ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Stai vedendo 12 articoli - dal 301 a 312 (di 312 totali)
  • Autore
    Articoli
  • catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 133

    Una Festa della Natura che risorge è la festa di tutti. Auguri a tutti noi quindi che il moto innescato da questa primavera sia foriero di Bene e di Luce.
    E grazie alla Direzione per tutto quanto immesso in circolo…anzi, in elicoide!!!

    Macrobio
    Post totali: 0

    Dal simbolo di questo giorno un augurio di Luce e – unendomi alle parole di Wiwa – di Rinascita per tutti!
    https://archiwatch.files.wordpress.com/2010/09/piero-uovo.jpg

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 157

    Ringrazio tutti per gli auguri e contraccambio, auguri di Bene alla Compagine tutta!

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 66

    Buongiorno ai naviganti! Questa nave, piena di tante cabine e confort , è così piacevole che gli ospiti, a volte, scompaiono nei punti relax ed io faccio fatica a vedere dove state per chiacchierare un po’ insieme su argomenti che stimolano curiosità ed interessi.
    Col mio bicchiere in mano di succo di melograno, vi attendo con amicizia e con desiderio di incontrarvi
    Non c è problema di tempo, perchè il tempo non esiste ed è solo convenzionale ai bisogni . e su questo già ci sarebbe tanto da dire.
    Per ora un abbraccione e buona giornata…la temperatura sale e l’estate si avvicina!!!

    Holvi49
    Post totali: 0

    Buongiorno! Diceva qualcuno che il tempo è l’artificio che la natura ha creato per evitare che le cose avvenissero nello stesso momento. Lo dissi altrove: io lo intendo come trasformazione, come, cioè, la manifestazione del moto in atto che a sua volta è espressione di quell’ Una che tutto in sé contiene. E siccome contiene anche noi, non possiamo disgiungerci da niente. Forse avremmo potuto cambiare la sua percezione dello “scorrere veloce” rinunciando a frasi come ” correva l’anno etc.” Ecco, é lì che ci siamo dati la zappa sui piedi! (Si capisce che sto scherzando?) Un abbraccio a tutti e buon lavoro.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 66

    Buongiorno! Grazie Holvi per essere uscito dalla cabina. Spero si affaccino altri. Il discorso sul tempo è interessante…
    E…a proposito di tempo, da me è ancora nuvoloso ed il sole è indeciso
    Ma io esco, respiro bene e vado a fare rifornimento di iodio
    Un abbraccione

    wiwa70
    Partecipante
    Post totali: 163

    Ciao Mercurius, oggi per uscire dalla cabina bisogna mettersi il cappotto ma lo faccio volentieri e a piedi nudi perché sono certa che lo spirito confortevole di questo spazio mi riscalderà! Interessante il tema del tempo e mi ha fatto sorridere il correva l anno di Holvie in questa giornata fredda e uggiosa e se questa fosse una chat mi piacerebbe scambiare con voi dei pensieri …. chissà cosa ha a che fare il trascorrere del tempo e la sua percezione ,con la meteorologia per cui in italiano chiediamo che tempo fa? Piuttosto che: che tempo è ? Cmq tornando al correva l’anno, mi viene da pensare che è un concetto moderno ma i nostri avi non avevano inventato l otium e quindi uno spazio per occuparsi di ciò che ci interessa e che non sia legato ad una stretta necessità quotidiana? A questo proposito ho letto tempo fa un libro di Milan Kundera sulla Lentezza che fornisce un ‘ interessante prospettiva … A presto e un caro abbraccio a tutti

    garrulo1
    Partecipante
    Post totali: 206

    E già, otium, quasi sincope di neg-otium. Difatti, nei bei tempi andati, era uso dedicarsi all’ozio direi sacro, utile a riflessioni interiori, studi filosofici e via di questo passo, in alternanza con le esigenze di negozio in cui, per sbarcare il lunario, regolarmente bisognava e bisogna andarci.
    Il problema di questi tempi, mi pare si avviti sul fatto che, in tale negozio, a qualunque tipologia appartenga, occorre dedicare sempre più energie ed attenzioni, rosicchiando appunto tempo all’altra faccia della medaglia. Quindi, lavorando sempre sull’elemento motivazionale quando veramente parte dal profondo, con la consapevolezza della posta in gioco, si può ovviare alle contingenze tipiche dei cd. “tempi”.
    Un caro saluto ed una buona domenica a tutti.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 157

    Oserei dire “saturnesca” la tua visione del tempo che deve essere rosicchiato…anche se la capisco, per analoga struttura! Però tendo sempre più a unificare, recuperando e lavorando su gli aspetti più sfuggenti, più ostici, più più più….perchè mi sembra che nulla si possa distrugge ma tutto trasformare. Buona serata

    catulla2008
    Partecipante
    Post totali: 133

    Il tempo è oggettivo?
    Sì, quando si pensa all’orologio, alla clessidra, alla meridiana.
    Eppoi comunque anche in quel caso dipende da dove sei: se sotto o sopra l’equatore, se all’uno o all’altro meridiano.
    Il tempo è soggettivo?
    Sì, perché non tutti invecchiamo allo stesso modo e ognuno di orologio biologico ha il suo. Eppoi comunque dipende da come sei: giù o su di morale, concentrato su questo o quel settore di vita.
    Ma tutti abbiamo sperimentato momenti senza tempo, di gioia assoluta e in odore di eternità…
    Momenti.
    Molti di questi, per me, in questa Schola e in questo UNUM.

    Mercurius3
    Partecipante
    Post totali: 66

    Buonasera .
    Un’altra riflessione sul tempo è quella del turismo “mordi e fuggi” , sostituito, nell’ultimo periodo, fortunatamente dal quello definito “Turismo lento” che prende più consenso nei giovani.
    Il viandante meritevole riceve in regalo dalla natura segnali preziosi, trova segni importanti che la storia ha seminato per chi sa trovarli, come una colta caccia al tesoro; sono ricomparsi i treni storici con itinerari panoramici e fermate in località che le cartine geografiche o il moderno Google maps, non riportano; le ciclovie vanno per circuiti di sentieri dove si possono scoprire vecchie memorie di secoli di civiltà passate.
    Tutto ciò fa sperare nell’uso di un Tempo che non consegna stress e deperimenti vari, ma un ritrovato equilibrio e di pace con se stessi , riconciliati con la Natura
    Una buonanotte a tutti

    mandragola11
    Moderatore
    Post totali: 161

    Un augurio alle Madri, di ieri di oggi e di domani, nel Principio Materno che tutto unisce, vivifica e nutre…
    Una ROSA!

Stai vedendo 12 articoli - dal 301 a 312 (di 312 totali)
Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy