La parola a Giuliano Kremmerz terapeuta e taumaturgo: Magnetismo e terapeutica ermetica

Home/Il Forum della Schola/La parola al taumaturgo/La parola a Giuliano Kremmerz terapeuta e taumaturgo: Magnetismo e terapeutica ermetica

Home Page Forum Il Forum della Schola La parola al taumaturgo La parola a Giuliano Kremmerz terapeuta e taumaturgo: Magnetismo e terapeutica ermetica

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Nelle infermità umane le forze cosmiche o diventano compensatrici o sottrattive, e in senso inverso uccidono o per violenza invasiva o per riassorbimento della vita. Il magnetismo terrestre è la più medicale di queste forze: presiede al livellamento, alla proporzione delle quantità e, meccanicamente, dà il tono all’equilibrio generale…Ma il magnetismo se è forza cosmica, se sta nella innervatura terrestre, deve per necessità analoga rinserrarsi nel corpo dell’uomo, forse per svilupparsi in senso attivo in noi stessi…Io non credo che questa forza possa definirsi magnetismo animale. In emissione è aurea molecolare del nostro corpo e, nel riassorbimento, è forza copulativa di nutrizione vampirica, avida di magnetismo terrestre. In questa fase è un circuito di presa della vita: circuito letteralmente inteso, che l’uomo nel sonno riparatore forma nel proprio corpo per rifornirsi delle energie perdute. (D,137)- Se l’uomo sa disporre del suo meccanismo vivente, determina l’esteriorizzazione del suo magnetismo, ed in secondo luogo se ne sa disporre con intelligente artificio, può unire al magnetismo suo personale quel tanto del magnetismo dell’ambiente da determinare scariche e onde che sono ultra potenziali, come nei congegni Marconi…Il magnetismo, come ordinariamente lo intendono gli uomini che non ne fanno studio speciale, non è affatto un insieme di pratiche e di movimenti più o meno acrobatici per addormentare un individuo sensibile, e metterlo in condizione di obbedienza, per agire sui suoi poteri naturali inibitori e volitivi e determinarlo a compiere cosa che non vuole nello stato di veglia. Il magnetismo, quantunque non definito, è una forza fisica che nei suoi fenomeni terrestri è controllabile e studiata nei corsi di fisica delle scuole, come il calore, l’elettricità, il suono. L’organismo umano lo possiede in maggiore o minore proporzione, secondo la maggiore o minore sua perfezione e armonia tra il principio intelligente e le materie che lo costituiscono come unità analoga al grande universo; e lo posseggono, analogamente all’uomo, tutti gli animali, tutte le materie inorganiche che costituiscono le masse terrestri, l’atmosfera e l’etere interplanetario…Il fondamento di una medicina ermetica superpotenziale che dona la sanità, è questo: l’uomo esteriorizza un’aura, malata se malato, sana e guaritiva se è in perfetto equilibrio delle sue funzioni organiche e animiche. Quest’aura è materia sottile, vibrante se è animata da un magnetismo di amore, guaritiva se diventa – in contatto con l’aura di un ammalato – compensatrice dello squilibrio che l’infermo porta con le cause del suo male. Una catena di uomini sani può determinare una corrente della materia di cui è composta l’aura di ognuno dei componenti e dirigerla a sollevare le pene o i dolori di colui che volontariamente se ne è fatto recipiendario. Per essere guaritore ermetico occorre dunque : 1° possedere quest’aura vibrante molto sviluppata, 2° essere in completo equilibrio delle proprie forze attive organiche e animiche; 3° avere innanzi a sé un ammalato che accolga con amore questo sforzo di emissione…Esistono degli uomini che per natura, precedenti storici del proprio spirito o per vita di grande equilibrio fisico e mistico, portano in sé molto sensibile e sviluppato questo potere, che si riduce al possesso di un’aura riccamente compensatrice…V’è qualche momento in cui il potere suggestionante si confonde col magnetismo: è una apparenza perché nessun atto suggestionante diventa veramente effettivo, se il potere magnetico di colui che lo compie non è vibrante. Il carattere o la fisionomia del magnetismo più alto è l’Amore. Amate e farete bene. Amate, e il vostro magnetismo assopito si risveglia e genera il miracolo del bene…Il terapeuta, cioè qualunque uomo che ama il suo simile, è un medico amoroso per sola virtù del magnetismo d’amore. (SM,II,375a379)- Ordinariamente si crede dai profani che il magnetismo o potere magnetico sia specialità di un determinato numero di uomini che possono agire su altri organismi che ne sono sprovvisti. Al contrario tutti gli uomini, tutti gli animali, tutte le piante, tutti i minerali sono provvisti di aura magnetica. L’aura magnetica di uno stesso organismo non è sempre costante né per intensità né per forma; diventa corrente magnetica sotto l’influenza di una simpatia, e absorzione magnetica sotto l’influenza di una antipatia. La corrente è una espansione e l’absorzione è un concentramento. L’espansione dona la possibilità magica della creazione e il concentramento la negatività assoluta di una creazione, l’inattività assolta. Ora, in tutte le infermità organiche il punto colpito è il centro magnetico del corpo organizzato, uomo, animale, piante, minerali. Se la malattia è un disordine magnetico, il medicamento deve essere un equilibrante per forza magnetica, e quando l’influenza astrale è simpatica al magnetismo di un determinato rimedio, il magnetismo aura del rimedio è convertito in corrente e sana. I terapeuti non agiscono e non guariscono che per una fonte inesauribile di simpatia (amore) che hanno in se stessi in maniera da cangiare in corrente al minimo contatto con un infermo la ricchezza del loro magnetismo. Questa forma di magnetismo terapeutico è più che mai coordinato al magnetismo terrestre e la coordinazione dell’aura magnetica del malato trovandosi omologa al magnete terrestre – il contatto tra la corrente guaritrice e l’aura dell’ammalato avviene nel centro magnetico comune ai due – donde la facilità della medicina sanatrice a distanza a cui nessuno crede e che tante volte molti incoscientemente adoperano con efficacia. (L,84°)- Il magnetismo terrestre, in combinazione con l’elettricità in natura, determina dei disordini nervosi di secondo tipo che a loro vola precisano un patema organico o l’arresto totale o parziale di una funzione che non crediamo affatto in rapporto con influenze non precisabili. Così un corpo malato, disorganizzato e dolorante è considerato da noi come un organismo che non ha potuto resistere, per la sua struttura, a forze alle quali altri uomini hanno resistito senza lottare. Di più il malato, interrotto il suo circuito magnetico ricostitutivo, non può ritornare ad esso senza una forza supplementare che lo riduca allo stato precedente di equilibrio, perché se l’uomo è stato colpito da questo disordine, per l’assioma della non possibile separazione dalla terra, anche l’aura emanata da lui è malata. Ricordatevi le epidemie. Tenete d’occhio le scuole e il carattere delle malattie contagiose. Contro il concetto del contagio per microbi, se si determina la potenzialità repellente di organismi forti per vitalità quasi battericida, il carattere inesorabile delle infezioni per questa sola via è soggetto a revisione. Così se per minorazione o deviamento di magnetismo terrestre attrattivo un uomo diventa malato, una catena di forze volitive umane può dargli la sanità come per miracolo, fulmineamente. (D,106)- Se la terra ha un magnetismo che sta alla calamita attrattiva nei rapporti intimi di una forza causale verso la sua manifestazione più concreta, il microcosmo, homo sapiens, ha una forza di attrazione ricostituente che egli espone nella determinazione caratteristica della sua direzione di efficacia… L’aura umana, che è emanazione atomica o molecolare del nostro corpo, trasporta al di fuori di noi anche le forze macrocosmiche, come il magnetismo, che ci attraversano, combinate con le energie nostre particolari e che sono umane, ma omologhe alle energie terrestri. In tal caso, mutata l’aura in forza attiva essa, sotto l’imperio della volontà, si dirige dove vuole e sul punto che vuole. E’ questa che io chiamo direzione d’efficacia, quasi centro di un bersaglio a cui si vuole arrivare per colpirlo nella parte più sensibile.(D,106)- L’aura umana se non è magnetismo, è indubbiamente satura di magnete. Se è evaporazione di sangue o sudore molecolare di muscoli e fibre, quest’aura è certamente una estremità tentacolare magnetica dell’uomo che ci attacca al magnetismo dell’universo e all’ambiente magnetico in cui viviamo e pensiamo…L’aura umana magnetica è tintura nel vocabolario alchimico, è serpente nella simbologia figurata; è la seconda hè del tetragrammaton cabalistico… Il misticismo, o stato mistico, l’equilibrio interiore dell’asceta sono maniere di produzione dell’aura vitale e salutare. La fede, qualunque fede, esalta o esaspera il magnetismo dell’aura che ci circonda; e lo stato di solitudine ci mette in contatto diretto col magnetismo cosmico, senza passare attraverso il labirinto delle aure elaborate dagli altri; il corpo che non respira la sua aura, qualunque essa sia, entra in fermentazione e putredine e muore…Le condizioni interiori di amore, di compassione, di bontà, di carità danno un’aura magnetica che attira gli uomini e cose, come la calamita attira la limatura di ferro… Nessun malato andrà mai ad esporre gratuitamente i suoi malanni a persona circondata da aura repellente…Per diventare guaritore voi dovete avere un sentimento di amore così candido, così senza ombre di egoismo, che l’aura vostra deve essere colorata e profumata…L’aura emanata (da questo stato) è molto somigliante al farmaco cattolico o universale degli alchimisti che arrivano allo stesso risultato di traspirazione magnetica per altra via che è magica. (SM,II,370-3)- La faccia più vibrante e meravigliosa di Dio, del grande principio misterioso della Vita Universale è il magnetismo, l’attrazione rinnovante l’avvicendarsi degli atomi infiniti, per la quale tutto è amore, creazione, vita e morte, trasformazione e rinascita….Il fascino del serpente è un saggio del magnetismo terrestre turbinante nell’organismo animale, e si riallaccia alla esteriorizzazione del magnetismo umano, nell’uomo che può dirigerlo…Diventa un formidabile agente terapeutico, solamente se ci diamo ad amare una persona che soffre moralmente o fisicamente…tutti possediamo un potere magnetico ma in proporzione diversa, secondo la nostra costituzione naturale. Questo potere costitutivo si esteriorizza con una irradiazione del corpo vivente…inesorabilmente tutti gli uomini portano ed espandono quest’aura magnetica, povera o ricca che ci avvolge come un invisibile tessuto di materia, vibrante la nota armonica o disarmonica che è il tono della nostra individualità magnetica….in che modo si può magneticamente influire su un ammalato e rendere, nelle proporzioni del possibile, un contributo alla sua sanità? Amandolo. Non vi è bisogno di addormentarlo con passi e gesti da forsennato; basta volergli bene, compatirlo nel significato etimologico della parola….Parlando o non parlando, se lo stato dell’anima nostra è compassionevole, la irradiazione magnetica diventa sanatrice…amare il proprio simile magicamente è penetrarlo e compatirlo. Magicamente quest’amore è premio immediato, perché è ricambiato con un’onda di aure benefiche che danno salute e ogni specie di bene…il guaritore è sempre circondato da un’aura magnetica che, equilibrata, influenza beneficamente un infermo. (SM,II,380 a 383)- La magia è divina in questo senso perché mette fuori ogni misticismo l’adepto e lo rende centro di un magnetismo d’amore nel cui irraggiamento il male, il dolore, la pena scompaiono. Quando questo centro focale appare, il terapeuta si forma. E’ l’irraggiamento d’amore che sana, ed è un medicamento che non troverete a comperare in nessuna drogheria e non potrete fabbricare o lambiccare in nessun laboratorio industriale…L’ammalato fuori la legge della materia in equilibrio nei suoi fattori non determinabili dalla chimica ordinaria, senza altra droga che un magnete imponderabile che emana da noi, può ritornare, spesso è obbligato a ritornare, nella legge dei compensi fisici e psichici e compie il miracolo da se stesso….La Myriam dei terapeuti è un’onda di amore che emana da un centro pulsante di natura ignota da un uomo o da una catena di anime….perchè…non gridate allo scandalo innanzi alla verità che enuncio…perché l’Amore è materia, come il calore, il magnete, la luce, l’elettricità, la radioattività.(A,VII) – Come nella materia così nello spirito, eternamente abbracciati in un mirabile amplesso, esistono due polarità, quindi due sensibilità delle quali la più sottile procede dalla negazione della più grave, e viceversa. In questo conflitto si determina nella relatività intellettiva della vita l’equilibrio del termine medio, il magnetismo ermetico o integrale che è lo strumento magico per eccellenza, perché è atto alla comprensione integra e divisa delle forze sensibili nei due estremi: cosa o fenomeno non possibile ai sensisti della materia in basso, né agli spiritualisti che concentrano ogni psico-dinamica nell’intelletto più elevato, verso l’estremo polo della sensibilità sottile. (C,II,10)- La scuola filosofica classica esclude qualunque mezzo di presa di possesso della volontà di un uomo intelligente o semplicemente evolubile. Il magnetismo empirico dei passi, delle larghe manifestazioni volitive e gesti teatrali, come l’ipnotismo, sono possessioni di animo. E come scuola, collettivamente agente e operante, proibiamo nella maniera più rigida esercizi cosiffatti che lasciano su chi vi si esercita, anche innocuamente e per buona intenzione, l’abitudine di coercizione della volontà altrui – oltre al più comune pericolo di assorbire emanazioni e aure che non sono pure. …Sul vero valore del magnetismo, non empirico né mistico, ma integrale vi è tutta una materia di lungo studio nei gradi più alti dell’insegnamento, ma questo magnetismo integrale è cosa diversa che prima agisce per trasformare integralmente chi lo pratica e poi per farne un centro d’irradiazione elettiva a cui le anime accorrono senza costrizione, attratte dallo stato di benessere. Questo è il magnetismo d’amore, il vero e proprio dei terapeuti e non quello che prende a prestito la psicologia. Quando sei in contatto di un infermo domanda al suo spirito se ha la forza di guarire. Dipende dal tuo stato di perfezione il saper domandare. Il terapeuta può essere istintivo, lucido o sapiente. Istintivo quando agisce per virtù di forze non coscienti; Lucido quando sente intorno a sé e in sé il movimento astrale dell’ambiente; Sapiente quando ha la coscienza delle forze che impiega. In tutti e tre i casi ogni azione terapeutica è magnetica per irradiazione, e terapeuti istintivi sono anche i magnetisti ordinari….Il corpo umano sprigiona un’aura che scientificamente è irradiazione o attenuazione della parte grave e visibile della materia organica. Quest’aura diretta dalla volontà di amore può attingere un corpo malato e rimarginarvi le ferite, portandovi l’equilibrio della sorgente che la emana. Alcuni uomini sono dotati non di maggior fluido, ma di maggiore potenza di emissione, per lo stato intensivo di amore che li anima. Perciò alcuni mistici posseggono in diverso grado di potenza, secondo il sentimento che li domina, la facoltà di alleviare i mali. Si avvicinano per altra via al magnetismo integrale. Ma la maggior potenza irraggiativa è devoluta alla educazione della volontà e alla sua energia vitale e tenacia, educazione che non è il frutto di una sola vita: il meccanismo della volontà porta in se tutti i caratteri dell’atavismo… (C,I,23)- I toccamenti o passi sono del magnetismo. La scuola magica si serve di un magnetismo trascendentale che evita il contatto immediato. Quando una operazione di magia comincia non toccate mai l’operante, perché dalla pelle del corpo emana una corrente fluidica che all’avvicinarsi di un altro corpo può essere interrotta, deviata o assorbita ed allora addio fenomeno. (A,145n.)- Le parole potenti sono canti e emissioni di articolazioni di volontà. Animate o no da idee concrete, queste parole sono tanto più potenti per quanto hanno di magnetismo fissatovi dagli altri operatori e per quanto rispondono coi suoni alle idee che si vogliono risvegliare.(A,350) – La preghiera è strumento magico dei primitivi la quale esteriorizza in miliardi di atomi quella materia vivente che in voi risiede, per la vostra vita e per la sanità altrui. (SM,II,373)- Tutte le dispersioni delle nostre energie sono correnti accumulate di magnetismo vitale, che si esteriorizzano per entrare nel grande invisibile fiume delle vibrazioni terrestri ed universali e per risalire al centro universale della vita. Se l’integrazione dei poteri umani può condurre alla formazione del mago, riserva vivente di forze attinte a sorgenti più ricche di energia, una semplice progressione delle ricchezze magnetiche accumulate in noi, con una provocazione di atti e attrazione di entità non umane, può rendere possibile la medicina divina o l’ermetica e renderci utili a tutti i sofferenti che ricorrono a noi. Preghiere, invocazioni di santi, di spiriti, di madonne, a volte di demoni e di entità astrali sono ferri vecchi utilissimi a tutte le persone che ignorano, che non escono dalla cerchia religiosa della loro religione o dall’ambito superstizioso della loro tribù. Ma sapere che noi siamo centri di vita irraggianti, attingenti alla vitalità intelligente e pimandria del centro inesauribile del mondo universo…ci fa concepire (questo centro) come il dispensatore più largo, più nobile, più incommensurabile che mai immaginazione religiosa e mistica abbia sentito. (SM,II,402)

    Scarica il pdf

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Uno spicchio di Luna era ancora osservabile nel cielo prima dell’alba fino a un paio di sere fa. “Gobba a levante luna calante”. Accade perché la nostra Stella passa in senso antiorario nell’arco di osservazione. E per come è fatto invece il nostro satellite, il suo lato nascosto è sotto gli occhi ogni giorno, ma non lo vediamo in quanto accecati dalla luce del sole che riempie ogni cosa occultando il cielo.
    Eppure è di giorno, nelle azioni quotidiane, che viene fuori ciò che siamo e che si manifestano le tendenze e l’essenza che ci caratterizza…: ma non le vediamo.
    Dice Kremmerz: “Il magnetismo terapeutico è più che mai coordinato al magnetismo terrestre” e, dato che Egli osserva anche che “l’aura magnetica di uno stesso organismo non è sempre costante né per intensità né per forma” pure il nostro magnetismo cambia a seconda dell’inclinazione dell’asse terrestre / stagione (infanzia – adolescenza – maturità – vecchiaia) o del momento del giorno (sonno – veglia).
    È di notte, o alla sera della vita, che emerge il frutto dei nostri atti e con esso il seme del nuovo.
    Ho capito che gli esseri integrati hanno risvegliato e stabilizzato in sé il collegamento con un Centro che è anche fonte inesauribile di Amore: tuttavia, anche chi non è giunto a tanto, se inserito in una Schola che “educa” (da ex-ducere) tale contatto, lavora comunque per predisporlo e incide nel nucleo la memoria del cammino.
    L’evoluzione procede a gradi e la nostra materia viene attraversata dal sole della vita: che ci rigenera nel sonno e – quando la pila non è più ricaricabile – ne genera una nuova nella morte. Ma percepisco nelle notti senza luna l’embrionato dell’uomo…
    Come nell’inverno della morte l’embrionato del mondo.
    Original author: sal

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    Kremmerz scriveva: “il corpo che non respira la sua aura, qualunque essa sia, entra in fermentazione e putredine e muore”. Così mi sono tornati alla mente gli interrogativi proposti da Buteo qualche tempo fa…
    («Quelli che noi leggiamo ‘errori’ perché causano quello che noi leggiamo ‘malattia’, sono davvero errori? se ciò che noi diciamo ‘errore’ è insito nella legge, è la ‘conoscenza’ della legge a consentire all’essere integrato ‘l’azione’ contro quella che è definita malattia? »)
    E mi dico che se il Maestro notava che “il magnetismo in emissione è aurea molecolare del nostro corpo” e nel riassorbimento è “forza copulativa di nutrizione vampirica” significa ciascuno, con il proprio pensare, con il modo di essere e la sintesi che produce ad ogni istante, incessantemente CREA per sé stesso la salute o la malattia, il male o il bene.
    Rabbia, disperazione, paura, angoscia si ritorcono contro di noi mentre tenerezza, gioia, entusiasmo e speranza sono una continua iniezione di salute propinata anzitutto a chi la genera prima che agli altri.
    Tutto ciò dà senso all’assioma che religiosamente ascoltavo in età infantile senza capire: “A chi ha, sarà dato, mentre a chi non ha sarà tolto anche quello che ha”.
    Original author: filosobek

    alchemilla68
    Partecipante
    Post totali: 24

    si, condivido appieno e sto nuovamente sperimentando questo modo di essere; la tendenza a pensare, a parlare e ad agire in modo costruttivo, positivo è quanto di più concreto si possa fare per tendere verso la libertà dai nostri limiti personali e dai condizionamenti e luoghi comuni che dall’esterno ci giungono

    alchemilla68
    Partecipante
    Post totali: 24

    si, condivido appieno e sto nuovamente sperimentando questo modo di essere; la tendenza a pensare, a parlare e ad agire in modo costruttivo, positivo è quanto di più concreto si possa fare per tendere verso la libertà dai nostri limiti personali e dai condizionamenti e luoghi comuni che dall’esterno ci giungono

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 811

    La forma dell’acqua, oltre al titolo di un romanzo famoso, è un’asserzione che ha sempre suscitato il fermento nei miei pensieri. Osservando l’acqua impegnata nel famoso principio dei vasi comunicanti notavo che penetra e avanza inarrestabile, ovunque vi sia passaggio, e poi, giunta oltre, porta a livello comune conformandosi e conformando contemporaneamente tutte le sue molecole in un nuovo equilibrio rotto solamente dall’apertura di passaggi ulteriori.
    Maschile e femminile insieme, l’acqua traduce la forza della Vita ed esplicita la necessità di livellare di volta in volta ogni nuova acquisizione entro tutte le molecole così da essere sempre Una in ogni unità penetrata.
    Dice Kremmerz: “ Il magnetismo terrestre è la (forza) più medicale: presiede al livellamento, alla proporzione delle quantità e, meccanicamente, dà il tono all’equilibrio generale…Ma il magnetismo se è forza cosmica, se sta nella innervatura terrestre, deve per necessità analoga rinserrarsi nel corpo dell’uomo, forse per svilupparsi in senso attivo in noi stessi”.
    Ed ecco perché non è possibile concepire una evoluzione propria che non sia anche Pro Salute Populi…
    Sanare il singolo porta contemporaneamente alla ricerca della sanità nell’umanità. E viceversa, la salute cercata per amore del prossimo porta alla propria.
    Perché siamo Una unica forma.
    Original author: catulla

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
Rispondi a: La parola a Giuliano Kremmerz terapeuta e taumaturgo: Magnetismo e terapeutica ermetica
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy