
  • Autore
    Articoli
  • admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Trovo interessante e straordinario che finalmente ci sia una testimonianza AUTENTICA e DOCUMENTALE del Grande Ordine Egiziano su cui tante polemiche e discussioni sono state spese (ultima ma non ultima certa parte dell’editoria di settore che ha pensato bene di alimentare il fumo per lanciare il proprio battage pubblicitario)
    Il punto è: se c’è una Tradizione Iniziatica, chi NON ne è depositario che ci sta a fare?
    Risposta::Chiacchiere.
    E l’annotazione a margine si ferma su quell’altro titolo di paragrafo “Il perché di un archivio avvolto nel mistero”….
    Già: perché?
    Attendiamo quindi di leggere una parola SERIA sull’argomento.
    Nel frattempo, grazie per la testimonianza e il lavoro a Chi se ne è fatto carico in pro della Verità.
    Original author: coralreef

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Leggendo l’Indice di questo Primo Volume mi ha colpito il Capitolo II della Seconda Parte dove sono menzionati i ‘contatti diretti’ con il Grande Ordine Egiziano, evidentemente in un’epoca conseguente alla Prima Guerra Mondiale. Di là dal periodo storico è però l’attributo ‘diretti’ che cattura l’attenzione e fa dedurre come il contatto con il G.O.E. non sia qualcosa di etereo, immateriale, sognante… come taluni hanno asserito o lasciato intuire, né che possa configurarsi nell’ambito di ciò che ‘si crede sia’ ‘si ipotizza’ o quant’altro del genere.
    Diretto significa DIRETTO.
    Contatto significa CONTATTO.
    Dunque Esseri fisicamente viventi e tangibili che veicolano una Tradizione e rendono la Fratellanza di Miriam quell’organismo recettore e recipiendario in complementarietà ad Altro Ordine…: Dispositore, Emanatore e Iniziatore.
    C’è poco da fare: anche le parole sono fatti quando, in semplicità, indicano ciò che E’.
    Spero quindi che questa preziosa testimonianza aiuti a dissipare una volta per tutte la confusa tenebra che è scesa su questo Gioiello di Luce e salute che è la Schola nella sua quadruplice funzione (Pragmatica Fondamentale Art. 1 – Scopo di questa Scuola è :
    1° Lo studio delle scienze che si occupano dei poteri non ancora ben conosciuti dell’organismo umano, animismo, attività mentale, chiaroveggenza, previsione, telepatia e tutti i fenomeni supernormali e spirituali.
    2° L’investigazione sui documenti classici, opere, memorie, scienze alchimiche e magiche,
    religioni, riti, tradizioni popolari, mitologie delle verità occultate dagli antichi o per ostruzionismo religioso o per regola settaria.
    3° L’affratellamento di tutti gli studiosi di buona volontà e l’allenamento alle pratiche per
    conquistare possibili attività dell’organismo mentale e psicofisico tali da spiegare col proprio controllo gli effetti e i fenomeni non comuni.
    4° L’applicazione di queste forze alla medicina, alla terapeutica e alla psicurgia e taumaturgia).
    Original author: filosobek

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 166

    Ho appreso la notizia della pubblicazione solo alla riunione accademiale ed è stato motivo di grande gioia alla stessa stregua della nascita di un bambino! Si dice che in Magia non si fa niente in anticipo o in ritardo ma esattamente quando si intende farlo….ed è proprio questo il caso di questa Opera Grandiosa che a mio parere è arrivata proprio nel momento giusto! Un libro può essere veicolo di tante cose e spesso sono utilizzati per vendere ognuno la propria idea ma questo libro parla anche di Noi, della nostra Storia in quanto Popolo di Miriam e fra i tanti che ci sono in giro….finalmente qualcosa in cui identificarsi e riconoscersi…..finalmente si parla dell ‘IDEA vivente e creativa di cui mi sono innamorata e che ha un nome …..si chiama MIRIAM! E quando la corrente sembrava così forte da trascinarti indietro…ecco che Qualcuno, in senso terapeutico, viene in soccorso e dice:” Non sei sola! Siamo in tanti a remare contro corrente”…Essi sono i miei Fratelli e Sorelle di tutti i tempi e le nostre Gerarchie Tutte! Questo Libro, con una copertina che mi ha ricordato una splendida gemma preziosa, è Musica, Luce, Vita, Salute….
    Un Grazie dal profondo del cuore al nostro Adorato Maestro M.A. Jahel!
    Un caro saluto a tutti

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Circa tre anni fa, il Maestro M.A.Jah-hel così auspicava: “accompagnati da Lucia, simbolo di Speranza nel Diritto all’ascenso, afferriamo dunque, come se fossero micro-semi da mettere a dimora, questi atomi di luce che Osiride, Sole occulto, ci porge nell’attimo fuggente e serbiamoli gelosamente come si confà per un dono che tanto è più prezioso, quanto più è raro e incommensurabile”.
    Oggi, nello stesso periodo dell’anno, il Maestro viene a porgerci questo primo volume della Pietra Angolare Miriamica: ed è come Pietra di Sole, con mille sfaccettature che vanno a richiamare le altre mille e mille che, quantomeno per noi iscritti, sono disponibili e preziose nel grigiore del turbinio quotidiano.
    Chissà quante volte in questi giorni – accendendo i faretti dell’albero o del presepe, o camminando lungo le strade trapunte di lampadine a stella mentre il colore rosso addobba vie e negozi, abiti e pacchetti – la mente è andata ad un cordone…: rosso altrettanto e marchio di Luce per ogni giorno del nostro anno! Certo, si può dire si tratti di mistica…
    Ma non è così.
    Parliamo invece di un allineamento costante, tenace, caparbio; qualcosa che buca la gabbia degli impegni e dei doveri e ricorda che SIAMO e siamo VIVI.
    Di là dalla collega, la madre, la moglie, l’amante, la sorella, la figlia, la vicina, l’amica, la cugina, noi siamo il NUMERO che aveva avviato il cuore in un grembo di madre: il medesimo Cui ritorniamo nel nostro volontario agire e cui ritorneremo infanti alla rigenerazione. Così, quella piccola stanza quotidiana – una stanza tutta per noi… ché è DENTRO di noi – tiene vivo il fuoco unico che dà senso a tutto il resto.
    Ed è Pietra Angolare in quanto Pietra Prima che ha costruito il nostro edificio: è la concretizzazione di un intento, il senso stesso all’esistenza individua. Rossa come fiamma, Idea cui ogni giorno ci stringiamo, risveglia la consapevolezza che giace nelle cellule, rianima le molecole, le rende un po’ più miriamiche. Lavoro di memoria e sulla Memoria, trasforma chimicamente le impressioni squilibranti e pulisce e sintonizza l’essenza dell’essere all’essenza universa.
    Scriveva ancora tre anni fa il Maestro M.A. Jah-hel: “le tre caratteristiche fondamentali di cui la concezione immacolata si avvale nel suo manifestarsi sul piano della realtà: amore, conoscenza e arte trasmutatoria (…) da questo principio di giustizia ed equità non può essere escluso chi soffre e guarda al purissimo e ideale simbolo della Maria Immacolata, Salus infirmorum, con la speranza di essere consolato, guarito da ogni male e purificato da ogni dolore”.
    La notte è importante: a seconda del cammino compiuto – con la semplicità del pastore o la scienza del Mago – si giunge alfine dove riposa il Dio Bambino. Ognuno porta il dono che riesce a concepire: dal cibo e le coperte, che ristorano il corpo, all’oro che tutto può procurare e a cui tutto si può collegare.
    La notte finisce… la notte ritorna.
    Diceva J.M.Kremmerz invocando il SOLE: “A chi crede, a chi ama, a chi spera il senso vero della mia parola, che è la tua legge”.
    La notte può diventare la Notte di Natale…
    Original author: catulla

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Col Solstizio d’Inverno 2014 è stato pubblicato l’atteso primo volume della Trilogia sulla storia documentata della Fratellanza di Miriam.

    Se ne presenta in anteprima, per gli utenti di questo sito, la copertina, il testo della quarta di copertina e l’indice, riservandoci di comunicare in seguito, sempre tramite questo stesso sito, ulteriori dettagli in merito alla sua distribuzione e al suo acquisto.

    Con i migliori auguri per l’evento da parte della Direzione.

    copertina web

    libro-6

    Pagine 512

    Tiratura Limitata

    Copie Numerate

    € 40,00

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Per l’acquisto:

    http://www.lapietraangolaremiriamica.it/

    Per commentare il libro con l’autrice:

    http://www.lapietraangolaremiriamica.it/blog/

    Il primo volume di questa Trilogia documenta la storia della Fratellanza di Miriam dalle sue origini agli inizi degli Anni Quaranta del Novecento attingendo esclusivamente a fonti autentiche quali gli scritti di Giuliano Kremmerz (Ciro Formisano) e i carteggi olografi di Jesboama (Luciano Galleani).

    Per far sì che la Verità ontogenetica sulla continuità ininterrotta da oltre un secolo di quest’Organismo iniziatico emerga in tutte le sfaccettature della sua adamantina Luce, M. A. Iah-Hel (Anna Maria Piscitelli) ne ha delineata la consecutio storico-cronologica senza cedere a personali valutazioni, così da lasciare agli studiosi la facoltà di giovarsi di quegli elementi documentali che, raccordati dal filo-logico della ragione e dal buon senso italico, ne testimonino a tutti gli effetti il Fondamento.

    Indice
    PresentazionePrima ParteCapitolo I

    LO SCENARIO EUROPEO AL TEMPO DEL KREMMERZ

    1. Per scongiurare errori di prospettiva
    2. Dalla crisi del positivismo al materialismo sacro kremmerziano
    3. L’insorgere di Psiche fra scientismo e scoperte mediche
    4. L’esplosione dell’irrazionale nella scienza e nell’arte
    5. Suggestioni spiritualiste nell’Arte Nuova
    6. Dalla Grande Guerra al Ventennio Fascista
    7. Riannodando le fila

    Documentazione fotografica – Capitolo I – Prima Parte

    Capitolo II

    IL PANORAMA OCCULTISTICO EUROPEO DOCUMENTATO DAGLI SCRITTI DI GIULIANO KREMMERZ

    1. Introduzione: le opere pubblicate fra il 1896 e il 1930
    2. Su spiritismo, psichismo ed esperienze fenomeniche
    3. La stampa propagandistica e i movimenti spiritualisti dalla visuale del Kremmerz
    4. Notizie su congressi conferenze e accadimenti di rilievo
    5. Magnetismo e ipnotismo: le applicazioni in campo medico
    6. Una nuova cometa all’orizzonte: la psicoanalisi
    7. Notizie varie

    Capitolo III

    DALLE TEORIE E PRATICHE OCCULTISTICHE DELL’EPOCA ALLA FRATELLANZA DI MIRIAM: LE TESTIMONIANZE DI LUCIANO GALLEANI

    1. Breve guida introduttiva alla lettura
    2. Il perché di un archivio avvolto nel mistero
    3. Le esperienze autobiografiche di un ricercatore fino al suo approdo alla FR+ TM+ di Miriam
    4. La tradizione iniziatica nell’antichità così come appresa riassunta e commentata da Luciano Galleani

    Documentazione fotografica – Capitolo III – Prima Parte

    Capitolo IV

    IL GRANDE ORDINE EGIZIANO DOCUMENTATO DAI MANOSCRITTI DI LUCIANO GALLEANI-JESBOAMA

    1. Sull’esistenza storica del Grande Ordine Egiziano
    2. La testimonianza olografa di Galleani-Jesboama sul Grande Ordine Egiziano
    3. I Regolamenti dell’Ordine Egizio
    4. Ulteriori notizie sull’Ordine Egizio attinte dai manoscritti del Galleani
    5. Deduzioni e conclusioni

    Documentazione fotografica – Capitolo IV – Prima Parte

     Seconda Parte

    Capitolo I

    LA MISSIONE DEL KREMMERZ DALL’ISTRUZIONE GENERALE DEL 1896 ALLA PRAGMATICA DEL 1909

    1. Considerazioni introduttive
    2. Dall’Idea alla Missione
    3. Dalla propaganda all’attivazione strutturale e rituale

    Documentazione fotografica – Capitolo I – Seconda Parte

    Capitolo II

    LA SISTEMAZIONE DELLA SCHOLA FINO ALLA PARTENZA DALL’ITALIA DEI VERTICI DEL GRANDE ORDINE EGIZIANO

    1. Dal definitivo Statuto del 1909 all’istituzione delle Circoscrizioni
    2. La Circolare del 1914 e gli avvenimenti contigui alla Prima Guerra Mondiale
    3. Interruzione dei contatti diretti con il Grande Ordine Egiziano

    Documentazione fotografica – Capitolo II – Seconda Parte

    Capitolo III

    LA CONTINUITA’ DELLA SCHOLA DAL 1921 ALL’ESPLOSIONE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE

    1. Le sorti della Fratellanza miriamica e delle Accademie agli inizi del Ventennio Fascista
    2. Frequentazioni e lettere del Formisano nei suoi ultimi anni di vita
    3. La presunta eredità del Kremmerz in un testamento inesistente
    4. La Schola Ermetica fra la morte del Formisano e la Seconda Guerra Mondiale

    Bibliografia Generale

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Ci uniamo ai fratelli tutti,
    nei ringraziamenti al maestro M.A. Iah-Hel,
    per la pubblicazione imminente.
    Al popolo di miriam il nostro augurio di buon solstizio.
    Original author: oni

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    La nuova sequenza di immagini promossa dalla Direzione, persuade piacevolmente l’attenzione sul Solstizio d’Inverno – nient’affatto passato inosservato, poiché l’operatività della Scuola, mette il numero nella condizione di esercitare una costante vigilanza, su quelli che di fatto sono l’espressione degli avvicendamenti della Natura! Benché la Scuola insegni, che dette metamorfosi, come nel caso della
    ” crisalide in farfalla “, per parafrasare il Gran Maestro Giuliano Kremmerz, non si esplicano unicamente:
    ( fuori di noi ), ma in virtù di certe dinamiche analogiche, ” pervadono ” anche il microcosmo uomo… e non solo!
    Meditando sull’enunciato del Maestro, che si Afferma sulle splendide rappresentazioni invernali di cui sopra, questa è la riflessione che sento di formulare; sebbene l’atmosfera suscitata dal tema selezionato mi consente, invero con qualche anticipo – di trovare propizia l’occasione x inviare al Maestro e Delegato Genere M.A. Iah-Hel e alla Fratellanza Tutta per il nuovo anno in arrivo, Infiniti Auguri!
    Questi ultimi, in ragione del lavoro su-esposto, intitolato:
    La Pietra Angolare Miriamica, desidero risultino di buon auspicio, affinché la Verità si Affermi sulla menzogna; i Fatti sui misfatti; la Luce sulla tenebra. Auguri a Tutti!

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Sperimentando l’operazione teosofica detta anche di
    ” addizione e riduzione “, ed esperendola con i numeri corrispondenti al nuovo anno, il risultato prodotto risponde al nr. 8.
    Quest’ultimo ci conduce alle simboliche rappresentazioni archetipali “rispecchiate” negli arcani maggiori – ivi riscontrando il seguente titolo: “La Giustizia”!
    Molteplici le interpretazioni espresse nell’ampia letteratura sull’argomento; attingendone qualche elemento qua e là – tra gli scritti più autorevoli, possiamo, in chiave sintetica, enumerarne alcuni: – logica, sicurezza di giudizio, imparzialità, indipendenza di spirito, e ancora: onestà, integrità, regolarità, disciplina, rispetto delle leggi, delle norme, delle regole, della gerarchia!
    Raccordandomi con gli interventi che mi hanno preceduto; posto di voler precisare che quanto sopra detto è stato rilevato unicamente nell’ambito di un gioco: desidero raccogliere il “segnale” dallo stesso emerso, affinché vi possa trovare un 2015, all’insegna dei (Principi anzidetti), che nell’ambito della Scuola Ermetica in cui mi trovo, ne viene sollecitata la tendenza: ovvero l’adozione di una condotta TESA a sposarne permanentemente i dettami!
    Non posso concludere, senza menzionare la nuova pubblicazione prodotta e promossa dalla Del+ Gen+ della Schola: La Pietra Angolare Miriamica; desumo che dal suo primo attesissimo volume; nei suoi apprezzabili contenuti, sarà certamente provvisto di tutto quanto sin ora auspicato; l’Augurio, penso unanimamente condivisibile e che possa registrare una vastissima diffusione, riscuotendo grande successo tra i suoi Sostenitori e detrattori; i primi: potrebbero trovare confermate ed oggettivate dai Fatti ivi enunciati, le proprie legittime intuizioni, riflessioni, pensieri;
    i secondi, clamorosamente SMENTITE! Le proprie illegittime: illazioni, congetture, spropositi!

    … Rivolgo i Migliori Fraterni Auguri alle S+G+ e a Tutta la Fratellanza di Miriam!
    Original author: F.M.CORELLI

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Natale: coi parenti, con gli amici, coi parenti degli amici. Scegliendo le parole ti trovi a raccontare l’esperienza nella Miriam e ti rendi conto che è come mostrare un diamante ad un bimbo. (Tipo la copertina del volume, in un caleidoscopio di ‘altro’ una gemma centrale…). Come renderne la Luce? Come trasmettere la stabilità che viene da quella Direzione? Come esprimere l’appartenenza che fa sentire un valore nel fondo di te?
    E tutto il Bene che è venuto quando hai avuto bisogno: nelle patologie, nell’afflizione, nello scoramento? E quel pungolo intrigante che sono i lavori accademiali, dove piano piano si apre un mondo e ti rendi conto della Tradizione e della storia di una scienza millenaria?
    Fortuna che c’è questo sito, cui indirizzare chi è interessato. Dopo poco che ne illustri la struttura ti tranquillizzi nella consapevolezza di essere un tramite la cui funzione inafferrabile trascende la comprensione singola (c’è chi pare non intenda – e poi arriva e resta – e chi pare intenda tutto – e poi arriva e se ne va non trovando di che rosicchiare un tornaconto). Ma ognuno spende la propria opportunità come crede e come può, senza che al fine conti la scelta felice o meno dei termini impiegati nel primo discorso.
    Però… Che fierezza poter dire “c’è un libro appena uscito, il primo volume di una trilogia, un lavoro giornalistico e documentale imponente, un’evidenza storica da cui ognuno trae le proprie conclusioni, formula ipotesi comparative e può procedere a eventuali scelte…”.
    Che orgoglio essere in grado di affermare che non ci sono papassi benedicenti né maestri cattedratici ma solo Esseri tangibilmente più avanti che senza parere fanno lievitare il meglio di Te!
    Così sì che si può dire Buon Natale… E ovunque e comunque grazie Schola! Di esserci, di essere l’astro del mio cielo e la speranza della Salute e della Luce per tutti gli sperimentatori di buona volontà.
    Original author: fler95

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 211

    In questo periodo, ad ogni apertura del Blog con visualizzazione della copertina della nuova Pietra Angolare, è d’obbligo una riflessione sul tempo che passa. Infatti, tempo ne è passato dalla Magistrale pubblicazione del 1989, e nella traiettoria proiettiva della Schola, è sotto gli occhi di tutti quanto è stato realizzato. Ci avviciniamo al Primo Gennaio, il mito dedica al Giano a doppia Fronte uno sguardo alle cose trascorse ed uno sguardo alle cose a venire, senza omettere mai l’aggancio tra le prime quali semi su cui poi fioriscono, con più o meno spine a seconda della bontà del fattore semina, le seconde. E proprio sul coefficiente tempo, mi preme una riflessione che prende spunto dalla Pietra Angolare anzicitata: in una lettera della Delegazione Generale di Napoli, datata 21/04/1950 al Prot. N° 180, sottoscritta dal Maestro Hahajah in qualità di Procuratore Autorizzato, pubblicata per intero alle Pagine 67 e seguenti, in chiusura testualmente recita: ”…………………….Essi, (coloro che non hanno saputo o voluto cogliere i richiami a raccolta del Maestro Benno degli anni precedenti), ignorano che il loro tempo, al cospetto delle INTELLIGENZE ETERNE, è meno di un palpito, appena un tocco, un cenno, un iato. Il tempo è relativo alla durata delle vite; ciò che poco deve vivere rapidamente si evolve e declina. Ciò che deve durare a lungo, lentamente si sviluppa, lentamente si consuma. Ogni cosa ha un ciclo proprio, al quale corrisponde la sua manifestazione esteriore: la MIRIAM ha un ciclo di cui non è possibile intravedere la curvatura, ma giungerà agli uomini di domani, coi quali ci ritroveremo, seguendo la sua proiezione nel tempo. E sarà una rivelazione, una benedizione, un’emancipazione”.
    Questa prima pubblicazione della Trilogia ricalca pari pari questa tesi proiettiva di oltre mezzo secola fa, ed ogni occasione è buona per ringraziare le Superiori Gerarchie ed il Maestro M.A. Jah-hel che incarnano in questo momento storico, il punto di riferimento Iniziatico sicuro, fondamentale, rigoroso e sopratutto Ortodosso a suggello e garanzia dell’intramontabilità della Tradizione Miriamica Originale, e la nuova pubblicazione non è che l’ennesima scientifica dimostrazione.
    Un saluto a tutti ed un augurio di Buon 2015.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Giano bifronte si avvicina e lo sguardo verso il passato osserva che sono trascorsi vent’anni da quanto le Accademie vennero sciolte e iniziò la nuova fase della Schola con un percorso filosofico ritessuto per anni dall’attuale Delegazione Generale.
    Come tutte le cose grandi si riesce a vederle con maggior chiarezza via via che ce se ne allontana, così quell’opera magistrale di reimpostazione e riequilibrio comincia solo ora a mostrarsi per quella che fu: quanti sforzi per ridare alla vituperata scienza magica la dignità della scienza riscoperta dall’avanguardia della ricerca universitaria; quanta operosità sottile per spogliare del misticismo superficiale il lavoro quotidiano del Maestrato mentre fiorivano seminari e conferenze, rivisitazione di antichi cerimoniali e osservazione naturalistica; quanta pazienza nell’ascoltare le stramberie di ciascuno senza mai correggere né atteggiarsi ma solo proponendo con fermezza l’esempio del rigore e della mirionima Verità nell’arte, nella cultura, nella Natura…!!!
    Quando rinacquero le Accademie, sette anni fa, chi aveva potuto fruire di quel periodo magico accompagnato dallo scroscio delle acque limpide dei ruscelli, dall’azzurrità dei cieli di montagna, dallo spettacolo unico del sole e della luna che – insieme ed in pienezza – posavano sui monti del mito, ebbene vi fu chi fra quei fortunati intuì il passaggio e trattenne in gola un nodo di rimpianto.
    Ma non ve ne fu il tempo perché seguirono a ruota le Accademie: ricoagulate come erano state sciolte e con un progetto, un’energia, un Nome da ri-conoscere e re-alizzare.
    Oggi siamo qui, a quattro lustri di distanza, con i cinque volti della Schola unica e la sensazione di aver seguito e seguire una Stella di Luce vera che ci porta sempre più all’interno di noi, nella caverna dell’anima.
    La Pietra Angolare Miriamica appare più che mai fulgida promessa di Vita, benché come di consueto disposta lungo una traiettoria ortodossa e concreta.
    Il volume ne è lo specchio documentale… il Primo…
    Ma chissà quanti altri fratelli e sorelle arriveranno o torneranno nel Popolo di Miriam, attratti dalla forza del Bello e del Vero; chissà quanti comprenderanno di avere vissuto e stare vivendo una parentesi di ricchezza infinita e tanto più sfavillante quanto più a farle da sfondo è una povertà di valori crescente.
    A tutti noi, del passato, del presente, del futuro, AUGURI di Luce e Salute: ché la messe di quest’opera meravigliosa di Bene sia grande come grande è l’Amore che muove il Sole e l’altre Stelle, guida al Tutto nell’impalpabile Nulla!
    Original author: segezia

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Cara segezia, grazie dell’exursus puntuale e fedele, cui mi associo: gli auguri sono ricambiati! Siamo certi che sempre ci ritroveremo come ci siamo ritrovati fratelli e sorelle, oltre le umane personalità e le molteplici diversità. Noi, che vogliamo coltivare in noi stessi questo spirito di unità e fratellanza nell’ideale di bene della Miriam che ci affranca e appunto ci emancipa. Quanto potremo dire della nostra esperienza su questo!
    Ho avuto il libro, lo sto sfogliando, è ancora più oltre le attese; c’è un filo che si dipana nella documentazione sotto la guida precisa della Delegazione che mi pare sinceramente oltre modo obiettivo, neutrale. La completezza della documentazione permetterà la risposta a tante domande. Le immagini documentali raccontano di vite miriamiche dedite con fermezza e rigore all’ortodossia della Pragmatica Fondamentale. La copertina ha questa geometria pulita! L’interpretazione è affidata anche all’immaginazione.
    In cuor mio è emozionante …e commovente… esserci stati alla nascita della Pietra dell’86 e della triplice Pietra che oggi col primo volume vede la Luce!

    Auguri alla Pietra Angolare Miriamica che prosperi e si diffonda, per Miriam!
    Original author: fulva11

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Sto leggendo con enorme interesse e – devo dire – anche con grande attenzione il bellissimo volume pubblicato dalla Delegazione Generale e curato – a mio parere – nei minimi dettagli: dalla scelta dei colori, alla copertina, alla dedica, alla suddivisione dei Capitoli…
    Sembra che Tutto parli o sia lì per parlare: non solo le parole. Come J.M.Kremmerz, un secolo dopo, M.A.IAH-HEL, e quel diamante in copertina, ‘logo’ che significa anche il dorso: equilibrio di forze, triangoli che si sposano, e un elemento grafico in più a dare l’idea del movimento.
    Infatti, pare proprio vi sia una Luce, sul lato del ‘diamante’, che ricorda la rotazione del Mondo vista dalla prospettiva del Sole.
    E poi quel titolo interno, scritto come se poggiasse sul logo anziché esserne staccato: viene da interrogarsi finalmente su ‘cosa’ sia la Pietra Angolare Miriamica, simbolo sintetico, essenziale di cui la Parola è emanazione possibile…
    Come non andare con la mente alla definizione di un secolo fa “eccelsi occhi di Luce” cui si rivolgeva la Delegazione dell’epoca? Come non intenderne l’efflato ad ogni dove, attualizzato quanto immutabile dietro ogni frase, ogni riga, ogni nota (minuscola solo nel carattere)?
    Circa cent’anni dopo è la Delegazione Generale che torna a scrivere nella sua veste di “Delegazione” ed è quindi voce del Sinedrio, raggio di Quel Centro che scalda e magnetizza e induce tensione da subito, fino dalla Presentazione che si apre son il timbro inequivocabile ad avviare il poderoso lavoro di 500 pagine.
    E dall’inizio alla fine, nei colori di copertina, sembra una Fenice che risorge: rossarancio come l’ardore degli amanti, l’espansione delle stelle, la tinta della polvere d’ambra e altrettanto interiore e preziosa.
    Sapremo farne tesoro? Sapremo comprenderne il profumo,custodirne il messaggio, intendere e non fraintendere?
    Solo l’Amore infinito potrà farci grazia dei limiti umani e degli animali egoismi, nella speranza che questa volta, a differenza di un secolo fa, non si perda o disperda il dono senza prezzo che si volge a mano aperta e tesa per il superamento della nostra condizione: verso la Luce.
    Original author: fler95

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 166

    Condivido a pieno l’opinione di Fler ! Nelle prime cento pagine in particolare mi hanno colpito il modo lineare, chiaro e fruibile, a mio parere, ad ogni tipo di lettore, dei contenuti anche rispetto alla precedente edizione e l’interessante contestualizzazione dell’epoca del M. Kremmerz, oggetto anche degli ultimi lavori accademiali, che arricchisce la conoscenza di quel periodo così ricco di fermento scientifico e spirituale di cui noi oggi viviamo ancora di rendita! Mi colpisce il fatto che mentre alcuni tendevano a separare la propria “campana” con toni di evidente contrasto e superiorità, Kremmerz, pur facendo le debite distinzioni, mirava ad uno spirito di Unità delle forze spiritual-scientifiche che si mossero nel panorama europeo in cui ognuno avrebbe potuto dare il suo contributo all’IDEA-le di Salute e Bene, senza giudicare la neonata scienza medica che muoveva i primi goffi e imperfetti passi verso il futuro, anzi cercando di indirizzare le nuove scoperte in un senso che valutasse l’uomo nella sua integrità(fisico-animico-spirituale) piuttosto che nella sua meccanicità. Non ultimo alla fine del II° capitolo, ci dona una perla di straordinaria lucidità e lungimiranza quando parla delle origini del mondo occidentale:” E se io vi dicessi che i proavi dei nostri proavi potrebbero essere venuti dall’Occidente…” ….Semi preziosi per i posteri, la cui realizzazione appare ancora lontana da venire! Buona lettura a tutti

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Alcune parole di Wiwa e Fler, che ringrazio, mi hanno stimolato ad esprimere il mio pensiero sull’argomento:
    Inestimabile ed inestinguibile “Rendita”, Edificata grazie al Nobile investimento di Forze, Energie, Abnegazione – impegno di 1 Vita e + ancora – spesa per realizzare l’Aristocratico Progetto dell’Ideale Santo di Bene, pro salute Populi, Quintessenzializzato nel Sacro: –
    “…nome cabalistico di Miriam e alla sua secreta significazione,…”,
    per citare in queste ultime note le magistrali parole attinte dalla circolare del Maestro G.K. del 26.12.1898!
    Rendita contestualmente trasferita nella sua Schola: la Fr+Tm+ di Mir+, Unica Erede del Sapienziale Patrimonio! Da non moltissimo Trasmigrato e pertanto: Detenuto e Blindato, nel Trust “Sinhedra Ammonea”, come ampiamente precisato da Chi di competenza!

    Da qualche tempo ho intrapreso anch’io la lettura del testo, ivi, risulta al momento riuscito, il mobile tentativo di, agevolmente seguire il Filo d’Arianna, nel labirintico percorso, estremamente carico di utili e preziose informazioni. (Terrei a precisare che la mia è una testimonianza, e non uno spot).
    Passo dopo passo, capitolo dopo capitolo, giungerò al traguardo che, segnerà, non la fine di un “percorso”, ma l’inizio di 1nuova consapevolezza che mi preme augurare di conseguire, a tutti i seri e rispettosi cultori: della Vita, dell’Opera, della Missione del Maestro Giuliano Kremmerz, e di Chi come Lui, sposando da sempre una condotta Ortodossa – HA e ne Sta seguendo le Orme con l’Indefesso Lavoro Manifestato attraverso la sua Schola!
    Original author: F.M.CORELLI

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 61 totali)
Rispondi a: LA PIETRA ANGOLARE MIRIAMICA – Alle stampe il I Volume della Trilogia
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy