Eventi e Segnalazioni

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 157 totali)
  • Autore
    Articoli
  • tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 330

    Ed è arrivata oggi anche l’approvazione del Senato! Il decreto su violenza di genere e sicurezza, quello che contiene le misure contro il femminicidio è diventato legge in Italia. Norme più severe anche contro gli stolker che potranno essere intercettati e sottoposti all’uso del braccialetto elettronico. Alle donne vittime di violenze e abusi è data la possibilità di avvalersi del gratuito patrocinio dello Stato. La querela contro le intimidazioni diviene irrevocabile. E molto altro. Io spero con tutta me stessa che questa legge divenga un deterrente contro tante violenze che le donne subiscono, le gravissime e le meno gravi. Ma tutte in nome di un mondo al maschile violento e minaccioso che deve solo sparire.

    Fleurdelys
    Partecipante
    Post totali: 19

    Desidero informare i lettori del sito che il 28 e il 29 dicembre prossimi si svolgerà a Bari alle ore 20 c/o la Cittadella Mediterranea della Scienza (Via Accolti Gil 2 (Zona Industriale) Silence – Festival internazionale di musica acusmatica. L’aggettivo “acusmatico” ha immediatamente attirato la mia curiosità per la familiarità che la parola ha con la filosofia pitagorica e così ho fatto qualche ricerca.
    Il termine è stato scelto nel 1948 dallo studioso Pierre Schaeffer, ispirandosi agli acusmatici, i silenziosi auditori della scuola pitagorica che, dietro un velo , ascoltavano la parola del divino filosofo. Come gli acusmatici pitagorici, i moderni spettatori ascoltano musica proveniente da altoparlanti, prodotta da strumenti veri e propri o improvvisati, i cui suoni o rumori vengono registrati su un supporto (disco, magnetofono, computer) e elaborati secondo l’ispirazione e la sensibilità del musicista.
    Il compositore classifica le registrazioni accumulate, e opera su di esse delle scelte, una ripartizione, dei tagli, e quindi molteplici trasformazioni in uno studio equipaggiato con numerosi apparecchi prodotti dall’evoluzione tecnologica degli ultimi decenni: montaggio, inversione, anello, trasposizione, campionamento, compressione, gel (freeze),riverberazione, eco, ritardo, filtraggio, missaggio, accumulazione.
    È l’aspetto sperimentale di tale procedimento (il famoso “procedimento concreto” in cui la composizione si fonda sull’ascolto diretto del risultato da parte del musicista, in un costante andare e tornare dal fare all’ascoltare, a partire da suoni creati o acquisiti e trasformati) connesso a una manipolazione dei suoni “bruti”, già “trovati”, che spinge Pierre Schaeffer nel 1948 a coniare il termine di musica concreta. La fruizione dell’”oggetto musicale” è esclusivamente sonora e rende partecipe il pubblico dell’opera creativa nel suo divenire.
    E’ molto interessante come questa branca della musica contemporanea tragga ispirazione nella metodica dalla cultura pitagorica e ne riproponga in chiave rinnovata grazie alle moderne tecnologie l’aspetto sperimentale e creativo.

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 167

    Molto interessante! Dinnanzi a queste sperimentazioni, nascono molte domande, anche da parte d chi non è un addetto ai lavori: per esempio, tempo fa ho sentito dire che esiste una nota universale e planetaria, il SOL ,con cui ogni essere vivente sarebbe sintonizzato e l ‘allontanamento da essa dell’uomo lo ha portato nei tempi nostri a perdere equilibrio e quindi alla malattia! Se fosse vero quindi ritornando alle interessanti sperimentazioni fatte, il Sol (nota primigenia)potrebbe definirsi un “suono creato, acquisito o trasformato”? La tecnologia la potrebbe utilizzare in senso creativo terapeutico?
    I pitagorici ne erano al corrente e con quale numero (o cifra) l’avrebbero identificata? Grazie e un saluto caro a tutti

    Fleurdelys
    Partecipante
    Post totali: 19

    E’ ospitata a Bari c/o la Sala Murat in Piazza Ferrarese fino al 6 gennaio la mostra esperienziale di Franco Mussida, musicista e artista poliedrico, fondatore del gruppo pop PFM (Premiata Fonderia Marconi),“Cambiare di stato – il mistero che trasforma la musica in sentimenti”, una mostra esperienziale sul tema dei misteri che governano il mondo vibrante e che congiungono l’elemento sonoro musicale al nostro complesso sistema di emozioni e sentimenti.
    Dopo un lavoro di oltre trent’anni di ricerca svolto anche in luoghi di particolare disagio sociale come carceri e comunità, Franco Mussida propone alla città di Bari, attraverso questo grande evento, un viaggio tra i poteri dell’intervallo musicale affrontando in modo artistico-scientifico uno dei problemi più scottanti e misteriosi che uniscono le figure degli ascoltatori e dei musicisti; il cambiare di stato emotivo attraverso il semplice ascolto di due comunissimi suoni musicali. Dice l’Autore: “la mostra intende ribadire l’aspetto sacrale della musica e della comunicazione sonora restituendola alla sua primitiva accezione, lavoro per sciamani che niente ha a che vedere con l’intrattenimento e l’esibizione”.
    Delle quattro opere esposte, interagenti tra loro, la più importante, è costituita da “17 Stazioni di ascolto con vista sulla Musica”, sculture disposte tutte attorno allo spazio espositivo che stimolate dall’avvicinarsi del visitatore emettono, attraverso un sistema tecnologicamente complesso, due suoni che riproducono un preciso intervallo musicale, che consente di sperimentare l’emozione suscitata dall’accordo stesso. Su ciascuna scultura è incisa una simbologia che rimanda al potere evocativo di ogni singolo “intervallo musicale”.
    L’intervallo di prima evoca un sentimento di saggezza, quello di seconda minore un sentimento di paura, di seconda maggiore uno stato di inquietudine, di terza minore di melanconia e così via.
    La seconda opera consiste in un modello di “Teatro Balera n. 2” posto al centro dello spazio espositivo che rappresenta visivamente il misterioso compiersi dell’incanto che consente a musicisti e ascoltatori, rappresentati da tanti diapason, strumenti rice-trasmittenti di vibrazione, di sentirsi parte di un medesimo piano emozionale ultrainvisibile.
    La terza opera è la composizione musicale dal titolo “Rintocchi”, un susseguirsi di rintocchi, appunto, costituito dalle sonorità ricavate dalle sculture ceramiche. Il salone sarà quindi pervaso da suoni che si manifestano ogni 25 secondi e che ripercorrono in sequenza tutti i gradi della scala cromatica. La composizione ha la durata ad anello di 33 minuti.
    L’ultima opera è una scultura che cala dall’alto a simboleggiare lo spirito e le virtù che accompagnano la particolare ricorrenza della Festa di San Nicola. Essa verrà sospesa nello spazio, il suo titolo “Aura dei Santi a Nove Virtù” è stato ispirato proprio da una famosa icona di San Nicola sulla cui aureola sono presenti nove simboli di forza.
    Scopo dell’evento è quello di permettere ai visitatori di sperimentare in prima persona “i misteri del mondo vibrante”, la suggestione degli intervalli musicali e della visione dei simboli ad essi correlati incisi sulle sculture e di ribadire la sacralità dell’uso del suono e della comunicazione sonora, che “niente ha a che vedere con l’intrattenimento e l’esibizione… un concetto in questi anni molto diffuso che relega la Musica, specie quella popolare, ad una condizione di mero elemento decorativo”.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 330

    Ho letto con grande interesse e partecipazione il post sulla dott.ssa Laetitia Abbaticòla.
    Pur non avendola conosciuta mi unisco al Grazie di AMP. Davvero una donna pioniera, in quei tempi in cui – come è riferito – sembrava grottesco persino dare dell’avvocato a una donna. Ricordo di aver letto su La Fenice il suo,scrtto su Programma, organizzazione e scopo della Fratellanza di Miryam e di aver letteralmente assaporato la sua gioiosa testimonianza di miriamica.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    Anche io come sannitica mi unisco ad AMP nell’esprimere un pensiero di gratitudine a Laetitia Abbaticòla, una donna che ha contribuito a quel processo di valorizzazione del femminile, sia in campo iniziatico che profano, ancora oggi lontano dall’essere concluso.
    Original author: m_rosa

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    “…festeggiare in LAETITIA…“ è così difficile in questo periodo di dolori al femminile che accolgo con amore questo invito alla letizia e queste belle parole espresse in ricordo di Letizia “ABBA” Abbaticola “…come colei che, in “laetitia” e in tempi insospetti, ha spianato la strada evolutiva nella Fratellanza miriamica a tutte quelle donne autonome, creative, innovative e soprattutto libere da vincoli e dipendenze dal sistema maschile e dai suoi esponenti, anche in ambito iniziatico…”.
    Parole così di augurio per noi donne miriamiche tese ad affrancarsi. L’aiuto della pratica miriamica è grande e ancor più grande è la testimonianza partecipata a noi donne da una Donna, M.A.Iah-Hel. Caro Maestro le tue parole sono un faro di Luce.
    Un abbraccio solidale a tutte le DONNE sorelle e non.
    Original author: lina

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    Fantastico poter leggere dal tablet, anche mentre sono in giro, alcune delle tante interessanti pagine del volume (che, peraltro, ho già comprato e tengo a casa). Oggi è stato un modo davvero piacevole di trascorrere il tempo in una sala d’attesa tanto che – quando è giunto il mio turno – per la prima volta ho provato disappunto e non gioia nel constatare che la coda davanti a me era finita…!!!
    Questa Direzione è davvero sempre avanti …: in tutto.

    https://books.google.it/books?id=z3VrBwAAQBAJ&pg=PA100&dq=la+pietra+angolare+miriamica&hl=it&sa=X&ei=ykwUVZ68AsfxUpiwg5AF&ved=0CCEQ6AEwAA#v=onepage&q=la%20pietra%20angolare%20miriamica&f=false
    Original author: laura

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 330

    Auguri di cuore al “primo nato” delle Accademie miramiche. Con l’augurio che possa essere utile e far del bene a tanti così come l’ha fatto a chi vi ha concorso. Grazie alla Delegazione Generale della Schola per questa grande opportunità e per le future che seguiranno.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    E’ bello veder concretizzarsi in qualcosa di tangibile e reale un lungo lavoro ! Quel che ha prodotto in ognuno che vi ha partecipato è in parte personale e in parte condivisibile ,così come è il percorso nella Schola, che è individuale ,ma nell’ambito di una Fratellanza nella condivisione dell’ I-Dea.
    L’augurio è che produca anche all’esterno altrettanto Bene !
    Original author: gelsomino

    ippogrifo11
    Moderatore
    Post totali: 83

    Un grazie di cuore per questo atteso 1° Quaderno. E’ bello e gioioso vedere il lavoro delle Sorelle e dei Fratelli dell’Accademia Sebezia che si concretizza e si fissa nella materia, diventando così fruibile per la Schola tutta.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    Si e vero, è proprio Bello vedere il lavoro che si concretizza e il fatto che; grazie alla Delegazione; sia fruibile a tutti mi fa sentire sempre più la Forza concreta della fratellanza nella solidarietà verso chi è alla ricerca della Verità e del Bene
    Original author: alchemilla

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    Il lavoro di tanti mesi è tutto racchiuso qui, in questo Quaderno, il primo ad aver visto la luce dopo aver attraversato l’utero della elaborazione delle idee, guidate e indirizzate con Sapienza e Scienza fino alla sua realizzazione. Grazie alla Delegazione Generale e Auguri alle Accademie sorelle per il lavoro che presto contribuirà ad arricchire questa magnifica opportunità.
    Original author: holvi49

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    che bella notizia!congratulazioni!
    Original author: guglielmo tell

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    Auguri al primo Frutto dei lavori accademiali e abbracci gioiosi alle Sorelle e ai Fratelli della Sebezia, tramiti “pionieri” degli sforzi congiunti delle Accademie tutte! L’evento sarà di ulteriore entusiasmo e nutrimento per gli altri lavori in dirittura d’arrivo, secondo la nostra tabella hermetica di marcia. Grazie soprattutto alla Delegazione Generale che ci ha dato l’opportunità di sperimentare in questa ricerca sui Timbri rituali, lo Spirito di Fratellanza e cooperazione nella finalità di Bene della Miriam.
    Original author: fulva11

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 157 totali)
Rispondi a: Eventi e Segnalazioni
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy