ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
Stai visualizzando 15 post - dal 646 a 660 (di 1,117 totali)
  • Autore
    Post
  • holvi49
    Partecipante
    Post totali: 112

    Sul mio balcone ho, adesso, anche dei gerani. Quasi un mese fa, non vi era neanche la gemma sul rametto. Poi giorno dopo giorno è cominciata a spuntare: era una piccola pallina verde un po’ ovoidale con una leggera colorazione bianca alla estremità superiore. Cominciava la fioritura; non sapevo quale colore la piantina avesse scelto per rallegrarmi la vista, ma le ero comunque grato. Ogni giorno guardavo l’evoluzione dell’incipiente sbocciare e ogni giorno un passo avanti lasciava intravedere il miracolo. Non ho fatto il Time laps, per ovvi motivi: il tempo l’ho lasciato scorrere secondo i suoi tempi e ogni fotogramma è durato un giorno e una notte, forse, non lo so. Poi una stupenda palla , a cui ne è seguita subito un’altra, di un rosa e bianco meravigliosi e altri boccioli stanno venendo su. I ricordi sono andati a quando ero piccolo, quando sul terrazzino della vecchia casa c’erano una infinità di gerani, stupendi: rossi, bordeaux, rosa bianchi , arancio…Spesso stringevo i petali tra le dita che si coloravano del loro succo. Per me, bambino quelle erano “cose”: mai avrei immaginato la grandezza di quel loro essere e di ciò che portava alla loro manifestazione. Forse ora riesco a intravedere…, forse…un nome : Miriam.

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 164

    Bellissimo Mag il video della rosa che sboccia, davvero emozionante grazie. Colgo l’occasione per dare notizie della nostra piantina di roselline, sono uscite le foglioline ma non è ancora germogliata, appena lo farà proverò a inviare una foto.
    Anche qui da me è pieno di uccelli, e anche a me piace guardarli, mi hanno sempre trasmesso un senso di libertà. Pensavo in questi giorni al fatto che tutti, in modo diverso, condividiamo la simpatia per questi animali. Sono un po’ come dei tramiti tra il cielo e la terra, l’alto e il basso, tra l’elemento aria e l’elemento terra.
    Qui vedo principalmente gabbiani che hanno modificato le loro abitudini e si sono avvicinati sempre più ai centri abitati…ricordo che quando ero piccola si diceva che quando i gabbiani volavano verso terra era in arrivo il cattivo tempo, oggi non è più così. Anche la natura cambia, si adatta all’eterno movimento della vita e noi dobbiamo cercare di essere in sintonia con lei per leggerne i segni.
    Un fraterno abbraccio

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 445

    Bellissimo il filmato che ci hai inviato Buteo. Così dalle dimensioni e dall’accenno di livrea, mi sembrano “pulli” di falco pellegrino, dovrei vedere però bene almeno mamma o papà. Dalla foto di quello stupendo pellegrino che anticipa il filmato, mi collego alla tua considerazione finale: ho sempre dubitato che l’occhio di Falco identificato con il Dio Horus, o la Testa del Falco con il disco solare sul Capo a rappresentare in molti dipinti Amun – Ra, siano proprio quelli del Falco Pellegrino, tra l’altro presente da sempre in Egitto ed in tutto il Medio Oriente. Mi supporta il fatto che tale interpretazione sia anche la tua.
    Un abbraccio ed un augurio a tutti di una buona festa.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 189

    Buongiorno a tutti
    Mai come adesso l’unione fa la forza. Una unione di responsabilità , non fondata sull’ onda delle emozioni e dell’istinto irragionevole, ma Una forza di coesione vera, d’Amore.
    Sulla mia pelle ho capito meglio che non si smette mai d’imparare, che la vita nel Bene e nel male offre sempre momenti di crescita. E se vogliamo che questi momenti non siano solo un costo da pagare all’ avversità, è necessario trarre qualche insegnamento che ci arricchisca e che ci renda capaci di affrontare ancora meglio il futuro.
    In questo periodo questi pensieri mi hanno accompagnata sul terrazzo di casa, vedendo il mare da lontano, baciando il sole lontano. Riflettendo in uno spazio troppo grande intorno, a cui non ero abituata, perché ero sola.
    Stamattina ho continuato vedendo il mare a due passi, con una piccola risacca, con voci piu’ o meno vicine, ma non vicine, e sentendo il venticello estivo accarezzarmi i capelli (senza un vero taglio e con i ritocchi di ricrescita fatti alla meglio)
    La forza di aprire la porta e portare il cuore del mondo dentro, pensando a chi non ce l ha fatta e a chi deve lottare ora per la ripresa.
    Il virus, come tutti gli eventi traumatici, è un amplificatore di cio’ che abbiamo dentro.
    Quella che chiamano “la crescita post traumatica” potrà portare la nascita di condizioni migliori a livello personale ed interpersonale. Quello che prima era indispensabile per me è diventato piccolo.
    Dietro ogni porta chiusa ci sono stati esseri umani. Ora pian piano, si ricompone la vita sociale, non solo con le giuste attenzioni e prudenze, ma anche con le riserve o aperture che la nuova persona , uscita dalla forzata sosta, metterà fuori ed utilizzerà.
    Amici tutti, io ci sono. Un passo piu’ avanti verso noi tutti lo stiamo facendo. Poi un altro ancora piu’ avanti, fino a poterci guardare negli occhi. E riconoscerci tutti, contandoci tutti, uno per uno, nel cuore della Suprema Miriam, che è sempre una Regina eterna
    Bello leggervi, bello sentirvi, grata per i post dei medici, utilissimi, chiarificatori, onesti, centrati. Bella la presenza dei Maestri, per puntellare i pilastri. il Sito è sempre piu’ magico, generoso, miriamico, fonte di crescita.
    Buon martedi

    kridom
    Partecipante
    Post totali: 177

    Grazie Buteo per la segnalazione della videocamera, ho appena visto i tre falchetti mi guardavano dalla webcam e sgambettavano nel nido. Come dice anche mercuriale2011, gli uccelli e gli animali in genere hanno cambiato abitudine, non so se sia un bene o un male, ma sicuramente si adattano per lo scopo di sopravvivere…e anche il palazzo della Regione Lombardia può essere adatto a farci un nido 🙂
    Mercurius3, che bella cosa è vedere il mare da casa! Chissà che un giorno io non possa trasferirmi a vivere in una località marina…nel frattempo, hai detto una cosa che riconosco come molto vera, il virus è un amplificatore e quindi ad alcuni potrà fare bene perchè ne trarranno qualche cambiamento in positivo (e spero proprio che noi siamo tra questi) ma non so a livello generale se tali effetti positivi prevarranno sugli istinti, sulle paure e sulla scarsa accettazione delle proprie responsabilità nel cambiare le cose che non vanno nella propria vita.
    Un abbraccio a tutti i naviganti e un grazie all’Admin per averci messo a disposizione questo spazio sacro che ci fa essere sempre insieme

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 164

    Grazie Buteo per il link, anche a me diverte ogni tanto vedere che fanno i falchetti, ancora così goffi, oggi per la prima volta li ho visti svegli….chissà tra quanto potranno spiccare il volo. Qui dalle mie parti c’è una coppia di falchi e ogni tanto capita di vederli volteggiare in aria, sono animali bellissimi! Ripensando ai piccioni di cui parlava Kridom, mi è venuto in mente che un bar sul lungomare di Napoli aveva risolto il problema dell’invasione dei piccioni proprio chiamando un falconiere.
    Buona serata a tutti i naviganti

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Oggi al tramonto guardavo in cielo il volo alto, sfrenato e rapido delle rondini, che sembravano tanti puntini neri. Volo alto perché il clima è caldo e secco. Nel mezzo di questa bolgia stridula alcuni gabbiani planavano sulle correnti d’aria descrivendo ampi e ripetuti cerchi, come rapaci. Non capivo se fossero infastiditi dalle rondini che occupavano il loro abituale spazio celeste e lo stessero difendendo pronti ad attaccare. Ma non è successo. Le rondini, per nulla preoccupate, sfrecciavano disordinate e i gabbiani continuavano a volteggiare con eleganza.
    Nel primo pomeriggio invece per la prima volta da circa due mesi a questa parte ho fatto una breve passeggiata al mare. Nessuna barca. L’acqua blu, limpida. Poche persone perchè sono uscita all’ora di pranzo. Vi dico che cielo e mare mi sono sembrati più vivi, avvolgenti, protagonisti e io più in sintonia, senz’altro per effetto della minore distrazione avuta in questo difficile periodo.

    tanaquilla9
    Partecipante
    Post totali: 765

    Completo quanto ho scritto nel precedente.
    Quando si è distratti dal “rumore” della vita sociale, dall’artificio della nostra vita profana, dalla fretta che prima quasi sempre avevamo, allora la nostra sensibilità diventa sorda a quanto la natura intorno a noi esprime. C’è una pagina bella de I Dialoghi sull’Ermetismo, ove se ne parla (p.128). Forse in questo periodo di maggiore solitudine la nostra sensibilità ha un po’ attutito la sua scorza. Forse per questo stiamo tanto raccontando di uccelli, di vegetazione, insomma di natura. E’ una ipotesi.

    guglielmo tell
    Partecipante
    Post totali: 204
    m_rosa
    Partecipante
    Post totali: 558

    sono bellissime queste sculture, guglielmo tell, sono bellissime per quello che evocano, per il legame stretto con la Natura e anche per il loro carattere di transitorietà, che oltre a rispettare il continuo movimento della Vita, dove nulla si ferma mai, aiuta pure a non affezionarci troppo alle nostre creazioni, qualunque esse siano, e dunque ci aiuta, specie a noi miramici che siamo su un cammino evolutivo, nella quotidiana lotta contro i personalismi, gli egocentrismi e…tutti gli altri ismi. Vi ricordate l’aquila di sassi che creammo sul Monte Sibilla tutti assieme?
    A proposito di house working, me tocca!!!
    buona giornata, a dopo

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 652

    Le opere create da questo artista mi ricordano anche le trojaburg, i labirinti preistorici disegnati sull’erba con le pietre. Cara m_rosa, come non ricordare l’aquila che facemmo? Mi piacerebbe postare qui la foto, ma non sono capace di ricavare l’url dell’immagine.Vabbè!
    Comunque, caro guglielmo tell, i tuoi post sono sempre ricchi di una grande sensibilità verso l’arte, quella che riporta alla Natura Mater, alla grande maestra e ispiratrice di ogni vera e autentica creazione artistica…

    tulipano
    Partecipante
    Post totali: 83

    Eccomi qui,sono ritornata insieme a voi, e sono ritornate anche le rondini a fare il nido nello spazio sotto casa mia adibito a garage, quest’anno ho notato che, nonostante la nostra presenza, eravamo lì per fare un po’ di pulizia e ordine, non fossero per niente infastidite.Chissà come mai di solito non si avvicinano mai quando c’è movimento. Forse sembrerà sciocco ma provo un senso di ossequiosa gratitudine perfino quando un uccellino decide di venire a mangiare le bricioline sul mio balcone! Ciao a tutti!

    mercuriale2011
    Partecipante
    Post totali: 164

    Emozionante il video postato da Guglielmo Tell. Bellissimo il profondo rispetto nei confronti della natura da parte di quest’artista della Land Art. Il fatto che l’opera non debba essere eterna, ma appartenere alla natura stessa e al suo continuo divenire e modificare è un concetto davvero rivoluzionario nel campo dell’arte.
    Che bei ricordi che avete evocato, quell’esperienze vissute insieme ogni volta che ritornano vivide alla mente provocano un senso di benessere, ed è come essere di nuovo lì tutti insieme a cercare le pietre…..
    Buona pomeriggio

    decla
    Partecipante
    Post totali: 57

    Stupende queste sculture che ci proponi, guglielmo tell … e grazie per questo … quest’arte realizzata nella Natura … con la Natura …. con le sue molteplici e multiformi manifestazioni e espressioni, con i suoi meravigliosi colori, sembra essere strumento della Natura stessa che si espande in un abbraccio che dona quiete, armonia e bellezza, non solo all’artista, ma anche a tutti quelli che sono partecipi di queste visioni … in un grande coinvolgimento e unione che fa percepire e navigare nell’eterno movimento e cambiamento della Vita, nelle sue molteplici trasformazioni … mai statica …veramente molto belle e emozionanti …. grazie ancora

    tulipano
    Partecipante
    Post totali: 83

    Molto belle le immagini di queste sculture, e tu m_rosa hai anticipato quello che stavo pensando. Bella la libertà che hanno gli artisti nel comunicare, attraverso le loro opere, il loro essere più profondo!

Stai visualizzando 15 post - dal 646 a 660 (di 1,117 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy