Eventi e Segnalazioni

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 167 totali)
  • Autore
    Post
  • tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    I tempi evolutivi del genere umano sono lunghissimi. Anche quando c’è una nuova scoperta o si trova scientificamente la ragione profonda che determina il mutamento di un modello culturale, la mentalità comune rimane quella di prima e per modificarsi ci vuole tempo…. E’ inerzia delle masse che si oppone alla trasformazione. Oggi, in più, un’oscura tendenza serpeggia per sgretolare quanto vi è di certo e di buono, rendendo falso il vero e il buono.
    Se le donne arrivassero a non tollerare più neanche la più piccola prevaricazione dal mondo maschile, (e sarebbe un bene) ciò nonostante non basterebbe. A mio parere, oltre alla sacrosanta reazione è necessaria una diversa educazione per costruire insieme. “Quando saremo più progrediti e la società umana sarà liberata dai vincoli delle idee ereditate dalle ore selvagge, l’uomo e la donna non si calunnieranno più a vicenda, non si tormenteranno come nemici, non avveleneranno il loro cuore per il possesso e la gioia di vivere con la ignoranza dei valori liberi della loro coscienza” scrive il Maestro Kremmerz nei Dialoghi (IV dialogo). Certo questo brano non prevedeva il femminicidio, ove però si tratta di assassini e delinquenti. In alcune interviste ho sentito dire che molte di queste donne assassinate avevano, in precedenza e costantemente, perdonato i loro compagni sostenendo che in fondo questi le amavano…allora è l’idea dell’amore che deve cambiare…amore, non possesso. O, l’uomo è “l’unto e bisunto dall’olio di Dio e la donna è l’oggetto passivo di tutti i tempi” (Dacia Maraini)…allora è la religione che deve cambiare…dio androgino – legge dell’universo; la società patriarcale rivendica il possesso su mogli e figli…allora è questa che deve sparire. Ma invece sparisce la bellezza naturale e si impoverisce la qualità della vita! Il consumismo deriva dal mondo patriarcale le cui professioni, oggi, invece di dare servizi, legiferano su quali siano le necessità umane; parte della medicina è al servizio delle industrie farmaceutiche, generando nuove forme di infermità. Anche ciò va sostituito…e l’elenco può diventare infinito.
    Ma è
    la coscienza a dover mutare, e a ciò è deputata la S.P.H.C.I., quale Organismo Iniziatico. Io mi auguro che i giovani trovino il tempo e la necessità di riflettere e comprendere che il loro inserimento in una società più sana e giusta, ove il femminile sarà rispettato come conviene, non dipende solo dalla laurea, da quanto guadagneranno, dalla fama o dalla compagna/o ideale, ma anche dal lavorio di purificazione della coscienza che potranno fare su se stessi, per servire consapevolmente la Vita.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 1008

    I meccanismi fisici naturali sono la chiave di volta su cui il Kremmerz poggia la Scienza Sacra. Questo è grande aggancio all’indagine del reale.
    Questo mi ha attratto quando all’inizio dello studio dei Dialoghi dell’Aureo Maestro, “empaticamente” avrei voluto essere come il discepolo scettico e pratico.
    Premessa doverosa per presentarmi.
    E’ totalmente affascinante declinare la scienza all’etica ermetica.
    Interessante sarebbe approfondire con qualcuno ferrato in materia, l’apporto dei neuroni specchio ai meccanismi di condivisione esperienziale. Ho capito bene che copie, cloni, falsità, mistificazioni non inducono reazioni di crescita, mentre al contrario, rapportarsi a una rappresentazione artistica autenticamente creativa (ci sarebbe da capire quando è creativa) si, le inducono?
    Quando l’esperienza vitale di un singolo essere vale per tutta la collettività che recepisce e com-prende è zero emulazione e doppio zero voglia di competitività.
    Original author: pico

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Vorrei segnalare, agli amici del sito, una mostra attualmente presente alla Pinacoteca di Brera di Milano che, dalla recensione apparsa sul “Sole 24 ore” domenica scorsa, sembrerebbe molto interessante. Si tratta dell’esposizione dei tarocchi provenienti dalla famiglia Sola Busca ed ora appartenenti allo Stato Italiano. L’insieme comprende 78 carte, è il mazzo più completo di quelli di età rinascimentale ed inoltre è miniato. Le carte, almeno l’ideazione ed una prima stesura, si fanno risalire al pittore fiorentino di nascita e marchigiano d’elezione, Nicola di maestro Antonio della fine del 400. Vi trascrivo la frase dell’articolo in questione che ha sollecitato il mio interesse “è immediato cogliere il divario che intercorre tra l’opera sacra e la misteriosa torma ermetico-alchemica che abita il mazzo”. Se qualcuno ha modo di visitarla ci faccia sapere.

    Anonimo
    Inattivo
    Post totali: 307

    Si coglie l’occasione del commento di m_rosa per segnalare che nella pagina relativa al volume “Oracoli” è riportata integralmente l’opera del Kremmerz “I tarocchi dal punto di vista filosofico: Il Matto, Gli Amanti, La Morte”.
    Di seguito la link:

    https://www.kremmerz.it/new/s-p-h-c-i/pubblicazioni/oracoli-misteri-e-arti-divinatorie-tra-oriente-e-occidente/

    Buona lettura.

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Trovo interessante il rapporto tra bellezza e conoscenza. Mi sembra intravedervi quella modalità ermetica della coscienza di penetrare la verità delle cose, differente dal ragionamento, e che si conquista attraverso i rituali purificatori della nostra Schola. Sesto senso? Intuizione? Certo è che non le è estraneo il sentimento dell’amore, così come il Maestro Kremmerz ce lo indica: atto di compenetrazione e di percezione immediata, istintiva, semplice.

    mara329
    Partecipante
    Post totali: 88

    Grazie per la segnalazione. Sto rileggendo perchè è un’opera pregna di contenuti profondissimi. Sembra di trovarvi la chiave di tutta la storia dell’umanità dalla più remota a quella di oggi, su cui s’impone l’idea evolutiva, ma fuori ogni schema, rivoluzionaria, vera, libera, esplodente, universale, restia ad ogni confine. Bellissimo!

    aronte
    Partecipante
    Post totali: 5

    Volevo segnalare agli amici del sito la scoperta presentata da parte dei ricercatori dll’università della California di Berkeley : sono state fatte ringiovanire le cellule staminali del sangue di un topo anziano immettendo un gene della longevità. Grazie all’intervento le cellule hanno recuperato in pieno la capacita di rigenerare come se appartenessero ad un organismo giovane .Riporto parte dell’articolo ”In questo modo è stato dimostrato che è possibile rendere reversibile il declino della funzione delle cellule staminali dovuto all’età. ”Sapevamo già – osserva Chen – che le sirtuine regolano l’invecchiamento, ma il nostro studio è in realtà il primo a dimostrare come queste proteine siano in grado di invertire l’invecchiamento associato alla degenerazione”. .
    Leggendo questo articolo mi e venuto naturale, pensare alle parole dette innumerevoli volte dalle nostre Gerarchie riguardante l’energia sanatrice emanata dal centro in grado di innescare il principio di auto guarigione. Mi sembra interessante notare che i ricercatori ammettono che se opportunamente stimolate le cellule sono in grado di invertire il processo degenerativo.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 1008

    SICURAMENTE INTERESSANTE LO STUDIO DEI RICERCATORI AMERICANI , MA NON PENSO CHE SIA IN SINTONIA CON LE LEGGI DI NATURA LA RICERCA DELL’ETERNA GOIVINEZZA, NE’ CHE QUESTA POSSA ESSERE ASSIMILATA ALLO STATO DI BUONA SALUTE ( QUANTI GIOVANI SONO MALATI ). D’ALTRONDE SE CI GUARDIAMO INTORNO ,OSSERVIAMO CHE OGNI FORMA DI VITA HA UN SUO CICLO E NULLA SI PRESENTA ETERNAMENTE GIOVANE , MA TUTTO SI RINNOVA PASSANDO ATTRAVERSO LA MORTE.
    Original author: GELSOMINO

    fulva11
    Partecipante
    Post totali: 18

    Grazie aronte della notizia. Speriamo che le varie scoperte scientifiche, che sono tante e continue trovino la strada facilitata per beneficare più gente possibile.
    L’idea pratica di auto guarirsi è la possibilità più grande per l’essere umano. L’ermetismo si poggia su questo.
    Ma è sempre così o è una possibilità?
    Nei Dialoghi sull’Ermetismo pubblicati qui sul sito a un certo punto Kremmerz dice “se fosse vero che l’uomo é com’è, e che non esistono dii e semidii invisibili e intangibili? e che dall’organismo dell’uomo vivente, si sprigionano forze, irradiazioni e vapori che agiscono incoscientemente sull’ambito della sua attività e spesso sono in contraddizione attiva con la finalità definita dello scopo a cui mira…” Non mi permetto di commentare il Maestro, ma, riflettendo, quest’ultima frase sembra aprire il campo all’esigenza di una trafila appunto, che renda coerente l’azione più o meno consapevole nostra all’attività cosciente del nostro principio vitale. In tal senso ogni sforzo tende al nosce te ipsum, il conoscersi, iniziando dalle funzioni fisiche naturali, depurate e purificate pian piano dai vizi acquisiti. Il processo iniziatico d’ integrazione col principio vitale è il grande dono della Catena Iniziatica che agganciandoti, in qualità d’ iscritto o ammalato richiedente l’aiuto terapeutico, ti integra automaticamente alla bisogna, per consentire evoluzione e guarigione.
    Tuttavia, esattamente come mistificando la diagnosi del male, non scatta la cura giusta, così senza sincerità d’intenti non scatta l’aiuto ermetico adeguato.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 1008

    la morte è naturale… ma una parte non muore perché transita di vita in vita…ce la si porta con se … contiene il segreto dell’eternità… il dna della vita eterna infinita… la cellula totipotente si è rivelata alla scienza nel 1950 premiata Nobel nel 2012… una cellula ritorna bambina e capace di tutto… ti ridà ogni parte che manca …gratis e senza rubare parti di altri …
    … per amore
    Original author: giglio

    mara329
    Partecipante
    Post totali: 88

    Leggevo oggi sul Corriere della Sera che esiste una bacca – il maqui – (si trova nelle isole dell’arcipelago Juan Fernandez, o in Patagonia, nel sud del Cile) che secondo le ricerche scientifiche rallenta il processo di invecchiamento. Sembra infatti che a dosi elevate attivi l’enzima della vita. Le sue proprietà sono descritte nell’ultimo libro del 2013 di Barry Sears, presidente dell’Inflammation Research Foundation di Boston. Qualcuno dei medici della S.P.H.C.I. ne sa qualcosa?

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Le comete trasferiscono anime da un pianeta all’altro? Nel 2013 ne vedremo ben quattro! Speriamo che ci portino anime evolute. Ce ne è un gran bisogno!

    ippogrifo11
    Partecipante
    Post totali: 165

    Inversamente, speriamo invece che non si portino via dal nostro pianeta quelle poche che ci sono!

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Ah, ah, ah, (sarebbe una bella risata!). Quello ci mancherebbe! Però ricordo che di aver letto sull’Opera Omna che tutto è in “questo bellissimo e simpatico pianeta che, se sorride, ti manda un terremoto, e se piange una nevicata orrenda”.

    mara329
    Partecipante
    Post totali: 88

    Finalmente! A pieni voti la Camera approva la Convenzione del Consiglio d’Europa su “prevenzione e lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica”, ora tocca al Senato l’approvazione definitiva. L’Italia è la 5° nazione (dopo Montenegro, Albania, Turchia e Portogallo) a ratificare la convenzione, ma perché questa diventi operativa dovranno essere almeno 10 gli Stati a sottoscriverla di cui almeno 8 del Consiglio d’Europa.
    Da repubblica del 28 maggio 2013: ”La Convenzione prevede il contrasto ad ogni forma di violenza, fisica e psicologica sulle donne, dallo stupro allo stalking, dai matrimoni forzati alle mutilazioni genitali e l’impegno a tutti i livelli sulla prevenzione, eliminando ogni forma di discriminazione e promuovendo “la concreta parità tra i sessi, rafforzando l’autonomia e l’autodeterminazione delle donne”…“In premessa si sottolinea che “il raggiungimento dell’uguaglianza di genere de jure e de facto è un elemento chiave per prevenire la violenza contro le donne” e che “la violenza contro le donne è una manifestazione dei rapporti di forza storicamente diseguali tra i sessi, che hanno portato alla dominazione sulle donne e alla discriminazione nei loro confronti da parte degli uomini e impedito la loro piena emancipazione”. Ancora in premessa viene riconosciuta “la natura strutturale della violenza contro le donne, in quanto basata sul genere”, e che “la violenza contro le donne è uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini”.

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 167 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy