LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Stai visualizzando 15 post - dal 436 a 450 (di 467 totali)
  • Autore
    Post
  • seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 121

    Davvero interessante Kridom quanto riporti sull’agire del nostro sistema immunitario il quale, da sempre, tende a ” colonizzare” nuovi virus
    con i quali entra in contatto, trasmormandoli in ” alleati” al proprio servizio! Ricorda molto ció che alcune civiltà antiche, come quella romana, usavano fare nei confronti dei popoli assoggettati: li annettevano, inglobando le loro peculiarità culturali o militari, e spingendoli ( beh, spesse volte con la forza) a combattere per loro. Forse il paragone è un po’ azzardato, ma l’aspetto ” strategico” mi è subito balzato agli occhi!
    Rivolgendomi ad Angelo, penso davvero che tu abbia ragione sul fatto che il problema sia “a monte”: ovvero che, anche all’interno di un nucleo familiare, non sia facile,né scontato che ci sia la volontà di creare reali legami tra i vari componenti. Insomma, bene che vada c’è desiderio di non urtarsi a vicenda e manca la volontà di creare “ponti” che permettano a tutti di esprimersi. Va da sé che non possano esserci grandi “esempi” da seguire…Auguro a tutti una piacevole serata

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 140
    kridom
    Partecipante
    Post totali: 108

    Un pò di giorni fa ho incontrato un collega che conosco da molti anni e, dopo i saluti di rito, mi ha detto che secondo lui il Covid19 è tutta una montatura dei governi per ridurre le libertà personali. Questa sua affermazione mi ha portato a rispondergli, per la verità in modo alquanto veemente, che non accettavo discussioni sul fatto che il virus esistesse. Al che lui mi ha stupito affermando, contraddicendosi, che temeva di aver avuto anche lui il Covid19 a marzo e che era contento di poter tornare a lavorare in ufficio perchè aveva vissuto malissimo il lavoro da casa e si era sentito molto solo. Ecco, credo che questa reazione umana (negazione della realtà per paura e solitudine) alla pandemia possa spiegare molto dell’atteggiamento di almeno una parte dei negazionisti.
    Auguro a tutti/e un sereno weekend con la consapevolezza che ce la faremo ad uscirne fuori

    Buteo
    Partecipante
    Post totali: 148

    Parlavamo oggi, una Sorella e io, di come possa esser dilagato così velocemente il contagio, e, insegnante lei e pediatra io, non potevamo non parlare di estate, di scuola, di ragazzi, di bambini e quarantene. In serata ho letto questi 2 articoli, che vi proporrei perché penso che possano essere spunto di riflessione fra noi.
    https://www.nuovatlantide.org/pandemia-da-covid-19-il-punto-di-ernesto-burgio-uno-scienziato-vero-i-decessi-che-cominciano-ad-aumentare-sono-questi-si-la-punta-di-un-iceberg/
    https://www.huffingtonpost.it/entry/una-tempesta-perfetta-come-litalia-e-ripiombata-nellepidemia_it_5f93d337c5b68dbe93f77f81?fbclid=IwAR0JyzD-9Wotk0BV4-5OhxphRw-1i5A7FPZWJOPuf6xYPucOc2kJ_p3FQPM

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 121

    In effetti Kridom sono d’accordo con te sul fatto che tra i negazionisti ci siano persone con forti problemi di dissociazione. Devo confessare che nell’ascoltare le motivazioni,spesso molto fantasiose ( ci vogliono iniettare sotto pelle microcip telecomandati per influire sulle nostre volontà decisionali!! E tanto altro…), rimango sorpresa di come si possa negare una realtà dei fatti come il numero di decessi, gli ospedali in fortissime difficoltà, ecc. Mi viene proprio da dire: ma su che pianeta vivono??

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 310

    Oggi abbiamo saputo come s’intende applicare il decreto ministeriale per quel 75% di DDI, Didattica Digitale Integrata, alias didattica a distanza: ragazzi a scuola un giorno il resto a casa e i docenti sempre a scuola nelle aule vuote collegati con gli alunni …a casa! Così ci muoviamo da un posto all’altro e incrementiamo il picco virale, no?
    In più, siccome le disposizioni consigliano ai cittadini di evitare di muoversi fra le regioni, “coerentemente” domani troverò nella mia scuola docenti provenienti dalla Puglia, dalla Sardegna e dalla Campania, costretti a muoversi per un concorso, con la paura di prendere e riportare a casa loro il virus.
    Se qualcuno mi sa spiegare il senso di certe iniziative… perchè io getto la spugna!

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 310

    Buteo grazie per le segnalazioni. specialmente il secondo articolo mostra chiaramente quello che è successo con le scuole aperte. Il quadro non è roseo, ma, malgrado i comportamenti insensati, la speranza che dalla sera alla mattina sparisca tutto non viene meno.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 472

    La situazione non è rosea neanche per chi, in questo momento di aumento dei contagi, ha un problema di salute per il quale occorre recarsi in ospedale e fare accertamenti. Vi sono reparti interi requisiti per il covid e i Pronto Soccorsi sono affollatissimi, quando non vengono chiusi.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 84

    era:
    – troppo complicato non riaprire le scuole
    – troppo complicato ignorare che ovunque nel mondo alla riapertura delle scuole è seguito l’innesco esponenziale dell’epidemia
    – troppo complicato arrestare il treno della retorica sulla necessità assoluta di didattica in presenza che ormai marciava spedito
    – troppo complicato comprendere che un anno in tele-didattica su tredici anni di scuola sarebbe potuto invece essere una importante sperimentazione su larga scala
    – troppo allettante perdere l’occasione per catalizzare l’attenzione mediatica parlando di questo tema alla pancia degli italiani.

    Governare è complicato e sicuramente se hanno deciso di tenere aperte le scuole senza neanche potenziare i trasporti ci sarà un motivo che sfugge alle mie considerazioni superficiali ed impulsive…

    Nei tre puntini di sospensione troverete condensato tutto ciò che in questo Forum non è il caso di esplicitare.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 472

    Hai fatto bene a menzionare i trasporti, Alef, potenziare … e sanificare.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 310

    BRAVO alef! visto che le gite non si fanno perchè non potenziare i trasporti con i bus turistici?

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 121

    …e continua a sfuggirmi come mai abbiano rilanciato, finalmente, la dad e poi a scuola ci debbano andare gli insegnanti! Che ci vanno a fare se le aule sono vuote?? Dad per tutti! O no?
    Qui a casa avrò una figlia in dad e un figlio in presenza…Non il massimo per voler stare tranquilli, ma tant’è.
    È difficile cercare soluzioni alternative anche perché, a mio parere, manca l’elasticitá mentale, prima ancora che l’opportunità. Si è abituati a fare le cose sempre con le stesse modalità, ricorrendo a strumenti che da anni sono sempre gli stessi e di conseguenza si diventa rigidi e ripetitivi. Se c’è una cosa che il Covid mi ha insegnato è quanto fossi “schematica” nelle mie abitudini quotidiane e quanto fosse limitante il fatto di non accorgermene. Buona serata a tutti

    ippogrifo11
    Moderatore
    Post totali: 146

    Sottopongo l’articolo di cui al link sottostante all’attenzione degli utenti del forum e in particolare ai medici per la loro valutazione e il loro parere competente.
    Un caro abbraccio.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 290

    Caro Alef hai proprio ragione!!! Ma pensa che hanno passato l’estate a misurare la distanza tra un banco e l’altro, a mettere delle strisce di scotch a terra, posizionare gel igienizzanti fuori dalle aule. Per non parlare dei famosi banchi con le ruote, un’ideona!!! Li ho avuti in una classe qualche anno fa, è impossibile non farsi scivolare sulle rotelle!….. (questi puntini sono come i tuoi). Sono d’accordo su tutto, ma pensa all’’assurdità di aver riaperto le scuole tutte insieme, qui a Torino tutti alla medesima ora, con mezzi sovraccarichi… Teniamoci stretti alla Miriam e stiamo molto accorti su tutto ciò che facciamo per preservarci, i tempi sono duri. E con questo vi auguro una buona notte
    Ps: avrei tanta voglia di quelle belle risate che ci siamo fatte insieme

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 140
Stai visualizzando 15 post - dal 436 a 450 (di 467 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy