ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Stai visualizzando 15 post - dal 751 a 765 (di 776 totali)
  • Autore
    Post
  • m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 278

    Buona luna di rinascita

    kridom
    Partecipante
    Post totali: 98

    “Che fai tu luna in ciel? dimmi che fai silenziosa luna?”
    Buona luna nuova

    decla
    Partecipante
    Post totali: 35

    Buona Luna di Bene e Salute a tutte/i…!!

    Angelo
    Partecipante
    Post totali: 58

    Mi unisco all’augurio di Tutti Voi e condivido il mio. Buon Novilunio a tutti

    tulipano
    Partecipante
    Post totali: 57

    Non ho fatto in tempo a scrivere per ricambiare l’augurio, ma l’ho fatto avendovi tutti nel mio pensiero! Buona Luna Nuova

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 452

    Condivido con voi la lettura dell’Inno Orfico “Profumo di Notte – (torce)”, tradotto della Comunità Ellena Italiana. Lo trovo suggestivo, soprattutto a fine giornata quando buio e silenzio coprono ogni cosa ed è più facile il contatto con se stessi.
    “Notte canterò, genitrice degli dei e degli uomini.
    ascolta, dea beata, dal cupo splendore, scintillante di stelle,
    che ti rallegri della quiete e della calma dal molto sonno,
    letizia gradita, che ami la veglia notturna, madre dei sogni,
    che fai dimenticare gli affanni e possiedi il buon riposo dalle fatiche,
    datrice del sonno, amica di tutti, che guidi i cavalli, ti accendi di notte,
    incompiuta, terrestre e ancora celeste,
    periodica, danzatrice negli inseguimenti attraverso l’aria,
    tu che invii sotto terra la luce e a tua volta fuggi
    nell’Ade, perché la terribile Necessità domina tutto,
    e ora, beata Notte, molto felice, da tutti desiderata,
    accogliente, ascoltando il suono supplice delle parole
    vieni benevola e scaccia le paure che si accendono di notte”.
    Buona, buonissima serata

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 105

    Grazie Tanaquilla per aver condiviso questa bellissima lettura! andare a dormire leggendo quest’inno alla notte ” madre dei sogni” mi auguro stimolerà i miei pensieri
    buona notte e sogni d’oro a tutti i naviganti

    guglielmo tell
    Ospite
    Post totali: 112

    senza (le mie) parole…
    … abbracci

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 290

    Molto toccante! Non la conoscevo, Guccini è sempre Guccini! grazie, caro guglielmo tell.

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 105

    Bellissima Guglielmo Tell !
    buon equinozio a tutti

    guglielmo tell
    Ospite
    Post totali: 112

    salve a tutti! segnalo questa playlist in cui magari chi non ha tempo di leggere ma vorrebbe rivisitare l’argomento, oppure perche’ no una persona ipovedente, puo’ ascoltare la lettura dei tarocchi di kremmerz.
    abbracci a tutti e buona giornata di venere!

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 324

    Grazie Guglielmo Tell per il tuo splendido post. Nella prima parte dedicata alla prefazione alle Scienze Occulte, quella mezz’ora di dialogo mi fa tornare alla mente molti degli scritti del Maestro Kremmerz, letti e riletti nel corso degli anni, davvero una bellissima sintesi contenuta nel primo link. All’incirca alla metà del video, emerge quanto scritto a suo tempo dal Maestro, in merito ai primi tentativi della Scienza ufficialmente riconosciuta, “che liberamente investiga gli stati speciali di rapporto tra il pensiero umano e la materia, e le risultanze di questi studi sono ancora modeste di fronte al grandioso intreccio di poteri dormienti nel nostro organismo, ma prima di conoscere le leggi del risveglio passeranno ancora molti secoli”. Da questa ultima frase, come da altre in altri scritti, il Maestro lascia intravedere il potenziale che seppur a rilento, forse compatibilmente con una traiettoria evolutiva a noi, a me incomprensibile, nelle Scienze del domani progressivamente prenderà forma e sostanza passando inesorabilmente “all’azione”. D’altronde, qualche secolo fa, nella ben nota età di mezzo, chi allora avrebbe mai osato immaginare per l’umanità a venire, azioni terapeutiche di “medicina nucleare”, di radioterapia computerizzata, chirurgia robotica e…. avanti tutta!!! Chissà quindi che tra X tempo, non si discuterà su come applicare la conoscenza di quegli stati speciali “che regolano i rapporti tra pensiero e materia” nell’essere umano, aprendo un campo infinito ed inesplorato circa le forze occulte, latenti, per la maggior parte inespresse, che contribuiscono alla costituzione in toto dell’organismo dell’essere umano in quanto microcosmo, credo, per quanto ho compreso, omologhe agli stessi centri di forza attivi presenti nell’Universo.
    Ancora un caro saluto ed una buona domenica sera a tutti.

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 324

    Oggi ho ascoltato il secondo audio presente nel post di guglielmo tell, “Il Prologo del Pazzo”. Mi tornano alla mente le stesse cose lette e rilette anni fa nella Scienza dei Magi, siamo alla fine del volume secondo. E’ molto bello ascoltare un audio e tentare di afferrare qualche sprazzo di lucidità, probabilmente sfuggito ogni volta che invece ho letto accademicamente lo scritto. In questo link, più o meno al decimo minuto, così recita: “un nuovo orizzonte si affaccia alla Scienza ufficialmente accettata e si apre ad un compito elettissimo di integrare in un sol fascio di dottrina sperimentata tutta la potestà della materia umana di cui la religione, sconfinando, ne ha denaturata la concezione”. Qui il pensiero corre alla mitologia, dove attraverso favole allegoriche a sfondo antropomorfo, la tradizione vela le vere leggi che regolano la Vita nel Macro e nel Microcosmo, Dio e Uomo, in cui in quest’ultimo si cela una “cellula” del Dio Universale. D’altronde, qualche minuto prima sempre in questo audio, si ascolta che “La Scienza, (da sciò – io conosco) non può, non deve credere se non lo consente l’esperienza che è la prova della conoscenza, e la sua che ora pare una marcia di ostacolo, sarà un giorno non vicino e non lontano l’annunciatrice della necessità di un pontificato salomonico, il quale terrà le chiavi della fede per diritto di sapienza”. Anche qui, come nel primo audio, il Maestro Kremmerz lascia intravedere un potenziale che prima o poi, inesorabilmente, entrerà nella disponibilità delle Scienze del domani, l’augurio mio e di tutti è che questo “accesso” a porzioni della Divina Sapienza, avvenga quanto prima.

    Un caro saluto ed una buona domenica a tutti.

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 324

    Eccomi al terzo audio del post di Guglielmo Tell. Tra le tante massime, concrete, concretissime che fanno riferimento, mediante metafora o analogia da cogliere, a situazioni e vicissitudini della vita quotidiana di ogni essere umano in ogni tempo, voglio portare l’attenzione al momento in cui il Maestro ci ricorda che spirito e carne non esistono come entità a se stesse, isolate all’interno di una propria dimensione, ma che tutto è materia, intendendo credo, la materia nei vari stati di essere e quindi di manifestazione della materia stessa. Nel precedente post dedicato al secondo audio, il M°. Kremmerz ci ricordava che “La Scienza, (da sciò – io conosco) non può, non deve credere se non lo consente l’esperienza che è la prova della conoscenza”, ed in questo terzo audio ci avvisa che per sapere cos’è una determinata cosa, “devi diventar la cosa stessa”, lasciando intuire un processo di identificazione da anelare nei confronti della Realtà che presuppone un approccio alla conoscenza di natura esperienziale. Nella Introduzione all’Opera “La Via della Rosa”, il M°. M.A. Iah-Hel ci rammenta che “E’ la MATER-IA che il Maestro Kremmerz invita a investigare fin nella proprie molecole attraverso il metodo sperimentale da Lui proposto e tramandato”. D’altronde, proprio a proposito del primo Audio dedicato all’argomento dei “Tarocchi dal punto di vista filosifico”, il Maestro accennava ai primi tentativi della Scienza ufficialmente riconosciuta, “che liberamente investiga gli stati speciali di rapporto tra il pensiero umano e la materia, e le risultanze di questi studi sono ancora modeste di fronte al grandioso intreccio di poteri dormienti nel nostro organismo, ma prima di conoscere le leggi del risveglio passeranno ancora molti secoli”, augurio già fatto che ciò avvenga quanto presto, ma sempre attuale e foriero di ogni bene per l’umanità a venire.
    Un caro saluto ed una buona domenica sera a tutti.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 290

    Buon Novilunio!🖐

Stai visualizzando 15 post - dal 751 a 765 (di 776 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy