Comunicazione importante

Home Page Forum Il Forum della Schola Il vecchio Blog di kremmerz.it Comunicazione importante

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 62 totali)
  • Autore
    Articoli
  • admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 826

    La Direzione annuncia a tutti gli affezionati utenti che a breve il sito https://www.kremmerz.it sarà aggiornato sia nella grafica sia nella ripartizione dei contenuti per renderlo meglio navigabile e fruibile. Ma ciò non comporterà innovazioni sostanziali nel messaggio tradizionale e ortodosso sul Maestro Kremmerz e la Sua Schola in esso veicolato affinché, soprattutto i bisognosi di un aiuto terapeutico ermetico – disinteressato e gratuito – a sostegno delle cure mediche già intraprese, possano continuare a giovarsene. Anche questo blog, che diverrà parte integrante del sito, continuerà comunque a svolgere la sua funzione di blocco-notes delle attività della n/s Schola-Associazione e di spazio neutro entro cui ciascuno potrà continuare ad esprimere liberamente le proprie opinioni, nel rispetto, ovviamente, di quelle altrui, cosa alquanto rara al giorno d’oggi, e specie sul web.

    Non possiamo, infatti, fare a meno di denunciare l’arroganza e la cattiva fede con le quali si diffondono, in vari forum e siti on-line, notizie false e blasfeme sia sul Maestro sia sull’attività, specie terapeutico-ermetica della Schola, col solo intento di demolirne le pubbliche immagini e la credibilità.

    Queste deprecabili iniziative, va sottolineato, offendono pure, ledendone l’umana dignità, la libera aderenza agli unici ideali di bene e salute di tutta una collettività di persone, sia regolarmente iscritte alla Fratellanza di Miriam, sia simpatizzanti o beneficate, sia studiose, in modo indipendente, del pensiero filosofico ermetico occidentale di cui Giuliano Kremmerz è considerato uno fra gli esponenti più autorevoli.

    Indirettamente, e almeno per quanto attiene le iniziative della n/s Schola-Associazione, vengono coinvolte pure le tante Istituzioni private e pubbliche (Comuni, Regioni, Province etc.) che nel corso di lunghi anni le hanno patrocinate, promosse e ospitate, nonché tutti i professionisti seri che vi hanno liberamente partecipato come consulenti o relatori.

    Si pensi, quindi, come tali offese diffamatorie e tendenziose, per lo più anonime, prive di validi supporti documentali, di prove probanti, di testimonianze attestate, e che soprattutto cercano pretestuosamente di tirare in ballo le vite private dei rappresentanti della Schola a partire dal Suo Fondatore, tendano a colpire e ledere gli ideali intellettuali e spirituali, l’etica e la rispettabilità di una collettività sociale molto più ampia di quanto si possa a prima vista valutare!

    Molte sono state le lamentele giunte, in merito, alla Direzione della S.P.H.C.I., ma più che agire nella massima trasparenza e all’occorrenza essersi fatta carico di perseguire il perseguibile anche per le vie legali, cos’altro fare?

    Come spiegare, oltre il già più volte ribadito dallo stesso Kremmerz, che la Schola Hermetica è un’entità collettiva a sé stante che “non deve essere menomata, posposta o impersonata, da un nome o da alcuni nomi” (P+F+, art.49) essendo preposta alla sola finalità terapeutica pro salute populi, impersonalmente ivi praticata, e pertanto deve essere considerata alla stregua di un Ente Benefico e caritatevole no-profit?

    Si lancia perciò un appello su questo blog affinché, indipendentemente dai rapporti diretti o indiretti, dalla condivisione in toto o in parte, dall’esistenza o meno di barriere concettuali, culturali o iniziatiche esistenti con la n/s Schola-Associazione, TUTTI coloro che vogliano in questo spazio esprimere la propria idea o esperienza per fare da contraltare alle subdole insinuazioni impunemente quanto immotivatamente perpetrate nei suddetti siti e forum, levino le loro voci.

    Dimostreranno così, a coloro che li annoverano, anche a titolo personale, nella pletora degli ignavi, dei vili o degli stupidi che perseguono, simpatizzano, o semplicemente studiano la tradizione kremmerziana, di essere in grado di operare libere scelte esclusivamente basate sulle proprie equilibrate e ponderate valutazioni e frutto della personale esperienza.

    Grazie.

    Postato da sphci alle 11:22

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da tanaquilla9
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 13:07

    Senza entrare troppo nel merito delle intenzioni quanto meno “ambigue” dei siti/forum indicati dalla Redazione i quali, spesso anche in modo sgrammaticato, compiono l’antica azione del “lanciare la pietra e ritirare la mano”che, se non erro, è pertinenza dei pusillanimi, e che di ciò di cui accusano altri sono senz’altro responsabili (vedi il puerile desiderio di farsi pubblicità), voglio testimoniare quanto segue:
    Il sito https://www.kremmerz.it è un sito trasparente ove ogni affermazione è supportata da una fonte e dove nomi, cognomi, telefoni e sedi ne testimoniano la credibilità. Ma non solo. Nel ns. sito non diffamiamo nessuno, e ci limitiamo all’osservazione e allo studio delle ns. esperienze ermetiche, a differenza dei tanti altri utenti che, abbacinati dalla ricerca di “poteri”personali, cercano il gossip per rivendicarne la privativa, oltretutto non conoscendo le leggi sulla trasparenza, né i reati d’opinione/diffamazione.
    Riguardo poi alla terapeutica ermetica della S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ d Miriam, cioè della Schola restaurata dal Kremmerz ed attiva sino ad oggi, essa FUNZIONA egregiamente: moltissimi sono i beneficati, e numerose anche le guarigioni inspiegabili che possono essere certificate. Non solo. Funziona tanto che persino novizi di recente iscrizione, appena inseriti nella catena terapeutica orante della Miriam, praticando, ottengono risultati terapeutici positivi, come più volte mi è stato riferito dagli stessi. Iscritta da oltre 30 anni, ho assistito al miglioramento e alle guarigioni di una infinità di persone che si sono rivolte alla Miriam. Ho visto esseri piegati, doloranti, ammalati che si sono ripresi e hanno riacquistato la salute psico-fisica. Io stessa, allorquando ho richiesto aiuto terapeutico per la mia salute, ho ottenuto immediatamente la remissione del problema. Ho visto anche familiari, amici e gente da poco conosciuta che si è ripresa, è guarita ed ha ritrovato l’equilibrio della sua vita, perché per chi non l’avesse ancora capito (mi pare siano in tanti) la terapeutica ermetica non solo è curativa del corpo ma lo è anche della psiche. Pertanto le chiacchiere di corridoio, le velenose malignità di ipotetici fuoriusciti dalla Schola ortodossa del Kremmerz sono irrilevanti, non inficiando assolutamente il lavorio benefico e amorevole della Catena miriamica, sempre operante ed attiva. D’altra parte può la iperlimitata esperienza (ammesso sia vera) di un singolo, inficiare l’operatività di una Schola che ha più di cento anni di vita? A migliaia nel corso di un secolo potrebbero testimoniare l’efficacia terapeutica della Catena miriamica: nessuno ha mai avuto un rifiuto; nessuno si è rivolto invano; tutti hanno sentito l’amorevolezza dei componenti la Catena che – quali tramiti – hanno loro inviato la corrente sanatrice della Miriam. Inoltre la terapeutica ermetica è del tutto gratuita e disinteressata. L’iscrizione alla S.P.H.C.I. Fr+ Tm+ di Miriam è parimenti gratuita. E mi risulta che spesso la Schola, nella sua personalità collettiva, ha offerto aiuto anche economico ad ammalati o iscritti bisognosi.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da gelsomino3
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 14:01

    Accolgo con entusiasmo l’invito ! E’ triste veder diffamare ingiustamente qualcosa che per esperienza diretta si conosce essere pura e profondamente benefica . Non ho conosciuto il Kremmerz, ma posso testimoniare la rettitudine, l’integrità , l’ortodossia e l’amorevolezza dei due maestri di Miriam che ho avuto la fortuna di conoscere.
    Chi si aggancia a questa Tradizione e la sperimenta con animo sincero , senza secondi fini , non tarda a verificarne la realtà e senz’altro ne coglie i frutti in termini di salute ed evoluzione.
    La Terapeutica Ermetica è una realtà che posso testimoniare per esperienza diretta ! Mi è difficile comprendere le motivazioni di chi tenta di screditarla e diffamarla : un’ Opera di Bene libera e gratuita che non instaura vincoli di alcun genere.
    Quello che mi auguro è che quegli esseri che veramente cercano una strada evolutiva, abbiano la fermezza e la determinazione di approfondire ,per poter scegliere con cognizione di causa. Se lo faranno in questa Schola troveranno quello che cercano , così come è stato per me , in maniera concreta senza fantasie ed illusioni .

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da sannitica2011
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 16:27

    Ho letto su uno dei Forum cui la Direzione fa riferimento tutta una diatriba sulle attività lavorative di Giuliano Kremmerz. A parte il fatto che si trova facilmente risposta nelle numerose biografie esistenti del Kremmerz, devo segnalare che proprio non comprendo tutto questo interesse per certi fatti e sinceramente, in tutta la mia vita miriamica certe curiosità morbose non le ho mai avute e certe domande tendenziose non me le sono mai poste. Le trovo inconcludenti e irrilevanti ed hanno solo il sapore di un livore bilioso non spiegabile. Ciò che mi ha sempre interessato e che dovrebbe interessare ogni sincero ricercatore, è la personalità iniziatica del fondatore della Miriam, il Suo Pensiero e Quanto ha trasmesso, non certo la sua vita privata o le sue difficoltà umane e familiari. Del pari dicasi per i Maestri che si sono susseguiti con mandati ortodossi alla direzione della Schola. Il Kremmerz stesso dice di non guardare a lui come a un papasso, ma come ad un IDEA, da lui generosamente trasmessa all’umanità squilibrata. IDEA che non vedrà fine, nonostante i maldestri tentativi di qualcuno. Quanto poi viene risposto sul forum in questione da un anonimo signore, non solo ha il sapore del pettegolezzo più becero, ma è privo di documentazione e testimonianze oggettive. Per non parlare poi di quanto viene, sempre nello stesso spazio, espresso circa l’Ordine Egizio! Sarà forse frutto di fantasie esaltate o tutt’al più di informazioni tratte da personaggi che, col predetto Ordine, non avevano nulla a che fare. Se questo Signore, come sostiene, ha studiato col Verginelli, che ho anch’io conosciuto, ne ha tratto veramente poco beneficio.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da smeraldo888
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 18:07

    Richiamato dalla direzione vengo anch’io ad esprimere il mio pensiero. E’ da molto che non scrivo sul blog, da poco dopo che sono entrato nella Schola. Ma ho sempre seguito tutti i vs. post e studiato e approfondito il sito di kremmerz.it, anche se la mia occupazione principale, dopo un lungo percorso di solitaria teorizzazione, è stata la pratica ortodossa e la sperimentazione della terapeutica ermetica.
    Parallelamente non ho smesso di visionare tutto quanto si scrive su internet e ho un fitto archivio di pagine web scaricate da ogni parte. Ebbene, vi assicuro che sono sempre i “soliti noti” a scrive riciclandosi con nuovi nickname e infiltrandosi in forum compiacenti del fatto che portano audience e che diversamente non li avrebbe visitati nessuno.
    Ribadiscono sempre le stesse cose, creandosi spesso una o più spalle per essere attizzati nei loro scopi esclusivamente demolitori di tutto quanto non potrà mai passare dalle loro mani.
    Certo, qualche allocco a volte abbocca ed è un vero peccato, specie per i giovani ricercatori che cadono nella loro rete.
    Comunque ciò che scrivono anonimamente, anche per tutto il popolo di internet, vi assicuro che vale meno di zero.
    Ora devo lasciarvi, per un impegno inderogabile, ma tornerò presto per postare la mia testimonianza sulla sperimentazione finora fatta all’interno della Schola.
    A presto con tutti i miei ossequi.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da ippogrifo11
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 19:25

    Nulla di nuovo sotto il sole! O meglio e nel caso specifico, sotto il cielo plumbeo e gravido di nubi appestatrici che liberano, periodicamente e in luogo dell’acqua vivificante, i loro acidi corrosivi, del resto perfettamente in linea con la natura propria e con l’unica finalità che possono legittimamente accreditarsi: il tentativo di sgretolare, o quanto meno di insozzare, ciò che non sono in grado, per incapacità strutturale e intrinseca putredine, di avvicinare, ossia l’edificio che è e resterà al di fuori della portata loro. Affermare senza documentare, così come avviene in tanti dei siti e forum che hanno fatto della denigrazione di Kremmerz e della Sua Opera il loro infantile passatempo – per nulla originale, bisogna aggiungere – è azione da improvvidi, oltre che manifestazione di disonestà intellettuale. Per chi ha vissuto e vive la Schola dall’interno, ossia al riparo dalla canizza urlante, l’esercizio della terapeutica, disinteressato e impersonale (ossia privo, come dev’essere, dell’affermazione e la riaffermazione reiterata e reclamata dell’IO), è parte della dimensione etica e pratica verso la quale ha orientato per libera scelta la propria esistenza. Così anche, chi vive e ha vissuto la Schola dall’interno, per lunghi anni, può senza tentennamenti testimoniare l’integrità di Chi oggi è chiamato a continuare un’Opera mai tradita e soprattutto mai prostituita agli interessi personali. Il resto, tutto il resto, è solo disturbo. Lo stesso che può essere procurato da un insetto, fastidioso fin che si vuole ma mai dannoso al punto da far distogliere gli occhi dal Vero.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da m_rosa59
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 19:35

    Nella mia lunga esperienza di Miriamica posso testimoniare che la Via Iniziatica che il Kremmerz ci ha indicato, funziona, le sue chiavi aprono la coscienza, ci permettono di ristabilire l’equilibrio psico fisico in noi e di aiutare chi soffre a stare meglio, ci aiutano a superare i limiti dell’egocentrismo, ci mettono sempre più in sintonia e in comunicazione con quel Principio di Bene Universale, in cui tutto trova una sua giusta collocazione, fino a giungere a quella pienezza di vita, a quell’essere integrati, a quell’essere Uno, che ho potuto osservare nei Maestri di Miriam che ho avuto la fortuna e l’onore di incontrare.
    Certamente di delatori ce ne sono sempre stati e ce ne saranno, ma è facile riconoscere dietro un profluvio di parole, inutilmente ripetute, una vuotezza di contenuti , uno sganciamento dalla realtà, veramente sconcertante. Oppure, chissà, forse non si tratta neppure di ignoranza, ma di cattiva fede, d’altronde si sa che la volpe che non arriva all’uva, dice che non è matura! Vorrei concludere questo post con le parole del Maestro Kremmerz, al quale va e andrà sempre l’eterna gratitudine di tutti coloro che con animo scevro da odi o insane passioni, perseguono l’ideale di Bene
    “La nostra fratellanza è e sarà come è sempre stata nei secoli, non ha pretese di apostolato unico, ma vuole raggruppati nel vincolo dell’Ideale della Scienza e della Verità, pochi ma saldi elementi che ne assicurino la realizzazione fuori da ogni lotta politica, sociale, religiosa. Poiché la Scienza è, al di là di nazioni o razze, patrimonio dell’umanità intera”

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da mara329
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 20:02

    Accolgo anch’io l’appello della Redazione alla quale mi stringo in sincera solidarietà sia per il tanto bene ricevuto sin’ora, sia per la condivisione degli alti Ideali.
    Ho incontrato la Schola nel corso di un convegno e da subito, interessata agli argomenti, ho chiesto un colloquio. Ho trovato persone aperte, amorevoli e tolleranti; ho chiesto chiarimenti e li ho avuti; ho chiesto sostegno per problemi personali e di salute e l’ho ricevuto ed ora, iscritta ormai anch’io, mi sembra finalmente di aver trovato non solo una famiglia ideale, ma anche quell’operatività scientifica – aggiungo “certificata” – che conduce inesorabilmente verso un maggiore equilibrio.
    Non sapendo però di quali siti si trattasse ho chiesto ad una sorella che mi ha indicato un forum tra quelli che dicono male del Kremmerz e della sua Schola.
    Addolorata, ma anche indignata da tanta scadente ed ignorante maldicenza, vorrei solo dire una cosa: l’admin di questo forum ha uno slogan che contraddistingue i suoi post e che fra l’altro dice: “…Nel Forum ognuno è libero di esporre il punto di vista proprio o della propria scuola, nel rispetto delle altre…”. Ma non si è poi reso conto che il rispetto è proprio ciò che manca nella forma e nella sostanza del forum? Bisogna che stiano attenti: chi semina vento, riceve tempesta.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da Alfiero70
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 20:50

    Condivido completamente le affermazioni riportate negli ultimi interventi dagli ospiti del blog.
    Dichiaro di aver beneficiato anch’io in molte occasioni dell’aiuto della Schola e di chi a me si e’ rivolto come tramite domandando aiuto alla Miriam.
    Riguardo i sedicenti individui che proferiscono in rete gratuite ed infondate asserzioni, riferisco che mentre la Scuola Ermetica e i suoi appartenenti, come da P.A. si circoscrivono nei risultati delle proprie esperienze, i ” sedicenti ” di cui sopra si circoscrivono di chiacchiere…… Spero presto possano ravvedersi affinche’ al posto di intavolare sterili polemiche, comincino se capaci a lavorare per il Bene.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da fulva11
    Il 29 Settembre 2012 alle ore 21:52

    Mi associo molto volentieri alla richiesta della Direzione trovandomi in pieno accordo con il post di smeraldo888: questi “blogger” sono fruitori del web perché “lavorano” sul gossip, “praticano” la meditazione del pettegolezzo, si confrontano “evolutivamente” sui gradi della maldicenza, entrano in “fermento” sparando giudizi e critiche su nomi e cognomi dal basso del loro pavido anonimato!
    E potrei continuare parecchio.
    Mi dispiace perché intorbidano la strada a chi cerca davvero la Miriam!
    Ma carissimi amici e fratelli nell’Ideale, e chiedendo venia alla Direzione che amo per la mia lunga esperienza di miriamica sperimentatrice della Pragmatica Fondamentale, BASTA, non se ne pole più di questa fanghiglia inutile anche come concime! Non vale la pena indirizzare attenzione verso questo nulla, più che reale direi larvale, nutrito di rimestii nell’idea che, per tornaconto e interesse personale, si sono fatta del passato e per la chiara incapacità, e mala fede conclamata, di misurarsi nel presente che invece è qui vivo e vero: la S.P.H.C.I. FR+Tm+di Miriam pro salute populi, la via della rosa di cui anche Kremmerz fu un tramite, il filo ininterrotto che chiunque può se sincero sperimentare.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da smeraldo888
    Il 30 Settembre 2012 alle ore 00:41

    Mi riallaccio al mio precedente post e non vi nascondo che nel frattempo, dopo aver letto le testimonianze di altri iscritti “veterani” nella Schola, mi sento più sicuro nel confermare le mie precedenti affermazioni giacché, se dopo dei decenni di militanza traspare ancora tanto entusiasmo e tanta convinta aderenza agli ideali condivisi, vuol dire che il Magnete della Miriam è ancora vivo e possente in tutta la sua magnificenza, in barba a quella pletora di necrofori di vecchia e nuova generazione che lo davano e lo danno per spacciato già dopo la morte del Kremmerz!
    Conosciuti poi personalmente i fratelli e le sorelle, quello che voglio testimoniare, da iscritto fra i più recenti e per sconfessare in pieno le offensive insinuazioni sulle personalità profane e iniziatiche degli appartenenti alla ns. Schola, è che dai novantenni ai ventenni, a prescindere quindi dall’età, sono tutti dotati di estrema lucidità e spirito critico, di piglio sicuro e determinazione, di autoironia ed elasticità mentale, d’integrità e di onestà intellettuale, ma soprattutto di coerenza dinamica, puntualità negli impegni assunti e di grande generosità verso i confratelli. Certo, consentitemi, una vena un po’ misticheggiante traspare di tanto in tanto specie da alcune anziane sorelle, ma fa quasi tenerezza, come quando la mamma ti ricorda di mettere la maglia di lana! E non mi permetto, ovviamente, di fare cenno alla personalità del Maestro, giacché mi ha detto che l’unica cosa che non tollera dei fratelli, sono le sviolinate.
    Posso dire in tutta coscienza che non ho trovato un gregge col suo pastore ad accogliermi bensì una trincea di combattenti che si è aperta per farmi posto passandomi le armi per difendermi e immunizzarmi da tutti i mali della vita e un rancio nutriente e sapido per rifocillarmi di energie e rinvigorire corpo e mente, così da rendere al meglio il mio servizio all’Idea.
    Grazie a TUTTI, grazie alla MIRIAM.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da catulla2008
    Il 30 Settembre 2012 alle ore 01:25

    Potrà sembrare banale ma, leggendo ancora e immancabilmente di millantatori che sfruttano il nome di Kremmerz e della Schola per il proprio misero interesse personale, l’unica affermazione che mi viene da fare è “NON E’ GIUSTO!!!”.
    Si, perché è scorretto nell’essenza e nella parvenza, dal punto di vista etico e da quello più semplicemente sociale, andare a insozzare una tradizione che tanto ha fatto e continua a fare, gratuitamente e generosamente, per tanti bisognosi e da oltre un secolo.
    È ingiusto verso i malati e i sofferenti che chiedono e ricevono un pensiero di BENE pulito e lucente, che rifocilla corpo e spirito e spesso restituisce sanità ed equilibrio, e dove non riesce a guarire solleva comunque da dolori ritenuti impossibili da alleviare, o garantisce una convalescenza serena.
    È ingiusto verso tutti i Fratelli e le Sorelle, “soci” di una Famiglia ideale, che ogni giorno operano per essere sempre più degni tramiti di un fermento d’Amore avente il solo scopo di restituire Salute e Luce a chi le cerca e le chiede.
    È ingiusto verso i Maestri (io ne conosco solo Uno ma c’è chi ne ha conosciuti Altri). L’evidenza della loro vita cristallina, della trasparenza e dell’onestà dei loro atti, la semplicità della loro condizione e l’assoluta ortodossia della loro pratica sono un esempio e insieme un monito che davvero non merita di essere infangato: neppure con il sospetto di chi, non conoscendo, potrebbe considerare il dubbio sollevato da diffamatori senza pudore.
    Infine è ingiusto verso la VERITA’: perché non c’è delitto peggiore che quello perpetrato volontariamente contro un Ideale di Bene che trascende i secoli nell’auspicio di una Umanità-UNA, cosciente della propria divinità intrinseca e, PER QUESTO E NON PER MISTICISMO, votata alla solidarietà amorevole verso ogni forma di vita di cui quella umana è l’espressione più alta.
    Mi auguro, di cuore e nello stesso interesse di chi ha utilizzato la tastiera per diffamare e confondere, che la VITA abbia il sopravvento sulla cristallizzazione mortifera dell’egoismo e che si dissolva, come neve al SOLE, ogni parola vuota appiccicata alla Schola, al Maestro Kremmerz, e all’intento Numinoso dei Suoi Mandanti di allora e di oggi.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da unicorno2012
    Il 30 Settembre 2012 alle ore 12:38

    Nel riallacciarmi alle parole del primo post di Smeraldo888 vorrei sottolineare che certi fruitori della rete non sanno nemmeno lontanamente cosa sia la “netiquette” nel linguaggio di internet (da network=rete e étiquette=buona educazione) la quale prima di tutto tende a far manifestare nei dialoghi fra utenti sia il rispetto verso le idee che le varie personalità anonime manifestano, sia la grande prudenza verso le personalità umane che vengono citate di volta in volta. S’impone sempre, qualora possa trasparire un atteggiamento denigratorio un sicuro e probante riferimento a fonti qualificate e mai ne può essere concessa a chicchessia, particolarmente in ambito storico-scientifico, un’applicazione deduttiva sostenuta soltanto da emotive considerazioni. Purtroppo alcuni blog (certamente non il nostro) utilizzano linguaggi volgari, come volgare appare spesso quello politico ma qui, dove di politica non ci occupa, è normale che salga lo sdegno nel leggere da parte dei soliti vecchi e consentitemi ormai più che sparuti noti, subdoli attacchi a quanto di più nobile la vera tradizione ha tramandato nell’ultimo secolo attraverso coloro che l’hanno ri-velata.

    Ad esempio in uno dei forum spuntati dal nulla a cui fa riferimento la Direzione, privo di un proprio sito web corrispondente e ospitante solo banner di carattere commerciale, si da sfogo a vecchie e malcelate frustrazioni delle proprie assurde aspettative, agganciandosi con un brand e relativa link a siti ufficiali di altre rispettabili correnti di pensiero nel tentativo di darsi una parvenza di credibilità che diversamente nessuno darebbe. Non è altro che un’infantile strategia mistificatoria da vecchie volpi del web quella di appropriarsi di denominazione e marchio altrui… Il che può diventare tollerabile finché ci si riallaccia, sebbene senza titolo di legittimità, ai medesimi o quanto meno dichiarati ideali (vedi i tanti siti sotto l’egida del Kremmerz e della Fratellanza). Ma è doveroso stigmatizzare e prendere severamente le distanze nei confronti di chi persegue il solo obiettivo di denigrare, demonizzare e oltraggiare, come fatto presente dalla Direzione, una collettività di persone così ampia e allargata nel sociale.

    Ringrazio la Direzione per il suo più che legittimo appello, nell’auspicio che la moltitudine di quanti hanno tratto beneficio dalle teorie o dalle pratiche Kremmerziane ne renda testimonianza.
    Chi scrive è fra questi.

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da sergius
    Il 30 Settembre 2012 alle ore 15:36

    Ho letto i precedenti blog con cui mi trovo in sintonia e non potrebbe essere diversamente ripercorrendo la mia più che ventennale esperienza di Fratello regolarmente inscritto alla Fratellanza.
    In momenti in cui un ideale di vita, che è dentro di noi in maniera più o meno cosciente, subisce attacchi di questo tipo ritengo che sia di fondamentale importanza la COERENZA in quello che facciamo, come ci presentiamo, come riusciamo ad essere il più possibile ortodossi sulle basi della Pragmatica Fondamentale.
    Quindi la Coerenza che si deve trasformare in Concretezza è la migliore difesa dell’IDEA.
    Un saluto a tutto il Blog

    Anonimo
    Post totali: 307

    Originariamente postato da diogenonn
    Il 30 Settembre 2012 alle ore 16:41

    All’alba del XX secolo Giuliano Kremmerz dialogava con gli studiosi ed i ricercatori del tempo, nello sforzo, mai interamente compreso, di adattare i principi dell’Antica Sapienza ai tempi moderni, alla quale i Numi avevano impresso un fermento innovatore in tutti i campi dello scibile. Allora come oggi la Delegazione Generale persegue lo stesso scopo creando occasioni di continuo confronto. L’abbiamo visto in oltre 25 anni e quante volte le siamo stati grati nel farci percepire quanto sia bandito fra noi anche il più lontano seme settario, quanto la rosa miriamica si espanda nelle idee, negli atti e nei fatti ben oltre il pur numeroso cerchio degli iscritti alla Schola.
    Il bene, nelle sue molteplici sfaccettature, si sciorina in mille rivoli, ora con una parola quando con un atto, sempre in un atteggiamento comprensivo, accogliente, libero da pregiudizi di sorta che ha consentito agli iscritti di dialogare nel tempo con ricercatori, medici e istituzioni scientifiche, arricchendo reciprocamente il plafond in cui seminare e far fruttificare l’altruismo per sentimento di solidarietà su cui poggia e poggerà sempre il nostro operato. Non possiamo che essere grati a quanti, attratti dall’I-Dea fondante la Schola ne percepiscono l’intelligente percorso volto a rendere sempre più coscienti coloro che si avvicinano al pensiero e all’opera della Miriam.
    Una coscienza che si circoscrive nell’ambito delle proprie esperienze in cui, come giustamente sottolinea Sergius, solo la coerenza nella tensione verso il Bene è foriera di sani risultati. Altri riferiscono a loro, alla loro vita fatta di nomi e cognomi, il presunto risultato inebriando il loro ipertrofico ego. Nella Schola è e sarà sempre la Miriam l’unica vera custode del fermento vitale volto a stimolare i processi di autoindividuazione e presa di coscienza. Così dichiarava il Maestro Kremmerz, così hanno sempre testimoniato i nostri Maestri che l’hanno seguito fino ad oggi negli atti e nei fatti ed è a questo che potenzialmente i miriamici di ieri, oggi e domani hanno teso, tendono e tenderanno.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 62 totali)
Rispondi a: Comunicazione importante
Le tue informazioni:




Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy