ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
Stai visualizzando 15 post - dal 1,096 a 1,110 (di 1,117 totali)
  • Autore
    Post
  • Orengo silvana
    Partecipante
    Post totali: 27

    Si wiwa un senso di unità meraviglioso è quello che ho sperimentato ed è un regalo grande perché è così difficile staccarsi dall’idea di separazione .Forse un passo ,almeno per me,verso la comprensione che siamo tutti uniti,tutti uno, verso l’esperienza

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 445

    Verissimo Wiwa, una volta di più stiamo sperimentando, conoscendo attraverso l’esperienza della partecipazione, questo Spirito di Unità nell’Ideale che tutti ci fa Habitare Fratres in Unum. Un grazie immenso va ai Maestri, presenti e non, al Maestro D+G+ punto focale di riferimento per tutti noi, ed un grazie all’armonia che si è creata in tutta l’Agape, mai casuale ma voluta e diretta semplicemente da Chi ne ha il compito e le potestà per farlo. Questa armonia la si porta dentro nei momenti a seguire, quando si rientra nelle turbolenze della vita ordinaria, ho colto, che da dei piccoli input ma fondamentali per affrontare e forse risolvere nodi della quotidianità che creano ulteriori ostacoli, sicchè il percorso magari è meno in salita. E’ bastata in questo Magico contesto, quella vocina dal profondo dell’essere, che una cosa pensata probabilmente cento volte, si afferma alla coscienza come una soluzione più concreta che mai…. (eppure ci avevo pensato una valanga di volte e poi restava lì, quasi senza importanza, in stand –by)!
    Un carissimo e fraterno saluto, con l’augurio di un buon ferragosto, per fortuna non più tanto caldo neanche al Nord, a tutti!
    Buona Festa

    Vento
    Partecipante
    Post totali: 4

    AGAPE 2022
    E’ stata non solo la mia prima AGAPE, ma anche la prima volta in cui ho incontrato de visu voi fratelli, solelle e gerarchie. Per me è stata una lezione vedere ed osservare la vostra spontaneità. Non ho potuto conoscere tutti ma in molti di voi ho visto una luce nuova traccia indelebile dell’illuminazione derivante dall’Amore universale e dalla saggezza che di seguito ovviamente ne deriva. Ho sempre cercato il senso di fratellanza in tutta la mia vita. E una forza invisibile che ci rende piu forti e che ci portiamo nella vita di tutti i giorni. La fratellanza, il credere ed il perseguire obiettivi concreti divengono una cosa sola. Per me esempio sono sempre stati i cavalieri templari che come nelle immagini condivisero anche il cavallo strumento per affrontare insieme il grande viaggio. Cercheremo insieme i segni che ci condurranno all’energia universale cui ogni giorno ci rivolgiamo attraverso la ritualistica giornaliera che come goccia dopo goccia scava la roccia. In noi ed in me vive quella luce che ci apre e ci rafforza nel sentiero della vita. Vi abbraccio tutti.

    Alef2006
    Partecipante
    Post totali: 209

    Condivido parola per parola il post di wiwa: questa AGAPE mi ha donato pace, energia e serenità. Non esistono parole per ringraziare di quanto ricevuto dalle Superiori Gerarchie, dal Maestro IAH-HEL, dai Maestri Tutti, dalle Sorelle e dai Fratelli che hanno contribuito a rendere speciale ogni singolo secondo della riunione plenaria. Vi abbraccio. Grazie Miriam!

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 652

    Condivido le vostre riflessioni sull’Agape che è stata tanto densa di Bene e di Amore…Grazie alla Del+Gen+ per averla resa possibile e a tutto il Popolo di Miriam per l’affratellamento e la bella condivisione gioiosa.
    A presto!

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 204

    Partecipare all’Agape. Rinnovare il Patto. E banchettare con gli Dei.
    Dopo aver provato, un po’ contrito, ad onorare la solennita’ del momento, a gustare il pasto benedetto, a percepire l’impercepibile, un po’ frustato ed aiutato dal vino, mi abbandono al piacere della fraterna amicizia cercando pero’ di non eccedere troppo con le battute di spirito, e di digerire nel mentre i toccanti interventi dei fratelli durante la giornata.
    Non parlo molto di me. Perche’?
    Non ho avuto guarigioni miracolose, ne’ per me ne’ per gli altri, ma sono sicuro che senza la Miriam non starei qui a scrivere perche’ non avrei alcun pseudo-equilibrio per farlo.
    Pertanto alzo anche io il calice, forse non ancora ricolmo abbastanza di sangue, e brindo oggi venerdi’ dopo il venerdi’ dell’Incontro per ringraziare la Luce che attraversa i nostri attimi!
    Alla Miriam!

    seppiolina74
    Partecipante
    Post totali: 254

    Dopo svariati giorni in cui mi sono trovata sí immersa nella natura, ma priva di valida connessione internet, finalmente sono a casa e posso ritrovarvi tutti, fratelli carissimi. Che bello ripensare all’esperienza dell’Agape! È stata per me significativa e gioiosa, ma anche intensa! Tanti sorrisi sinceri e tante volte mi sono commossa. Grazie per il simbolico abbraccio della Delegazione, dei Maestri, dei Fratelli,mi sono sentita protetta e sorretta. Aiutata! Attendo con ansia il prossimo incontro congiunto in autunno. A presto, vi penso tanto, tutti.

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Nessuno di noi caro guglielmo tell starebbe qui a scrivere senza la Miriam. Mi hai ricordato quell’episodio che racconta il Maestro Kremmerz su un ingegnere meccanico, mi pare, che diceva sempre che lui (come tramite s’intende) non avrebbe mai guarito nessuno. Eppure gli capitò di farlo. L’episodio se non lo ricordi lo trovi in La Parola al Maestro: Preparazione e prassi terapeutica ortodossa nella Fratellanza di Miriam – parte I.
    Bellissima Agape !

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 652

    Cara Tanaquilla, concordo!
    Buona domenica.

    g_b
    Partecipante
    Post totali: 101

    Questa Agape Plenaria, mi ha lasciato dentro una sensazione di vera rigenerazione e se poi dovessi racchiudere in una sola parola, tutto un insieme di emozioni, impressioni, coscienze…sarebbe senz’altro : Viandante. Le parole del nostro amato Maestro Delegato e di tutti i Maestri, hanno risvegliato ancora di più il senso di movimento, viaggio, curiosità indomabile, un insieme di cose che era già forte dentro di me, ma adesso è proprio chiaro:io rifuggo le abitudini, mi inquietano, le convenzioni mi avvelenano, sono stato restituito al mondo nudo e in viaggio costante. Dicevo ad un fratello l’altra sera, che ho capito che per me l’origine di ogni sofferenza è nell’assenza di curiosità. Ora ho capito lo 0 dei tarocchi, il cui significato avrò letto decine di volte, ma vivere le cose è ben altra storia. Viverle veramente con la propria carne. Grazie ancora alla Delegazione generale, i Maestri preposti, al lavoro preziosissimo delle Segreterie e a tutte le Sr++ e i Fr++ in Miriam.

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 445

    Condivido in toto, anzi di più caro Guglielmo Tell il Tuo Post. In primis dall’inizio:
    “Partecipare all’Agape. Rinnovare il Patto. E banchettare con gli Dei.”
    Quando mi sento, parlo volentieri di me, è l’unico Sito in cui sono presente. Essendo diciamo un po’ “sfigato”, fin da ragazzo, come già ho fatto qualche flash in altri post, la vita è stata un po’ dura, gli acciacchi parecchi! I pathos non messi in quadro, non sono però peggiorati, non sono mai degenerati, in questo ho colto l’impronta della Myriam, perché anche questo è essere davvero aiutati. E poi la Forza che ci da la Schola, per affrontare ogni squilibrio del nostro essere ed ogni situazione complicata. Chiaro, se una malattia arriva e sparisce praticando secondo Ortodossia, il riscontro è immediato, l’esperienza più forte, ma non per forza le cosa debbono o vanno sempre così. Ho notato invece su altri, anche per patologie gravi il risolversi delle cose, peccato che in alcuni casi (uno in particolare), lo abbia percepito solo io, ma non ho mai nemmeno pensato per una sola volta di lasciarmi sfuggire con la persona interessata, che dietro tutto un lungo percorso clinico fatto di terapie ed interventi chirurgici, magari una qualche Entità aveva dettato la terapia al medico competente e diretto la mano del chirurgo!!
    Pertanto alzo anch’io il calice, anche il mio toglierei il forse, non ancora ricolmo abbastanza di sangue (e, come ebbe a scrivere il Maestro Kremmerz, “Il Calice del Cristo va versato fino in fondo”, poi, forse, così penso, le cose davvero cambiano, ma prima….), e brindo oggi che è Domenica, incidentalmente il giorno più Sacro della Settimana su questa Terra!
    Buona Festa a tutti

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Sapessi come ti capisco, caro g_b. Per molto tempo sono stata presa fraternamente in giro da sorelle e fratelli che mi chiamavano peripatetica (erano quelli che passeggiavano studiando e discutendo di filosofia), perché ho sempre viaggiato molto, ho sempre cercato in giro, sono sempre andata nei posti meno conosciuti.
    E’ bella la figura del viandante, cioè di colui o colei che non è di alcun luogo, non appartiene del tutto ad alcun posto perché forse viene da altri mondi. Una volta ho visto così una carissima Sorella.
    Buona domenica anche a te cara mandragola e a tutti.

    Galaade04
    Partecipante
    Post totali: 1

    Bonjour de France à tous.

    Ravie d’avoir rencontré les membres de la Fraternité et d’avoir pu échanger des impressions malgré mon très faible niveau d’italien.
    Ce séjour m’a permis de visiter Assise et Sienne au retour. Quelle classe!
    Rendez-vous à prochaine réunion académique.
    Bises

    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    Anch’io brindo con voi, cari fratelli e sorelle, alla Miriam Regina eterna ed eterna Rosa. È stato bello leggere il resoconto dell’Agape, un altro segno di tappa lungo il nostro cammino, grazie

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 159

    Cari Fratelli e care Sorelle, dopo quasi due mesi torno a scrivere sul forum, e leggere i resoconti dell’Agape mi riempie il cuore di gioia. Io purtroppo per due mesi ho avuto problemi con il covid, infatti è solo da due giorni che sono stato dimesso dall’ospedale, in quanto sono immunocompromesso per terapia con anticorpo monoclonale dal lontano 2009.
    Nonostante tutti i miei problemi e i rischi legati ad una infezione da covid (non avendo anticorpi disponibili), la Miriam e tutta la Catena mi hanno supportato ed aiutato a superare questo brutto periodo, ed ora sono tornato a casa, in buono stato di salute.
    Io non posso che confermare, perchè toccato con mano, come la forza della nostra Catena e della Miriam, non ci abbandona mai, ci sorregge, ci aiuta e ci accompagna ogni giorno, con amore e con una forza senza confini. Vi abbraccio,, abbraccio i Maestri tutti, il Delgato Generale e tutti quanti mi hanno aiutato per risolvere la mia situazione, standomi vicino con tutto il loro Amore.
    Brindo alla Miriam, eterna Rosa ed eterna Regina, che è sempre al nostro finco e ci prende per mano quando lo chiediamo.

Stai visualizzando 15 post - dal 1,096 a 1,110 (di 1,117 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy